Le 8 migliori Sony mirrorless del 2021

Ultimo aggiornamento: 21.09.21

 

Sony mirrorless – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni 

 

Se avete deciso di acquistare una mirrorless Sony ma non riuscite a decidere quale, oppure volete un parere distaccato e semplificato sugli aspetti più tecnici che differenziano le varie versioni, allora la nostra guida all’acquisto vi aiuterà a sciogliere ogni dubbio. Abbiamo stilato anche una classifica dei modelli che hanno riscosso il maggior successo di mercato, e recensito gli otto che sono più richiesti dai consumatori; al primo e secondo posto si collocano quelli più apprezzati dalla fascia di utenza più esigente. La prima è la Sony a7 Mark 2, la mirrorless professionale di categoria entry level con sensore Full Frame, mentre la seconda posizione è occupata dalla Sony a6600, la top di gamma nel segmento semi-professionale e premiata con il TIPA Awards 2021.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori Sony mirrorless – Classifica 2021

 

Le otto mirrorless che abbiamo recensito di seguito sono state classificate soltanto in base al gradimento che hanno riscosso presso i consumatori, al rapporto qualità-prezzo; quindi le posizioni che ricoprono non sono indicative del livello di prestazioni.

 

 

1. Sony Alpha 7 Mark 2 corpo macchina con obiettivo 28-70mm

 

La Alpha 7 Mark 2, identificata con la sigla a7II, è una delle migliori Sony mirrorless del 2021 per quanto riguarda le caratteristiche e il rapporto qualità-prezzo della fotocamera; si tratta infatti del modello entry level nella categoria delle mirrorless professionali prodotte da Sony.

La a7II è stata lanciata nel 2015 ma grazie al prezzo, addirittura inferiore a quello della a6600, è ancora tra i modelli più venduti dal momento che ha il vantaggio di possedere un sensore Full Frame e, di conseguenza, offrire prestazioni di livello professionale. 

Questa fotocamera, così come la a6600 che esamineremo in seguito, è apprezzata soprattutto dai fotoamatori che hanno anche la passione delle riprese video, grazie all’altissima qualità delle immagini che la Sony è in grado di offrire in questo campo. L’unica pecca di questa mirrorless è il tetto limite di alcune prestazioni, incluso il formato video, che risente un po’ della sua “età”.

 

Pro

Prezzo: Uno dei principali vantaggi della a7II è rappresentato dal costo; con poco più di mille euro, infatti, potete acquistare una fotocamera mirrorless di categoria professionale con sensore Full Frame e completa di obiettivo 28-70mm.

Sensore e AF: Oltre al formato pieno, il sensore CMOS Exmor offre una risoluzione di ben 24,3 megapixel, e il sistema di messa a fuoco rapida Fast Hybrid lo copre quasi interamente grazie ai suoi 117 punti fuoco.

Stabilizzata: Il corpo macchina è dotato di stabilizzatore integrato a cinque assi, ideale per eseguire riprese video fluide e totalmente prive di vibrazioni.

 

Contro

Formato video e prestazioni: La risoluzione massima dei filmati si ferma al formato Full HD e anche la gamma di sensibilità è limitata a un valore massimo di 51.200 ISO.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Sony Alpha 6600 fotocamera mirrorless da 24.2 megapixel

 

Nonostante la Sony Alpha 6600 rientri soltanto nella categoria semi-professionale, in comparazione alla a7II esaminata in precedenza risulta decisamente superiore per quanto riguarda le prestazioni offerte.

L’unica limitazione di questa mirrorless, infatti, è rappresentata dal formato del sensore, appartenente allo standard APS-C; la risoluzione, invece, è quasi analoga a quella del sensore Full Frame della a7II, il mirino elettronico OLED ha le stesse caratteristiche e risoluzione mentre la gamma di sensibilità ISO, la raffica di scatto e la risoluzione dei video in alta definizione della a6600 sono addirittura superiori a quelle del modello professionale entry level esaminato in precedenza.

Il pregio principale della a6600, infatti, è quello di essere il modello di punta della categoria semi-professionale, premiata con il prestigioso TIPA World Awards 2021 per l’innovativo sistema di tracking implementato nella messa a fuoco. Secondo i pareri comuni è la miglior Sony mirrorless per i fotoamatori più esperti ed esigenti.

 

Pro

Fotocamera premiata: La a6600 ha ottenuto il premio TIPA, che è equivalente all’Oscar del settore fotografico, per avere introdotto un rivoluzionario sistema di tracking nella messa a fuoco.

Video 4K: A parte le prestazioni, che non hanno nulla da invidiare alle mirrorless professionali di fascia intermedia, la Alpha 6600 è in gradi di registrare video in formato Ultra HD con una straordinaria qualità delle immagini.

Diverse opzioni: Le opzioni di acquisto sono quattro, si può scegliere il solo corpo macchina oppure un kit a scelta tra quello completo del 16-55mm G, del 16-70mm Zeiss o del 70-350mm G.

 

Contro

Prezzo: Il solo corpo macchina ha già un costo superiore rispetto alla a7II con il 28-70mm esaminata in precedenza; quindi è consigliata esclusivamente ai fotoamatori esigenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Sony Alpha 5100 kit con obiettivo Power Zoom 16-50mm

 

Volete sapere dove acquistare una mirrorless Sony a prezzi bassi? Allora vi suggeriamo di dare un’occhiata alla Alpha 5100, che oltre a essere il più economico tra i modelli esaminati nella nostra guida è anche uno dei più richiesti tra quelli attualmente venduti online.

I punti di forza della a5100 sono rappresentati soprattutto dalle dimensioni e dal prezzo, analoghi a quelli di una buona fotocamera compatta, ma le sue prestazioni sono ovviamente superiori; si tratta infatti di una entry level avanzata con sensore da 24,3 megapixel in formato APS-C, compatibile con tutti gli obiettivi dotati di innesto E-Mount, sia quelli originali Sony sia quelli prodotti da terze parti.

Il kit include l’obiettivo 16-50mm Sony dotato di tecnologia Power Zoom, ideale per le riprese video. Le sue caratteristiche e il prezzo la rendono ideale come fotocamera standard da viaggio per chi non ha particolari esigenze, a parte la qualità delle immagini.

 

Pro

Prezzo accessibile: Il kit, che include corpo macchina e obiettivo, ha un costo decisamente competitivo, di poco superiore rispetto a una fotocamera compatta di fascia media, che offre prestazioni decisamente inferiori.

SELP1650: L’obiettivo in dotazione appartiene alla serie dei Power Zoom Sony, una serie di ottiche con un rivoluzionario sistema che permette di cambiare le lunghezze focali senza usare la ghiera, e quindi di offrire maggiore stabilità nelle riprese video.

Leggera e maneggevole: Le dimensioni sono analoghe a quelle di una comune compatta e il peso complessivo del corpo macchina con batteria, scheda di memoria e obiettivo 16-50mm innestato, è di soli 400 grammi.

 

Contro

Ingresso audio: L’unica limitazione della a5100 è l’assenza dell’ingresso per il microfono, grazie al quale sarebbe stato possibile incrementare la qualità audio nelle riprese video.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Sony Alpha 6000 kit fotocamera mirrorless completa di due obiettivi

 

Sempre restando nella fascia di prezzo intermedia, al di sotto dei mille euro, troviamo la Sony Alpha 6000, che secondo la classificazione specifica Sony è una mirrorless appartenente alla categoria mid-range, quindi si tratta di una fotocamera che offre prestazioni amatoriali di tipo avanzato.

Nonostante sia stata introdotta nel 2014, e quindi caratterizzata da un tetto di prestazioni leggermente inferiore rispetto al nuovo modello a6400, questa fotocamera gode ancora di un discreto successo di mercato presso la fascia dei fotoamatori principianti. Le caratteristiche di base, infatti, sono eccellenti; il sensore è lo stesso utilizzato anche sulla Sony Alpha 5100, ha una risoluzione di 24,3 megapixel e permette di registrare video in formato Full HD.

Il kit esaminato è quello più apprezzato in termini di rapporto qualità-prezzo; oltre al corpo macchina e all’obiettivo 16-50mm Power Zoom, infatti, la confezione include anche l’obiettivo 55-210mm, il tutto a un costo decisamente competitivo.

 

Pro

Fotocamera mid-range: La a6000 rientra nel segmento delle mirrorless Sony mid-range, quindi offre prestazioni amatoriali avanzate; nonostante sia un modello del 2014, inoltre, le sue caratteristiche sono ancora eccellenti.

Messa a fuoco: Le fotocamere Sony, inclusa le mirrorless, sono famose soprattutto per l’alta qualità delle riprese video e per la tecnologia di messa a fuoco ibrida, che è uno delle più veloci.

Doppio obiettivo: Il kit più richiesto della a6000 è quello che offre non uno, ma ben due obiettivi: il Power Zoom 16-50mm e il tele 55-210mm. Il rapporto qualità-prezzo.

 

Contro

Datata: Le caratteristiche della a6000 sono eccellenti, ma il tetto di prestazioni è comunque limitato dal fatto di essere un modello datato; è consigliata soprattutto ai risparmiatori.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Sony Alpha 6100 mirrorless con obiettivo serie Zeiss 16-70mm

 

A partire dalla quinta posizione prenderemo in esame quattro Sony mirrorless molto particolari, in confezioni kit destinate a utenti che hanno particolari esigenze. La prima di queste è la Sony Alpha 6100 e cioè il modello successivo alla a5100 nella fascia delle entry level avanzate; la a6100 è stata infatti introdotta nel 2019 e offre prestazioni migliorate rispetto alla a5100, ma si distingue anche per un costo più elevato.

Questa mirrorless è quindi consigliata soprattutto ai viaggiatori frequenti che vogliono una fotocamera facile da usare, che sia anche piccola e maneggevole alla stregua di una compatta automatica, ma che al tempo stesso offra delle prestazioni e una qualità delle immagini superiore.

Il kit che abbiamo preso in esame infatti, a fronte del costo più alto rispetto a quello standard con l’obiettivo 16-50mm, è corredato dall’obiettivo 16-70mm Vario-Tessar appartenente alla serie Zeiss, qualitativamente e tecnologicamente superiore rispetto agli obiettivi standard.

 

Pro

Ultimo modello: La a6100 è stata introdotta sul mercato nel 2019; è il modello entry level avanzato più recente e offre delle prestazioni nettamente superiori rispetto alla versione precedente.

Real Time Eye AF: Un’altra caratteristica che la Sony ha sviluppato di recente, e che è implementata nella a6100, è la messa a fuoco automatica con tracking continuo sull’occhio, sia per gli umani sia per gli animali.

Obiettivo Carl Zeiss: Questo kit specifico si distingue anche per l’eccellente obiettivo in dotazione: il 16-70mm Vario-Tessar prodotto da Carl Zeiss per Sony. La sola ottica, infatti, ha un prezzo di listino ufficiale di 900 euro.

 

Contro

Prezzo: Il kit completo di obiettivo Zeiss 16-70mm, di conseguenza, ha un costo abbastanza alto ed è destinato soprattutto alla clientela più esigente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Sony Alpha 6400 fotocamera mirrorless con obiettivo 18-135mm

 

Anche la a6400 è stata introdotta sul mercato nel 2019, ma rientra nel segmento delle amatoriali Sony mid-range e di conseguenza è caratterizzata da un tetto di prestazioni nelle caratteristiche tecniche che è superiore rispetto alla a6100.

La Sony Alpha 6400, infatti, è destinata a tutti quei fotoamatori che hanno da poco abbandonato la condizione di neofiti e sono ormai pronti a compiere un passo avanti nel loro percorso di apprendimento. Questa mirrorless è stata premiata con il TIPA Awards 2021 per il sistema di tracking in tempo reale ad alta precisione, possiede un sensore da 24,2 megapixel coperto per l’84% dal sistema di messa a fuoco ibrido con ben 425 punti AF a rilevamento di fase.

Il kit che abbiamo esaminato per voi, è costituito dal corpo macchina accompagnato dall’obiettivo SEL 18-135mm, che è una delle migliori ottiche standard prodotte da Sony dal momento che possiede anche caratteristiche Macro.

 

Pro

Premio TIPA 2021: Il rivoluzionario sistema di tracking in tempo reale che assegna la priorità all’occhio, sia umano sia animale, ha fruttato il corrispettivo fotografico del premio Oscar a tutte le fotocamere che lo equipaggiano, inclusa la a6400.

425 punti AF: Il sistema di messa a fuoco ibrido Sony possiede anche altre caratteristiche che lo rendono superiore a quelli delle fotocamere amatoriali prodotte dalla concorrenza; oltre a essere il più veloce, infatti, offre anche un maggior numero di punti AF.

SEL 18-135mm: L’obiettivo in dotazione, pur essendo un SEL standard Sony, è uno dei più versatili e meglio progettati; è ideale per la fotografia di strada, i panorami, la fotografia naturalistica e perfino la macrofotografia.

 

Contro

Stabilizzazione: Essendo una mirrorless Sony mid-range non ha il sensore stabilizzato a cinque assi, quindi supporta esclusivamente la stabilizzazione dell’immagine sugli obiettivi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Sony Alpha 6500 mirrorless con obiettivo 18-105mm G Power Zoom

 

La a6500, introdotta verso la fine del 2016, è stata il top di gamma delle mirrorless amatoriali Sony di fascia avanzata fino al secondo trimestre del 2019, quando è stata introdotta la nuova versione a6600.

Parliamo di una fotocamera con caratteristiche e prestazioni semi-professionali a tutti gli effetti, come dimostra anche il costo che si mantiene abbastanza alto, seppur inferiore a quello della versione più recente. La a6500, infatti, oltre a supportare la stabilizzazione delle immagini negli obiettivi, è dotata di un ulteriore sistema di stabilizzazione autonomo integrato direttamente sul sensore, che ha una risoluzione di 24,2 megapixel. 

La stabilizzazione interna opera su cinque assi ed è ideale per chi fa riprese video, che sulla a6500 sono in formato 4K. Il kit esaminato mette l’accento proprio su queste caratteristiche, visto che in dotazione offre un obiettivo professionale Sony della serie G, e nella fattispecie il 18-105mm con tecnologia Power Zoom.

 

Pro

Semi-professionale: Anche se non è il modello più recente, la a6500 rimane comunque una fotocamera mirrorless premiata che offre prestazioni di livello semi-professionale e un sistema di stabilizzazione integrato a 5 assi.

Video 4K: Il sensore da 24,2 megapixel e il motore di elaborazione delle immagini Bionz X offrono la possibilità di realizzare delle splendide riprese video in alta definizione, nel formato Ultra HD 4K.

Kit con obiettivo professionale: Questo kit include uno degli obiettivi professionali Sony della serie Gold: il 18-105mm G con il sistema Power Zoom, che lo rende adatto soprattutto per le riprese video.

 

Contro

Batteria: L’unica pecca della a6500 consiste nella limitata autonomia della batteria, quindi bisogna acquistare almeno una o due batterie supplementari da tenere come riserva.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Sony Alpha 7R Mark 3 fotocamera mirrorless Full Frame

 

Concludiamo la nostra panoramica sulle otto migliori mirrorless prodotte da Sony con un modello progettato per i professionisti, ma apprezzato anche da quei fotoamatori esperti pronti a spendere qualcosa in più pur di ottenere prestazioni superiori.

La Alpha 7R Mark 3, identificata dalla sigla a7R III, è una Full Frame che l’azienda nipponica ha introdotto sul mercato verso la fine del 2017; le sue caratteristiche, quindi, sono leggermente inferiori rispetto alla a7R IV, lanciata nel 2019, e all’ammiraglia a9 II, dello stesso periodo. Le sue prestazioni, però, non risentono assolutamente del gap temporale, il quale incide soltanto sul costo della fotocamera, peraltro in maniera positiva.

Il costo relativamente accessibile della a7R III, in relazione ai modelli più recenti, la rendono ideale soprattutto come seconda fotocamera per tutti quei fotografi professionisti che sono alla ricerca di un’attrezzatura in grado di offrire prestazioni superiori nelle riprese video.

 

Pro

Alta risoluzione: La lettera R dopo il numero 7 sta a indicare la variante “Resolution”, cioè ad alta risoluzione; la a7R III, infatti, è equipaggiata con un sensore Full Frame da 42,4 megapixel.

Standard AF: Pur essendo una mirrorless professionale, e quindi ottimizzata per obiettivi con innesto E, il sistema AF a rilevamento di fase sul piano focale della a7R III ha uno standard superiore e supporta anche gli obiettivi con innesto A.

Qualità 4K Full-Frame: La vocazione principale delle fotocamere mirrorless Sony rimane quella delle riprese video; la qualità 4K della a7R III è insuperabile, grazie al suo sensore Full-Frame ad alta risoluzione.

 

Contro

Batteria: Dato l’assorbimento di energia è imprescindibile fare a meno delle batterie di riserva oppure, meglio ancora, del battery pack che ne alloggia due contemporaneamente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una buona Sony mirrorless

 

La nota ditta giapponese, attualmente, ha in catalogo diciannove modelli diversi nelle tre categorie principali: entry level, amatoriale e professionale; di conseguenza scegliere quale Sony mirrorless comprare potrebbe rivelarsi un compito decisamente arduo.

Il primo gradino: i modelli entry level

Il prezzo della fotocamera è uno dei primi criteri di scelta, soprattutto per la fascia di utenza amatoriale, ma per capire come scegliere una buona Sony mirrorless non ci si può limitare soltanto a questo aspetto. Il livello di prestazioni e le potenzialità di utilizzo, infatti, sono i requisiti più importanti.

Le mirrorless rappresentano un’alternativa alle reflex digitali, infatti, si tratta di fotocamere che permettono di cambiare obiettivo a piacimento e quindi, proprio come le reflex, offrono un approccio alla fotografia più complesso e articolato.

Chi ha un budget di spesa limitato e desidera semplicemente una fotocamera leggera, maneggevole, relativamente facile da usare ma con una qualità delle immagini superiore, allora l’opzione migliore è rivolgersi alla fascia entry level.

La a5000, la a5100 e la a6100 sono i modelli disponibili, e la spesa per queste fotocamere oscilla dai 550 ai 1.000 euro secondo il listino ufficiale Sony, ma sulle piattaforme di e-commerce come Amazon è possibile trovarle a prezzi ancor più vantaggiosi.

 

Le Sony mirrorless amatoriali mid-range e avanzate

Per i fotoamatori più esigenti è preferibile orientarsi direttamente verso le Sony mirrorless della fascia amatoriale; e in questo caso il limite di spesa può fare la differenza tra il segmento specifico a cui rivolgere la propria attenzione.

In quello mid-range troviamo le a6000, a6300 e a6400; questi modelli offrono delle prestazioni superiori rispetto alle entry level, ma hanno comunque delle limitazioni: i corpi macchina non sono stabilizzati e il formato massimo dei video si ferma al Full HD, ma sono ancora abbastanza accessibili. I prezzi di listino, infatti, variano dai 900 ai 1.150 euro.

Le mirrorless del segmento amatoriale avanzato, invece, sono quanto di meglio possa desiderare il fotoamatore più esperto ed esigente; sia la a6500 sia a6600, infatti, integrano un sensore da 24,2 megapixel dotato di stabilizzatore a cinque assi, il che permette di utilizzare anche obiettivi compatibili prodotti da terze parti e privi di stabilizzatore, e sono in grado di effettuare riprese video nel formato 4K Ultra HD.

Anche se il sensore in formato APS-C rimarca la loro appartenenza alla categoria amatoriale, quindi, le Sony mirrorless avanzate rientrano a pieno titolo nella categoria standard semi-professionale; di conseguenza i prezzi del listino ufficiale sono più alti, soprattutto per la a6600 che è l’attuale ammiraglia della categoria.

Le Sony mirrorless professionali

La vocazione principale delle fotocamere Sony, a qualsiasi categoria appartengano, è la ripresa video, perché la qualità delle immagini è nettamente superiore rispetto alla concorrenza. Molti fotografi professionisti, infatti, acquistano le mirrorless Sony come secondo corpo macchina, da utilizzare apposta per le riprese video; ciò non toglie che queste fotocamere offrono grandi soddisfazioni anche dal punto di vista fotografico.

Nel segmento professionale l’ammiraglia a9 e le versioni specializzate R e S della a7 sono caratterizzate da un costo che le rende accessibili esclusivamente ai fotografi professionisti, ma tra i diversi modelli appartenenti a questa categoria esistono delle mirrorless dal costo decisamente vantaggioso, e relativamente accessibili anche per un semplice fotoamatore.

Le prime due generazioni della a7 per esempio, sono ormai datate e in termini di prestazioni sono superate anche dall’ammiraglia delle semi-professionali a6600, però hanno il pregio di costare molto meno e di offrire agli appassionati l’opportunità, non da poco, di possedere una fotocamera professionale con sensore Full-Frame.

 

 

 

Come aggiornare una mirrorless Sony

 

Premesse e operazioni preliminari

Una delle procedure periodiche più importanti da fare, quando si possiede una fotocamera digitale, è l’aggiornamento del firmware, ovvero del software di sistema della macchina fotografica; e questo vale anche per le mirrorless Sony.

Questa operazione è di vitale importanza, in quanto l’aggiornamento del software di sistema non soltanto aiuta a migliorare la stabilità correggendo eventuali bug, ma spesso permette di incrementare ulteriormente il tetto di prestazioni della fotocamera aggiornando i sistemi, come la messa a fuoco, o implementando nuove funzionalità.

Per eseguire l’aggiornamento bisogna innanzitutto verificare dal pannello delle impostazioni nel menù della fotocamera quale versione del software è installata, e poi controllare sulla pagina di supporto del sito ufficiale Sony se sono stati rilasciati eventuali aggiornamenti.

In caso positivo, bisogna effettuare il download dell’aggiornamento sul proprio computer e poi eseguire la procedura. Una volta scaricato l’aggiornamento bisogna eseguire queste operazioni preliminari: disattivare la modalità di standby automatico sul computer, in modo da evitare l’interruzione accidentale della procedura, non collegare subito al computer la fotocamera, assicurarsi che la batteria della stessa sia completamente carica e rimuovere la scheda di memoria dal suo slot.

 

La procedura guidata

A questo punto si può avviare il programma di aggiornamento sul computer e seguire passo passo le istruzioni che appariranno sullo schermo; queste richiederanno di accendere la fotocamera, accedere al menù impostazioni e selezionare la voce “Collegamento USB”, verificando che questo sia impostato su “Memoria di massa”. 

Una volta fatto questo si potrà collegare la fotocamera al computer mediante il cavo USB; appena stabilito il collegamento comparirà una nuova schermata del programma di aggiornamento, la quale vi inviterà a proseguire nella procedura.

Il passo successivo è la verifica automatica: il programma controlla la versione del software installato sulla fotocamera e se questo è obsoleto viene avviato automaticamente l’aggiornamento. Durante questa fase non si dovrà interferire in alcun modo, scollegando il cavo o avviando altre applicazioni in contemporanea sul computer.

Rimuovere la fotocamera in maniera sicura

Una volta finito l’aggiornamento non bisogna rimuovere subito il cavo USB, ma aspettare prima che la fotocamera venga riavviata automaticamente e che il programma dia conferma dell’avvenuto aggiornamento. A questo punto è meglio eseguite la procedura di rimozione sicura dell’hardware sul computer prima di scollegare il cavo USB, come si fa per le memorie esterne. A questo punto potrete rimuovere il cavo e scollegare in piena sicurezza la fotocamera.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come sono classificate le mirrorless Sony?

Di solito quando si parla di fotocamere si tende a differenziare i vari modelli in base alla categoria di appartenenza, e siccome la classificazione tende a variare da produttore a produttore vediamo di fare un po’ di chiarezza sull’argomento.

Le grandi case produttrici del settore fotografico, nella realtà dei fatti, hanno stabilito soltanto tre categorie: Entry level, Amatoriale e Professionale; ma ogni categoria, a sua volta, ha le sue sottodivisioni.

Per quanto riguarda nello specifico la ditta Sony, le sue fotocamere mirrorless sono classificate come segue:

  • Le vecchie NEX-3 e rispettive varianti, nonché la a5000, rientrano nella categoria entry level base.
  • Le vecchie NEX-5 e rispettive varianti, la a5100 e la a6100 rientrano tra le entry level avanzata.
  • La vecchia NEX-6 e le nuove a6000, a6300 e a6400 appartengono alla categoria amatoriale di base, definita Mid-range.
  • La vecchia NEX-7 e le nuove a6500 e a6600 fanno parte della categoria amatoriale avanzata, che equivale allo standard semi-professionale.
  • Le a7, a9 e successive versioni rientrano nella categoria professionale; e sono a loro volta suddivise a seconda delle loro specifiche caratteristiche.

Che differenza c’è tra le mirrorless Sony a7, a7R e a7S?

Le mirrorless di categoria professionale sono sostanzialmente due: il modello entry level a7, che è arrivato alla quarta generazione e l’ammiraglia a9 giunta alla seconda generazione. La ditta Sony, però, ha scelto di produrre due ulteriori varianti del modello a7 che offrono un incremento di prestazioni su un aspetto specifico della fotocamera, in modo da andare incontro alle diverse esigenze dei professionisti. Sono nate così le a7R e a7S, dove la lettera R sta per Resolution mentre la S sta per Sensibility.

Mentre la a7 è una fotocamera dalle prestazioni bilanciate, quindi, le a7R sono caratterizzate da una maggiore risoluzione, e infatti la Mark IV ha un sensore da 61 megapixel; la a7S II, invece, ha un sensore di appena 12,4 megapixel, ma possiede una sensibilità ISO nettamente superiore già sui valori standard, che vanno da 100 a 102.400, e ulteriormente espandibile fino a 50-409.600, con una rumorosità ridotta sull’intera gamma.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI