Gli 8 migliori Sat finder del 2020

Ultimo aggiornamento: 29.06.20

 

Sat finder – Opinioni, Analisi e Guida all’Acquisto

 

Un Sat finder è un misuratore di segnale satellitare utilizzato per puntare accuratamente le antenne verso i satelliti di comunicazione in orbita geostazionaria. I Sat finder sono semplici da utilizzare e anche se sono un prodotto più che altro professionale trovano applicazione anche tra i consumatori, visto il loro prezzo non esagerato. Un esempio è il Durasat Markenprodukt SF-2400 che, per poco più di 10 euro, consente di trovare in modo rapido il segnale satellitare. Si alimenta tramite il ricevitore e quindi è sempre pronto all’utilizzo non avendo bisogno di batterie. Molto più professionale è il GT Media V8 Sat Finder Meter, dotato di schermo a colori per vedere la qualità del canale sintonizzato.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori Sat finder – Classifica 2020

 

 

1. Durasat Markenprodukt SF-2400

 

Il Sat finder analogico SF 2400 proposto da Durasat offre un’elettronica nuova e migliorata rispetto ai modelli precedenti. Consente di allineare rapidamente e facilmente il tuo sistema satellitare in modo preciso e modo affidabile. Risultati accurati sono forniti sia dal display retroilluminato sia da un segnale acustico. 

Questo apparecchio è molto sensibile e può captare anche i segnali più deboli, inoltre quelli di ingresso possono essere facilmente ottimizzati usando la ghiera di controllo. Il dispositivo può essere configurato con tutti i tipi di sistemi satellitari e produce letture estremamente accurate. 

Non necessita di batterie in quanto l’alimentazione la prende direttamente dalla parabola, quindi è sempre disponibile senza correre il rischio che quando serve le pile siano scariche e non se ne abbiano in casa. Il fatto che sia uno dei Sat finder più venduti lo si deve al fatto che ha un prezzo accessibile e una semplicità di utilizzo che pochi altri modelli possono offrire.

 

Pro

Preciso: Come ogni Sat finder che si rispetti anche questo modello, che è il più economico nella nostra guida all’acquisto, si rivela preciso come apparecchi più costosi.

Alimentazione: Non serve alcuna batteria per farlo funzionare, in quanto quella poca energia che serve la prendere direttamente dalla parabola a cui lo si collega.

Segnale acustico: Quando la ricezione è ottima, il Sat finder emette un suono che avvisa che la posizione della parabola è perfetta per vedere al meglio i canali satellitari.

 

Contro

Istruzioni: Nonostante sia molto semplice da utilizzare se ci fossero dei problemi non si potrà contare sulle istruzioni allegate che sono solo in lingua tedesca (a meno che non la si conosca).

Acquista su Amazon.it (€11,47)

 

 

 

2. GT Media V8 Sat Finder Meter Rilevatore di Segnale Satellitare

 

Questo è un puntatore satellitare di alta qualità, dotato di schermo LCD ad alta definizione da 3,5 pollici, da cui è possibile vedere da subito i canali sintonizzati per avere un’idea di quanto poi si vedrà sulla TV di casa. Molte le funzioni presenti, che lo rendono un dispositivo adatto anche ai professionisti. Ad esempio la ricerca dei canali può essere fatta in modalità automatica, manuale o a seconda della rete a cui ci si collega. 

La batteria integrata al Litio consente un utilizzo continuo per circa 4 ore, tempo più che sufficiente per poter impostare la parabola al meglio per la ricezione del segnale. Nella confeziona viene anche offerta una comoda custodia a tracolla per non dover tenere in mano il dispositivo quando lo si utilizza. 

Da sottolineare che semplici menu del software integrato sono disponibili anche in lingua italiana. Tale software si può aggiornare collegando il Sat finder a un PC tramite porta USB.

 

Pro

Potente: Questo Sat finder è uno dei migliori e più venduti online vista la sua precisione nel captare il segnale satellitare. È infatti un prodotto adatto anche ai professionisti del settore.

Display LCD: Sul comodo schermo da 3,5 pollici si possono vedere i canali che si sintonizzano, oltre a essere ideale per muoversi attraverso i vari menu di configurazione.

Tracolla: La sua predisposizione a dispositivo professionale la si nota anche dalla custodia a tracolla contenuta nella confezione che si rende utile lasciando libere le mani durante l’impostazione della parabola.

 

Contro

Manuale: Per le tante funzioni che offre il libretto di istruzioni allegato risulta un poco scarno di informazioni anche se il suo utilizzo, quanto meno per un professionista, è alquanto intuitivo.

Acquista su Amazon.it (€65,99)

 

 

 

3. CSL SAT-Finder – Rilevatore di Segnale satellitare

 

Progettato per allineare facilmente e rapidamente qualsiasi parabola satellitare in pochi minuti, questo Sat finder mette sul piatto dimensioni compatte e peso leggero per un facile trasporto e il massimo della comodità quando lo si utilizza. Per il prezzo che si paga, davvero difficilmente si potrà trovare qualcosa di più economico a parità di caratteristiche, offre anche un ampio display LCD retroilluminato per una lettura chiara durante la notte o quando la luce del sole è alta e colpisce direttamente lo schermo. 

Dispone di un classico segnale acustico e di una piccola bussola incorporata che può essere utile per posizionare al meglio la parabola se si conoscono le posizioni dei satelliti da agganciare. 

L’alimentazione viene presa direttamente dalla parabola una volta che si collega il Sat finder a quest’ultima. Altra caratteristica vincente è la semplicità d’uso. Per sapere dove acquistare il prodotto di CSL basta cliccare sui link sotto i pro e contro di questa pagina.

 

Pro

Display digitale: L’intensità del segnale si può valutare tramite lo schermo di cui è fornito questo Sat finder, leggibile senza problemi di notte o sotto la luce diretta del sole.

Qualità/prezzo: Per quanto offre difficilmente si può trovare una Sat finder digitale a questo prezzo, il che lo rende ideale per chi vuole da sé impostare la posizione della propria parabola in poco tempo.

Facilità d’uso: Anche se le istruzioni sono in caratteri piccolissimi l’utilizzo di questo apparecchio è molto intuitiva. Nel caso sul web si possono trovare diversi video tutorial per fugare ogni dubbio.

 

Contro

Bussola: Sullo chassis del Sat finder è integrata anche una bussola, ma molti pareri concordano sul fatto che non sia molto utile. Molte meglio affidarsi ad app per smartphone che sono senza dubbio più precise.

Acquista su Amazon.it (€21,85)

 

 

 

4. KKmoon Finder Digitale Satellitare DVB-S2 V8

 

Un Sat finder che consente di guardare tutti i canali satellitari digitali FTA sul suo schermo LCD a colori da 3,5 pollici, quindi permette di allineare accuratamente le antenne paraboliche. Inoltre, è possibile verificare la stabilità dei canali direttamente sullo schermo, opzione questa che lo rende ideale anche per i professionisti che non hanno la possibilità di recarsi in casa del cliente per questa operazione. 

Come prassi può essere collegato a un ricevitore satellitare standard o a una TV. Viene fornito con un ingresso AV con cui è possibile collegare altri lettori multimediali o telecamere di sorveglianza (utile per la configurazione delle telecamere CCTV). Tra le altre caratteristiche offerte spicca il calcolo automatico dell’angolo della parabola e delle impostazioni in base alla longitudine e alla latitudine. 

Il software, semplice da usare, si può aggiornare via USB collegandolo a un qualsiasi computer. Infine da segnalare che Transponder, symbol rate, frequenza, polarità e altre impostazioni possono essere modificati dall’utente.

 

Pro

Display: Qui si possono verificare “live” la ricezione dei canali “free”, per vedere se il posizionamento della parabola è ottimale.

Aggiornamento: Quando viene reso disponibile un aggiornamento del software questa operazione può essere eseguita semplicemente collegando il Sat finder a un computer via porta USB.

AV-in: Grazie alla presenza di una porta AV-in è possibile collegare altri dispositivi video per verificarne il corretto funzionamento, come ad esempio telecamere di sorveglianza.

 

Contro

Non piccolissimo: Le sue dimensioni non sono molto compatte e tenerlo in mano potrebbe risultare un poco difficile soprattutto quando si è intenti a regolare la posizione della parabola.

Acquista su Amazon.it (€69,99)

 

 

 

5. Poppstar Strumento di misurazione Sat finder 

 

Prezzo molto economico per questo Sat finder analogico che non si discosta molto per qualità e funzioni da altri modelli con le stesse caratteristiche. Si collega come prassi alla parabolica satellitare, da cui riceve l’energia necessaria per funzionare. 

Questa operazione avviene tramite il cavo coassiale incluso nella confezione che però non è particolarmente lungo in comparazione ad altri cavi proposti in bundle con apparecchi di qualità maggiore. Per migliore la sintonia dei canali è presente una comoda rotella che permette di impostare al meglio il segnale satellitare in entrata. Un segnale acustico avvisa quando questo è al massimo della sua potenza in ricezione, segnalazione comunque coadiuvata da quattro led presenti di colore rosso e verde. 

Peso e dimensioni sono nella norma per questo tipo di dispositivo che è utile per chi deve posizionare la parabola satellitare saltuariamente. Non è, al contrario, indicato per installatori professionisti vista la pochezza delle funzioni offerte.

 

Pro

Costo: Con meno di 15 euro si può avere un comodo Sat finder analogico pronto all’uso quando serve, visto che non necessita di batterie per alimentarlo.

Semplice: Non servono molte nozioni di installazione di parabole satellitari per utilizzare questo Sat Finder. Basta collegarlo e muovere la parabola finché sul display analogico non si vede che il segnale è al massimo.

Dimensioni: Lo strumento si rivela molto compatto e di conseguenza anche molto leggero, grazie al fatto che, come detto, non vanno inserite batterie per farlo funzionare.

 

Contro

Cavo: Il coassiale in dotazione potrebbe risultare un poco corto soprattutto se la parabola non è proprio sottomano. Problema facilmente risolvibile acquistandone uno più lungo, spendendo pochi euro.

Acquista su Amazon.it (€12,26)

 

 

 

6. Anadol SF33 – Rilevatore satellitare digitale LCD

 

Tra le varie offerte di Sat finder economici ecco un modello digitale che ha un prezzo sicuramente appetibile e che diventa il vero concorrente dei modelli analogici. Infatti il costo si differenzia da questi ultimi solo di pochi euro, motivo per cui è preferibile se non altro perché la sintonizzazione è più semplice. 

Infatti sul display si può vedere sia in percentuale sia tramite una barra di stato quanto è potente il segnale che si sta captando mentre si imposta la parabola. Come molti altri modelli recensiti in questa guida, anche questo non utilizza nessun tipo di batteria per funzionare, ma sfrutta l’energia della parabola quando lo si collega. 

C’è incastonata al centro dello chassis una piccola bussola che può anche servire sebbene un’app gratuita sullo smartphone molto probabilmente farà le stesse cose ma in modo decisamente migliore. Anche se molto facile da usare, è da sottolineare che le istruzioni in allegato sono solo in lingua tedesca.

 

Pro

Prezzo/prestazioni: Al costo di un Sat finder analogico, Anadol propone un modello digitale che rende ancora più semplice la messa a punto della parabola satellitare.

Display: La potenza del segnale viene evidenziata sul display digitale retroilluminato, con cifre in percentuale (dove il 100%) è il massimo della potenza, o con una barra di stato.

Pronto all’uso: Una volta tolto dalla scatola basta collegarlo alla parabola satellitare per utilizzarlo fin da subito visto che non sono necessarie pile per alimentarlo.

 

Contro

Istruzioni: Nel caso ci fossero problemi nel farlo funzionare non ci si può aspettare aiuto dalle istruzioni che sono solo in lingua tedesca.

Acquista su Amazon.it (€17,67)

 

 

 

7. Schwaiger SF9002011 Puntatore Satellitare Resistente ad Acqua

 

Con Schwaiger SF9002, trovare il satellite che interessa è un gioco da ragazzi. I LED sul dispositivo, che è va collegato direttamente all’LNB della parabola satellitare tramite un piccolo adattatore (che sarebbe meglio non perdere…), consentono di capire senza alcuna incertezza se il satellite che si cerca è stato agganciato o meno. Infatti al fianco di ogni LED sono scritti i nomi dei satelliti corrispondenti. 

La ricerca richiede solo pochi minuti e per iniziare, come spiega il produttore, bisogna puntare la parabola verso sud (utilizzando una qualsiasi bussola) e piano piano spostarla verso ovest e poi verso est finché il LED del satellite cercato non si illumina. È importante che il dispositivo sia sempre carico prima della configurazione! 

Si può ovviamente utilizzare l’alimentatore presente ma per utilizzarlo molto probabilmente bisognerà affidarsi a una prolunga. Schwaiger Sat Finder è un prodotto semplice e di alta qualità, che come spesso accade si paga, e non poco.

 

Pro

Senza fronzoli: Niente display o altro ma solo tanti LED, ognuno dei quali corrisponde a uno dei tanti satelliti in orbita da cui si ricevono i canali televisivi.

Ricaricabile: Per funzionare serve caricare la batteria interna, operazione da fare prima di ogni utilizzo per evitare che si spenga nel bel mezzo della calibrazione della parabola.

Aggiornabile: Ci dovessero essere nuovi satelliti in orbita o alcuni sono stati spostati nessuna paura: il dispositivo si può tranquillamente aggiornare collegandolo via USB a un qualsiasi computer.

 

Contro

Costo: Certo vedere un Sat finder con soli LED costare quasi 200 euro può lasciare perplessi. Ma la qualità di questo aggeggio è senza dubbio la sua caratteristica migliore, e quindi si paga.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Satlink WS-6908SE Rubber Second Edition by Froggit

 

Un Sat finder digitale satellitare portatile alimentato a batteria che demodula il segnale DVB-S. È molto conveniente per gli installatori professionisti visto che è in grado di aiutare non poco nell’allineamento rapido e preciso dell’antenna nella posizione migliore. Dispone di un controller a microprocessore, che garantisce prestazioni affidabili e stabili. 

Quando è acceso, l’immagine del canale, la potenza, la qualità del segnale verranno visualizzate sullo schermo LCD da 3,5 pollici dopo aver impostato il parametro DVB-S locale. Consente anche di selezionare in automatico il calcolo dell’angolo AZ, EL, utile per l’allineamento. 

Funziona, come altri dispositivi simili (per non dire cloni) con una batteria ricaricabile, che impiega circa 4 ore per essere al massimo dell’autonomia. Questo è da tenere presente se si deve fare un intervento e la pila non è carica al 100%. Comoda custodia a tracolla che lo tiene al riparo da acqua, polvere e sporcizia, e consente il suo utilizzo tenendo libero le mani.

 

Pro

Funzioni: Un Sat finder ideale per gli installatori professionisti o per gli utenti che mirano ad avere il meglio anche in questo campo. Offre una serie di funzioni utili per allineare la parabola in poco tempo.

Al sicuro: Quando viene utilizzato si può inserire nella sua custodia che prevede una tracolla per utilizzarlo senza avere le mani impegnate e che lo tiene anche al riparo dagli agenti atmosferici e della polvere.

Canale subito visibile: Se i canali vengono catturati dall’antenna è possibile verificare da subito se la qualità delle immagini è buona o serve un piccolo ritocco della posizione. Questo grazie al display LCD integrato.

 

Contro

Lingua: Come spesso accade per questi prodotti di importazione mancano le istruzioni in italiano che per un dispositivo con così tante funzioni sarebbero importanti. Ci sono in inglese ma con termini molto tecnici.

Acquista su Amazon.it (€89,9)

 

 

 

Come scegliere i migliori Sat finder 

 

Chi possiede una parabola satellitare sa bene che una ricezione buona potrebbe trasformarsi rapidamente in una cattiva. Questo potrebbe essere dovuto a molti fattori non sempre facilmente risolvibili. Ma aspettare che un tecnico venga a vedere perché il segnale è debole potrebbe non essere così veloce come si vorrebbe. 

Se si dipende da una parabola satellitare per guardare tutti i programmi televisivi o gli eventi sportivi preferiti, si vorrebbe un modo per risolvere da soli i problemi di ricezione: ed è qui che entra in gioco Sat finder, anche conosciuto come rilevatore di segnale satellitare.

Imparare come utilizzare questo dispositivo significa che non si dovrà aspettare un tecnico ma questo richiederà un po’ di tempo e un po’ di pratica anche se non è niente di particolarmente complicato. Prima di scegliere quale Sat finder acquistare dipende da che tipo di utente si è: ad esempio un installatore professionista di TV satellitare, un installatore freelance o un utente “casalingo”. Qualunque tipo di utente siete dovete comunque tenere presente alcune caratteristiche dei sat finder in commercio per non buttare denaro inutilmente.

Ad ogni utilizzo il suo Sat Finder

Se siete dei professionisti, vorrete essere sempre all’avanguardia rispetto ai vostri concorrenti. Per questo motivo si devono cercare Sat finder con DVB-S2 T2 e HD. Per le persone che vivono o viaggiano in camper, ogni volta che il mezzo si sposta, la parabola della televisione satellitare richiederà il riposizionamento. Senza un Sat finder, potrebbe essere necessario del tempo per ottenere un segnale. 

Determinare la posizione e la potenza del segnale migliora la ricezione del piatto che gli consente di evitare qualsiasi disturbo derivante da alberi ad alto fusto o segnaletica stradale. Lo stesso vale per chi vive in un’abitazione in cui, magari per colpa del vento, la parabola si è spostata di quel poco che causa comunque la perdita della frequenza. Per questo tipo di utenza può bastare un apparecchio dai prezzi bassi (per sapere quali sono i migliori Sat finder del 2020 basta leggere le nostre recensioni).

 

Sat finder analogici e digitali.

La maggior parte dei Sat finder analogici sono dispositivi economici che mostrano semplicemente l’intensità del segnale ricevuto. Per utilizzare uno di questi dispositivi è necessario puntare la parabola e l’LNB verso dove si credi sia il satellite. Il Sat finder rileverà il segnale ogni qualvolta si sposta l’antenna e a quel punto basta fissare la parabola e l’LNB fino a ottenere la lettura più potente possibile.

Un Sat finder digitale è un misuratore di potenza del segnale satellitare che di norma è significativamente più costoso. I cercatori digitali sono pre-programmati con le posizioni dei satelliti di uso comune. Con un Sat finder analogico, si può solo sapere di aver trovato un satellite. Con un modello digitale, si può sapere quale si è trovato.

A differenza di un’antenna televisiva, che deve semplicemente trovarsi nel raggio di una torre di trasmissione vicina, quella parabolica deve essere installata in una posizione e direzione precise per ricevere un segnale. Se è anche leggermente fuori posizione, non riuscirà a raccogliere un buon segnale. Poiché un satellite può coprire un’intera Nazione anziché una piccola area coperta da una torre di trasmissione, è quindi necessario installare la parabola nella posizione più precisa possibile.

 

Angoli di ricezione

Un Sat finder aiuta a scoprire le due importanti misurazioni che descrivono in dettaglio come un satellite si collega a una posizione. Una è l’angolo azimutale, che è quello in cui il satellite orbita attorno alla Terra. Questo angolo è in relazione all’equatore, non alla propria posizione. La seconda misura è l’elevazione, ovvero l’angolo tra il satellite e una linea immaginaria che corre lungo il terreno dalla propria posizione all’orizzonte.

Normalmente un Sat finder ha la forma di un dispositivo elettronico portatile che contiene i dettagli dei principali satelliti. Indica gli angoli corretti in cui installare la parabola in base alla posizione e può quindi confermare la corretta installazione. Questo è notevolmente più semplice del tradizionale metodo fai-da-te che prevede il movimento del piatto della parabola con un amico che si trova di fronte alla televisione e urla di gioia quando vede il programma via satellite.

L’alternativa online

Un’alternativa a un Sat finder è quella di utilizzare un servizio online. Esistono diversi siti che forniscono un elenco di posizioni satellitari in relazione a una determinata coordinata geografica. Questi siti possono anche offrire l’angolazione e il posizionamento precisi di una parabola per ottenere i migliori risultati. Lo svantaggio è che è ancora necessaria una qualche forma di dispositivo di misurazione per assicurarsi di portare la parabola nella posizione giusta per ricevere il segnale.

 

 

 

Come utilizzare un Sat finder

 

Ora che si è capito come scegliere un buon Sat finder e quanto è importante nell’installazione di una parabola satellitare, la cosa da fare è acquistare uno e iniziare ad utilizzarlo. Questo dipende molto da che modello si acquista. La maggior parte dei Sat finder analogici richiede fonti di alimentazione esterne, mentre i rilevatori digitali sono dotati di una batteria integrata, alcuni dei quali possono durare un’intera giornata con una singola carica. Comunque sia, le seguenti istruzioni aiuteranno a usare questi utili dispositivi.

Per iniziare

Prima di tutto, collegare un’estremità del cavo coassiale al connettore a botte delle antenne paraboliche (LNB). Quindi, connettere l’altra estremità al misuratore di ricerca satellitare LNB IN. L’LNB è il braccio rivolto verso il riflettore. Successivamente, allentare i dadi che consentono di regolare la parabola lungo i piani orizzontale (azimut) e verticale (elevazione).

 

Accensione del Sat finder

Se si utilizza un Sat finder con display LCD impostarlo in “modalità TV” in modo che lo schermo sia attivato per poter monitorare gli eventi trasmessi, e di conseguenza la buona ricezione del segnale. Se si utilizza un Sat finder senza LCD, è necessario collegare un altro cavo dal dispositivo alla porta “TO DISH” o “LNBF IN” o “SAT IN” del ricevitore satellitare. Inoltre, se si dispone di un Sat finder Bluetooth questo è il momento di connetterlo al proprio smartphone. Con il Sat finder acceso è necessario impostare la sua massima sensibilità.

 

Ricerca del segnale

A questo punto, iniziare a spostare la parabola da un lato all’altro lungo il piano orizzontale fino a determinare la posizione in cui il Sat finder mostra la massima potenza del segnale. Continuare con cautela fino a quando il Sat finder inizia a emettere un segnale acustico. Se si sta usando un misuratore analogico, si troverà la giusta posizione “in incrementi”. Innanzitutto, regolare la manopola del guadagno in modo che l’ago del misuratore mostri metà forza. Quando si avvicina la parabola alla posizione ottimale, questo ago del misuratore si posizionerà al massimo.

Passo finale

Infine, alzare e abbassare la parabola insieme al piano verticale fino a determinare l’elevazione ottimale quando il Sat finder mostra la massima potenza del segnale. Se si utilizza un misuratore analogico, potrebbe essere necessario regolare il guadagno come nel passaggio precedente. 

Una volta terminato, sarà necessario scansionare i canali sul proprio ricevitore satellitare, operazione comunque possibile con alcuni Sat finder di ultima generazione. Queste operazioni possono essere eseguite da soli, ma è consigliabile avere una persona accanto per le fasi di spostamento della parabola, soprattutto se questa, con relativo palo di fissaggio si rivela particolarmente pesante da muovere in sicurezza.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come funziona un Sat finder?

Un Sat finder, o misuratore di segnale satellitare, si collega con un’antenna parabolica, in modo che, mentre si sposta quest’ultima, l’indicatore registri l’intensità del segnale in arrivo dal satellite. L’unità visualizzerà la potenza di trasmissione e la direzione del segnale. Questi dati aiuteranno a utilizzare e ad adattare un’antenna parabolica residenziale o una di quelle posizionate sui camper.

Come orientare la parabola col Sat finder?

Innanzitutto, si deve collegare la parabola e il Sat finder utilizzando un cavo coassiale. Quindi allentare i dadi che bloccano la parabola. Assicuratevi di poterla spostare sugli assi orizzontale e verticale (rispettivamente azimut ed elevazione). Seguendo le indicazioni del Sat finder, spostare la parabola lungo l’asse orizzontale fino a quando il dispositivo misura la potenza massima del segnale. Ripetere il ​​passaggio precedente, ma questa volta lungo l’asse verticale. Ancora una volta, spostare la parabola fino a quando il Sat finder non legge la massima potenza del segnale. Una volta fatto questo stringere i dadi sulla parabola per bloccarla nella corretta posizione. 

 

Quanto costa un Sat finder?

Come sempre non c’è una risposta univoca a questa domanda, perché il mercato è molto ricco di dispositivi, calibrati in base alle esigenze d’utilizzo. Ecco perché è possibile trovarne dal costo di poche decine di euro fino a qualche centinaia. 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments