Riprese video e l’importanza della privacy

Ultimo aggiornamento: 11.11.19

 

La sfera privata della vita di una persona è un elemento che non viene tenuto spesso in considerazione quanto dovrebbe. Il diritto alla privacy è un elemento fondamentale della società odierna ed è stato ampiamente legiferato in materia anche dalla Commissione Europea. È dunque importante ricordare sempre che invadere la privacy altrui può avere serie conseguenze legali.

Quando si vive in condominio spesso ci si scontra con i propri vicini per diversi motivi, dalla gestione dei rifiuti fino ai costi di manutenzione degli spazi comuni. Talvolta potrebbe nascere il desiderio, soprattutto quando si pensa di essere nel giusto, di controllare il prossimo tramite un sistema di videosorveglianza e avvalorare così dubbi e sospetti sulla cattiva condotta di terzi.

Sebbene possa inizialmente sembrare una buona idea, in grado di scagionarci da accuse e identificare il colpevole di comportamenti nocivi per la collettività o spese aggiuntive, bisogna tenere sempre a mente l’importanza della privacy. È infatti vietato riprendere terzi senza il loro consenso, rappresentando una vera e propria invasione dello spazio personale che potrebbe sfociare in tribunale in accusa di molestie.

Non importa quanto disperatamente vogliate mostrare la cattiva condotta del vicino, non potete ergervi a forza di polizia condominiale violando la privacy altrui. Il modo migliore per agire è rivolgersi all’amministratore condominiale, il quale potrà effettuare delle indagini ed eventualmente penalizzare economicamente il trasgressore.

 

Installazione di telecamere, dove si può?

Se da un lato installare delle telecamere nel condominio può non essere una buona idea o un’iniziativa lecita, farlo in casa propria è sicuramente un’ottima idea, soprattutto se passate molto tempo fuori casa per motivi lavorativi. È risaputo che i malintenzionati cercano di stabilire quali siano gli orari in cui non siate presenti in casa. Analizzando le vostre abitudini quotidiane riescono a capire quando l’appartamento è vuoto e dunque il momento migliore per tentare una effrazione.

 

 

Per dormire sonni tranquilli e avere la situazione sempre sotto controllo, potete usufruire delle moderne telecamere IP, molto economiche e semplici da installare ma che garantiscono un accesso 24/7 anche da remoto agli occhi elettronici, visualizzando in tempo reale tutto ciò che accade in casa.

Naturalmente, per chi ha un budget più elevato, è possibile optare per sistemi di videosorveglianza molto più sofisticati che forniscono anche opzioni aggiuntive come per esempio la visione notturna grazie a LED infrarossi, un rilevatore di movimento che possa avvertirvi ogni qual volta qualcosa passi davanti la telecamera oppure uno slot per la registrazione continua su schede SD o hard disk per rivedere in un secondo momento tutto ciò che è stato ripreso durante la giornata.

Se non vivete in un condominio ma in una casa di proprietà, il discorso è leggermente diverso. In quel caso è infatti possibile installare telecamere all’esterno per controllare le vie d’accesso. Ciò a cui bisogna invece prestare attenzione è il non puntarle direttamente verso casa di un vicino, che potrebbe legittimamente pensare di essere ripreso e agire quindi per vie legali. Come potete notare, nell’utilizzo di telecamere bisogna sempre pensare attentamente prima di agire, cercando di evitare di arrecare danno e preoccupazioni al prossimo.

 

L’annosa questione delle telecamere spia

Negli ultimi anni sono giunte sul mercato delle telecamere talmente piccole e miniaturizzate da poter essere nascoste virtualmente ovunque. Basti pensare che esistono dei dispositivi piccoli quanto un bottone che possono mimetizzarsi anche in oggetti di uso quotidiano come bottiglie d’acqua, penne, orologi e qualsiasi altro oggetto. Come ci si fa a difendersi da dispositivi del genere? Se avete il dubbio che qualcuno abbia installato delle telecamere in casa a vostra insaputa potrebbe essere molto difficile rilevarle senza un costoso equipaggiamento o un’attenta analisi di tutti gli oggetti sospetti.

Anche in questo caso sorge il problema etico, riprendere terzi con una telecamera spia potrebbe portare ad accese dispute in tribunale. Il corso d’azione per evitare problemi di questo tipo è avvertire sempre i propri familiari o conviventi che sono state posizionate delle telecamere spia per la videosorveglianza. In caso in cui le utilizziate invece fuori casa, potrebbero essere tollerate per fare uno scherzo a un amico ma riprendere tutto ciò che accade attorno a sé all’insaputa di chi ci circonda non è generalmente una cosa considerabile eticamente corretta.

Si può affrontare la questione anche da un altro punto di vista, però, ovvero utilizzare le telecamere spia per difendersi da eventuali estorsioni o aggressioni. In caso in cui siate oggetto di attenzioni criminose da parte di malintenzionati potrete riprendere tali figuri e presentare le evidenze video alle forze dell’ordine, che potranno così prendere provvedimenti diretti.

Non si tratta dunque di prodotti che hanno solo un uso malizioso ma possono aiutare anche molte persone a reagire in situazioni difficili in cui solitamente avete a sostegno delle accuse solo la vostra parola.

 

 

Come scegliere una telecamera

Per scegliere una telecamera, di sorveglianza o meno, è sempre molto importante prendere in considerazione la capacità di registrare video in alta qualità. Lo scopo principale è sempre quello di riconoscere volti e voci di chi viene ripreso, quindi non bisognerebbe mai scendere sotto una risoluzione pari a 720 pixel, meglio anche se Full HD, ovvero 1.920 x 1.080 pixel.

Se dal punto di vista della qualità video è difficile trovare prodotti molto scadenti, il microfono presenta spesso dei difetti, rendendo in alcuni casi anche molto difficile l’identificazione vocale. Se quindi preferite un dispositivo che riesca a cogliere correttamente anche le voci dei presenti, dovrete sicuramente spendere un po’ di più.

In caso contrario le telecamere (i migliori modelli) a basso costo sono numerose e hanno gli utilizzi più disparati. Molto popolari, ultimamente, sono le baby cam, delle telecamere semplici da installare e posizionare nella stanza dei propri figli per tenerli sotto controllo quando avete bisogno di uscire per un paio d’ore per pagare una bolletta o andare al supermercato. Questi dispositivi sono accessibili da remoto e permettono anche di comunicare con chi si trova all’altro capo della telecamera grazie ad altoparlanti e microfoni incorporati.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...