I 5 Migliori Droni con Telecamera del 2021

Ultimo aggiornamento: 18.06.21

 

Drone con Telecamera – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensione 

 

Il drone con telecamera è largamente usato a livello professionale, per scattare foto ed effettuare riprese video dall’alto; sul mercato, ovviamente, sono disponibili molte tipologie, non soltanto nella fascia più elevata ma anche in quella dei prodotti a basso costo. Nella guida all’acquisto potrete trovare tutte le informazioni necessarie per capire come scegliere un buon drone con telecamera, in base alle vostre esigenze; la guida è seguita dalla recensione di quelli che gli acquirenti ritengono i migliori droni con telecamera del 2019. Tra questi si distinguono soprattutto il Potensic U36W, un modello estremamente facile da pilotare, ideale anche per i principianti e il DBPower Drone con telecamera X400W che è anche compatibile con visori 3D per un’esperienza di volo ancora più coinvolgente.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 5 Migliori Droni con Telecamera – Classifica 2021

 

La classifica che abbiamo stilato relativamente al miglior drone con telecamera, consta di cinque diversi modelli venduti online e prodotti da diversi marchi, disponibili nella fascia medio-bassa e recensiti dal primo all’ultimo in ordine di rilevanza.

Riguardo la scelta dei modelli, nel selezionare i droni abbiamo volutamente ignorato le caratteristiche puramente commerciali, come la “migliore marca” per esempio, e posto una maggiore attenzione, invece, alle caratteristiche tecniche, alle prestazioni offerte, ma soprattutto alle esperienze e ai pareri degli acquirenti, prediligendo i modelli più venduti in base al loro rapporto qualità-prezzo.

Anche le diverse tipologie, dovute alle dimensioni e al livello di prestazioni, sono state prese come criterio di scelta, in modo da venire incontro a esigenze di tipo sia amatoriale sia professionale.

 

 

1. Potensic U36W Drone con Telecamera HD 1280*720P

 

 

Principale vantaggio:

Il principale vantaggio del drone con telecamera U36W, prodotto dalla ditta Potensic, è quello di possedere funzioni di volo automatizzate; questo lo rende estremamente facile da pilotare, e quindi adatto anche a coloro che sono ancora alle prime armi e ai ragazzi.

 

Principale svantaggio:

Alcuni acquirenti lamentano che l’autonomia di volo, di soli 7 minuti, è troppo breve; purtroppo però, è una limitazione comune a tutti i modelli di drone di fascia economica, a prescindere dal marchio di produzione.

 

Verdetto 9.8/10

Nonostante la limitata autonomia di volo, il Potensic U36W è uno dei droni di fascia economica meglio riusciti, molto apprezzato da un gran numero di consumatori.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Facile da pilotare

Il drone Potensic U36W è stato progettato appositamente per fornire il massimo delle prestazioni per quanto riguarda le funzioni di volo e il pilotaggio; è dotato, infatti, della modalità di volo headless, che permette cambi repentini di direzione senza essere costretti a modificare l’orientamento del drone, modalità di mantenimento dell’altitudine, operazioni di decollo e atterraggio automatiche, eseguibili premendo semplicemente un tasto, e allarme acustico di prossimità, per segnalare il limite di portata massima del radiocomando.

Quest’ultimo, inoltre, è dotato anche della funzione First Person View, che permette di accoppiarlo allo smartphone e, tramite il suo display, visualizzare le inquadrature effettuate dal drone in tempo reale, cosa che lo rende ancor più facile da controllare; per questo motivo è un drone adatto anche ai principianti, oppure come regalo molto gradito per ragazzi dai 14 anni in su.

 

 

Buona qualità video

Le funzioni automatizzate gli permettono di compiere anche discrete acrobazie, come l’inversione a 360°, e il radiocomando supporta agevolmente dato funziona su una frequenza di 2,4 GHz, decisamente reattiva per un drone di tipo entry level.

È equipaggiato con una telecamera Wi-Fi dalla risoluzione di 720p, quindi in formato HD base, l’obiettivo della telecamera è un Super Wide Angle da 120° di ampiezza, quindi offre una discreta inquadratura panoramica; grazie al volo automatizzato, inoltre, il controllo della telecamera risulta più semplice.

Le funzioni video sono controllate tramite lo smartphone grazie all’app Flyingsee, scaricabile gratuitamente, e permettono di scattare foto e registrare video di qualità in alta definizione, anche se soltanto nel formato di base; l’autonomia offerta dalla batteria è limitata a sette minuti circa, ma è una prestazione che non gli si può contestare, dal momento che è standardizzata.

 

Ottimo per divertirsi

L’unico vero problema del drone Potensic U36W, secondo le opinioni di alcuni acquirenti, sono le sue dimensioni compatte e la leggerezza che, seppur comode in termini di ingombro offerto e facilità di trasporto, lo rendono estremamente sensibile al vento e, quindi, abbastanza problematico da controllare in determinate condizioni climatiche, nonostante tutti i suoi automatismi.

Nonostante ciò, però, gli acquirenti lo ritengono un ottimo drone, alla portata dei principianti e capace di eseguire riprese video d’effetto, ma consigliano di usarlo solo nelle belle giornate senza vento, e senza farlo allontanare troppo, in modo da non correre rischi; ovviamente ricordano che si tratta di un modello entry level, il cui scopo principale è il divertimento e non l’uso professionale.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. DBPower Drone con telecamera X400W

 

Per chi vuole iniziare a prendere un po’ di dimestichezza nel pilotare un drone, una buona scelta può essere il modello DBPower X400W, soprattutto per il materiale utilizzato per la sua costruzione. Anche se semplice plastica, è abbastanza dura da sopportare urti e cadute che saranno all’ordine del giorno quanto meno nei primi giorni di utilizzo del drone. 

Integra una buona videocamera con risoluzione HD (720p) che fornisce immagini nitide e ben calibrate, visibili su uno smartphone da associare via Wi-Fi al drone. Per avere una maggiore fluidità durante le riprese è però consigliabile abbassare la risoluzione a 480p. 

La durata della batteria è in linea con altri modelli in questa fascia di prezzo. ovvero non si va oltre i 10 minuti. Nella confezione però sono offerte due batterie per potersi divertire per quasi una mezz’ora prima di doverle ricaricare. Il peso non eccessivo non aiuta a pilotarlo quando c’è un po’ di vento.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. EACHINE E520 Drone 4K Telecamera 2.4GHz

 

Il drone con telecamera modello E520 è prodotto dalla ditta EACHINE, specializzata nel settore di produzione dei droni e dei veicoli radiocomandati e relativi accessori, ed è caratterizzato da una fotocamera con obiettivo grandangolare, capace di scattare foto e registrare video in alta definizione fino al formato massimo Ultra HD 4K.

È dotato di uno stabilizzatore di volo a sei assi, modalità di sospensione dell’altitudine, modalità di volo senza testa, decollo e atterraggio assistiti, volo in traiettoria e velocità regolabile, di conseguenza risulta estremamente facile da pilotare anche per un principiante.

La batteria da 1.200 mAh offre un’autonomia di volo di 15-17 minuti e richiede circa due ore e mezza per la ricarica completa, mentre il telecomando ha un raggio ottimale di quasi 200 metri; inoltre è dotato anche di app di controllo, che permette di pilotare il drone direttamente dallo smartphone, facendo a meno del telecomando.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Potensic Drone con Telecamera Quadricottero Telecomando WiFi

 

Anche l’U42W, prodotto dalla ditta Potensic, è un drone con telecamera dotato della modalità di volo in prima persona FPV; è un modello quadricottero alimentato da una batteria ai polimeri di litio, che offre un’autonomia di volo di circa sette minuti.

È un modello RTF, cioè pronto al volo, che non richiede ulteriori messe a punto o accessori particolari per essere usato, è equipaggiato con una fotocamera WiFi da 2 megapixel dalla risoluzione HD 720p, e dispone di un radiocomando con tutte le funzioni di volo preimpostate, collegabile a uno smartphone tramite WiFi.

La sua dotazione di accessori include, oltre al radiocomando, quattro eliche di ricambio, due batterie da 3,7 Volt e 500 mAh l’una, una delle quali già inserita all’interno del drone, il caricabatteria USB, i carter di protezione per le eliche, due pattini per l’atterraggio, il supporto per lo smartphone, un piccolo cacciavite e le istruzioni in italiano.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. DJI Drone Phantom 4 con Videocamera 12 MP/4K

 

Il Phantom 4, prodotto da DJI, occupa l’ultimo posto della nostra guida a causa del costo elevato, pur essendo forse il miglior modello tra quelli che abbiamo recensito.

Si tratta infatti di un drone con telecamera 4K da 12 megapixel, con sistema di tracciamento automatico dei soggetti in movimento; dispone inoltre di un sistema di posizionamento atto a evitare automaticamente gli ostacoli sulla rotta e di una connettività video del raggio di 5 chilometri, lo stesso raggio d’azione, in condizioni meteo ottimali, è garantito anche al telecomando.

Le prestazioni sono a dir poco eccellenti, con un’autonomia di volo garantita di 28 minuti; l’unica pecca è che l’eccellenza è estesa anche al prezzo.

Gli acquirenti, infatti, sono rimasti estremamente soddisfatti dalla qualità di questo drone, sia per le prestazioni di volo sia per la qualità video ma, date le caratteristiche e il prezzo, lo ritengono destinato a un uso esclusivamente professionale.

Acquista su Amazon.it (€920)

 

 

 

Potensic U36W Drone con Telecamera HD 1280*720P

 

Il drone con telecamera HD Potensic U36W è alimentato da una batteria ricaricabile, inclusa nella confezione insieme all’apposito caricabatteria, che offre un’autonomia di volo di circa 7 minuti.

È controllato da un telecomando alimentato da una batteria AA, entrambi parte della dotazione di accessori, con un raggio d’azione massimo di 30 metri; è un drone semplice da pilotare, grazie anche alla modalità di volo headless, alla presenza dei pulsanti per il decollo e l’atterraggio automatici e di un pulsante che permette l’arresto immediato dei motori in caso di emergenza.

La telecamera HD è in formato 720p e dispone di un obiettivo grandangolare da 120 gradi, con modalità Hold e VR; inoltre, scaricando l’app Flyingsee, è possibile ricevere le immagini della telecamera direttamente sul proprio smartphone o sul tablet.

Gli acquirenti, date le sue caratteristiche tecniche e la facilità con cui può essere pilotato, lo ritengono ideale anche per i principianti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior drone con telecamera?

 

Abbiamo inserito anche una tabella di comparazione da cui potrete ricavare, in modo semplice e veloce, i consigli d’acquisto relativi a quale drone con telecamera comprare, basati sulla nostra classifica.

La tabella, infatti, confronta prezzi, vantaggi e svantaggi dei modelli che si sono piazzati rispettivamente al primo, secondo e terzo posto della nostra classica; ulteriori informazioni in merito ai droni recensiti e ai criteri in base ai quali sono stati analizzati, potrete trovarli direttamente nella guida all’acquisto.

 

 

Le applicazioni pratiche

Il pilotaggio dei droni è un’esperienza soddisfacente non soltanto da un punto di vista puramente ludico. L’utilizzo sempre più diffuso di questi piccoli velivoli radiocomandati, infatti, ha raggiunto l’ambito professionale in quasi tutti i campi di applicazione ormai.

Il drone con telecamera, in particolare, è usato a livello professionale per effettuare rilevamenti topografici, aerofotogrammetria o videosorveglianza, ma è utilizzato anche per fare fotografie e riprese video a scopo documentaristico o cinematografico.

Dal momento, però, che l’uso di questi apparecchi non è appannaggio esclusivo dei professionisti, il mercato offre un’ampia scelta di modelli, molti dei quali disponibili nella fascia più economica.

Per scegliere in maniera consapevole ed evitare di spendere soldi inutilmente, bisogna tenere conto delle proprie esigenze: è destinato a un ragazzo o a un adulto? Si è già esperti di pilotaggio o alla prima esperienza? La qualità delle immagini e dei video deve essere elevata o non è un fattore importante?

 

Caratteristiche tecniche

Prendendo in esame l’ultimo quesito, uno degli aspetti di fondamentale importanza nella valutazione di un drone con telecamera, è appunto la tipologia di quest’ultima; è superfluo ricordare che la resa minima richiesta, per un uso professionale o semiprofessionale, è l’alta definizione in formato Full HD 4K, con tutto quel che ne consegue in termini di prezzo.

Se avete esigenze di tipo amatoriale, invece, allora potrete orientarvi tranquillamente verso un modello con telecamera HD a 720p, meno prestante in termini di qualità delle immagini, ma decisamente più economico.

La telecamera, inoltre, può offrire determinate funzionalità in più o in meno, a seconda del modello, come la capacità di trasmettere in diretta la visuale in prima persona sullo schermo dello smartphone, e altro.

Un altro aspetto da valutare in base all’uso che si intende fare del drone, è la sua autonomia di volo; ricordate che i modelli più prestanti, anche in questo caso, sono quelli progettati per un uso pro e semipro, questo tipo di droni ha il pregio di offrire elevate prestazioni sotto tutti gli aspetti, e un’autonomia di volo che può superare anche i 30 minuti, mentre i modelli più economici hanno sì il pregio di costare meno, ma hanno un’autonomia di volo limitata a pochi minuti.

 

 

Il pilotaggio

L’esperienza nel pilotare, in realtà, è un fattore che incide relativamente nella scelta di un drone con telecamera, dal momento che la tendenza generale delle aziende produttrici è quella di renderli estremamente facili da pilotare, proprio per dare modo all’operatore di concentrarsi maggiormente sulle riprese da effettuare.

Sia i modelli economici, per uso amatoriale, sia quelli professionali, quindi, sono tutti dotati dei sistemi di controllo più diffusi attualmente, come la modalità di volo Headless, l’altimetro barometrico che permette al drone di mantenere in maniera autonoma la quota impostata, il decollo e l’atterraggio automatici e molte altre funzionalità che ne rendono l’uso molto facile, anche per i principianti assoluti.

 

 

 

Come utilizzare un drone con telecamera

 

I droni con telecamera permettono di scattare foto ed eseguire riprese video dall’alto, sono facilmente controllabili sia con il radiocomando in dotazione, sia tramite smartphone o tablet, nel caso il modello preveda l’accoppiamento con dispositivo mobile. Sono velivoli molto usati non solo a scopo di intrattenimento ma anche in ambito professionale e, per questo motivo, sul mercato sono disponibili numerose varianti in tutte le fasce di prezzo.

 

 

Perché acquistare un drone con telecamera?

La scelta di acquistare un drone con telecamera può essere motivata da diverse esigenze, a cominciare da quelle meramente ludiche; ma non bisogna sottovalutare l’aspetto didattico, invece, ovvero la possibilità di avvalersi della telecamera al fine di migliorare ulteriormente le proprie capacità di pilotaggio, e di acquisire uno stile di volo subordinato all’esigenza di ottenere le giuste inquadrature per le riprese video e gli scatti fotografici.

Acquisire questo tipo di padronanza di volo, infatti, vi metterà nella condizione di poter accedere all’uso dei modelli professionali, utilizzati in vari ambiti di lavoro.

 

Come scegliere il drone con telecamera

Il modello scelto, ovviamente, dovrà soddisfare il più possibile le vostre esigenze, anche in base al vostro grado di familiarità con i droni e la capacità di poterli pilotare senza problemi.

Sotto questo aspetto si è facilitati, dal momento che la quasi totalità dei droni con telecamera disponibili sul mercato, a prescindere dal costo, sono quasi del tutto automatizzati per quanto riguarda le funzioni di volo; decollo, atterraggio, eventuali manovre particolari o acrobatiche, mantenimento della quota di volo, sono tutte operazioni eseguite in automatico o tramite la pressione di un singolo pulsante.

L’autonomia di volo, invece, e la resa video della telecamera, variano in base alla fascia economica di appartenenza del drone, i modelli più economici hanno telecamere dalla scarsa risoluzione e un’autonomia di volo di pochi minuti, più si sale di prezzo e più aumentano le prestazioni in tal senso.

 

Principi di funzionamento

I droni con telecamera attualmente in commercio, sono tutti modelli RTF, sigla che sta per Ready To Fly e indica che il drone è subito pronto al volo non appena tolto dalla confezione.

Basta semplicemente applicare la batteria, nel caso non sia già integrata, e utilizzare il radiocomando in dotazione; le leve di controllo servono a direzionare il volo nelle quattro direzioni, avanti, indietro, destra e sinistra, e ulteriori pulsanti servono a impostare la velocità, la quota e a eseguire le varie operazioni standard di volo, come decollo e atterraggio.

 

 

Il volo in prima persona

Alcuni droni con telecamera, inoltre, sono predisposti per essere controllati anche tramite un’app, scaricabile su un dispositivo mobile, smartphone o tablet, e offrire quindi l’ulteriore funzionalità FPV, acronimo di First Person View, che sta a indicare una particolare modalità di pilotaggio che sfrutta l’inquadratura video della telecamera, in tempo reale, aiutando l’operatore a pilotare il drone come se vi si trovasse a bordo.

Questo tipo di droni sono dotati di un radiocomando predisposto all’aggancio con uno smartphone, che diventa a tutti gli effetti lo schermo della telecamera del drone.

Le prestazioni nel volo FPV, però, dipendono dalla latenza che si accumula durante la trasmissione del segnale e i droni più economici tendono a essere molto carenti sotto questo aspetto.

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI