Domande frequenti sui proiettori 4K

Ultimo aggiornamento: 22.04.24

 

Q1: Meglio un TV o il proiettore?

Se lo scopo è lo stesso, ovvero vedere contenuti multimediali, le due tecnologie sono molto diverse. I televisori al giorno d’oggi hanno un costo molto inferiore, soprattutto se si desidera puntare sul 4K, ambito in cui i proiettori sono ancora elitari.

Anche i costi di manutenzione sono superiori, pertanto dovreste puntare su questi ultimi solo se siete amanti del cinema e volete godere a casa vostra della stessa esperienza che si ha in sala.

 

Q2: Cosa sono i lumen?

Si tratta di un’unità di misura relativa al fascio di luce. Più è alto il valore lumen e migliore sarà la visibilità della proiezione anche in ambienti illuminati.

Per i proiettori di qualità elevata è bene affidarsi alla dicitura ANSI lumen, acronimo che sta per American National Standard Institute.

Si tratta di un metro di paragone più affidabile rispetto al classico lumen poiché questi vengono calcolati in base a uno standard ufficiale.

 

Q3: Si può proiettare direttamente sulla parete?

Se si possiede una parete sufficientemente grande in casa è naturalmente possibile proiettare le immagini direttamente lì, evitando di acquistare un telo apposito. Tuttavia, tale scelta comporta anche degli svantaggi.

Il bianco del muro non è infatti tale da garantire una visione perfetta dei colori e, se consideriamo le naturali imperfezioni delle pareti casalinghe, vien da sé che non si tratta della soluzione migliore.

Se avete speso migliaia di euro per un proiettore 4K, il nostro consiglio è quello di investire qualcosina in più per dotarvi anche di un telo di qualità.

 

Q4: Cosa posso collegare al proiettore?

I prodotti che abbiamo avuto modo di analizzare nella nostra classifica, che trovate in alto, sono tutti all’avanguardia pertanto dispongono di porte di ogni tipo, non solo quindi le obsolete VGA ma anche il nuovo standard HDMI.

Grazie a questo potrete usufruire di smartphone, computer portatili o fissi, lettori DVD e Blu-Ray e qualsiasi altro apparecchio predisposto per la visione o riproduzione di contenuti multimediali.

Meno ampia è invece la scelta per gli impianti audio poiché non tutti i proiettori hanno un’uscita per l’audio, alcuni sfruttano un modulo wireless bluetooth mentre altri sfruttano gli altoparlanti interni.

Q5: Dopo quanto tempo va sostituita la lampada?

La durata è diversa in base al prodotto che deciderete di acquistare. Proiettori dal costo elevato garantiranno lampade performanti, con modalità Eco che ne aumentano considerevolmente l’autonomia, tuttavia arriverà comunque il momento in cui la luminosità inizierà a ridursi, offrendo quindi prestazioni sub-ottimali.

Questo è un chiaro indicatore della necessità di cambiare la lampada, tuttavia non bisogna preoccuparsi eccessivamente poiché con utilizzi intermedi tale esigenza non si presenterà prima di qualche anno dalla data d’acquisto.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI