Come utilizzare un treppiede

Ultimo aggiornamento: 02.02.23

 

Il treppiede rappresenta lo strumento ideale per scattare fotografie di paesaggi durante l’arco di una giornata e per coglierne le diverse sfumature.

Il pregio di tale prodotto è quello di non affaticare il fotografo che, in attesa delle condizioni di luce ideali, potrà rilassarsi godendosi un libro o della buona musica in ambienti naturali e rilassanti.

 

Modelli di treppiedi

In base alle vostre esigenze fotografiche potrete optare per prodotti più o meno costosi. I treppiede a sfera, per esempio, sono molto economici e permettono di orientare la fotocamera agganciata tramite una sfera su cui ruota la testa.

Più costosi sono invece i modelli a tre vie, con diverse leve per ognuno dei tre assi x, y e z. Tale precisione permette di muovere e bloccare la fotocamera nell’esatta posizione si desidera, senza dover scendere a compromessi.

Considerato il costo più elevato è da prendere in considerazione solo se siete già fotografi provetti e volete migliorare in modo sensibile i vostri scatti.

 

Come posizionare il treppiede

Prima di poter piazzare efficientemente un treppiede è importante assicurarsi che la posizione sia quella che si desidera. Per avere questa sicurezza è bene girare attorno alla scena da riprendere più volte, possibilmente con la sola fotocamera, allontanandosi e avvicinandosi in base al risultato desiderato.

Le condizioni di luce sono molto importanti, se pensate che la giornata non offra spunti interessanti e che non vi sarà l’illuminazione adatta, non esitate a rivedere i vostri piani, ritornando in un giorno favorevole per ottenere lo scatto ambito.

Dopo aver selezionato l’angolazione sarete pronti a piazzare il treppiede. Una delle gambe va posizionata verso il soggetto, questo rende la fotocamera più stabile e, qualora vi muoviate in modo impacciato, urtandola, non rischiate di farla cadere in avanti.

È molto difficile, infatti, che cada all’indietro, dal momento che non verrà mai urtata nella parte anteriore.

 

Perno centrale

Il perno centrale estendibile non è un elemento disponibile su tutti i treppiedi, qualora ne foste provvisti, vi consigliamo di non estenderlo eccessivamente e soprattutto per brevi periodi di tempo.

La maggiore altezza della fotocamera potrebbe sbilanciare il peso e rischiare di farla cadere con una folata di vento o alla minima vibrazione.

Il treppiede non rappresenta la scelta migliore per fotografie con inclinazione dall’alto, pertanto, se pianificate una lunga esposizione potreste trovare difficoltà a stabilizzare il tutto.

Teleobiettivo

Occhio alla lunghezza dell’obiettivo. Qualora usiate un telescopico, il peso eccessivo potrebbe inclinare leggermente in avanti la fotocamera, rovinando così l’inquadratura a lungo studiata. Per evitare tale inconveniente potreste considerare l’acquisto di un prodotto separato, una sorta di estensione fissabile al treppiede chiamata “collare”, in grado di sostenere il peso e impedire la fastidiosa inclinazione verso il basso.

 

Telecomando a infrarossi

Infine, per evitare qualsiasi tipo di vibrazione che potrebbe muovere la fotocamera, vi invitiamo all’acquisto di un telecomando per scattare foto in remoto.

Alla pressione del tasto sul telecomando, che comunica via infrarossi con la fotocamera, verrà scattata la fotografia. Il pregio di questo dispositivo è quello di non muovere nemmeno di un millimetro la fotocamera, scattando così una foto perfetta.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI