Le cuffie alla moda e costosissime di Louis Vuitton

Ultimo aggiornamento: 15.11.19

 

Siete appassionati di moda e di ogni nuova tendenza? Le cuffie personalizzate da Louis Vuitton possono essere il vostro prossimo acquisto.

 

Quando un marchio di lusso del settore audio vuole emergere ancora di più, non può che associarsi al suo pari, magari però di un altro settore. Questo è ciò che è accaduto tra Master & Dynamic, brand di New York, e Louis Vuitton, la maison francese celebre per dare vita a prodotti dotati del suo inconfondibile monogramma.  

 

Gli Horizon

In realtà questo prodotto era già in commercio con il nome di MW07: l’azienda ha voluto rivisitarlo, donandogli il nuovo nome di Horizon e caratterizzandolo con il logo dorato di Vuitton, inciso su ognuno degli elementi, e con il pattern opaco tipico del suo monogramma.

Pesano solo 9 grammi circa l’uno, hanno una certificazione IPX4, che li rende resistenti agli schizzi e quindi ideali anche per stare a contatto con il sudore. La batteria ha un’autonomia di circa 3 ore e mezzo e il prodotto può facilmente collegarsi con dispositivi Android e iOS tramite il Bluetooth, lasciando le mani libere.

Un altro vantaggio è quello di poter usare gli assistenti Siri e Google, proprio come un normale paio di auricolari prodotti dalle rispettive aziende. La custodia non è lasciata al caso, in quanto è cilindrica e costruita in acciaio inox, oltre che dotata di un coperchio in vetro zaffiro e decorata con il logo lungo i bordi e i fiori nella parte superiore.

Al suo interno è possibile ricaricare gli auricolari fino a tre volte, per garantire loro un’autonomia fino a 10 ore. I colori disponibili sono il rosso, il nero e l’arancione/blu, tutti su una superficie esterna lucida sulla quale sormonta il logo in oro.

Il costo non è certo da tutti: ben 995 dollari per adornare le vostre orecchie con un prodotto all’ultima moda.

 

 

Non certo i più cari

Se state pensando che basti un marchio famoso per fare di un paio di auricolari quelli più costosi, vi sbagliate di grosso: gli oBravo EAMT-1 sono i più cari, con i loro 4.000 euro. Qui, però, non si tratta di moda, ma di tecnologia: sembra che il loro punto di forza sia il tweeter AMT, ovvero Air Motion Trasformer, da 8 mm, in coppia con il driver dinamico in neodimio delle dimensioni di 13 mm.

Inoltre non guasta una certa leggerezza, visto che i materiali sono solidi ma non pesanti, tanto che hanno una consistenza di soli 35 grammi. Esiste anche la possibilità di selezionare una delle varianti disponibili: una in ceramica, una in alluminio e una in legno, per chi ama la natura. Il pregio principale è naturalmente la qualità audio, che sembra non avere paragoni. Ma il prezzo di vendita le rende davvero cuffie dedicate a pochi fortunati.

 

Altre cuffie alla moda

La collaborazione tra le varie case di moda e marchi noti in altri ambiti non è una novità: quella di Louis Vuitton è solo l’ultima, per ora. Apple ha infatti già avuto modo di cooperare con Hermes, Huawei con Swarovski, Fitbit con Tory Burch.

Nel 2015, infatti, la casa di Cupertino ha offerto ai clienti dell’Apple Watch una serie di cinturini firmati Hermes: nonostante il costo sia stato davvero elevato, la clientela ha apprezzato di poter indossare un oggetto utile unendolo a un vezzo estetico.

Beats ha collaborato anche con Fendi, dando vita a un rivestimento per le proprie cuffie in pelle, disponibile in otto colori diversi e dotato di una custodia molto simile a un normale borsello. Il punto di forza di questo prodotto è il logo dell’azienda, la doppia F, che ne fa uno status symbol.

Quando parliamo di cuffie che hanno fatto storia e anche lanciato una moda, non possiamo però che pensare alle Beats by Dre, grandi tanto da occupare più della semplice porzione di orecchio, ma tanto gettonate da essere addirittura indossate dai giocatori dell’NBA alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi nel 2008.

Il successo di questo prodotto ha portato la Apple ad acquisire il marchio e anche a iniziare collaborazioni con grande case di moda: con Fendi, per esempio, è stato creato un modello in pelle colorata.

Per la stessa ragione, le cuffie sono diventate molto più di un semplice dispositivo per ascoltare la musica: si sono trasformate in un vero e proprio accessorio, spopolando sulle passerelle più famose, come quelle di Dolce e Gabbana, che ne hanno creato un paio tempestato di strass.

Maria Von Euler, una designer svedese, ha creato il marchio Molami e una linea di cuffie che appaiono molto più come una fascia per capelli. Anche star della musica si sono cimentate nella creazione di auricolari alla moda: un esempio ne è Will.i.am dei Black Eyed Peas, che ha progettato gli i.am+BUTTONS, molto più simili a un paio di orecchini.

Frends è invece un marchio che ha creato degli auricolari (Ecco i migliori modelli) che appaiono come un gioiello, perché costituito da toni oro e bianchi, lucenti e belli da essere visti indosso.

 

La palma dell’eleganza

Alcune delle cuffie in commercio vincono per eleganza, visto che derivano proprio dalla collaborazione tra aziende di moda e di prodotti audio. Alexander Wang, insieme a Beats, ha creato un paio di cuffie molto eleganti, dotate di batteria durevole per almeno 12 ore.

Non mancano poi anche gli Youtuber a unirsi al gruppo: PewDiePie ha collaborato con Razer per dare vita alle Kraken Pro V2, belle, comode e soprattutto leggere.

 

 

Altre collaborazioni

Come abbiamo già preannunciato, non sono solo le aziende che producono cuffie a cercare di creare oggetti che si distinguono, in unione a case di moda. Pensiamo per esempio a Google e Levi’s, che hanno progettato una giacca in jeans dotata di grande tecnologia.

Un’idea davvero innovativa, visto che il capo permette di controllare i messaggi, le chiamate e anche la musica semplicemente toccando il polsino: può infatti riconoscere i gesti, per cui può anche inviare i vostri comandi allo smartphone, che viene collegato tramite la tecnologia Bluetooth.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (23 voti, media: 4.83 su 5)
Loading...