Samsung e Apple, partnership tra colossi

Ultimo aggiornamento: 23.08.19

 

Probabilmente è impossibile non aver sentito nemmeno di sfuggita il nome di questi due giganti dell’elettronica. Samsung è un’azienda multinazionale sudcoreana che possiede filiali in 58 Paesi del mondo e ha una storia quasi centenaria dal momento che fu fondata nel 1938. Oggigiorno è uno dei più grandi produttori di elettronica con ramificazioni nei vari settori dagli smartphone ai televisori. Grazie a prezzi concorrenziali e tecnologie all’avanguardia è riuscita a imporsi sul mercato conquistando i consumatori di tutto il mondo.

Dall’altro lato, invece, abbiamo una delle compagnie americane che hanno rivoluzionato il modo di concepire la vita moderna con le geniali intuizioni del compianto Steve Jobs. L’azienda di Cupertino è leader per innovazione, design e affidabilità sin dall’epoca dei computer Macintosh ma ha raggiunto livelli di popolarità elevati grazie al prodotto iPhone, primo smartphone a raggiungere un vasto pubblico, semplice da usare e con un negozio virtuale da cui comprare e scaricare applicazioni per espanderne le funzionalità in modo esponenziale.

Grazie a queste due compagnie la vita è cambiata in modo radicale, offrendo comodità prima impensabili. Nonostante ciò, è sempre stato molto difficile che si verificasse una partnership tra giganti che usano sistemi così diversi, da un lato Samsung sfrutta sistemi operativi Android e Tizen, aperti a modifiche da parte di qualsiasi compagnia per adattarli ai propri bisogni. Dall’altro, Apple ha sempre adottato una politica di chiusura e di creazione di un microcosmo basato su un sistema operativo proprietario al fine di permettere la comunicazione diretta solo tra accessori sviluppati internamente.

 

La collaborazione inaspettata

Ha molto sorpreso, quindi, l’annuncio di una vera e propria partnership tra le due compagnie. Secondo alcune indiscrezioni, infatti, a partire dalla prossima primavera, i TV Smart Samsung saranno abilitati all’esecuzione di Apple iTunes per il download di film e dell’applicazione AirPlay 2, che garantisce lo streaming di musica e video da un prodotto Apple a un diffusore compatibile (come per esempio casse o Apple TV) utilizzando il wi-fi casalingo.

Una sorpresa che ha destabilizzato il mercato dando il via a una svolta epocale. Probabilmente la mossa viene da un’attenta analisi del mercato dove i TV prodotti da Apple, conosciuti con il nome Apple TV, non avevano riscontrato il successo sperato. Per massimizzare i profitti, dunque, si preferisce puntare ai contenuti video ampliando la base dell’utenza a chiunque possieda un TV Samsung, con possibilità di guadagno per entrambe le aziende. Al momento, però, non si hanno ancora molte informazioni a riguardo e non sappiamo per esempio se l’applicazione sarà scaricabile dal negozio virtuale Samsung o se sarà già installata e pronta da usare. Dettagli che non modificano però l’importanza dell’accordo ufficiale.

L’attenzione è dunque tutta rivolta alla prossima mossa di Apple che potrebbe non limitarsi alla semplice vendita di contenuti terzi ma introdursi sul mercato con un nuovo servizio di streaming di contenuti multimediali per fare concorrenza ai big del settore come Netflix, Amazon Prime Video e a breve anche il chiacchierato Disney+.

Il settore è sicuramente appetibile e una maggiore competizione potrebbe giovare agli utenti con prezzi sempre più competitivi. Tutto dipenderà dalla voglia di Apple di investire nella produzione di contenuti originali accaparrandosi al contempo esclusive di spessore.

 

 

L’unione fa la forza

Rinunciando al progetto Apple TV e garantendo a Samsung un’esclusiva sull’esecuzione della futura applicazione di streaming, i due colossi potrebbero sopravvivere in simbiosi, superando un periodo di transizione che vede una forte contrazione delle vendite, soprattutto degli smartphone della grande mela, a causa dei prezzi sempre crescenti che rendono difficile l’acquisto che non sia rateizzato.

La scelta di optare per i contenuti di qualità potrebbe premiare le due aziende in un mercato molto competitivo ma bisognerà vedere se i consumatori affezionati ad altri servizi come Netflix, già leader del settore, accoglieranno l’introduzione del nuovo competitor.

 

Come prepararsi all’evento?

In caso siate possessori di dispositivi Apple e non vedete l’ora di usufruire del nuovo servizio che dovrebbe essere annunciato a breve e che potrebbe arrivare dunque su smart TV Samsung, potreste iniziare a tenere d’occhio i siti ufficiali dei due produttori, seguendo le compagnie sui social media per avere notizie di prima mano non appena vengono comunicate dai CEO.

Per capitalizzare al massimo potrebbero essere messi in atto anche dei saldi lampo da parte di altre compagnie, come Amazon, che potrebbe voler vendere quanti più TV del brand sudcoreano in seguito all’annuncio, tenete d’occhio quindi anche il loro sito per essere sempre informati sul costo degli smart TV.

Qualora non abbiate mai usufruito di servizi streaming, è importante sapere che la connessione a internet a banda larga gioca un ruolo chiave. Difficilmente riuscirete a ottenere un flusso video e audio stabile qualora disponiate ancora di una vecchia connessione ADSL.

Molte compagnie telefoniche stanno inoltre promuovendo il passaggio alla fibra ottica con prezzi competitivi, preparatevi dunque anzitempo cercando l’offerta più adatta alle vostre esigenze se avete intenzione di sottoscrivere un abbonamento ai servizi di streaming più popolari.

 

 

Compatibilità Smart TV Samsung

Date le poche informazioni non possiamo sapere con certezza se anche i vecchi Smart TV venduti da Samsung saranno pienamente compatibili con questi servizi offerti da Apple. Potrebbero ricevere un aggiornamento software o, per cercare di vendere quanti più televisori possibile potrebbero decidere di rendere disponibili le applicazioni solo su televisori di nuova generazione appositamente prodotti e introdotti sul mercato.

È sconsigliato quindi acquistarli ora senza una reale comprensione dell’offerta. Vi invitiamo dunque ad attendere comunicazioni più chiare da parte di entrambe le aziende al fine di evitare di sperperare il vostro denaro in acquisti che non corrispondano alle vostre aspettative.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...