Manutenzione e pulizia del televisore

Ultimo aggiornamento: 20.11.19

 

Arriva per tutti il momento in cui si rivela necessario acquistare un TV nuovo, perché inizia a funzionare male, magari è troppo piccolo e preferireste prenderne uno più grande, o semplicemente perché amate la tecnologia e ne siete appassionati tanto da voler sempre avere l’ultimo gadget sul mercato. Il mondo dei TV, però, cambia a una velocità costante e ciò che era nuovo un anno fa potrebbe non esserlo oggi. Il modo migliore per effettuare un acquisto consapevole, quindi, è quello di informarsi attentamente sullo stato attuale dei televisori e cercare di capire prezzi e prestazioni.

Ciò di cui bisogna tenere conto, quindi, è il livello di dettaglio raggiungibile dal pannello, un valore che si chiama “risoluzione” e che può essere HD, Full HD o addirittura, Ultra HD. L’acronimo HD sta per High Definition e il set di televisori più datato è quello che riporta la dicitura HD Ready, indicante una risoluzione pari a 1.280 x 720 pixel. I TV che invece vedete tutti i giorni sono molto probabilmente Full HD, con una risoluzione di 1.920 x 1.080 pixel, si tratta dello standard attuale che molti programmi, film e anche servizi di streaming online offrono.

Tuttavia si sta già lentamente passando alla risoluzione successiva, quella in 4K o Ultra HD, che raddoppia il valore della precedente con 3.840 x 2.160 pixel, offrendo quindi una definizione mai vista prima d’ora. Chi vuole fare un investimento per il futuro dovrebbe necessariamente prendere in considerazione un TV Ultra HD, basti pensare per esempio che le console da gioco moderne lo supportano già, così come alcuni servizi di streaming in abbonamento come Netflix.

 

Smart o classico?

Un altro fattore decisamente importante è la capacità dei TV di ricoprire un ruolo “smart”, proprio come i vostri smartphone o tablet, infatti, i più recenti dispositivi godono della presenza di un modulo Wi-Fi e anche slot per cavo LAN al fine di collegarsi alla vostra connessione internet casalinga.

 

 

A cosa serve un TV connesso a internet? Innanzitutto è possibile navigare sul web mentre si è comodamente seduti in poltrona, godendo di uno schermo molto più ampio della maggior parte dei PC ma, soprattutto, è possibile scaricare direttamente applicazioni per riproduzione di contenuti multimediali previo abbonamento come il già citato Netflix o Amazon Prime Video, Tim Vision, Infinity e numerosi altri che offrono cataloghi corposi e interessanti.

Naturalmente, acquistando un TV senza funzionalità smart è possibile indubbiamente risparmiare qualcosa sul prezzo finale, tuttavia ricordate che qualora poi vogliate sottoscrivere un abbonamento a uno di questi servizi, per poter vedere i contenuti sul televisore senza internet dovrete necessariamente acquistare un dispositivo aggiuntivo, chiamato TV box, una spesa che potrebbe essere evitata scegliendo uno smart TV, che comunque rappresenta la naturale evoluzione dei televisori che ben presto sostituiranno in toto tutti gli altri.

 

Manutenzione

Se avete acquistato il vostro nuovo televisore, è giunto il momento di informarsi sulla manutenzione necessaria a tenerlo sempre pulito e pronto all’uso. Accumuli di polvere, ditate o sporco di vario tipo può minacciare la corretta visione delle immagini, dando una sensazione sgradevole che riduce l’immersione. Per la pulizia, però, non si possono usare strumenti canonici dal momento che rischiereste di rovinare lo schermo, graffiandolo o peggio lasciando degli aloni di detergente che potrebbero non andare più via.

Quali sono quindi i migliori prodotti per pulire il proprio televisore? Innanzitutto dovrete procurarvi almeno un paio di panni in microfibra, questi sono costituiti solitamente da un’alta percentuale di poliestere, che si aggira intorno al 70/80% e il restante di poliammide.

Sono immediatamente riconoscibili per la loro morbidezza e conformazione singolare: sono composti da tanti piccoli filamenti che riescono più facilmente ad attirare e bloccare le particelle di polvere tra le loro pieghe grazie all’elettricità elettrostatica invece di spostarle da un punto all’altro. I panni in microfibra sono molto popolari per effettuare la pulizia anche su superfici vetrose e su veicoli come moto e automobili perché riducono il rischio di graffi, incubo anche di coloro che vogliono pulire al meglio il TV.

Utilizzando uno dei panni in microfibra iniziare a passarlo sullo schermo del televisore dall’alto verso il basso, partendo da uno degli angoli superiori e continuate in questo modo, procedendo da destra verso sinistra o viceversa, finché non avrete rimosso tutta la polvere dallo schermo del TV.

Se effettuate una pulizia giornaliera probabilmente non dovrete effettuare altre procedure, se invece si sono creati degli accumuli potrebbero esservi degli aloni difficili da rimuovere solo con il panno in microfibra. Vediamo dunque che tipo di detergenti utilizzare.

 

 

Detergenti o soluzioni casalinghe?

Per rimuovere lo sporco più ostinato che potrebbe essere presente sullo schermo del TV il solo panno in microfibra potrebbe non bastare, sul mercato, quindi, sono presenti una gran quantità di detergenti specifici per la rimozione degli aloni senza danneggiare il pannello del televisore. È assolutamente sconsigliato utilizzare qualsiasi tipo di detergente che possiate trovare in casa o alcool puro poiché potrebbero rovinare facilmente il display essendo prodotti molto aggressivi e lasciare aloni che non andranno più via.

Se non vi fidate nemmeno dei detergenti appositi per schermi e display, potrete optare per una soluzione casalinga, utilizzando l’aceto, che è un detergente naturale, mescolato a una pari percentuale d’acqua. Per effettuare questa soluzione mescolate quindi acqua e aceto bianco in piccole quantità e imbevete un panno in microfibra pulito in questa miscela. Poi, dopo che avete rimosso la polvere in eccesso, iniziate a strofinare il panno imbevuto sul display, partendo sempre dall’alto verso il basso ed evitando movimenti circolari.

Quando avrete ripulito tutta la superficie dovrete lasciarlo asciugare per qualche minuto prima di accenderlo. Ricordate che, anche nel caso in cui acquistiate un detergente specifico, è sempre bene bagnare il panno in microfibra ed evitare di versare liquidi direttamente sul display o sul televisore.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...