Come risolvere il problema delle riprese in interni e in condizioni di scarsa luce

Ultimo aggiornamento: 28.02.24

 

Una limitazione standard per tutte le videocamere

Prima di passare ai consigli sulle soluzioni possibili, è bene fare una premessa per spiegare nel dettaglio quella che è una problematica tipica di tutte le videocamere, incluse quelle di categoria professionale.

Ci riferiamo ovviamente al calo di qualità nelle immagini quando si cerca di effettuare riprese in interni, oppure in condizioni di scarsa illuminazione; questo limite, come accennato anche prima, è tipico delle videocamere ed è dovuto in larga parte alle dimensioni ridotte del sensore di acquisizione delle immagini.

Le uniche videocamere che non soffrono di questa limitazione, infatti, sono le camcorder professionali dotate di sensori Super 35 o Full Frame, il cui costo minimo parte dai 10.000 euro in su.

 

In cosa consiste il problema

Le dimensioni del sensore, che in alcuni casi supera di poco i 3 millimetri, lo penalizzano notevolmente quando l’intensità della luce ambiente cala; anche i modelli retroilluminati, purtroppo, soffrono di questa limitazione, ragion per cui le riprese effettuate in interni, oppure durante l’alba e il tramonto, mostrano una perdita di nitidezza e una generazione diffusa di rumore digitale che è proporzionale alla scarsità di luce.

Chi si appresta a comprare una videocamera, quindi, deve essere consapevole di questo aspetto e non deve sentirsi frustrato se il video girato in casa durante il compleanno del bambino non mostra una qualità all’altezza delle aspettative; soprattutto perché esiste la possibilità di risolvere il problema con una spesa tutto sommato minima.

 

Gli illuminatori video LED

A quasi tutti sarà capitato almeno una volta di presenziare a un matrimonio, e quindi di aver visto l’operatore video con la telecamera e il faretto; ecco, la soluzione più semplice ed efficace per risolvere il problema della qualità delle riprese in condizioni scarsa luce è proprio quella di adoperare il classico “faretto”.

Si tratta di un accessorio che svolge lo stesso ruolo del flash elettronico per le fotocamere, con la differenza che invece di un singolo lampo proietta un fascio di luce costante dall’intensità variabile.

Al giorno d’oggi, grazie alla tecnologia LED, è stato possibile ridurre ulteriormente i costi, le dimensioni e il peso di questo accessorio; i moderni illuminatori video LED sono compatti e leggeri, inoltre permettono di regolare non solo l’intensità della luce ma anche la sua temperatura in gradi Kelvin, rendendo il fascio freddo o caldo a seconda delle esigenze.

Il loro costo può variare dai 30 ai 150 euro circa a seconda del modello; alcuni inoltre, a parte fornire luce bianca, possono emettere anche luce colorata.

L’utilizzo di uno o due illuminatori video, anche in esterni e in pieno giorno se le circostanze lo richiedono, aiuta a migliorare notevolmente la qualità delle immagini, inoltre è indispensabile per eseguire riprese video in interni.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI