Pentax K-70 – Recensione

Ultimo aggiornamento: 29.11.22

 

Principale vantaggio

La Pentax K-70 è una fotocamera amatoriale avanzata che ha il vantaggio di possedere il corpo tropicalizzato, alla stregua delle reflex digitali di fascia professionale. Può quindi operare senza problemi in condizioni climatiche severe, a temperature comprese tra i -10 e i 40 gradi.

 

Principale svantaggio

Il prezzo è decisamente più alto rispetto alla media standard delle fotocamere reflex amatoriali; in compenso svariate caratteristiche possedute dalla Pentax K-70 sono del tutto assenti sulle fotocamere della concorrenza.

 

Verdetto 9.8/10

La Pentax k-70 è una reflex consigliata soprattutto ai fotoamatori più esigenti, non solo a causa del prezzo consistente ma soprattutto per le sue caratteristiche uniche.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Reflex amatoriale avanzata

Tra le diverse fotocamere reflex digitali disponibili sul mercato nella fascia amatoriale (ecco la nostra lista dei migliori modelli), la Pentax K-70 occupa di certo un posto di grande rilievo grazie alle sue caratteristiche uniche, che sotto alcuni aspetti la rendono superiore a molte delle fotocamere amatoriali prodotte dalle ditte concorrenti.

La cosa non stupisce affatto visto che la Pentax, essendo una delle aziende più antiche nel settore fotografico, gode di un elevato prestigio e anche se è meno “commerciale” rispetto a brand come Canon e Nikon, è particolarmente apprezzata dai fotografi professionisti e dai fotoamatori più esperti ed esigenti.

La K-70 è stata introdotta sul mercato nel giugno del 2016 dalla società giapponese Ricoh, che detiene la proprietà del marchio Pentax, ed è stata la prima reflex amatoriale di questa ditta a integrare il nuovo sistema di messa a fuoco ibrido a rilevamento di fase e contrasto sul sensore. Si tratta di una reflex digitale del segmento amatoriale e, delle quattro reflex appartenenti a questo segmento specifico, è superata soltanto dalla KP, che è il modello di punta.

 

Sensore CMOS APS-C da 24.24 megapixel e stabilizzatore integrato

Dal momento che la K-70 rientra nella fascia amatoriale, questa fotocamera è equipaggiata con un sensore CMOS da 24.24 megapixel effettivi in formato APS-C e un processore d’immagine Prime MII, che permette di scattare foto a 14 bit e registrare video Full HD fino a una sensibilità massima di 102.400 ISO. 

Sotto questo aspetto non è tanto diversa dalle reflex amatoriali prodotte attualmente dalle altre ditte, ma bisogna considerare che la K-70 è uscita nel 2016 e che, dopo tre anni, offre ancora prestazioni molto competitive.

La sensibilità ISO, quindi, è uno dei pochi aspetti dove la K-70 manifesta dei limiti rispetto all’attuale concorrenza, in compenso il corpo macchina non soltanto è tropicalizzato come quello delle reflex professionali, ma integra anche il sistema Shake Reduction SR per la stabilizzazione delle immagini. 

Questo significa che la K-70 è in grado di scattare foto e registrare video di estrema nitidezza anche se viene equipaggiata con obiettivi datati, e quindi privi di stabilizzatore.

Il sistema di innesto degli obiettivi è l’attacco a baionetta Pentax KAF2, che è compatibile anche con gli obiettivi KAF3, KAF4, KAF e KA, nonché con gli obiettivi dotati di innesto analogo ma prodotti da altre ditte.

 

Sistema Pixel Shift Resolution con Motion Correction

La Pentax K-70 ha l’ulteriore pregio di integrare un mirino pentaprisma con una copertura del 100% dell’inquadratura, completo di livella elettronica con correzione automatica dell’orizzonte. Un altro dei suoi punti di forza è la funzione Pixel Shift Resolution con Motion Correction, che è presente anche sulle ammiraglie del segmento professionale Pentax: le reflex K-1 e K-1II.

La funzione Pixel Shift Resolution permette al sensore di acquisire 4 immagini di un singolo scatto, variando la posizione del sensore (Motion Correction) di un solo pixel per ogni immagine, per poi fonderle insieme in modo da ottenere una sola immagine a super-risoluzione. Grazie a questa funzione basata su un algoritmo esclusivo Pentax, è possibile ridurre drasticamente il rumore e ottenere delle foto ricche di dettagli, con un contrasto ottimale e dei colori estremamente fedeli.

La messa a fuoco, invece, conta sul valido modulo AF SAFOX X da undici punti, nove dei quali disposti a croce al centro. Le modalità sono quelle classiche, ovvero l’autofocus singolo AF-S, quello continuo AF-C e l’automatico AF-A; i punti fuoco, invece, possono essere selezionati tutti e undici, a gruppi di cinque o singolarmente, sia in area espansa sia in spot.

 

Elevata nitidezza e fedeltà di colori grazie al sistema Pixel Shift Resolution

Nel corpo macchina della K-70 sono integrati anche il flash elettronico LED, che può essere sincronizzato fino a 1/180 di secondo e usato sia in modalità automatica sia manuale, il modulo GPS e il modulo Wi-Fi che consente alla fotocamera l’accesso a una rete LAN wireless con segnale crittografato; le interfacce, invece, comprendono un ingresso USB 2.0, un ingresso mini HDMI e l’ingresso per il microfono esterno.

Questa fotocamera è disponibile in diverse configurazioni; una delle alternative più interessanti, anche in termini di rapporto qualità-prezzo, è il kit che include il corpo macchina più l’obiettivo HD Pentax-DA 18-50mm WR RE. 

Quest’ottica standard, a parte l’ottimo grado di versatilità assicurato dal range di lunghezze focali, è uno dei primi obiettivi con innesto K a essere dotato di un meccanismo retrattile a scomparsa che lo rende estremamente compatto, e quindi comodo comodo da usare e molto discreto. Con i suoi 41 millimetri appena di lunghezza, infatti, il Pentax-DA è l’obiettivo standard più corto al mondo.

Nella confezione sono inclusi anche altri accessori: la batteria, il caricabatteria con relativo cavo di alimentazione, il software della fotocamera su supporto CD-ROM e poi, montati già sulla corpo macchina, il coperchio per l’innesto a slitta degli accessori, il tappo di protezione per l’innesto degli obiettivi e l’oculare FR.

L’unica limitazione è data dal prezzo, che è leggermente più alto rispetto alla media del segmento amatoriale; ma le caratteristiche possedute dalla K-70, nonché le prestazioni che offre, sono altrettanto superiori rispetto agli standard della sua categoria.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI