La nuova Soundbar di JBL

Ultimo aggiornamento: 20.11.19

 

Ogni anno le diverse ditte produttrici di dispositivi per l’intrattenimento propongono nuove soluzioni sempre più innovative per far fronte alle richieste di mercato e competere con i giganti del settore. D’altronde occorre stare al passo con le tecnologie di ultima generazione, al fine di poter accontentare gli utenti sempre più affamati di novità e soprattutto di dispositivi dotati di funzioni comode, pratiche e veloci.

Ultimamente c’è grande richiesta di schermi 4K con funzioni Smart, sempre più amanti di film e videogame vogliono sperimentare le nuove risoluzioni Ultra HD e godere del massimo della qualità d’immagine disponibile al momento. Televisori e monitor 4K ereditano uno svantaggio comune dai loro predecessori in Full HD, ovvero la presenza di speaker interni non proprio eccellenti. I produttori non possono certo fare miracoli, la comodità di uno schermo poco ingombrante va a discapito della possibilità di inserire al suo interno delle casse potenti.

Il risultato è un audio spesso confuso, con frequenze altalenanti e sbalzi di volume tra dialoghi e colonne sonore.

La soluzione è quella di acquistare degli speaker esterni o magari un impianto Dolby Surround, ma cosa fare se non si dispone di molto spazio? Qui entrano in scena le Soundbar, comodi amplificatori oblunghi capaci di aumentare notevolmente la qualità audio dei moderni televisori.

Prodotte da diverse ditte, le Soundbar stanno spopolando, tra queste quelle di JBL. L’azienda con sede a Los Angeles ultimamente si è fatta conoscere al pubblico per i suoi dispositivi audio di alto livello, venduti comunque a prezzi abbastanza convenienti.

 

JBL Link Bar

Tra i vari prodotti presentati da JBL, uno dei più interessanti è senza dubbio la JBL Link Bar, una Soundbar realizzata in collaborazione con Google. Dal lavoro combinato delle due aziende è nato un dispositivo audio dotato del Google Assistant. Questo vuol dire che si potrà gestire lo speaker attraverso i comandi vocali.

Le opzioni possibili grazie all’assistente sono davvero molteplici e rendono il dispositivo estremamente funzionale, oltre che divertente da utilizzare. Pensata per una configurazione ottimale con un televisore dotato di sistema operativo Android TV, la JBL Link Bar è una delle sorprese di questi ultimi anni della quale andiamo a illustrare le principali caratteristiche.

 

 

Google Assistant

I comandi vocali stanno prendendo sempre più piede nel mondo dell’intrattenimento. Siri di Apple, Cortana di Microsoft, Alexa di Amazon e il Google Assistant si sono fatti strada a partire da smartphone e tablet per arrivare a gestire televisori, PC e addirittura interi sistemi di domotica. La nuova Soundbar di JBL si avvale di questa funzione per permettere agli utenti di comandare il televisore senza utilizzare il telecomando. Si tratta di una soluzione molto pratica che permette anche di risparmiare sull’acquisto di pile.

Grazie ai comandi vocali impartiti al Google Assistant sarà possibile regolare il volume del televisore, riprodurre musica e playlist, inoltre ci si potrà sintonizzare immediatamente sul programma desiderato senza dover perdere tempo a cercarlo. Allo stesso modo, si potrà rapidamente trovare una serie o un film su Netflix o su altri servizi in streaming, cosa che potrà tornare molto utile per navigare lo spesso confusionario catalogo on demand.

Una delle funzioni più gradite consiste nel poter utilizzare il motore di ricerca Google mentre si sta vedendo un film o una serie TV senza interruzioni. Così sarà possibile cercare informazioni sul film o sul programma che si sta vedendo o magari ordinare del cibo da asporto, inoltre se avete diversi dispositivi collegati al televisore, si potrà chiedere di passare da uno all’altro.

Il Google Assistant però non si limita solo alla gestione del televisore, infatti collegando la Soundbar via Bluetooth al sistema di domotica si potranno accendere e spegnere le luci nella stanza e magari avviare la lavatrice a distanza, standosene sempre comodamente seduti sul divano. Gli esperti del settore hanno lodato soprattutto la velocità e la precisione con le quali l’assistente integrato recepisca ed esegua i comandi vocali.

 

Speaker

Certo, può ricevere comandi vocali e gestire il televisore ma a livello di suono come si comporta? Teniamo in considerazione che si parla sempre di JBL quindi è molto probabile che questa Soundbar non deluderà certo a livello di prestazioni sonore.

Sebbene le specifiche non siano state ancora rese pubbliche, possiamo stare abbastanza certi della qualità vista la buona fama di cui può vantare la marca. Il prodotto potrà funzionare come speaker anche per migliorare l’audio delle console di gioco come PS4 e Xbox One, oltre a poterlo usare semplicemente per la riproduzione musicale.

 

 

Dimensioni e prezzo

Se avete già l’acquolina in bocca, sappiate che la Soundbar uscirà nella primavera del 2019 e al momento supporta solo comandi vocali in lingua inglese. Non ci vorrà molto comunque per poter mettere le mani su una versione che preveda anche l’italiano.

Le dimensioni del prodotto a giudicare dalle immagini sembrano abbastanza ingombranti rispetto ad altre Soundbar, specialmente in lunghezza e ancora non sappiamo se il dispositivo potrà essere montato a parete per risparmiare spazio. Al momento il prezzo di listino è abbastanza alto, ma probabilmente è destinato a scendere in futuro. Bisogna contare che l’aggiunta dell’assistente Google nelle Soundbar è un’innovazione recentissima, quindi se prenderà piede sul mercato sicuramente si potranno trovare modelli economici.

JBL vuole rivoluzionare il mondo delle Soundbar con questa nuova invenzione, puntando ad eliminare completamente l’utilizzo del telecomando analogico per i televisori. In breve tempo è molto probabile che vedremo dispositivi controllabili solo a voce, specialmente se i diversi sistemi di domotica diverranno più accessibili.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...