Nikon Coolpix A10 – Recensione

Ultimo aggiornamento: 07.08.22

 

Principale vantaggio

La Nikon Coolpix A10 ha il vantaggio di essere disponibile a un prezzo competitivo, infatti è un modello economico che punta soprattutto alla fascia di utenza più giovane, come i ragazzi in età scolare, e a chi usa la macchina fotografica solo in maniera occasionale.

 

Principale svantaggio

Anche in questo caso la qualità delle immagini non è certo al top; invece della batteria ricaricabile al litio, inoltre, la Coolpix A10 è alimentata da due pile AA, scelta onerosa dal punto di vista gestionale.

 

Verdetto: 9.6/10

La Coolpix A10 è una fotocamera dalle prestazioni basilari, ma ha il pregio di essere economica, facile da usare e versatile, quindi adatta soprattutto ai più giovani.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Fotocamera Nikon economica

La fotocamera compatta Nikon Coolpix A10 è stata progettata apposta per la fascia dei dilettanti, che raggruppa i ragazzi in età scolare, appassionati di fotografia e non, e coloro che non hanno esigenze specifiche ma vogliono soltanto una macchinetta da usare occasionalmente, per scattare foto ricordo durante gli eventi familiari o nei viaggi e in vacanza.

La Coolpix A10, infatti, è tra le fotocamere compatte più richieste proprio grazie al fatto di essere disponibile a un prezzo altamente competitivo e facilmente accessibile per tutte le tasche. Inoltre, anche se la qualità delle immagini è comunque limitata dalla natura economica del modello, la A10 rimane pur sempre una fotocamera compatta Nikon.

Di conseguenza si distingue per le buone caratteristiche tecniche, l’elevata versatilità ed estrema facilità d’uso, nonché per l’affidabilità di uno storico marchio, leader nel settore fotografico. Per questa ragione è perfetta anche come idea regalo, soprattutto se il destinatario è un ragazzo o una ragazza dai 10-11 anni in su.

Compatta e maneggevole

Le sue dimensioni sono decisamente contenute, cionondimeno la Coolpix A10 si distingue per un design ergonomico che la rende estremamente maneggevole, facile da impugnare in modo sicuro.

Le misure ridotte le permettono di essere infilata in una tasca dei pantaloni o della giacca, oppure messa in una borsetta, inoltre è dotata anche della cinghia da polso, che aumenta la praticità e, come accennato prima, la sicurezza d’uso. Oltre alla cinghia, la confezione include il cavo USB per collegare la fotocamera al computer e due batterie alcaline AA per la prova di utilizzo.

Una caratteristica alquanto controversa della A10, infatti, è data dalla scelta di alimentarla mediante le normali batterie AA, invece che con una cella ricaricabile al litio. Se da un lato ciò ha permesso di mantenere basso il prezzo della fotocamera, dall’altro l’ha resa di sicuro più onerosa in termini di gestibilità, in quanto le batterie AA che offrono una buona autonomia sono abbastanza care e per giunta pongono l’ulteriore problema dell’impatto ambientale e del corretto smaltimento.

Sono comunque disponibili, come accessori originali da acquistare a parte, un set di batterie ricaricabili al nichel-metallo idruro, in modo da risolvere almeno il problema dello smaltimento. Tra gli altri accessori optional, inoltre, è presente anche l’apposito caricatore per il set di batterie ricaricabili, il cavo con i jack per il collegamento audio-video, un adattatore di alimentazione e la custodia per la fotocamera.

 

Prestazioni entry level

La Coolpix A10 è equipaggiata con un sensore CCD da 16,1 megapixel e un obiettivo Nikkor composto da sei elementi suddivisi in cinque gruppi, i quali forniscono un range di lunghezze focali compreso tra i 4,6 e i 23 millimetri, equivalenti ai 26-130 millimetri di una fotocamera con sensore Full Frame; lo zoom ottico, invece, ha un fattore di ingrandimento 5x.

La fotocamera integra anche il sistema di riduzione delle vibrazioni VR, che sulle macchine Nikon svolge una funzione analoga allo stabilizzatore delle immagini presente sulle Canon e sulle fotocamere prodotte dalle altre ditte. Ovviamente sono presenti anche il flash incorporato, che ha una portata massima di 3,6 metri, la messa a fuoco automatica e la doppia modalità di cattura foto e video; questi ultimi vengono registrati in alta definizione ma nel formato base a 720p a 30 fotogrammi per secondo.

Per quanto riguarda l’autonomia operativa, invece, si possono fare circa 200 scatti usando delle normali batterie alcaline usa e getta, circa 500 scatti se si usano le AA ricaricabili al nichel-metallo idruro, e circa 730 scatti con le batterie ricaricabili dello stesso formato ma al litio.

 

Facile e intuitiva

La parte posteriore del corpo macchina della A10 è quasi interamente occupata dal display LCD con diagonale da 6,7 centimetri. Il display ha la doppia funzione di mirino digitale, con una copertura dell’inquadratura del 100% in verticale e in orizzontale, sia quando si scattano foto sia quando si registrano video, e di interfaccia utente per il software di gestione della fotocamera, che è chiaro e intuitivo.

Sulla piccola striscia verticale lasciata libera dal display, invece, si trovano i pulsanti di controllo e navigazione del menù, grazie ai quali si possono selezionare e impostare con estrema facilità le diverse modalità di scatto e di registrazione, oppure applicare filtri e altri effetti, sia fotografici sia video.

Oltre a essere compatta e maneggevole, quindi, la Coolpix A10 è anche del tutto automatizzata, molto intuitiva e facile da usare anche per coloro che non hanno mai adoperato una fotocamera in vita loro, di nessun tipo. La funzione Selezione scena auto, infatti, permette alla A10 di impostare automaticamente di volta in volta i parametri più adatti in base alle condizioni di luce e al modo di scena.

Nel processore sono integrati quindici diversi modi scena, per le condizioni standard più diffuse, che possono essere selezionati in maniera semplice e veloce; lo stesso vale per gli effetti speciali, che permettono di scattare foto dall’aspetto artistico, e per gli effetti di ritocco che permettono di alterare le immagini dopo che sono state scattate.

È presente anche una modalità specifica per il Ritratto intelligente, la quale segnala se il soggetto ha chiuso gli occhi durante lo scatto o se ha mancato il sorriso, in modo da poter ripetere la foto ed eseguire ritratti sempre perfetti.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI