Gli 8 migliori filtri ND del 2020

Ultimo aggiornamento: 22.10.20

 

Filtri ND – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni 

 

I filtri a densità neutra sono quanto di meglio si possa desiderare per la fotografia creativa e artistica, ma sono anche i più delicati da trattare. Nella guida all’acquisto troverete ulteriori informazioni utili sui filtri ND, sulle loro caratteristiche e prestazioni in base alla fascia di prezzo e sul modo corretto di usarli. Nella classifica, invece, abbiamo esaminato i prodotti più richiesti sul mercato, in particolar modo quelli destinati alla fascia di utenza amatoriale. I più apprezzati dagli acquirenti sono il Gobe ND 1000 67mm, un mid level con attenuazione di 10 stop, e l’Hoya DFK58, un set da tre pezzi che include un filtro UV, un ND e un polarizzatore circolare.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori filtri ND – Classifica 2020

 

Come potrete vedere, nella nostra classifica sono presenti anche dei filtri ND prodotti da marchi blasonati, come Hoya e Haida, ma ovviamente si tratta comunque di proposte economiche, destinate all’uso amatoriale.

 

 

1. Gobe ND 1000 filtro 67mm 2 Peak (mid level)

 

Il filtro ND 1000 prodotto dalla ditta australiana Gobe è caratterizzato da un livello qualitativo medio, e anche in termini di prezzo si colloca nella fascia intermedia di mercato. Il telaio, filettatura inclusa, è interamente in metallo, quindi il montaggio sull’obiettivo risulta abbastanza “sonoro” a causa della frizione che si genera durante l’innesto. 

Questo particolare aspetto, però, è comune a tutti i filtri della casa australiana indipendentemente dalla loro tipologia e diametro, e non influisce sulla precisione dell’innesto.

Le caratteristiche che rendono il Gobe uno dei migliori filtri ND del 2020 però, secondo i pareri degli acquirenti, sono innanzitutto la resa, molto vicina a quella dei filtri di fascia alta, nonché la vocazione ambientale della ditta, che per ogni filtro venduto devolve parte dei proventi per la riforestazione di aree colpite da catastrofi naturali. Quest’ultimo aspetto in particolare, ha reso il brand e i suoi prodotti molto popolari e tra i più venduti online.

 

Pro

Prestazioni: Il Neutral Density 1000 di Gobe è un filtro ND 10 stop, quindi ideale per scattare foto a lunga esposizione anche in condizioni di luce piena, in modo da ottenere stupendi effetti di blurring.

67 millimetri: L’innesto da 67 millimetri lo rende compatibile con tutti gli obiettivi professionali di categoria entry e mid level, come i Sony G, i Canon EF e i Nikkor AF Nikon.

2 Peak: La versione 2 Peak indica la categoria mid level, ed è caratterizzata da un rivestimento multistrato nano coat a 16 livelli, contro i 12 della versione 1 Peak entry level. Il telaio, invece, è interamente realizzato in lega di alluminio e magnesio.

 

Contro

Resa media: Le caratteristiche sono buone ma la resa qualitativa è media, quindi è consigliato esclusivamente per l’uso amatoriale.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Hoya DFK58 set da tre filtri con innesto 58mm

 

La ditta giapponese Hoya è una tra le più apprezzate nel settore di produzione ottico, subito dopo i due colossi cinesi NiSi e Haida, in particolare per quanto riguarda i filtri fotografici.

Il DFK58 è un set costituito da tre filtri fondamentali per la fotografia: un polarizzatore circolare, un filtro UV con rivestimento multistrato che riduce al minimo la riflessione e quindi i flare e i bagliori fantasma, e un filtro ND x8; tutti e tre i prodotti sono protetti singolarmente in bustine di plastica trasparente, e contenuti in un comodo astuccio imbottito con apertura a strappo, facile da trasportare nella borsa insieme al corredo fotografico.

L’innesto da 58 millimetri di diametro è adatto soprattutto alle ottiche standard, quindi si tratta di filtri di qualità professionale destinati però all’uso amatoriale. Il rapporto qualità-prezzo è a dir poco eccellente, soprattutto considerato che si tratta di un set da tre pezzi.

 

Pro

Qualità professionale: La ditta Hoya è seconda solo alla Haida ed entrambi i brand sono sono ben noti per la qualità professionale dei loro filtri fotografici, anche di quelli destinati all’uso amatoriale.

Convenienti: Sono di qualità superiore ma disponibili a prezzi bassi, quindi in comparazione agli altri filtri di fascia media gli Hoya possiedono un rapporto qualità-prezzo nettamente superiore.

Versatilità: Il set amplia notevolmente la gamma di applicazioni in base al tipo di fotografie che si desidera scattare, in quanto è costituito da un filtro di protezione UV, ideale quando si scattano foto in piena luce, un polarizzatore circolare e un filtro a densità neutra x8.

 

Contro

Polarizzatore: Quello incluso nel set produce una leggera vignettatura ai bordi quando usato sugli obiettivi grandangolari alla minima lunghezza focale.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. K&F Concept filtro ND variabile con innesto 52mm

 

Se vi state chiedendo dove acquistare un nuovo filtro ND variabile per uso amatoriale, quindi di buona qualità ma dal prezzo accessibile, allora vi suggeriamo di dare un’occhiata a quello prodotto dalla ditta cinese K&F Concept.

Questo brand è noto per la produzione di accessori fotografici amatoriali e professionali, e anche se il livello qualitativo è leggermente inferiore rispetto a quello dei marchi più blasonati, le caratteristiche offerte dai suoi prodotti in termini di resa e funzionalità sono decisamente ottime, alla pari del prezzo.

Il filtro ND variabile di K&F Concept è realizzato in vetro ottico con rivestimento Nano-X e può essere regolato manualmente ruotando la ghiera, come nei filtri polarizzatori, in modo da passare da un fattore minimo di densità 2 fino a un fattore 32; l’esemplare esaminato ha un diametro di 52 millimetri, ma è disponibile in diverse misure a partire da 37 fino a 82 millimetri.

 

Pro

Prezzo: Anche scegliendo i formati più grandi, destinati agli obiettivi professionali ad alte prestazioni, il costo del filtro ND variabile K&F Concept rimane decisamente vantaggioso, il che lo rende adatto a chi non ha particolari esigenze.

Nano-X: Lo speciale rivestimento Nano-X riduce il problema della vignettatura centrale a croce, che è tipico dei filtri a densità neutra variabile di fascia media ed economica quando vengono usati su obiettivi grandangolari.

Prestazioni: Nonostante sia un prodotto di fascia media, inoltre, è progettato con un design professionale quindi offre performance superiori rispetto ai modelli analoghi di altre ditte meno note.

 

Contro

Telaio: Realizzato con materie plastiche di media qualità, ma il vetro ottico è di buon livello; essendo un filtro regolabile, inoltre, impedisce l’uso del paraluce.

Acquista su Amazon.it (€36.99)

 

 

 

4. Neewer set 4 filtri ND e accessori per fotocamere Canon

 

Il brand cinese Neewer gode di una particolare popolarità in patria, e ultimamente si sta diffondendo anche sul mercato europeo. Questa ditta è specializzata nella produzione di accessori fotografici di ogni tipo: come gli astucci per le batterie, le borse, i treppiedi, gli stabilizzatori e molte altre attrezzature la cui qualità, nonostante sia di medio livello, in alcuni è apprezzata anche dai professionisti.

Il pregio principale dei prodotti Neewer consiste innanzitutto nel loro costo estremamente vantaggioso; questo set infatti, è offerto a un costo irrisorio visto che è costituito da ben quattro filtri ND con fattori ND2, ND4, ND8 e ND16, l’astuccio per contenerli e altri accessori per la pulizia delle fotocamere Canon.

Il vetro ottico con cui sono realizzati i filtri non è ovviamente paragonabile a quello usato dai produttori più blasonati, ma per chi non ha particolari pretese e vuole spendere poco, offrono una resa più che sufficiente.

 

Pro

Costo: I prodotti della ditta cinese Neewer rientrano nella categoria dei prezzi bassi, quindi sono apprezzati soprattutto dai fotoamatori principianti e da coloro che non hanno particolari pretese e devono fare i conti con un budget limitato.

Set: L’articolo proposto è un set che include quattro filtri a densità neutra con relativa custodia imbottita, un panno in microfibra e una penna per la pulizia delle fotocamere reflex digitali.

Misure: Il set proposto è quello per obiettivi con innesto da 58 millimetri di diametro, ma è disponibile anche nelle misure di 52 e 67 millimetri con lo stesso tipo di filtri, e nelle misure di 67, 72, 77 e 82 millimetri con filtri ND da ND2 a 32.

 

Contro

Nitidezza: Si tratta di filtri ND a basso costo per uso amatoriale, quindi hanno la pecca di ridurre la nitidezza dell’obiettivo; dato il costo, però, non si può pretendere oltre.

Acquista su Amazon.it (€13.99)

 

 

 

5. Neewer set 4 filtri ND e accessori per fotocamere Nikon

 

Anche questo set è prodotto dalla ditta cinese Neewer, ed è analogo a quello esaminato in precedenza. È costituito da quattro filtri a densità neutra con fattori ND2, ND4, ND8 e ND16, che sono contenuti in un’apposita custodia morbida con chiusura a strappo e la confezione è proposta in set insieme a due accessori di pulizia per le fotocamere Nikon ma la compatibilità, sia dei filtri sia degli accessori, è in ogni caso universale. 

Il costo è addirittura inferiore rispetto al set Neewer esaminato in precedenza, ma questo è dovuto soprattutto alla misura dell’innesto, che per questi filtri è di 52 millimetri. Il prodotto è analogo al precedente anche per quanto riguarda la qualità e la resa del vetro ottico; essendo dei filtri economici, quindi, ma tendono a ridurre più del dovuto il grado di nitidezza dell’obiettivo sul quale vengono montati.

 

Pro

Set economico: Il prezzo è talmente basso da essere facilmente accessibile anche per uno squattrinato cronico; scherzi a parte a parte, però, la convenienza dei prodotti Neewer è innegabile.

Penna di pulizia: La presenza degli accessori per la pulizia delle fotocamere è una piacevole aggiunta, soprattutto la penna a due estremità con il pennello morbido e il gommino.

Versatile: Avere un set di filtri ND con fattori diversi ma dallo stesso diametro di innesto, permette di usarli in maniera combinata per incrementare ulteriormente l’effetto e scattare foto particolari.

 

Contro

Nitidezza: Anche in questo caso la qualità del vetro ottico, che è di medio livello, incide più del dovuto sul grado di nitidezza dell’obiettivo.

Acquista su Amazon.it (€12.99)

 

 

 

6. Gobe filtro ND variabile 77mm 1 Peak (entry level)

 

Un altro filtro ND a densità variabile decisamente interessante, invece, è quello prodotto dalla ditta Gobe; in questo caso si tratta di una lente 1 Peak, quindi con caratteristiche entry level, adatta soltanto all’uso amatoriale.

La sua caratteristica principale consiste soprattutto nella gamma di variazioni, che va da un fattore di densità ND2 fino a ND400, ma essendo un modello entry level il campo di attenuazione della luce varia solo da 1 a 8,66 stop, inoltre il rivestimento di protezione ha solo 8 strati. Come il filtro Gobe 2 Peak esaminato in precedenza, però, anche questo possiede un telaio realizzato in lega di alluminio e magnesio.

L’unica pecca è rappresentata dalla tipica vignettatura a X che si produce sugli obiettivi grandangolari; la classica ombra a croce comincia ad apparire quando si supera il fattore ND200 e si va accentuando sempre più man mano che ci si avvicina al fattore ND400.

 

Pro

Prezzo: Il costo del filtro ND variabile 1 Peak è decisamente competitivo su tutta la gamma delle misure, in particolar modo per i diametri “alti” come il 77 millimetri proposto nella nostra classifica.

Densità variabile: La possibilità di regolare il fattore ND lo rende estremamente versatile, sia per l’utilizzo prettamente fotografico sia per quello video; le prestazioni, però, sono di livello amatoriale.

Un occhio all’Ambiente: Anche questo filtro Gobe è accompagnato da un coupon che, una volta registrato sul sito, permette all’azienda di piantare cinque alberi in una zona fortemente colpita dalla deforestazione.

 

Contro

Ombreggiatura a X: Spingendosi sui fattori superiori a ND200, sulle ottiche grandangolari comincia a generare la tipica ombreggiatura a X causata dai polarizzatori incrociati.

Acquista su Amazon.it (€45)

 

 

 

7. K&F Concept filtro ND quadrato fattore 64 a 6 stop

 

Al settimo posto troviamo un altro filtro ND prodotto dalla ditta K&F Concept, ma questa volta con un fattore di densità fisso ND64, con attenuazione della luce di sei stop. La caratteristica primaria di questo prodotto, però, è quella di essere quadrato e privo di telaio, quindi ideato apposta per l’utilizzo con gli obiettivi fisheye, i quali non consentono l’innesto dei normali filtri con il telaio.

Si tratta di una tipologia che di solito è estremamente costosa, in quanto utilizzata prevalentemente in ambito professionale; il suo pregio principale, quindi, consiste soprattutto nel fatto di essere disponibile a prezzo accessibile anche per la fascia di utenza amatoriale.

È realizzato in vetro ottico tedesco con rivestimento multistrato su entrambe le facciate, e le misure di 100 x 100 x 2 millimetri lo rendono compatibile con ottiche fino a un diametro massimo di 82 millimetri. La confezione include anche la custodia.

 

Pro

Economico: Il prezzo è decisamente vantaggioso rispetto alla media, soprattutto considerando che si tratta di un filtro quadrato; questa tipologia, infatti, arriva a costare anche parecchie centinaia di euro

Qualità tedesca: Il filtro K&F ND64 è realizzato con vetro ottico tedesco, quindi la qualità è a un buon livello; entrambe le superfici hanno il rivestimento nano a 20 strati, che oltre a ridurre i riflessi e i bagliori lo rende anche idrorepellente, antiolio, antipolvere e antigraffio.

Panorami ed eclissi: Questo filtro è consigliato soprattutto a chi ama fotografare i panorami con acqua e nuvole, per chi scatta foto di tramonti e per fotografare le eclissi solari.

 

Contro

Non neutro: Nonostante le buone premesse, il filtro a lastra K&F Concept non è del tutto neutro, per cui i colori non risultano fedeli ma con una predominanza di blu.

Acquista su Amazon.it (€39.99)

 

 

 

8. Profox-Haida Slim ND3.0 1000x 52mm con tappo

 

In ultima posizione, invece, troviamo un prodotto di alta qualità realizzato dalla ditta cinese Haida, destinato però esclusivamente all’uso amatoriale e quindi caratterizzato da un livello di prestazioni inferiore rispetto ai filtri destinati all’uso professionale.

In ogni caso lo ND3.0 1000x è pur sempre un filtro Haida, quindi è realizzato in vetro ottico di alta qualità e può essere tranquillamente considerato il miglior filtro ND tra tutti quelli disponibili in commercio per uso amatoriale; anche se non è il più economico della sua categoria, inoltre, ha il pregio di possedere un prezzo tutto sommato accessibile.

La sua resa è a dir poco eccellente; ha un’attenuazione di 10 stop e a differenza di altri filtri ND amatoriali, l’Haida non produce vignettature o ombreggiature, nemmeno sulle ottiche grandangolari, e non ha alcuna dominanza cromatica. L’unica pecca, purtroppo, è quella di essere disponibile soltanto con l’innesto da 52 millimetri.

 

Pro

Qualità: La qualità dei vetri ottici Haida è di alto livello, anche quando si tratta di prodotti destinati all’uso amatoriale; in relazione agli altri filtri ND della stessa categoria, quindi, il Profox-Haida è uno dei migliori.

Slim: Le caratteristiche del filtro sono tali da offrire prestazioni superiori rispetto alla media, sia per quanto riguarda la neutralità e l’assenza di dominanti cromatiche sia nella produzione di vignettature, che sono del tutto assenti grazie al design Slim del telaio.

Tappo: La confezione include anche il tappo di protezione specifico con manici interni, disegnato apposta per adattarsi allo spessore ridotto del telaio.

 

Contro

Misure: Il filtro esaminato è disponibile solo nel diametro da 52mm; le altre misure, purtroppo, sono molto difficili da reperire.

Acquista su Amazon.it (€22.9)

 

 

 

Guida per comprare un buon filtro ND

 

I filtri fotografici per uso professionale sono estremamente costosi, indipendentemente dalla loro tipologia, e questa premessa è di estrema importanza per capire come scegliere un buon filtro ND.

Le ditte produttrici e i prezzi

Prima di decidere quale filtro ND comprare è doveroso fare un po’ di chiarezza sulle diverse ditte produttrici del settore; è importante capire, infatti, che la qualità dei vetri ottici incide moltissimo sulle prestazioni dei filtri e che quelli più economici, anche se prodotti dalle ditte più blasonate, offrono comunque delle prestazioni limitate.

Una delle migliori ditte è la francese Cokin, la cui produzione era originariamente limitata ai soli filtri a lastre ma che di recente ha aggiunto anche i circolari; i filtri fotografici Cokin sono molto costosi e sono destinati esclusivamente ai fotografi professionisti e agli amatori più esigenti.

Le ditte cinesi NiSi e Haida, nonché la giapponese Hoya, sono altrettanto blasonate ma, a differenza della Cokin, producono sia filtri ad alte prestazioni per uso professionale, sia di medio livello per uso amatoriale, dal costo decisamente più accessibile.

Anche Canon, Nikon e Sony hanno una limitata produzione di filtri fotografici, ma come i Cokin sono decisamente costosi; tutte le altre marche, invece, sono economicamente accessibili ma hanno una resa qualitativa limitata, di conseguenza i loro filtri sono destinati alla fascia di utenza amatoriale meno esigente.

La differenza qualitativa che esiste tra i filtri ND professionali e quelli amatoriali di medio e basso livello, è di grande rilevanza sia per quanto riguarda le prestazioni sia dal punto di vista economico, ecco perché è importante conoscere quali sono le ditte più blasonate del settore4.

 

Il livello di prestazioni

Il filtro ND ha lo scopo primario di attenuare la luce che entra nell’obiettivo, e quindi di alterare i rapporti e le possibili combinazioni tra l’apertura del diaframma e il tempo di posa; proprio questa caratteristica, però, lo rende un filtro “difficile” da usare, in quanto richiede lunghi tempi di esposizione e se la qualità del vetro ottico non è di buon livello, incide negativamente sul grado di nitidezza dell’obiettivo.

Proprio per quest’ultima ragione, le ottiche maggiormente penalizzate dall’uso di un filtro ND di bassa qualità sono quelle standard, soprattutto gli obiettivi più economici che già in assenza di filtri e in condizioni di scarsa luce faticano a garantire un buon livello di nitidezza.

Escludendo i filtri ND professionali, che sono al top della qualità e delle prestazioni, bisogna fare molta attenzione a quelli disponibili nella fascia intermedia perché più si tende a lesinare al momento dell’acquisto e minore sarà la resa qualitativa del vetro ottico.

A meno di non avere particolari esigenze, o un grado di esperienza tale da permettere di compensare i limiti naturali del filtro giocando sulle impostazioni dei parametri di scatto, è preferibile orientarsi verso un filtro ND prodotto da un marchio affidabile, anche se il budget di spesa è limitato.

Caratteristiche del filtro ND

I filtri ND possono essere di due tipi: a densità costante e a densità variabile, e come abbiamo accennato prima non sono per niente facili da usare, soprattutto quelli a densità variabile. Le limitazioni comuni imposte da questo tipo di filtro sono ovviamente legate alla sua caratteristica principale, che è quella di attenuare la luce, quindi possono essere usati soltanto a determinate condizioni.

Ogni tipologia, inoltre, ha i suoi vantaggi e i suoi svantaggi; i filtri a densità costante, per esempio, hanno meno probabilità di produrre vignettature e hanno una resa finale superiore, ma per avere una certa versatilità si è costretti ad acquistare più filtri con diversi fattori ND, in modo da poter ampliare ulteriormente la gamma delle applicazioni possibili.

Il filtro a densità variabile, invece, è di gran lunga più versatile e riduce i costi, perché un singolo filtro può essere appunto regolato su diversi fattori di densità; lo svantaggio, invece, consiste nella maggiore probabilità che si producano vignettature, in particolar modo l’ombreggiatura centrale a croce prodotta dai polarizzatori incrociati.

Nei filtri ND più economici inoltre, indipendentemente dalla loro tipologia, è molto più facile riscontrare delle dominanze cromatiche, quindi la loro resa in termini di neutralità è leggermente inferiore rispetto ai filtri ND di fascia medio-alta.

 

 

 

Come funziona il filtro ND variabile

 

A differenza dei filtri ND costanti, che hanno un singolo fattore di densità, quello variabile può essere impostato a fattori di densità diversi; la regolazione avviene mediante l’apposita ghiera, come nei filtri polarizzatori circolari, che viene ruotata fino a raggiungere il fattore di densità richiesto.

Il vantaggio del variabile è quello di ridurre i costi, visto che elimina la necessità di acquistare più filtri a densità costante ma con diversi fattori; gli svantaggi, invece, sono rappresentati dalla tendenza a produrre vignettature. Se il filtro ND variabile è di bassa qualità, inoltre, aumenta anche la possibilità di generare la tipica ombreggiatura a croce al centro dell’inquadratura.

Come scattare con filtro ND

Per scattare foto con il filtro ND bisogna impostare tempi di posa prolungati, che a seconda dei casi possono superare anche i 30 secondi; di conseguenza è imprescindibile l’uso del treppiede e del telecomando, in modo da mantenere la fotocamera perfettamente immobile durante lo scatto.

Le letture dell’esposimetro interno della fotocamera, inoltre, sono condizionate dalla presenza del filtro ND, quindi è consigliabile impostare il diaframma e i valori EV in modo da sovraesporre leggermente la fotografia. Diversi tempi di posa, inoltre, daranno risultati diversi, quindi è importante provare diverse combinazioni di parametri per ogni singolo scatto.

 

Come usare il filtro ND 1000

Tra i diversi filtri ND esistenti, quello con fattore 1000 è il più difficile da usare perché è in grado di attenuare la luce fino a 10 stop. Usando i filtri con un fattore di densità inferiore, infatti, è ancora possibile vedere l’inquadratura attraverso il Live View, ma il vetro ottico di un ND 1000 è talmente scuro da oscurare del tutto l’inquadratura e rendere impossibile l’uso del mirino, ottico o elettronico che sia.

Di conseguenza bisogna posizionare la fotocamera sul cavalletto, scegliere l’inquadratura desiderata, impostare il diaframma, la compensazione EV e il tempo di posa, prima ancora di montare il filtro sull’obiettivo.

L’unica eccezione a questa regola si verifica quando si devono scattare foto di una eclisse solare; in questo caso è consigliabile montare l’ND 1000 sull’obiettivo prima di puntarla verso il sole, e solo dopo impostare i parametri di scatto.

 

 

 

Domande frequenti

 

A cosa serve il filtro ND?

Il filtro ND serve ad attenuare la luce, e quindi a scattare foto a lunga esposizione in condizioni di luminosità estrema. In questo modo è possibile ammorbidire notevolmente l’effetto sfocato prodotto dai soggetti in movimento, di conseguenza è usato soprattutto per i generi di fotografia artistica e creativa.

Un classico esempio degli effetti generati dal filtro ND sono rappresentati dalle fotografie dove l’acqua, in particolar modo le cascate e la superficie dei laghi, assumono quel caratteristico effetto “setoso”, oppure creare effetti di mosso dinamico per ottenere le scie dai veicoli, dalle luci o dalle nuvole in movimento.

Quanto costa un filtro ND?

Il prezzo di un filtro ND può variare in base a una serie di fattori diversi: la qualità del vetro ottico, le dimensioni, il fattore ND e la tipologia. I più economici possono costare anche 10-15 euro, ma ovviamente sono caratterizzati da una qualità inferiore, da una resa minore per quanto riguarda la neutralità cromatica e da una maggiore tendenza a produrre vignettature e ombreggiature su determinati tipi di obiettivi.

Nella fascia di prezzo che va dai 30 ai 60 euro circa si possono trovare dei filtri ND di media qualità prodotti da marchi notoriamente affidabili, caratterizzati da un vetro ottico di buon livello ma sempre destinati all’uso amatoriale.

I filtri ND per uso professionale, invece, sono decisamente più costosi; il prezzo minimo per un singolo filtro, infatti, parte dai 60-70 euro è può superare perfino i 200 euro. I modelli a lastra, inoltre, sono tendenzialmente più cari in quanto non sono limitati dalla dimensione e possono essere usati con obiettivi dal diametro diverso.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments