Le 8 migliori macchine fotografiche istantanee del 2021

Ultimo aggiornamento: 22.06.21

 

Macchine fotografiche istantanee – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni

 

Le macchine fotografiche istantanee sono apprezzate soprattutto dai giovanissimi e da una ristretta cerchia di fotoamatori appassionati del genere; prima di acquistarne una, però, meglio approfondire l’argomento leggendo la guida con le informazioni utili. Se invece non avete delle esigenze specifiche ma siete solo alla ricerca di un’idea regalo originale, allora potete dare un’occhiata agli otto modelli che abbiamo recensito nella nostra classifica. I più richiesti sul mercato sono la Fujifilm Instax Mini 9, che ha il pregio di costare poco ed essere adatta anche per i bambini, e la Polaroid Snap, un modello leggermente più caro ma più compatto e leggero, ottimo da regalare a un teenager.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori macchine fotografiche istantanee – Classifica 2021

 

I modelli che occupano i primi posti della nostra classifica sono i più richiesti sul mercato, e sono destinati prevalentemente a un pubblico di età molto giovane; gli esemplari che offrono le prestazioni migliori, infatti, tendono a essere più costosi e difficili da usare.

 

 

1. Fujifilm Instax Mini 9 fotocamera istantanea

 

La Instax Mini 9, oltre a essere il modello più economico esaminato nella nostra guida, si riconferma ancora una volta come una delle migliori macchine fotografiche istantanee del 2021. Grazie alle dimensioni compatte e al design particolarmente curato nei dettagli, che include uno specchio per i selfie, il rivestimento in gomma morbida e una notevole scelta di colori, tutti molto vivaci, questa fotocamera istantanea è apprezzata soprattutto dai giovanissimi ed è uno degli esemplari più venduti online.

La fotocamera istantanea Fuji possiede anche una lente aggiuntiva Close-Up, che permette di accorciare la distanza di messa a fuoco entro i 35-50 centimetri, in modo da poter scattare anche primi piani dei soggetti.

La Mini 9 è compatibile con le pellicole Fujifilm Instax Mini, il cui formato è 62 x 46 millimetri, ma queste ultime non sono incluse nella confezione, che comprende soltanto la lente aggiuntiva, il cordino e due batterie AA.

 

Pro

Per ragazzi: La Instax Mini 9 è tra i modelli di maggior successo in quanto è destinata principalmente a bambini e ragazzi; infatti è facile da usare, ha un design allegro e vivace e usa pellicole la cui dimensione è ideale per i piccoli album e i diari personali.

Prezzo: Un altro fattore che gioca a suo favore, inoltre, è il costo decisamente accessibile rispetto agli standard medi tenuti dalle macchine fotografiche istantanee prodotte dalle altre ditte.

Flash: Possiede anche il flash integrato, ovviamente adatto sulle brevi distanze, ma comunque funzionale e in grado di incrementare la versatilità d’uso della fotocamera e permette di fare foto in interni e in condizioni di scarsa luce.

 

Contro

Per ragazzi: Si tratta di una macchina fotografica istantanea progettata per i ragazzi e disponibile a prezzi bassi; quindi è funzionale ma non è adatta per i fotoamatori.

Acquista su Amazon.it (€68.98)

 

 

 

2. Polaroid Snap con tecnologia Zink zero inchiostro

 

Un’altra macchina fotografica istantanea che riscuote molto successo tra i più giovani è la Polaroid Snap; in comparazione alla Instax Mini 9 esaminata in precedenza, però, la Snap ha un design e delle dimensioni decisamente più compatte.

Questa fotocamera, infatti, può essere tranquillamente portata in una tasca dei jeans o in una piccola borsetta; possiede un sensore da 10 megapixel e un lettore integrato per schede SD grazie al quale offre un vantaggio notevole rispetto alle comuni fotocamere istantanee analogiche, e cioè la possibilità di salvare gli scatti in memoria e poi stamparli in un secondo momento, in modo da poter continuare a fotografare anche quando la cartuccia dei fogli si esaurisce.

Riguardo a questo particolare, la macchina fotografica istantanea Polaroid non usa pellicole autosviluppanti standard ma dei fogli speciali con tecnologia Zink, cioè zero inchiostri, delle dimensioni di 51 x 76 millimetri e con il retro adesivo.

 

Pro

Tecnologia Zink: La Polaroid Snap è una vera e propria fotocamera digitale con stampante integrata con tecnologia Zink senza inchiostri, quindi non usa la normale pellicola istantanea ma delle cartucce con fogli di carta speciale.

Compatta: Il design è semplice ma elegante, e le dimensioni compatte la rendono estremamente pratica da trasportare, anche in una tasca dei jeans. Le sue caratteristiche sono apprezzate soprattutto dai teenagers.

Flash: Non è proprio un flash standard, ma la Polaroid Snap integra un piccolo LED che svolge egregiamente la funzione di illuminare il soggetto durante gli scatti eseguiti in interni o in condizioni di scarsa luce.

 

Contro

Portata flash: Il raggio di efficacia del flash LED non è molto esteso, quindi è consigliabile usarlo soltanto quando il soggetto è a una distanza non superiore ai due metri circa.

Acquista su Amazon.it (€99.67)

 

 

 

3. Kodak Smile macchina fotografica istantanea da 10 megapixel

 

La Kodak Smile ha molti punti in comune con la Polaroid Snap, infatti anche questa è una macchina fotografica istantanea digitale con sensore da 10 megapixel, basata sulla stessa tecnologia di stampa senza inchiostri Zink della fotocamera esaminata in precedenza.

Integra anche il flash LED e il lettore per schede SD, il formato delle stampe è quello standard da 2 x 3 pollici, equivalenti a 51 x 76 millimetri; secondo i pareri degli acquirenti, però, la Kodak Smile ha il vantaggio di possedere un design decisamente più curato ed elegante.

L’utilizzo è semplice e intuitivo, e il sistema operativo della fotocamera possiede anche la funzionalità di editor per cui è possibile modificare le foto prima della stampa, aggiungendo bordi e cornici oppure filtri fotografici e artistici. Le dimensioni e il peso sono analoghe a quelle di uno smartphone; l’unica pecca è la qualità delle foto, che è appena mediocre.

 

Pro

Pratica e compatta: Le dimensioni e il design della Kodak Smile sono analoghi a quelle di uno smartphone; quindi si tratta di una fotocamera leggera, facile da trasportare e ottima soprattutto per fare selfie.

Editor: Il software di gestione della Smile ha anche una modalità di editing che permette di aggiungere filtri fotografici e bordi alle fotografie prima di stamparle; le funzionalità, però, sono ovviamente minime.

Stampe adesive: La carta Zink ha il vantaggio possedere il retro adesivo, quindi le foto possono essere conservate attaccandole alle pagine di un diario oppure su una superficie più ampia, in modo da creare dei collage di immagini da incorniciare.

 

Contro

Prestazioni: Le caratteristiche, le dimensioni delle stampe e la limitata qualità d’immagine, rendono la macchina fotografica istantanea Kodak adatta solo a bambini e ragazzi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Lomography Lomo’Instant Sanremo fotocamera istantanea 

 

Se vi state chiedendo dove acquistare una macchina fotografica istantanea capace di offrire una qualità delle immagini di alto livello, allora vi suggeriamo di orientarvi verso quelle prodotte dallo storico marchio russo Lomo.

In passato le fotocamere Lomo si distinguevano soprattutto per il costo ridotto e un particolare obiettivo che forniva immagini molto sature con una tipica vignettatura da sottoesposizione ai margini; questo fenomeno divenne il tratto distintivo del marchio, e diede origine a un approccio specifico alla fotografia analogica che prese il nome di Lomografia.

La Instant Sanremo è una fotocamera istantanea analogica apprezzata soprattutto dai fotoamatori, infatti è dotata di flash ad attivazione manuale e permette perfino di compensare i valori di esposizione entro un range di +/- 2 EV; la confezione, inoltre, include anche tre obiettivi intercambiabili aggiuntivi. Compatibile con le pellicole Fujifilm Instax Mini, sia a colori sia con le eccellenti Monochrome in bianco e nero.

 

Pro

Lomografia: Lo stile delle fotografie scattate con le fotocamere analogiche Lomo è pressoché unico, e ha dato origine a un vero e proprio movimento culturale e artistico che ruota intorno a queste macchine fotografiche.

Prestazioni: L’ulteriore vantaggio della Lomo’Instant Sanremo è quello di poter regolare i valori EV in modo da compensare l’esposizione in base alle condizioni di luce dell’inquadratura.

Obiettivi: La confezione include altri tre obiettivi intercambiabili oltre a quello base della fotocamera: una lente fisheye, una lente close-up per inquadrature ravvicinate e una lente da 35mm per i ritratti.

 

Contro

Per estimatori: Il costo elevato, le caratteristiche della fotocamera e la particolare qualità delle Lomografie, la rendono adatta soltanto per i fotoamatori appassionati del genere.

Acquista su Amazon.it (€119)

 

 

 

5. Lomography Lomo’Instant Wide Combo Central Park 

 

Dopo aver esaminato la Lomo’Instant Sanremo, non potevamo esimerci dal dare un’occhiata ravvicinata al nuovo modello di macchina fotografica istantanea Lomo: la Wide Combo Central Park.

Le prestazioni offerte, così come le caratteristiche, sono analoghe a quelle della Sanremo, quindi anche la Central Park si distingue per un’ampia apertura del diaframma che permette di ottenere foto luminose, è in grado di regolare la compensazione EV, scattare foto con lunghi tempi di esposizione e perfino con esposizioni multiple illimitate.

A differenza della Sanremo, però, la Central Park utilizza la pellicola Fujifilm Instax Wide, dalle dimensioni complessive di 108 x 86 millimetri; la dotazione accessori, inoltre, include solo due obiettivi aggiuntivi, close-up e fisheye, ma in più offre il mirino speciale da usare per le inquadrature con il fisheye, il tappo per obiettivi che funziona anche come telecomando, quattro filtri in gel colorati e lo splitzer per scattare fotografie artistiche.

 

Pro

Formato pellicola: Il pregio della Lomo’Instant Central Park è quello di utilizzare pellicole in formato Wide, quindi niente foto formato francobollo ma delle vere e proprie stampe fotografiche di tipo classico.

Parametri regolabili: I fotoamatori ritengono che la Lomo sia la migliore macchina fotografica istantanea in commercio per quanto riguarda la possibilità di regolare i parametri di scatto, e la Central Park non fa eccezione.

Foto artistiche: La possibilità di scattare foto con esposizioni multiple illimitate e con il tempo di posa prolungato, nonché la presenza dei filtri colorati e dello splitzer, offrono la possibilità di realizzare anche scatti artistici.

 

Contro

Per esperti: Anche in questo caso ci troviamo davanti a una macchina fotografica istantanea difficile da usare per un principiante, e quindi adatta solo a fotoamatori esperti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Polaroid Originals 9009 OneStep 2 Viewfinder 

 

La fotocamera istantanea originale Polaroid OneStep fu introdotta sul mercato nel 1977 e venne subito definita la macchina fotografica più semplice del mondo. La OneStep 2 rappresenta la nuova generazione: ricalca infatti il design del modello originale, rendendolo più in linea con i tempi, e pur integrando nuove tecnologie ne mantiene la semplicità d’uso.

Il risultato è questa “nuova” Polaroid Originals, basata sul semplice principio di funzionamento “punta e scatta” e compatibile con le pellicole del classico formato 600 Film ma in versione i-Type senza la batteria interna, quindi con il vantaggio di costare decisamente meno rispetto alle vecchie cartucce, che erano alimentate in maniera autonoma dalla batteria interna. 

La OneStep 2 è dotata anche del flash integrato e di un pulsante per compensare l’esposizione, sempre in maniera semplice e standard; l’esemplare recensito ha la livrea nera ma la fotocamera è disponibile in diverse combinazioni di colori a scelta dell’acquirente.

 

Pro

Pellicole economiche: Le cartucce della OneStep 2, a differenza di quelle per il modello originale del 1977, sono prive della batteria integrata quindi costano molto meno e permettono di risparmiare.

Facile da usare: Come i modelli per ragazzi, che occupano i primi posti della classifica, anche la Polaroid è apprezzata per la sua estrema facilità d’uso; basta caricare la pellicola, accendere la fotocamera, puntare e scattare.

Autoscatto: Possiede anche la funzione di autoscatto, con timer prestabilito a dieci secondi; ovviamente non manca nemmeno il flash integrato, che può essere attivato e disattivato manualmente.

 

Contro

Qualità immagini: I colori delle foto Polaroid tendono decisamente sul blu, inoltre hanno una bassa nitidezza; quindi è una fotocamera adatta solo a chi apprezza il genere vintage.

Acquista su Amazon.it (€199.9)

 

 

 

7. Fujifilm Instax Mini LiPlay Elegant Black istantanea digitale

 

La Instax Mini LiPlay è una fotocamera ibrida istantanea e digitale con una funzionalità aggiuntiva unica nel suo genere, e cioè quella di poter aggiungere alle foto 10 secondi di registrazione audio del momento in cui sono state scattate.

L’audio registrato viene caricato sul Cloud e associato a un QR Code che viene stampato sulla foto; quando si va a scansionare il codice con lo smartphone, poi, è possibile riascoltare la registrazione. A parte questa originalissima funzione, che permette di rivivere in maniera più intensa i ricordi legati alla foto, la macchina fotografica istantanea Fuji può essere anche controllata da remoto mediante lo smartphone ed essere usata per stampare le foto scattate con il telefono.

Le cartucce usate sono le Instax Mini Film di formato 46 x 62 millimetri; le foto possono essere anche modificate, grazie all’editor integrato che permette di scegliere tra 6 filtri fotografici e 30 cornici.

 

Pro

Ibrida: Essendo una fotocamera ibrida offre alcuni vantaggi tipici di una compatta digitale uniti a quella di un’istantanea. Per esempio la stampa delle foto scattate con lo smartphone.

Audio: Una delle funzioni che rendono unica la Instax Mini LiPlay è quella di poter registrare fino a 10 secondi di audio, quando si scatta la foto, e associarlo alla stessa mediante la stampa di un QR Code.

Bluetooth: Il modulo Bluetooth integrato e la funzione Remote Shooting è possibile controllare la fotocamera da remoto, e usarla per fare foto di gruppo o selfie.

 

Contro

Menù e prezzo: L’interfaccia di gestione non ha la lingua italiana, inoltre il costo della fotocamera è abbastanza alto rispetto alla qualità effettiva delle fotografie.

Acquista su Amazon.it (€164.95)

 

 

 

8. Fujifilm Instax Square SQ20 fotocamera ibrida 

 

Anche la Instax Square SQ20 è una macchina fotografica istantanea ibrida, che offre funzionalità aggiuntive come la registrazione di video di breve durata, lo scatto di immagini in sequenza in modo da creare dei collage fotografici e uno zoom digitale 4x che permette di rendere più precisa la messa a fuoco.

Grazie alla funzione Motion Mode, inoltre, è possibile estrapolare singoli fotogrammi dalle riprese video, modificarli eventualmente e poi stamparli; ulteriori funzioni permettono di realizzare scatti con doppia esposizione o con l’effetto scia nelle luci. La SQ20 integra anche uno slot per schede di memoria microSD ed è compatibile con le pellicole Instax Square di forma quadrata, che misurano 62 x 62 millimetri.

Anche in questo caso, però, le sole pecche sono rappresentate dalla mancanza della lingua italiana nell’interfaccia del menu e nel costo della fotocamera, decisamente superiore alla media delle comuni macchine fotografiche istantanee.

 

Pro

Funzioni digitali: Grazie alla sua natura ibrida, la SQ20 offre delle funzionalità non comuni e una maggiore creatività nella realizzazione delle fotografie, come l’effetto Bulb per catturare le scie delle luci in movimento.

Video: A differenza delle fotocamere istantanee analogiche, la SQ20 permette di registrare anche brevi video e poi di editarli, montarli o estrapolare singoli fotogrammi da ritoccare a piacimento prima di stamparli.

Formato Square: Le pellicole usate da questa fotocamera hanno forma quadrata e una dimensione di 62 x 62 millimetri, ideale soprattutto per chi ama fare istantanee di tipo artistico.

 

Contro

Lingua e prezzo: L’interfaccia menù, purtroppo, non è disponibile in lingua italiana, e il prezzo della fotocamera è superiore alla media, quindi poco accessibile.

Acquista su Amazon.it (€168.26)

 

 

 

Guida per comprare una buona macchina fotografica istantanea

 

Prima di individuare quale macchina fotografica istantanea comprare è meglio fermarsi un attimo a ragionare sulla sua destinazione d’uso; le differenze di prezzo, infatti, possono essere notevoli e bisogna considerare anche i successivi costi di gestione, rappresentati dall’acquisto delle pellicole.

Qualità delle immagini “vintage”

Per capire come scegliere una buona macchina fotografica istantanea bisogna innanzitutto vedere cosa offre il mercato in termini di modelli, caratteristiche e funzionalità, e poi essere consapevoli che la qualità delle fotografie istantanee è in ogni caso inferiore a quella delle stampe standard.

Il fenomeno delle istantanee è esploso verso la fine degli anni ’70, grazie alle Polaroid Original OneStep, che con le pellicole del formato 600 ha creato un vero e proprio stile fotografico divenuto popolare sia per la sua immediatezza e facilità sia per i difetti qualitativi, che invece di essere vissuti come un limite sono diventati identificativi della fotografia istantanea.

Le moderne fotocamere istantanee sono progettate soprattutto pensando ai più giovani, che rappresentano il segmento di mercato più ampio; i modelli che appartengono a questa fascia possono costare dai 60-70 euro fino a un massimo di 150 euro, a seconda del modello scelto e delle caratteristiche possedute. 

Se il vostro scopo è quello di fare un regalo gradito per un bambino o un teenager, quindi, è meglio orientarsi verso una fotocamera istantanea economica; i modelli disponibili sono diversi e quindi la scelta è abbastanza ampia.

 

Le fotocamere istantanee di fascia alta e le Lomo

Se invece siete dei fotoamatori, oppure degli appassionati di fotografia analogica e volete una fotocamera istantanea in grado di offrire delle prestazioni migliori, allora la spesa potrebbe aggirarsi dai 120 ai 200 euro circa o anche oltre, a seconda del modello scelto.

La Leica Sofort, per esempio, ha un costo a dir poco stratosferico ed è un modello decisamente di nicchia; le migliori invece, sia per quanto riguarda il rapporto qualità-prezzo sia in termini di caratteristiche tecniche e prestazioni, sono le fotocamere istantanee prodotte dalla ditta russa Lomo.

Questi apparecchi infatti, a differenza dei modelli prodotti da Fujifilm, Polaroid e Kodak, offrono una maggiore libertà d’azione per quanto riguarda la regolazione dei parametri relativi al tempo di posa e alla compensazione dell’esposizione, inoltre sono caratterizzati anche dalla possibilità di cambiare l’obiettivo montato e di utilizzare filtri e altri strumenti che le rendono particolarmente adatte a chi ama fare fotografie artistiche.

La facilità d’uso non è sinonimo di buoni risultati

Ulteriori aspetti di cui bisogna tenere conto, quando si sceglie una macchina fotografica istantanea, sono la facilità d’uso e i costi di gestione, ovvero i prezzi delle cartucce di pellicola.

Per quanto riguarda la facilità di utilizzo, questa è standard per la maggior parte dei modelli visto che, in ogni caso, le macchine fotografiche istantanee sono basate sul principio di funzionamento “punta e scatta” e quindi sono abbastanza elementari. 

Non sempre è facile ottenere delle buone foto però, soprattutto con i modelli analogici come le Lomo; in quel caso è necessario possedere un minimo di esperienza e conoscenza fotografica per capire quali sono le condizioni ideale per ottenere buoni risultati.

Il costo delle cartucce di pellicola, invece, è standard e varia soltanto in funzione del formato, normale o wide, e del tipo di pellicola, a colori o bianco e nero; il formato wide e le pellicole in bianco e nero, ovviamente, sono quelle caratterizzate dal costo maggiore.

 

 

 

Come usare una macchina fotografica istantanea

 

Modalità ideale per fotografie artistiche

Una delle caratteristiche più apprezzate delle macchine fotografiche istantanee consiste nella possibilità di scattare foto con esposizioni multiple, e quindi di ottenere delle splendide fotografie artistiche.

Quella dell’esposizione multipla è una modalità di funzionamento che è offerta soltanto da alcune fotocamere istantanee, e nella fattispecie quelle prodotte dalla ditta russa Lomo i cui modelli sono progettati apposta per la fascia di utenza più esigente e con maggiore esperienza.

Tutte le Lomo’Instant quindi, indipendentemente dal modello, sono in grado di eseguire scatti a esposizione multipla in modalità diretta e facilmente gestibile utilizzando le relative impostazioni della fotocamera; esiste però un modo di eseguire esposizioni multiple anche sulle istantanee che non sono dotate di questa modalità, ma questo non è applicabile a tutti i modelli.

Il principio di funzionamento

Per realizzare l’esposizione multipla è necessario che, dopo il primo scatto, la pellicola non venga espulsa dalla fotocamera ma resti al suo interno in modo da poter essere nuovamente esposta. Le Lomo, come accennato prima, sono predisposte per questa modalità di funzionamento; tutte quelle prodotte dalle altre ditte, invece, sono progettate in modo da espellere la pellicola subito dopo aver scattato.

Il meccanismo di espulsione è quindi correlato al pulsante di scatto della fotocamera, quando questo viene premuto la pellicola viene esposta, e nel momento in cui viene rilasciato e torna nella normale posizione, va a chiudere un circuito che invia il segnale di espulsione della pellicola.

Per poter esporre di nuovo la stessa pellicola, quindi, è possibile usare il seguente “trucco”: una volta fatta la foto bisogna continuare a tenere premuto il pulsante di scatto, e prima di rilasciarlo bisogna spegnere la fotocamera. In questo modo la pellicola non sarà espulsa dal caricatore, e riaccendendo la macchina si potrà eseguire un nuovo scatto sulla pellicola già impressionata.

 

Le limitazioni del metodo

Il numero di esposizioni che si possono ottenere con questo metodo è praticamente illimitato ma a differenza delle Lomo, che permettono di gestire le impostazioni in modo ottimale al fine di ottenere un buon risultato, nelle fotocamere non predisposte questo metodo presenta delle limitazioni.

Innanzitutto il trucchetto del pulsante è applicabile soltanto alle fotocamere istantanee analogiche che hanno un meccanismo di espulsione collegato al pulsante di scatto, come le Polaroid Originals per esempio, mentre non può essere applicato alle ibride istantanee e digitali. 

Inoltre bisogna tenere conto del fattore esposizione: a ogni scatto la quantità di luce che va a impressionare la pellicola va a sommarsi a quella dell’esposizione precedente, col risultato che la foto tende a diventare sempre più chiara a ogni esposizione aggiuntiva.

È possibile attenuare questo effetto cumulativo, ma soltanto sulle macchine fotografiche istantanee dotate del tasto che permette di regolare la compensazione EV; impostando la compensazione al minimo, infatti, la quantità di luce in entrata sarà minore e sarà quindi possibile effettuare un maggior numero di esposizioni sulla stessa pellicola senza rischiare di ottenere un’immagine eccessivamente chiara.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quanto costa la pellicola per la macchina fotografica istantanea?

Il prezzo delle pellicole istantanee segue uno standard abbastanza rigido; il principio di funzionamento della stampa istantanea può variare a seconda della tecnologia utilizzata, infatti, ma per esigenze commerciali e di compatibilità, indipendentemente dalla ditta produttrice il costo non differisce di molto. Quello che incide maggiormente, invece, sono il formato e la tipologia di pellicola.

La media standard per le Fuji Instax Mini, per esempio, è di circa 1,10 euro per la singola stampa a colori e di 1,30 euro per quella in bianco e nero; mentre per il formato Wide i prezzi oscillano da 1,30 a 1,60 euro a posa. In entrambi i formati le cartucce contengono dieci pose.

Le cartucce più costose sono le Polaroid, che contengono otto pose invece di dieci; la cartuccia 600 Film a colori, infatti, costa circa 19 euro mentre quella in bianco e nero può arrivare a superare i 27 euro circa, di conseguenza le singole pose vengono a costare rispettivamente 2,35 e 3,37 euro circa. Le Polaroid i-Type costano un po’ meno delle 600 Film, ma rimangono comunque più care rispetto alle Fuji Instax.

Che dimensioni di stampa hanno le macchine fotografiche istantanee? 

L’unica fotocamera istantanea ad aver mantenuto invariato il proprio formato di stampa nel corso del tempo è la Polaroid Originals, che usa pellicole 600 Film la cui dimensione complessiva è di 88 x 107 millimetri, mentre quella effettiva della stampa è di 79 x 79 millimetri.

A parte lo standard 600, che è unico delle fotocamere Polaroid, tutte le altre ditte produttrici, inclusa la Lomo e la Kodak, hanno adottato lo standard Fujifilm Instax basato su tre diversi formati: il Mini misura 54 x 86 millimetri, con un’area di stampa effettiva di 46 x 62 millimetri, il formato Square ha una dimensione complessiva di 86 x 72, ma effettiva di 62 x 62 millimetri, mentre il formato Wide misura 108 x 86 millimetri con un’area di stampa di 99 x 62 millimetri.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI