Televisore, come sceglierlo sfruttando anche gli incentivi

Ultimo aggiornamento: 20.11.19

 

Uno dei dispositivi più acquistati resta sempre il caro vecchio televisore, schermo attraverso il quale è possibile vedere una quantità impressionante di contenuti multimediali, siano essi programmi TV, film, serie o cartoni animati. Tutti ne possiedono almeno uno in casa e chi dice il contrario molto probabilmente possiede un computer o comunque uno schermo in grado di farne le veci. Ma come si sceglie un televisore e quali sono gli elementi più importanti per fare un acquisto consapevole ed evitare di sperperare il proprio denaro in un dispositivo che potrebbe alla fine rivelarsi insoddisfacente?

Innanzitutto bisogna sempre valutare le proprie esigenze, inutile acquistare un televisore da 50 pollici se non si ha lo spazio necessario per goderselo, quindi, meglio puntare su uno schermo più piccolo che ben si adatti alla stanza in cui deve essere installato.

Iniziamo dunque proprio dalla grandezza che viene stabilita in pollici e che indicano le dimensioni dello schermo. I televisori odierni vanno da un minimo di 20 a oltre 50 pollici, con una differenza di prezzo notevole. Se vedrete lo schermo da una distanza compresa tra 1 e 2 metri, le dimensioni migliori su cui puntare sono da 19 a un massimo di 40 pollici, per distanze superiori potreste iniziare a valutare TV con schermi più grandi. Tuttavia non è così semplice poiché bisogna prendere in considerazione anche la risoluzione del pannello.

 

Cos’è la risoluzione?

Con il termine “risoluzione” si intende la qualità dell’immagine. Avrete sicuramente sentito parlare di HD Ready, Full HD e recentemente 4K o anche Ultra HD. Tutte queste sigle fanno riferimento alla risoluzione del televisore, HD Ready è quella più vecchia e ormai, francamente, superata, pari a 1.280 x 720 pixel. Il Full HD ha permesso il passaggio a 1.920 x 1.080 pixel mentre il 4K ha raddoppiato questo valore, arrivando a 3.840 x 2.160 pixel. Come avrete potuto intuire, più pixel ci sono a schermo e più definita e dettagliata sarà l’immagine.

Considerate quindi che, se scegliete un prodotto con risoluzione bassa, dovrete posizionarlo più lontano dal divano o dalla poltrona per vedere le immagini in modo soddisfacente. Esiste dunque una differenza sostanziale tra un 46 pollici in Full HD e un TV della stessa dimensione ma in Ultra HD. Mentre il secondo potrà essere posizionato a una distanza di circa 2 metri, il primo dovrà trovarsi a 3 metri da chi osserva per restituire una stessa pulizia di immagine.

 

 

Connettività

Come se non bastasse, i televisori odierni sono dotati di una gran quantità di porte per poter connettere numerosi dispositivi, ampliandone così le funzionalità di base. Sono finiti dunque i tempi in cui tramite presa SCART si poteva collegare un videoregistratore e niente più. Oggi troverete sul retro del vostro TV almeno una porta HDMI e una USB di serie. La porta HDMI, acronimo che sta per High-Definition Multimedia Interface, è uno standard utilizzato dalla maggior parte dei dispositivi elettronici in grado di emettere un output video e viene sfruttato dalle console da gioco, computer portatili, videocamere, fotocamere e così via.

Collegando il vostro dispositivo al TV potrete selezionare il canale apposito e godere di immagini limpide grazie alla capacità di questi cavi di trasferire dati video non compressi direttamente sullo schermo. Se disponete di molti apparecchi tecnologici dovreste valutare un televisore che possieda almeno due porte HDMI per collegare tutto contemporaneamente ed evitare di collegare e scollegare continuamente i cavi (pratica che a lungo andare potrebbe danneggiare le porte).

Le porte USB, invece, sono proprio come quelle disponibili sui computer e consentono di collegare dispositivi wireless, come per esempio tastiere e mouse, o anche supporti di archiviazione esterna.

Immaginate dunque di avere un HDD esterno su cui conservate video e foto e preferireste goderveli sullo schermo ampio del televisore piuttosto che sul monitor dalle dimensioni ridotte del vostro computer. Tutto ciò che dovrete fare è collegare il dispositivo alla porta USB e potrete accedere ai file in modo rapido e veloce.

 

Smart TV, cosa sono?

Da qualche anno sono disponibili sul mercato anche dei televisori che vengono definiti Smart. Se non ne avete mai sentito parlare, si tratta di TV in grado di connettersi alla rete internet casalinga, sia tramite WiFi sia tramite cavo LAN, per permettere la navigazione proprio come su PC, sfruttando un browser dedicato, e scaricare applicazioni come se fosse uno smartphone.

Sebbene fino a qualche anno fa il prezzo fosse ancora troppo elevato, recentemente la tecnologia è divenuta molto accessibile, permettendone la realizzazione a costo contenuto, un vantaggio che si riflette poi sull’acquirente finale che è in grado di portarsi a casa un TV tecnologico a un costo ridotto.

Il loro funzionamento è semplice tanto quanto l’uso di uno smartphone, basta inserire la password della propria connessione internet casalinga e avrete immediatamente accesso al catalogo di applicazioni compatibili con il TV come Netflix, Amazon Prime Video e tutti i servizi di streaming in abbonamento più famosi. Attenzione però, non tutti i TV supportano le stesse applicazioni e quelli più inclini a farlo sono i dispositivi dotati di sistema operativo Android.

 

 

Sconti e riduzioni

Tra il 2019 e il 2022 avverrà il passaggio al DVB-T2, con abbandono della banda a 700 Mhz per passare al digitale terrestre di seconda generazione che sfrutta il codec MPEG-4. Tale tecnologia è già presente nei TV 4K in commercio attualmente ma tutti gli altri dovranno adeguarsi velocemente se vorranno continuare a vedere i canali televisivi, acquistando un decoder o cambiando completamente modello di televisore.

Come avvenne per il primo switch, saranno attivi degli sconti per effettuare tale passaggio. Occhi aperti, dunque, se siete alla ricerca di un nuovo televisore. Passare al 4K diverrà presto molto più conveniente e potreste riuscire a procurarvi un dispositivo a un prezzo estremamente vantaggioso.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...