Come utilizzare un barcode scanner

Ultimo aggiornamento: 23.02.24

 

Il lettore di codici a barre, o barcode scanner, è un prodotto necessario a chi possiede un’attività commerciale o deve gestire un magazzino, catalogando e ordinando la merce.

 

Cosa sono i barcode

I barcode, di cui esistono numerose varianti, consistono, nella loro versione più semplice, in una serie di linee parallele adiacenti di diverse dimensioni e separate da spazi ben precisi, che identificano in modo univoco un determinato prodotto. Si tratta di un sistema ideato nella metà del 1900 che vide la sua massima diffusione solo a partire dagli anni ’80.

Oggigiorno potete trovare barcode (e la loro evoluzione, i codici QR), in qualsiasi negozio, e di conseguenza, si sono moltiplicati i barcode scanner sul mercato, per andare incontro alle esigenze di tutti i commercianti.

 

Tipologie di barcode scanner

Un lettore di barcode può essere sia fisso, come quelli che molti supermercati utilizzano, implementato quindi nella cassa, oppure portatile, come quelli usati dalla maggior parte dei magazzini e piccoli rivenditori.

La comodità del lettore portatile è quella di poterlo ruotare a piacimento finché non cattura l’informazione tramite il fascio laser che emette dalla parte anteriore.

La forma ricorda quella di una pistola futuristica ed esistono modelli adatti sia a mancini sia destrorsi, aumentando il comfort di utilizzo.

 

Cablati e wireless

A loro volta, si differenziano in cablati e wireless. Questi ultimi sfruttano la tecnologia Bluetooth per collegarsi al ricevitore. La scelta, naturalmente, deve essere effettuata tenendo conto delle vostre personali esigenze. Se vi muovete spesso all’interno del magazzino e dovete verificare barcode di prodotti lontani dal computer, potrebbe essere preferibile uno strumento wireless. Se invece controllare i barcode dopo averli stampati, potreste preferire un modello USB che sia vicino quindi alla postazione di stampa. Tenete conto di queste caratteristiche per avere qualche indicazione in più se non sapete quale barcode scanner comprare.

 

Software

I barcode scanner sono solitamente forniti con un software proprietario, per gestire al meglio il dispositivo e indirizzare le informazioni che riceve dal barcode.

Per capirne il funzionamento al meglio, vi invitiamo a leggere il manuale di istruzioni allegato dal momento che il software incluso potrebbe variare, e, di conseguenza, anche l’impiego.

 

Barcode per impostazioni veloci

Solitamente, i prodotti più semplici, presentano nel libretto dei barcode, la cui lettura vi aiuterà a impostare automaticamente i parametri desiderati, come per esempio il volume del suono emesso alla lettura, riportare il prodotto alle impostazioni di fabbrica, la configurazione delle porte o anche la frequenza della trasmissione dei dati.

Collegamento al PC

Collegando il barcode scanner al PC, tramite porta USB, verrà rilevato e automaticamente partirà l’installazione dei driver, procedimento riconoscibile da un suono emesso dal lettore.

 

Verificare il funzionamento

Se non avete software di magazzino installato, e volete semplicemente fare una prova per verificare il funzionamento del dispositivo, potrete aprire un foglio Excel e attivare la lettura di qualche barcode casuale tramite la pressione del grilletto della pistola. Il laser, leggendo il codice a barre, invierà l’informazione al foglio Excel, dove potrete vedere numeri e/o lettere in base alla traduzione fatta dallo scanner.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI