GoPro Hero3 Black Edition – Recensione

Ultimo aggiornamento: 22.06.21

 

Principale vantaggio

Il vantaggio della Hero3 Black, nonostante sia una versione datata, è quello di essere ancora l’unica GoPro al top per quanto riguarda le prestazioni cinematografiche; infatti è la più richiesta dai moviemakers e dai cineasti, per la realizzazione di scene dinamiche mozzafiato in prima persona.

 

Principale svantaggio

Proprio a causa delle sue caratteristiche specifiche, pur essendo un modello datato mantiene ancora un prezzo decisamente alto, e quindi è da considerarsi a tutti gli effetti un prodotto di nicchia.

 

Verdetto 9.9/10

Costa molto e per alcuni aspetti è stata superata dalle versioni più recenti, ma è ancora al top per le prestazioni cinematografiche. Quindi è consigliata a una clientela specifica.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Hero3 Black, l’unica GoPro per uso cinematografico

Fin da quando i laboratori Woodman hanno lanciato sul mercato le GoPro, si sono sempre concentrati nell’offrire la resa migliore a un determinato tipo di utenza, composta per lo più da sportivi estremi e videoamatori appassionati di riprese dinamiche. Le caratteristiche primarie delle GoPro, infatti, sono soprattutto le dimensioni ridotte e la possibilità di disporre di un’ampia gamma di accessori che permettono di fissarle al corpo, ai caschi o ai telai di bici, moto e veicoli di vario tipo, in modo da consentire riprese video in prima persona di eventi dinamici e, in alcuni casi, ad alta spettacolarità.

Fin dalla loro prima apparizione, le GoPro hanno sempre occupato i vertici nel settore delle action camera grazie alle loro prestazioni professionali, soprattutto per quanto concerne la qualità e la resa video; nonostante tutto, però, la filosofia produttiva dei Woodman Labs ha sempre favorito la fascia di utenza a cui abbiamo accennato in precedenza.

L’unica eccezione a questa regola è rappresentata dalla Hero3 Black, l’unica GoPro in grado di eseguire riprese video in formato 4K Cinemascope, con un rateo di 12 fotogrammi per secondo, oppure in Super HD a 2160p, in modo da mantenere la compatibilità con il rapporto di visualizzazione in 16:9.

Compatta, leggera e subacquea

Le caratteristiche strutturali della Hero3 Black Edition sono le stesse che caratterizzano anche le versioni successive, quindi la videocamera è compatta, leggera e può resistere fino a 60 metri in immersione grazie alla custodia impermeabile; essendo una versione datata, inoltre, l’uso della custodia non richiede la rimozione del coprilente, come nelle versioni più recenti.

È importante sottolineare questo aspetto dal momento che molti utenti hanno lamentato una certa difficoltà nel rimuovere il coprilente dalle ultime versioni di GoPro, e che i laboratori Woodman stanno ancora cercando di risolvere questa problematica.

Per quanto riguarda le prestazioni video e foto, invece, siamo sempre negli standard di eccellenza che hanno reso le GoPro le action camera preferite dai professionisti; il sensore CMOS da 12 megapixel consente di effettuare riprese video di alta qualità.

La Hero3 Black Edition è compatibile con una nutrita serie di accessori originali; di solito questi devono essere acquistati separatamente, ma la confezione si distingue dalle altre anche per essere tra le poche a includere una discreta gamma di accessori.

Questi, oltre alla custodia impermeabile trasparente, comprendono anche la fibbia a sgancio rapido, il fermo con gancio a J, un braccio snodato tridimensionale, un supporto di montaggio curvo e uno piano, vari accessori per il montaggio su diversi supporti e telai, e perfino il telecomando Wi-Fi con relativo anello portachiavi.

 

La Hero3 Black e il film Hardcore!

Tra le diverse versioni di GoPro realizzate dai laboratori Woodman, come abbiamo accennato anche in precedenza, la Hero3 si distingue per la possibilità di poter registrare video Ultra HD e Super HD in formato Cinemascope.

Il musicista, sceneggiatore e regista russo Ilya Naishuller, già noto per essere frontman della indie rock band Biting Elbows, ha dimostrato le grandi potenzialità della Hero3 Black realizzando prima due videoclip per altrettanti brani della sua band e successivamente, nel 2015, il film d’azione fantascientifico Hardcore!, girato interamente in soggettiva con l’uso di videocamere GoPro Hero3.

Il film Hardcore! è stato prodotto in maniera indipendente e finanziato interamente mediante il crowdfunding. Fu presentato al Toronto Film Festival del 2015 ed ebbe un discreto successo; anche se la critica ha avuto soltanto un apprezzamento medio, a causa dello scarso spessore della trama, dal punto di vista tecnico ha riscosso un notevole interesse e ha rappresentato una vera pietra miliare per la cinematografia indipendente, proprio grazie al ruolo centrale giocato dalle action camera Hero3 Black utilizzate per la sua produzione.

Questa particolare versione della GoPro, di conseguenza, è divenuta subito la preferita dei moviemakers e dei documentaristi, sia in ambito professionale sia amatoriale.

 

Datata e costosa, ma più efficiente nella durata

Proprio per questo suo aspetto peculiare, però, e nonostante le limitazioni tipiche che possiede e che sono comuni a tutte le versioni di GoPro, la Hero3 Black Edition mantiene ancora un prezzo decisamente alto a dispetto della sua “età”.

Tra le diverse versioni datate, infatti, è la più costosa; questa “pecca”, però, non scoraggia i numerosi estimatori di questa action camera. Le ragioni sono tanto semplici quanto uniche: la prima è la modalità di ripresa in Cinemascope, disponibile esclusivamente su questa versione, e la seconda è data dalla succitata dotazione di accessori.

Per quanto riguarda la questione dell’autonomia operativa, invece, che rappresenta il tallone d’Achille di tutte le GoPro, la Hero3 Black sotto questo aspetto offre il vantaggio di offrire delle prestazioni leggermente migliori. 

Per quanto paradossale possa sembrare, quindi, sotto questo aspetto risulta superiore rispetto alle versioni più recenti; ciò è dovuto innanzitutto alle minori features elettroniche, in particolar modo quelle collegate alla stabilizzazione elettronica delle immagini e al dispositivo GPS, che di solito assorbono una notevole quantità di energia.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI