Telecamera per la retromarcia: negli States è obbligatoria per legge

Ultimo aggiornamento: 15.11.19

 

Guidare un’auto dotata di videocamera non solo facilita il parcheggio ma può salvare delle vite, ecco perché negli Stati Uniti è obbligatoria.

 

Tra gli accessori molto utili su un’automobile c’è la telecamera per la retromarcia. Questa permette al conducente di vedere alle sue spalle, senza doversi girare. Molti automobilisti la installano sulla propria vettura per un parcheggio più agevole.

Ma una telecamera per auto del genere può fare molto di più? Cosa? Salvare una vita ed evitare un brutto guaio a chi guida. Tanto è vero che dall’1 maggio 2018 l’installazione del dispositivo è fatta obbligo agli automobilisti.

 

I dati della National Highway Traffic Safety

L’ente federale per la sicurezza stradale National Highway Traffic Safety ha presentato un rapporto che deve far riflettere anche da noi. Si stima che nel Paese a stelle e strisce ogni anno muoiono 210 persone e 15.000 restano ferite per incidenti avvenuti in retromarcia. Secondo la conclusione del rapporto, almeno 58 vite sarebbero potute essere salvate se il conducente avesse avuto a disposizione la telecamera per la retromarcia.

 

 

Tra le vittime ci sono tantissimi bambini, spesso uccisi dal padre o dalla madre mentre facevano retromarcia. La legge prevede l’obbligo di installazione della telecamera per tutti i veicoli con peso fino a 4,5 tonnellate. Il sistema è considerato a norma solo se si accende appena viene innestata la retromarcia e inquadra un’area di 3 metri per 6.

 

La situazione in Europa

Qualcosa si sta muovendo anche in Europa. Lo scorso 13 marzo 2019 c’è stata una seduta plenaria al parlamento europeo con la quale si è discusso di una serie di proposte per adeguare la legislazione esistente alle nuove tecnologie disponibili per i mezzi di trasporto. L’intenzione è di fornire i nuovi veicoli delle tecnologie salvavita esistenti: tra queste c’è anche la telecamera posteriore.

 

Parcheggiare diventa più semplice

Abbiamo visto come una telecamera che inquadra il retro dell’auto possa salvare una vita. Ma tale dispositivo è utilissimo anche durante la fase di parcheggio. In vero le telecamere per retromarcia sono nate proprio per questo scopo. Avere una visuale chiara e ampia di ciò che si trova alle spalle del guidatore è un aiuto non indifferente, soprattutto quando lo spazio di manovra è molto ridotto, cosa che accade spesso.

Ad aiutare non soltanto c’è il supporto visivo ma anche audio, grazie ai sensori di parcheggio. Al progressivo avvicinarsi di un ostacolo, il sensore emette un bip a intensità crescente. In questo modo si evita di danneggiare la propria auto e quella degli altri.

 

 

È possibile montare la telecamera posteriori sulle auto vecchie?

Sebbene non ci sia l’obbligo di legge, diverse case automobilistiche forniscono i loro modelli di serie o come optional la telecamera per la retromarcia. Ma se siete possessori di un modello vecchio, potete montare tale dispositivo sul vostro mezzo? Sì. Sono venduti dei kit completi di tutto il necessario per l’installazione.

Non si tratta di un lavoro complicato e la maggior parte degli automobilisti riesce a provvedere da solo all’installazione. Ad ogni modo è sempre possibile richiedere l’intervento di un professionista che può eseguire il lavoro a opera d’arte. La spesa da sostenere non è eccessiva.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...