I 5 Migliori Interruttori da Parete del 2022

Ultimo aggiornamento: 01.10.22

 

Interruttore da Parete – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Il prossimo futuro della casa è quello legato alla domotica, resa oggi accessibile e alla portata di tutti grazie agli sviluppi dell’IoT, internet delle cose. Ma è facile perdersi dietro alle infinite sigle e alle rapide innovazioni che si susseguono in questo territorio sabbioso ancora poco praticato. Per evitare di spendere male il proprio denaro acquistando qualcosa destinato a perdere presto mercato, perché facile a essere surclassato dalle novità incalzanti, è bene documentarsi attentamente e studiare con attenzione tutto quello che riguarda le nuove tecnologie. Chi invece non ha tanto tempo a disposizione per cercare risposta al proprio desiderio di rendere “smart” la propria casa, potrebbe trovare utile la nostra guida alla scelta dei migliori interruttori da parete. Una classifica di cinque tra i modelli più interessanti vi offrirà una buona panoramica dello stato dell’arte di questo settore in costante sviluppo. Per esempio non è da lasciarsi scappare il Nod On CWS-2-1-01, che incorpora l’innovativa tecnologia Energy Harvesting in grado di convertire in elettricità qualsiasi fonte di energia presente nell’ambiente, che sia termica, cinetica o altro. Il Navaris Luce Casa Touch, invece, è un relè touchscreen con pannello in vetro antigraffio, che consente di accendere e spegnere le luci con un semplice tocco.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il migliore interruttore da parete?

 

Non è sempre facile orientarsi nella scelta del giusto dispositivo elettronico vista la velocità con cui si susseguono le innovazioni nel settore tecnologico. Ma lo è altrettanto anche nell’acquisto degli interruttori che servono ad accenderli e a governarli per rendere il loro uso ancora più funzionale e versatile. Questa guida si propone di offrire un breve spaccato che descriva lo stato dell’arte della domotica e dell’internet delle cose, che permette di governare tramite interruttori intelligenti gli elettrodomestici e le luci di casa.

 

 

L’internet delle cose e la domotica

Fino a qualche anno fa immaginare di rendere completamente autosufficiente la propria casa sembrava avere un prezzo accessibile solo ai più facoltosi. Oggi, invece, le innovazioni tecnologiche stanno rendendo alla portata di tutti le innovazioni più rivoluzionarie a prezzi alla portata di molti. La partita della domotica, cioè automatizzare gran parte del governo degli elettrodomestici casalinghi, si gioca tutta sul terreno dell’IoT.

Internet of Things, l’internet delle cose, è la nuova frontiera che permette di collegare a un solo centro di comando tutte le funzioni regolate dalla corrente elettrica in casa. Quindi un solo dispositivo, come uno smartphone, può governare l’accensione e lo spegnimento di elettrodomestici, luci, riscaldamento, se predisposti di ricevitore wireless.

Nel caso in cui non lo siano di fabbrica, è sempre più comune trovare interruttori che consentano di dotare di ricevitore di segnale wireless qualsiasi dispositivo. Chi confronta prezzi si sarà già accorto che il futuro è alle porte: è irrisorio il costo di questi apparecchi che facilitano l’ingresso dei vecchi elettrodomestici nella nuova era ultraconnessa.

Nella classifica che segue offriamo alcuni esempi di soluzioni innovative da prendere in considerazioni per ammodernare la propria casa.

 

La progressiva sparizione dei cavi

La recensione di ogni dispositivo elettronico in vendita sul mercato si dilunga sul tipo di segnale che è in grado di ricevere, l’intensità della frequenza radio compatibile e altri dati tecnici che dicono poco ai più ma che danno informazioni importanti su come possono essere connessi alla rete centrale. Non tutti gli elettrodomestici si appoggiano alla rete internet domestica, altri impiegano altri metodi che permettono la progressiva sparizione della cablatura, specie quella parecchio invasiva che entra nelle pareti e necessita di opere murarie.

Tecnologie già rodate come il Bluetooth o il collegamento wireless, si combinano alle più innovative soluzioni che sfruttano il trasferimento del segnale radio su bassa frequenza. Si tratta dell’innovativo e promettente campo della tecnologia “energy harvesting”, la nuova frontiera che promette di abbattere i consumi e di creare energia elettrica a partire dalla conversione e accumulo dell’energia già presente in un ambiente, che provenga dal movimento o dal calore.

 

 

Risparmio energetico e consumi intelligenti

La migliore marca in questo settore è difficile da identificare: i cambiamenti si susseguono rapidi e i nuovi soggetti attivi si moltiplicano in maniera incontrollabile affiancata ai grandi colossi che cercano di non farsi rosicchiare terreno sotto i piedi dai nuovi concorrenti. Di certo la tendenza abbracciata da tutti è quella di operare per consentire il miglior uso della tecnologia rivolta ad ottimizzare i consumi abolendo gli sprechi.

La programmazione e pianificazione su base giornaliera o settimanale dell’accensione o spegnimento degli elettrodomestici consente di regolare al meglio l’uso dei dispositivi: dal semplice termostato che attiva i riscaldamenti poco prima del nostro rientro in casa, fino ai dispositivi in grado di far accendere le luci in maniera casuale per dissuadere i ladri dall’introdursi in casa in nostra assenza, sono solo alcuni degli esempi del potenziale infinito del controllo intelligente.

I 5 Migliori Interruttori da Parete – Classifica 2022

 

Il progresso della scienza porta a innovazioni inimmaginabili fino a pochi anni fa, ma quali sono i migliori interruttori da parete del 2022? Quali meritano di essere presi in considerazione per passare al nuovo e rendere la propria casa pronta per il suo ingresso nel futuro? Di seguito proponiamo una selezione attenta dei prodotti che più di altri possono essere presi in considerazione in vista di un nuovo acquisto.

 

 

1. Nod On CWS-2-1-01 Wall Switch EnOcean

 

È forse il migliore interruttore da parete, specie perché impiega la tecnologia di punta destinata a rivoluzionare l’idea di consumi e collegamento alla corrente elettrica rispetto a come siamo stati abituati a concepirla finora. L’interruttore incorpora la soluzione EnOcean, leader mondiale nel campo della tecnologia energy harvesting.

E infatti, questo pulsante funziona senza necessità di essere collegato alla corrente trasformando in impulso elettrico la pressione del dito sul tasto. Funziona senza bisogno di batterie sfruttando il generatore magnetoresistente che trasmette il segnale via radio al dispositivo o gruppi di dispositivi da comandare da remoto.

Questi devono essere a loro volta predisposti per ricevere il segnale radio a bassa frequenza su cui trasmette l’interruttore, da qui in poi è possibile contare sulla trasmissione delle informazioni per governare, a scelta, un gruppo di dispositivi o due gruppi installando l’interruttore con uno o due pulsanti rispettivamente.

Ovviamente non necessita di opere murarie per essere collocato: è sufficiente del nastro biadesivo per fissare interruttore da parete wireless dove si preferisce.

Nella nostra guida per scegliere il migliore interruttore da parete, potete individuare prodotti particolarmente innovativi, come quello di Nod On. Per capire meglio i suoi pregi e difetti, analizzate insieme a noi le caratteristiche che lo contraddistinguono.

 

Pro

Tecnologia EnOcean: Grazie a questo sistema, non ci sarà alcuna necessità di collegare l’interruttore alla corrente. Sfrutta infatti un generatore magneto resistente in grado di inviare il segnale ai dispositivi che è necessario comandare da remoto.

Wireless: Non necessita di alcuna installazione, dato che si serve della tecnologia wireless. Per questa ragione basterà attaccarlo alla parete con del semplice nastro biadesivo.

 

Contro

Materiali: Non appaiono di grande qualità e ciò delude una grande fetta di utenti, che si aspettavano elementi migliori dato il prezzo non proprio irrisorio del prodotto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Navaris Interruttore Luce Casa Touch Con Pannello In Vetro

 

Se non sapete quale interruttore da parete comprare perché ne cercate uno caratterizzato da un design moderno ed esteticamente gradevole rispetto agli altri venduti online, vi consigliamo di dare un’occhiata alle caratteristiche offerte dal commutatore proposto da Navaris, che al vantaggio dei prezzi bassi unisce una buona qualità costruttiva e un’elevata praticità d’uso.

Disponibile in due diverse colorazioni con finitura bianca o nera per adattarsi allo stile dell’ambiente in cui verrà posizionato, è un relè touchscreen con pannello in vetro antigraffio attraverso il quale si potranno accendere e spegnere le luci collegate con un semplice tocco, potendo contare su un led blu che ne segnala l’accensione.

Per quanto riguarda l’installazione, l’interruttore può essere installato in una scatola di derivazione a incasso con diametro di 72 mm per fare in modo che non sporga in modo vistoso dalla parete.

Sebbene sia compatibile con la maggior parte delle lampade in commercio, non supporta la funzione dimmer né il collegamento via radio e può essere associato solo a dispositivi con almeno tre watt di potenza.

 

Pro

Estetica: In comparazione ai tradizionali interruttori con pulsanti in plastica, quello proposto da Navaris funge anche da affascinante complemento d’arredo per decorare anche la più triste e spoglia delle pareti con un tocco di stile e modernità.

Semplice da usare: Per accendere e spegnere i dispositivi di illuminazione collegati è sufficiente sfiorare l’interruttore tattile posto al centro del pannello in vetro, con tanto di led blu a indicare l’accensione delle luci.

Prezzo: Rientra tra i modelli più venduti e apprezzati sul mercato anche per l’ottimo compromesso tra qualità, prestazioni e prezzo.

 

Contro

Wireless: Essendo sprovvisto di modulo wi-fi, non permette il controllo da remoto dell’illuminazione di casa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. LoraTap Interruttore Luce Senza Fili 230V On/Off

 

Anche in questo caso parliamo di un interruttore wireless che, come gli altri, ha il vantaggio di poter essere utilizzato senza dover praticare fori nella parete. Rispetto agli altri, questo modello ha però una particolarità: essendo composto da due parti, quella da incollare al muro e una base magnetica, può essere staccato e utilizzato da qualunque punto della stanza, una vera comodità.

In campo aperto la distanza di trasmissione arriva anche a 200 metri, ma anche in casa gli utenti hanno constatato che si può comandare l’accensione e lo spegnimento di luci o apparecchiature a diverse decine di metri.

Disponibile in due colori, questo interruttore ha un prezzo competitivo e infatti è tra i più venduti e apprezzati online.

Supporta fino a 2.500 watt di carico e ogni dispositivo ha un suo identificativo, per cui se ne possono usare diversi anche all’interno della stessa stanza.

Rivediamo adesso in breve i principali vantaggi e svantaggi del nuovo interruttore LoraTap, estremamente apprezzato dagli utenti. Ecco perché.

 

Pro

Senza fili: Anche in questo caso parliamo di un interruttore da parete wireless che si installa con del nastro biadesivo senza praticare fori nella parete.

Base staccabile: La vera particolarità di questo modello sta nella presenza della base magnetica staccabile che permette di utilizzarlo da qualunque punto della stanza, per esempio dal divano o dalla poltrona.

Efficace: Questo è un dispositivo molto apprezzato perché funziona a diverse decine di metri di distanza (fino a 200 in campo aperto) e supporta un carico di 2.500 watt per le apparecchiature elettriche. Se ne possono usare diversi nella stessa stanza senza interferenze.

 

Contro

Design: Disponibile in due colori, l’interruttore ha un design che è piaciuto a molti ma non ha convinto tutti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Didikit Interruttore da Parete Energie Cinetiche + 2500 W

 

Se vi state chiedendo dove acquistare un interruttore da parete senza fili e senza batterie, potreste rivolgere la vostra attenzione al modello proposto da Didikit, di gran lunga più economico rispetto ad altri prodotti simili, ma non per questo meno performante.

L’installazione del dispositivo non richiede alcun collegato alla corrente elettrica poiché capace di trasformare l’energia cinetica in elettricità per inviare un segnale radio a bassa frequenza al ricevitore da collegare via cavo in prossimità della luce o del lampadario che si vuole controllare

Con un raggio d’azione di 30 metri – che aumentano a 200 quando utilizzato come interruttore esterno da parete – permette di gestire anche più dispositivi in contemporanea, fino a un massimo di 2.500 watt di potenza, con l’ulteriore possibilità di poter associare dieci telecomandi al ricevitore per rendere ancora più funzionale e versatile il controllo dell’illuminazione e degli elettrodomestici di casa.

Inoltre, grazie al design compatto e allo spessore ultrasottile, occupa pochissimo spazio e si può nascondere facilmente dietro un mobile o una presa per celarne la presenza.

 

Pro

Installazione: L’interruttore Didikit non necessita di alcun collegamento alla corrente elettrica né di batterie, in quanto capace di trasformare l’energia cinetica in elettricità.

Efficiente: La distanza di trasmissione del dispositivo può raggiungere un massimo di 30 metri (fino a 200 in campo aperto) e supporta un carico di 2.500 watt per le apparecchiature elettriche.

Versatile: Altra particolarità di questo modello sta nella possibilità di poter associare fino a dieci telecomandi al ricevitore, così da gestire tutti i dispositivi elettronici e di illuminazione presenti in casa con un solo apparecchio.

 

Contro

Estetica: L’unico difetto riscontrato per questo interruttore wireless è il design spartano e poco curato sotto il profilo estetico, che lo rende poco indicato per gli ambienti arredati con una certa attenzione verso i dettagli.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Jinvoo Pannello touch con interruttore a parete intelligente WiFi

 

I nostri consigli su come scegliere un buon interruttore da parete si concludono con questo modello a marchio Jinvoo, che permette di gestire fino a tre luci con un semplice tocco sullo schermo o tramite l’app Jinvoo Smart, disponibile sia per i dispositivi Android sia per quelli iOS.

Altra caratteristica di spicco del modello è la compatibilità con gli assistenti vocali Alexa e Google Assistant, così da poter controllare l’illuminazione domestica con il semplice suono della propria voce, mettendo a disposizione anche un pratico timer per programmare l’accensione e lo spegnimento delle luci in specifici orari della giornata, riducendo così anche i costi delle bollette.

L’interruttore si contraddistingue anche per il design elegante e discreto che gli permette di passare inosservato anche in ambienti arredati con una certa cura verso l’estetica, risultando ben visibile anche al buio grazie ai pulsanti touch retroilluminati che permettono di individuarlo anche di notte o in condizioni di scarsa visibilità.

Sul fronte della sicurezza, il dispositivo dispone delle certificazioni CE e RoHS che ne attestano la conformità ai requisiti previsti dalla normativa europea in materia apparecchiature elettriche ed elettroniche.

 

Pro

Funzionale: L’interruttore intelligente Jinvoo supporta il wi-fi a 2,4 Ghz, presente nella maggior parte delle abitazioni, e permette il controllo da remoto sia tramite smartphone scaricando l’app Jinvoo Smart sia attraverso gli assistenti vocali Alexa e Google Assistant.

Timer: Può controllare fino a tre luci contemporaneamente che, grazie al timer integrato, si accenderanno e spegneranno automaticamente in specifici orari impostati dall’utente.

Sicurezza: L’involucro esterno è realizzato con un materiale ignifugo che evita la propagazione del fuoco in caso di sovraccarichi o cortocircuiti, mentre le certificazioni CE e RoHS attestano la conformità del dispositivo alle norme di sicurezza dettate dall’Unione Europea.

 

Contro

Installazione: Non è sempre facile installarlo nella parete, in quanto le sue dimensioni oltrepassano quelle delle cassette di derivazione standard.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare un interruttore da parete

 

Volete cambiare il vostro interruttore perché magari non funziona più, oppure cercate qualcosa di più moderno e magari, tecnologicamente avanzato? Le scelte non mancano ma prima di prendere la vostra decisione, vi suggeriamo di leggere quanto segue, potreste trovare qualche spunto interessante. E se siete del gentil sesso, non saltate frettolosamente queste righe, crediamo che possano essere di interesse anche per voi.

 

 

Scattate una foto

Cambiare l’interruttore di casa non è cosa difficile, chiaro, se si hanno delle nozioni in fatto di impianti elettrici è meglio, tuttavia si tratta di collegare pochi fili.  Innanzitutto ricordatevi di staccare l’elettricità. Fatto ciò, passate alla rimozione della placchetta e scattate una foto ai collegamenti. In questo modo, anche se non avete mai sostituito prima un interruttore, vi sarà chiaro come andranno i cavi.

 

Tagliate i fili

Servendovi di un utensile adeguato, tagliate i cavi di collegamento. In questo modo potrete allentare agevolmente le viti che tenevano saldo il collegamento. Dopo aver allentato le viti, spellate i cavi tagliati in precedenza: mezzo centimetro dovrebbe bastare.

Attorcigliate il rame che si trova all’interno dei cavi e inserite ciascun filo nel suo alloggio. Usate la foto che avete scattato come riferimento. Stringete le viti e reinserite l’interruttore nel vano all’interno del muro. Sistemate la placchetta e riattaccate la corrente. Se i collegamenti sono stai fatti bene, la luce si accenderà.

 

 

L’altezza dell’interruttore

Se si deve fare daccapo l’impianto elettrico, è bene scegliere con cura l’altezza alla quale sistemare l’interruttore. Conviene che questa non sia troppo in basso ma neanche troppo in alto. Chi preferisce, poi, può anche approfittare per inserire una presa della corrente che torna sempre utile, magari per alimentare elettrodomestici quali un aspirapolvere. Oltretutto, se sistemato ad altezza di sicurezza da bambini, si eviterà che questi possano metterci mano per giocarsi.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

KAINSY Wifi

 

Ecco come scegliere un buon interruttore da parete che sia anche funzionale e ricco di potenzialità. Questa soluzione si presta a rispondere a numerose esigenze di connessione per rendere la propria casa a prova di controllo da remoto.

Pronti per passare l’esame dell’avvento della domotica in tutte le case? Questo dispositivo è da considerare una delle offerte più interessanti in questo senso. Si connette alla rete internet domestica e da qui permette di controllare tutti i dispositivi a questa connessi. Considerando che anche gli elettrodomestici comuni come le lavastoviglie o le lavatrici sono oggi predisposte a ricevere il segnale wireless per consentire il controllo da remoto, si capisce l’importanza di avere una centralina di controllo unificata che consenta di tenere traccia di tutta la programmazione.

È possibile collegare numerosi dispositivi, tutti quelli connessi alla rete, e governarli direttamente dal pannello touch oppure attraverso l’app dedicata. È compatibile per il dialogo con l’assistente di Google o con il corrispettivo proposto da Amazon, Alexa, che aiutano nella pianificazione dell’uso delle applicazioni e dei dispositivi di casa.

Quello di Kainsy è un prodotto innovativo, che potrete avere a prezzi bassi se consultate il link più in basso, pensato per indicarvi dove acquistare un modello del genere. Vediamo qui quali sono i vantaggi e gli svantaggi che ne comporta l’acquisto, a conclusione della nostra recensione.

 

Pro

Wireless: La speciale tecnologia che contraddistingue questo interruttore consente di fargli controllare tutti gli elettrodomestici che sono collegati alla rete internet di casa. Se possedete oggetti del genere, sarà davvero semplice utilizzarli servendovi di questo dispositivo.

Touch Screen: Il pannello touch permette di interagire con i prodotti collegati, ma è possibile utilizzare anche un’app apposita.

Interattivo: Può dialogare con l’assistente di Google o di Amazon, per pianificare accensioni, spegnimenti e altre funzioni.

 

Contro

Non modificabile: Chi ha particolari competenze in materia e desidera modificare il prodotto, troverà abbastanza difficile farlo. Per questa ragione dovrete accontentarvi di averlo così come lo avete comprato.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI