Domande frequenti sulle console retrogaming

Ultimo aggiornamento: 25.05.24

 

Q1: Cos’è una console retrogaming?

Le console retrogaming sono dei particolari dispositivi di gioco sui quali sono preinstallati uno o più emulatori con le relative ROM di gioco.

Permettono di selezionare tra diversi giochi datati e di rivivere le emozioni del passato, infatti solitamente le console retrogaming sono particolarmente ricercate dai gamer che hanno visto nascere questo fenomeno e hanno posseduto console come il NES e il Super NES, oltre ad aver passato diverse serate nelle sale giochi.

 

Q2: Cos’è un emulatore?

L’emulatore è un programma particolare che permette ad un sistema operativo di ‘emulare’ un altro. Quando internet era agli albori, questi programmi si potevano scaricare e usare solo su PC, in modo da poter giocare ai titoli per le vecchie console di gioco.

In seguito, visto il crescente interesse della comunità gaming verso i titoli vecchi, gli emulatori si possono trovare anche su console come il Nintendo Switch che non a caso mette a disposizione emulatori con giochi del Nintendo, Super Nintendo e recentemente anche del Nintendo 64.

Sul mercato inoltre si possono trovare console retrogaming con emulatori preinstallati che potrete collegare al vostro televisore e giocare a tantissimi titoli.

 

Q3: Scaricare e giocare ai giochi vecchi è legale?

In generale scaricare le cosiddette ROM non è illegale, in quanto la maggior parte dei videogiochi è ancora protetta da Copyright. La battaglia contro i siti di Rom però viene condotta spesso dalle stesse case produttrici di videogame e console.

Nintendo ad esempio è riuscita a far chiudere diversi siti di Rom. I videogiochi Nintendo sono tra i più emulati in assoluto, per questo la software house giapponese si trova a fare i conti con la ‘pirateria’ praticamente ogni anno.

 

Q4: Quanti giochi si trovano in una console retrogaming?

Dipende molto dal tipo di console. Le repliche ‘mini’ delle console famose vendute da marche come Nintendo, Sony o SNK Playmore contengono 20 o 30 titoli.

Solitamente si tratta di alcuni dei titoli più importanti a livello storico, con alcune aggiunte di giochi meno conosciuti, ma che ugualmente hanno influenzato il game design a livello di gameplay o grafico.

Le console retrogaming prodotte da altre marche, possono contenere più di mille o addirittura diecimila giochi, prendendo titoli da diversi sistemi e dai cabinati arcade.

Q5: Dove comprare una console retrogaming?

Le console retrogaming come il Nintendo e il Super Nintendo mini sono ormai fuori produzione, in quanto sono state messe sul mercato in tiratura limitata.

Potete comunque trovare queste console in negozi di elettronica che vengono anche l’usato, oppure provare a cercare online.

Al contrario, console retrogaming ancora in produzione come la Playstation mini o le console ‘emulatore’ si possono trovare nei negozi di videogiochi oppure online.

Se invece cercate delle vere e proprie console di vecchia generazione, allora dovrete necessariamente puntare sull’usato, in quanto si tratta di console fuori produzione.

 

Q6: Quanto costa una console retrogaming

In generale, le console retrogaming replica di quelle originali prodotte dalle marche ufficiali possono costare dai 70 ai 100 €. Le console ‘emulatore’ invece hanno dei prezzi che variano dai 100 ai 150 €, mentre le mini console emulatore sono le più economiche, con un costo che va dai 50 ai 70 € massimo di spesa.

In generale si tratta di console molto meno costose rispetto a quelle della nuova o della scorsa generazione come Playstation 4 o 5.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI