Streaming senza TV smart

Ultimo aggiornamento: 29.06.20

 

Scopriamo insieme come trasformare il proprio televisore in un TV Smart, senza dover necessariamente investire centinaia di euro e usando apparecchi economici sul mercato.

 

Bisogna innanzitutto inquadrare bene il fenomeno “smart”. Con questo termine si fa riferimento a tutti i televisori, o più in generale tutti gli apparecchi, che hanno la possibilità di connettersi a internet tramite l’utilizzo di un cavo LAN o, ancor più comodo, tramite una connessione wireless casalinga. 

Il vantaggio è quello di poter usufruire di applicazioni specifiche che permettono di vedere contenuti in streaming tramite varie piattaforme in abbonamento come per esempio la popolare Netflix, Amazon Prime Video o altri servizi come Tim Vision, Infinity e così via.

Per chi fosse poco aggiornato in materia, quando oggigiorno si parla di streaming si intende la possibilità di vedere contenuti, scegliendo da un catalogo, in qualsiasi momento della giornata. Sono dunque ormai finiti i tempi della “programmazione TV”, che bisognava rispettare per poter godere di un buon film, un documentario o una serie TV.

Lo streaming ha dunque reso molto più semplice la fruizione di contenuti multimediali che potrete vedere quando preferite, solitamente senza alcun limite, ma soprattutto dove preferite. Infatti, le applicazioni che trovate su Smart TV sono le stesse reperibili su smartphone e tablet, dando la possibilità di vedere la propria serie TV preferita anche a chi è sempre in viaggio e non ha mai tempo di godersi i contenuti sul divano di casa propria di fronte al televisore.

 

Come funziona lo streaming

Video e audio non sono altro che dati, ricostruiti poi dal dispositivo di arrivo per dare vita a un’immagine o un suono. Tali dati viaggiano tramite la rete e possono essere dal vivo, se parliamo per esempio di una diretta, come una partita di calcio o un evento specifico, oppure “on demand”. 

Solitamente servizi come Netflix sfruttano l’on demand, con video e audio già pronti per l’esecuzione. Quando si seleziona il contenuto da visualizzare, quindi, ciò che accade è la ricezione di una piccola parte di dati che permettono di iniziare a vedere immediatamente il video e, durante la visione, il server invia il resto dei dati per evitare qualsiasi interruzione dovuta al buffering.

Trattandosi dunque di dati che viaggiano attraverso internet, è importante capire che la velocità della propria connessione farà la differenza. Con una vecchia ADSL è molto difficile godersi un servizio in streaming senza incappare in perdite di qualità video e buffering anche di svariati secondi durante la visione. Per una perfetta esperienza è dunque necessario avere un abbonamento a linee a fibra ottica, ormai sempre più popolari e accessibili anche nel nostro Paese.

 

Smart TV, sono essenziali?

Come è facile capire, dunque, chi oggi non ha uno Smart TV è quasi tagliato fuori da tutta questa miriade di servizi che popolano il mercato. Diciamo quasi perché esistono delle alternative. Immaginate per esempio di aver comprato un TV economico che non dispone di funzionalità Smart e non avete alcuna intenzione di spendere altre svariate centinaia di euro solo per godere di applicazioni in grado di stabilire una connessione a internet, ma al tempo stesso non vorreste rinunciare nemmeno a ciò che lo streaming ha da offrire. 

Come fare in questo caso? Per fortuna esistono una gran quantità di dispositivi, economici e non, che collegati al televisore di casa possono trasformare il TV rendendolo Smart, agganciandosi alla rete internet casalinga per usufruire di tutte le applicazioni più popolari.

 

Smart TV box

Questi sono i prodotti maggiormente acquistati dagli utenti che non hanno uno Smart TV. Si tratta di piccoli apparecchi, solitamente dalla forma quadrata o rettangolare, proprio come un decoder TV, che possono essere collegati al televisore tramite porta HDMI. 

Una volta effettuato questo collegamento dovrete accendere il televisore e il TV box, passando al canale HDMI relativo alla porta in cui il dispositivo è collegato e iniziare la procedura di configurazione. Dovrete dunque selezionare la vostra connessione internet e inserire la password per dare allo Smart TV box accesso libero alla rete, sarete così pronti a scaricare le vostre applicazioni preferite per lo streaming.

Ricordate, però, che per una migliore esperienza è meglio collegare fisicamente il prodotto al router, utilizzando un cavo LAN. Ciò avviene perché le connessioni wireless sono sì comode ma molto volatili e soggette alla posizione del router. Se tra questi e lo Smart TV box dovessero trovarsi svariate pareti, il segnale potrebbe essere troppo debole per restituire una qualità soddisfacente.

 

Altri dispositivi

Pensate che le smart TV box siano troppo ingombranti o antiestetiche? Non temete, esistono altri prodotti in grado di soddisfare le vostre esigenze, chiamati “dongle”. Sono generalmente più piccoli ma necessitano di due connessioni differenti: quella HDMI per inviare il flusso audio/video e quella USB per l’alimentazione. Tra i dongle più famosi abbiamo per esempio il Google Chromecast, un piccolo disco che si posiziona dietro il TV, in grado di usare la tecnologia Chromecast per inviare video dal proprio PC, tablet o smartphone direttamente al televisore di casa.

Sulla stessa linea si posiziona anche Amazon Fire Stick, compatibile con servizi in abbonamento come Prime Video e Netflix, oltre a permettere l’esecuzione di una moltitudine di applicazioni scaricabili dallo store Amazon.

Per i fan della mela morsicata, invece, esiste l’Apple TV, un set top box che riproduce contenuti multimediali da Netflix o iTunes. Non si tratta dunque di un dongle ma è molto più simile per aspetto e funzionamento a uno Smart TV box. Nel gergo viene definito un “media center” ed è disponibile in vari formati di cui quello più recente permette l’esecuzione di video in risoluzione Ultra HD o 4K.

Qualsiasi dispositivo scegliate, sia uno smart TV box economico, sia un dongle, ricordate che è importante acquistare un prodotto compatibile con i servizi che avete intenzione di utilizzare. Pertanto, verificate sempre nella scheda tecnica la lista di compatibilità con le applicazioni.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments