La nostra privacy è a rischio?

Ultimo aggiornamento: 23.07.19

 

Al giorno d’oggi il costo delle telecamere è sceso talmente tanto da permettere a chiunque di dotarsi di uno di questi dispositivi. Basti pensare che tutti gli smartphone ne sono dotati e che tutti, quindi, ne possiedono una utilizzabile in ogni momento della giornata. Le possibilità di utilizzo di tali dispositivi sono praticamente infinite e si potrebbe fare un elenco interminabile di applicazioni come per esempio telecamere spia, per riprendere la propria famiglia, momenti importanti, per la difesa e il controllo della propria abitazione e anche semplicemente per tenere d’occhio i propri animali domestici quando si è fuori casa.

C’è l’imbarazzo della scelta e qualsiasi sia il vostro obiettivo, troverete un dispositivo adatto alle vostre esigenze.

 

Quali sono i limiti?

I limiti relativi all’utilizzo di una telecamera sono sempre legati alla sfera della privacy. Se qualcuno vi riprendesse senza il vostro consenso lo riterreste opportuno? Facendosi questa domanda si può capire come registrare terzi può non sempre essere una buona idea, pertanto, qualora installiate una telecamera in casa per controllare che non entrino malintenzionati, sarebbe buona norma avvertire tutti coloro che abitano con voi che c’è la possibilità di essere ripresi durante le proprie attività quotidiane. Solo ricevendo un permesso da parte di questi si può procedere con l’installazione ed evitare di violare la privacy, cosa che potrebbe avere ripercussioni legali.

 

 

Con le telecamere spia, invece, si entra in un territorio diverso, si chiamano in questo modo proprio perché hanno come obiettivo principale la registrazione di terzi senza che questi se ne accorgano, entrando quindi in pieno campo di violazione della privacy. Sul mercato esistono numerose telecamere spia in grado di essere nascoste nelle penne, nelle radiosveglie e persino nell’etichetta di bottiglie d’acqua.

Alcune di queste sono talmente piccole da passare inosservate qualora nascoste in una libreria, per esempio, tuttavia, prima di utilizzarle è sempre bene chiedersi chi e cosa si vuole riprendere. Se le utilizzate per fare uno scherzo a degli amici, per esempio, potrebbero rivelarsi accettabili e questi ultimi non avrebbero alcun motivo per sporgere denuncia nei vostri confronti.

 

Telecamere spia sul lavoro

L’imprenditore che vorrebbe installare una telecamera spia sul luogo di lavoro per testare la fedeltà del lavoratore dovrebbe fermarsi a riflettere prima di mettere in atto tale operazione poiché a norma di legge l’utilizzo di telecamere spia in funzione preventiva è considerato illegale, soggetto quindi a pene severe.

L’installazione di telecamere sul luogo di lavoro non deve ledere la dignità individuale dei lavoratori, dunque questi devono sempre essere avvisati della presenza di occhi elettronici e questi devono essere ben visibili. Inoltre, il materiale filmato non può essere conservato per più di 24 ore, pena anche qui multe salate. L’unica occasione in cui è permesso l’uso di telecamere spia è in accordo con i sindacati di riferimento laddove vi siano dubbi e prove a sostegno di una eventuale attività da parte del lavoratore che danneggi l’azienda.

 

Telecamere spia in condominio

Le liti e i battibecchi tra condomini esistono dalla notte dei tempi, spesso riguardo motivi estremamente futili. Alcuni si spingono però oltre la semplice diatriba verbale e cercano di carpire informazioni sul proprio “nemico giurato” installando magari delle telecamere spia illegali al fine di controllarne i movimenti. Tale scelta è decisamente scellerata e potrebbe portare a guai molto seri in caso di denuncia, da una salata multa fino a sei mesi di detenzione.

Quale che sia il motivo che spinge qualcuno a intromettersi nella sfera privata di terzi, bisogna ricordare che si tratta comunque di intrusione e pertanto punibile a norma di legge come reato di molestia.

 

Altri utilizzi

Le telecamere non hanno però solo applicazioni negative o con ripercussioni legali serie ma possono rivelarsi anche estremamente utili e di grande aiuto. Se avete degli animali domestici, per esempio, e siete costretti a lasciarli soli in casa per svariate ore a causa dei vostri impegni lavorativi, una telecamera da installare in casa per controllare i loro movimenti e magari comunicare con loro tramite altoparlante incorporato, può essere un’ottima idea.

Non dovrete così preoccuparvi che siano impegnati a distruggere un mobile o stiano cercando di svuotarvi la dispensa, tutto ciò che dovrete fare sarà controllare la telecamera da remoto utilizzando un semplice smartphone o tablet e magari impartire loro qualche comando verbale che li aiuti a calmarsi in vostra assenza.

 

 

Non bisogna inoltre sottovalutare l’importanza della presenza di una telecamera in un ambiente a rischio di furti o intrusioni da parte di malintenzionati. Chi vuole proteggere la propria abitazione può installare delle telecamere attorno al perimetro di casa per controllare le vie d’entrata e di uscita o anche all’interno dell’appartamento qualora viviate in un condominio. Questi prodotti sono molto più economici di quanto pensiate e garantiscono spesso anche la visione notturna grazie a LED infrarossi e la possibilità di ricevere notifiche nel caso in cui venga rilevato un movimento in casa mentre non dovrebbe esserci nessuno.

Prima di scegliere una telecamera cercate di capirne la semplicità di utilizzo, soprattutto se non ne avete mai installata o utilizzata una. Solitamente le telecamere spia sono molto semplici da usare, a volte sono dotate di applicazione smartphone per avviare la registrazione mentre in altri casi basta la pressione di un pulsante. Se avete esigenza di riprendere per svariate ore controllate che sia possibile inserire una scheda microSD che amplierà così lo spazio di base fornendovi una maggiore autonomia.

Per quanto riguarda invece le telecamere per il controllo della propria abitazione ne esistono di estremamente semplici, che funzionano in modo ottimale dopo aver effettuato il pairing con la connessione casalinga e il proprio dispositivo portatile, e di più complicate che richiedono invece un collegamento ethernet al modem/router per poter inviare l’immagine ripresa su altri dispositivi.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...