Ampliare la rete Wi-Fi: ecco come fare

Ultimo aggiornamento: 18.11.19

 

Oggigiorno le connessioni Wi-Fi sono sempre più utilizzate in tutte le case, sia per sfruttare la connessione casalinga su smartphone, sia per giocare online con le proprie console sia per navigare su internet da qualsiasi portatile senza la scomodità di utilizzare un cavo LAN.

Eppure, il Wi-Fi non è una panacea invincibile e ha i suoi punti deboli, primo tra tutti la copertura. Solitamente, infatti, se si installa un modem/router in grado di emettere un segnale Wi-Fi scarso, non si avrà la potenza necessaria a coprire tutto il proprio appartamento, lasciando fuori alcune zone che si trovano troppo distanti. A fare da barriera troviamo anche le pareti che, se troppo spesse per esempio, o realizzate in cemento, possono bloccare le onde wireless.

Non è raro inoltre che persone con case a due piani abbiano seri problemi a far sì che la connessione raggiunga tutte le stanze. Cosa si può fare in questi casi? Non c’è bisogno di rassegnarsi e utilizzare internet tramite Wi-Fi solo nelle zone coperte ma si può fare affidamento sugli amplificatori Wi-Fi.

 

Cos’è un amplificatore Wi-Fi?

Si tratta di dispositivi che, collegati a una presa di corrente, possono agganciarsi al segnale Wi-Fi casalingo e ampliarne la portata tramite delle antenne aggiuntive, in sostanza è come se installaste dei ripetitori in casa che fanno rimbalzare il segnale permettendogli di diffondersi un po’ più lontano. La loro efficacia è legata naturalmente al costo d’acquisto nella maggior parte dei casi e dovrete quindi prendere in considerazione quelli più o meno dispendiosi in base alle vostre esigenze.

Se volete estendere il segnale affinché raggiunga una sola stanza, potreste puntare anche su un amplificatore Wi-Fi dal costo non eccessivamente elevato, mentre se invece il vostro scopo è quello di trasportare il segnale in stanze multiple, sarebbe meglio puntare su un ripetitore più costoso ma che sia per esempio in grado di diffondere il segnale anche se ci sono pareti di mezzo.

 

 

Come scegliere un amplificatore Wi-Fi

Per la scelta vera e propria del dispositivo non bisogna solo tener conto della portata ma anche di altri fattori essenziali come per esempio la frequenza. Gli amplificatori più basilari lavorano unicamente sulla frequenza a 2,5 GHz, che, sebbene sia la più utilizzata e la più comune per la sua notevole portata, è anche molto affollata e più lenta.

Sarebbe dunque una buona idea scegliere sempre un ripetitore che sia dual band, ovvero in grado di lavorare anche sulla frequenza a 5 GHz, quella preferita dai notebook, con una portata minore ma un segnale molto veloce. In questo modo non dovrete accontentarvi della frequenza di base ma potrete scegliere la più adatta alle vostre esigenze, garantendovi una personalizzazione maggiore.

Chi non ha particolare esperienza nel settaggio di protocolli di rete può scegliere di usare dei range extender che non necessitano di alcun setup, tutto ciò che dovrete fare è collegarli alla corrente casalinga e premere il pulsante WPS, sia sul dispositivo sia sul router/modem.

Il termine sta per Wi-Fi Protected Setup e genera una chiave di cifratura che i due apparecchi si scambiano, interagendo immediatamente e configurandosi da soli senza il bisogno di intervenire manualmente. Una comodità da non sottovalutare per chi non ha una profonda conoscenza informatica.

 

Come cambiare il canale Wi-Fi

A volte non c’è nemmeno bisogno di acquistare un ripetitore Wi-Fi ma basta cambiare il canale della connessione wireless. Per poter effettuare questa procedura dovrete però entrare nel pannello di controllo del modem/router.

Per farlo dovrete aprire il vostro browser preferito, Firefox, Edge, Chrome oppure Safari se siete su iOS o Mac OS X. Scrivete dunque nella barra di ricerca 192.168.1.1 o se non accade nulla 192.168.0.1. Uno di questi due indirizzi vi riporterà alla pagina iniziale del modem dove dovrete inserire nome utente e password. Se non avete mai modificato i settaggi potrebbero essere ancora i classici “admin” e “password”.

Una volta all’interno della configurazione del modem vi troverete davanti diverse diciture ma quella che vi interessa è relativa alla rete wireless. Lì potrete scegliere il canale della frequenza a 2,4 GHz, inserendo i canali 1, 6 oppure 11. Si tratta infatti di quelli meno affollati e che solitamente non generano problemi di lentezza della connessione. Se si tratta di un modem/router dual band potrete anche decidere di cambiare la frequenza a 5 GHz.

 

 

Configurare un amplificatore Wi-Fi

Qualora il vostro ripetitore Wi-Fi non disponga di un pulsante WPS per la configurazione automatica, dovrete procedere manualmente. Per farlo accendete innanzitutto il vostro computer connesso alla rete internet e aprite il browser che utilizzate quotidianamente. Ora inserite nella barra di ricerca l’indirizzo 192.168.1.1. o 192.168.0.1 e accedete al menù di configurazione dell’amplificatore inserendo nome utente e password indicati nella confezione.

Selezionando l’opzione “connetti a una rete esistente” dovreste vedere una lista di connessioni disponibili. Se il dispositivo si trova nel raggio d’azione del router/modem verrà rilevato e mostrato nella lista. Selezionatelo, dunque, e salvate le impostazioni. Ora il dispositivo resterà agganciato alla rete casalinga diffondendone il segnale grazie alle proprie antenne aggiuntive e potrete goderne anche in zone leggermente più distanti.

Per chi ha una casa suddivisa in più piani, la scelta ideale potrebbe essere quella di adottare dei sistemi mesh. Si tratta di piccoli router che, posizionati in zone strategiche, permettono di comunicare con quello principale senza un ordine gerarchico, scambiandosi quindi informazioni ad alta velocità e garantendo un segnale di qualità anche in ambienti più grandi e strutturati. Come è facile immaginare sono comunque dispositivi più costosi dei normali range extender e pertanto dovrebbero essere presi in considerazione solo da chi ne ha davvero bisogno o se non avete alcun limite di budget con cui fare i conti.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...