La multimedialità nelle console: quali aspettative?

Ultimo aggiornamento: 18.11.19

 

Le console di gioco possono fungere anche da lettore CD o DVD: quali altre novità ci riserva il futuro?

 

Le console di gioco hanno sempre avuto un elemento multimediale insito: pensiamo alla Game Boy Camera o al TV tuner del Sega Game Gear. Prodotti come il Saturn o la prima Playstation erano in grado di riprodurre CD audio: la Playstation 2, nel 2000, non veniva acquistata solo in quanto console, ma anche e, a volte, principalmente perché fungeva da lettore DVD.

 

Console come lettore

Sono state la Xbox 360 e la PS3 a sancire la versatilità delle console come lettori multimediali: sulla prima è possibile infatti far girare HD-DVD o semplici DVD, sulla seconda invece i Blu-Ray.

Inoltre è possibile riprodurre davvero una grande quantità di file, sia audio, sia video, direttamente da memorie esterne o interne e dalla rete attraverso DLNA. Ma si possono anche sfruttare le app di siti streaming: tutte queste funzioni aggiuntive sono usufruibili anche sulle attuali console e, si pensa, lo saranno anche su quelle della next generation.

Il punto è questo: è davvero necessario tutto questo in aggiunta al motivo per il quale le console vengono prodotte? Cioè, serve a qualcosa la presenza di questa multimedialità sulle console?

 

 

In passato

Se pensiamo al passato, non c’è un utente che non abbia voluto sfruttare al 100% tutte le possibilità di utilizzo delle console di vecchia generazione. Sulla Xbox 360 o sulla PS3 si potevano guardare i film come con un normale lettore DVD, collegare l’iPod per far loro leggere la musica e, magari, creare colonne sonore personalizzate per i giochi che si era soliti attivare.

Probabilmente, tra una pausa di game e un’altra, avrete anche usato le varie app scaricabili sulla console, per sfruttarla al posto del tablet o del computer, magari per guardare film e serie TV in streaming.

Sony ha poi offerto ai suoi utenti un aggiornamento per la Playstation 4, utile per supportare la visione di video in 4K sulla console. Ciò è possibile sia tramite una chiavetta oppure tramite un server online.

 

L’avvento della Smart TV

Se pensiamo che oggi le Smart TV garantiscono la multimedialità senza grossi sforzi, forse, quella delle console inizia a sembrare obsoleta. Non si tratta solo di leggere i dischi fisici, ma di consentire una connessione wireless con la rete di casa, in modo da scaricare le app direttamente sul televisore, per accedere ai siti di streaming in un attimo.

Il punto è che, se volete sfruttare la vostra console per questo, non ne sentirete più la necessità: il televisore, da solo, vi permette di accedere ai contenuti web e lo fa anche in maniera molto più veloce e meno macchinosa del dover accendere un altro supporto.

Non c’è inoltre l’obbligo di navigare all’interno dell’interfaccia della console, ma basta semplicemente il telecomando. Anzi, possiamo affermare che la Smart TV è ancora più multimediale, visto che consente di interagire anche con lo smartphone, il tablet o il computer, scaricando foto o contenuti che non è possibile riportare sulla console.

Pensiamo inoltre che c’è anche un grande risparmio di corrente: meno device accesi, meno elettricità sprecata. In sostanza il grande vantaggio apportato dalla Smart Tv è proprio quello di semplificare la vita dell’utente, che non vuole dover fare mille manovre per vedere la propria serie preferita.

La console ritorna così a essere semplicemente un accessorio per il gioco, che viene acceso solo per questo. Con un solo oggetto, il televisore, invece è possibile accedere a contenuti multimediali in breve tempo e senza doversi spostare sul computer o sul tablet.

 

Le aspettative sul futuro

Visto in quest’ottica, l’avvento di altri miglioramenti su dispositivi next-gen non sembra affatto necessario. Va fatta però una distinzione sostanziale: se la visione di film e serie TV non sembra richiedere necessariamente la console, lo stesso non si può dire per la musica.

Un sito come Spotify, per esempio, risulta utile per creare le proprie playlist di gioco, ma lo stesso discorso vale anche per gli altri, come Deezer. In sostanza, sarebbe importante lasciare all’utente la scelta di personalizzare l’atmosfera, in modo da rendere l’esperienza più coinvolgente.

Diciamo allora che la multimedialità è utile anche sulle console, ma che non è necessario sfruttarla tutta al 100%, se non in determinate occasioni. Se i produttori vorranno aggiungere funzioni varie, saranno le benvenute, ma forse verranno utilizzate solo in caso di assenza di una Smart TV in casa.

 

 

Smart TV come console

Ci sono poi le Smart TV che fanno la parte del leone: pensiamo a quella di Samsung, che è una console di gioco che non ha bisogno di supporti esterni. Ciò avviene non solo perché ci sono giochi scaricabili nella memoria del televisore ma anche grazie al servizio GameFly. Per farvi capire di cosa si tratta non abbiamo alternative: qui parliamo di streaming di giochi! Questa risulta essere una soluzione valida per semplificare anche il divertimento: per giocare a un videogame di alta qualità sono necessarie infatti diverse cose.

Prima di tutto un buon PC o una console all’ultimo grido, poi una TV di alta risoluzione e naturalmente anche il gioco, che deve essere acquistato. Tutto questo procedimento è semplificato con la Smart Tv in questione: basta un controller e una connessione Internet e sarete pronti per divertirvi.

GameFly propone lo stesso meccanismo che offrono anche siti come Netflix o Spotify: un abbonamento mensile che consta in pochi euro, per accedere a una quantità impressionante di giochi, tutti in streaming.

I servizi offerti in aggiunta sono poi molti: potrete giocare tutti i livelli, salvare le partite, personalizzare e provare gratuitamente il gioco, prima di decidere se pagare o meno l’abbonamento.

La qualità offerta è molto alta, naturalmente grazie anche al supporto, il televisore Samsung, che garantisce immagini nitide e movimenti fluidi. Niente da invidiare, dunque, alle console più gettonate: dovrete solo considerare cosa convenga di più alle vostre tasche.

Se cercate la multimedialità a tutti i costi e volete ridurre la quantità di oggetti elettronici che occupano il vostro salotto, forse questa è proprio la soluzione giusta.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...