Le 6 migliori macchine fotografiche Polaroid del 2021

Ultimo aggiornamento: 21.09.21

 

Macchine fotografiche Polaroid – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni

 

Le macchine fotografiche Polaroid stanno conoscendo una nuova primavera, la nostra guida vi aiuterà a orientarvi tra i numerosi modelli attualmente disponibili in commercio e trovare quello più adatto alle vostre esigenze.

Gli otto modelli che abbiamo esaminato più nel dettaglio, inoltre, sono quelli attualmente più richiesti. Tra questi spiccano due esemplari che hanno riscosso grande successo, la Polaroid Snap Fotocamera Digitale a Scatto Istantaneo, un modello dall’eccellente rapporto qualità-prezzo, compatto, leggero e particolarmente adatto per i bambini, e la Polaroid Snap Touch Fotocamera digitale a stampa istantanea Zink Zero, ovvero l’evoluzione della precedente che permette la connessione con i dispositivi mobili e possiede anche il display LCD touchscreen.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 6 migliori macchine fotografiche Polaroid – Classifica 2021

 

Quelle che seguono sono le sei macchine fotografiche Polaroid più richieste sul mercato, presentate in ordine di importanza secondo la nostra classifica del 2021.

 

 

Macchina fotografica Polaroid istantanea

 

1. Polaroid Snap Fotocamera Digitale a Scatto Istantaneo

 

In termini di rapporto qualità-prezzo la Snap è una delle migliori macchine fotografiche Polaroid del 2021, ed è uno dei modelli più venduti tra le fotocamere istantanee disponibili nella fascia dei prezzi bassi.

Questa macchina fotografica Polaroid istantanea, infatti, è un modello digitale estremamente semplice da usare in quanto non sono necessarie app o connessione al computer, e infatti è apprezzata soprattutto dai più giovani e dai bambini. Possiede un sensore da 10 megapixel e un lettore che supporta schede microSD fino a 32 gigabyte, in modo da poter salvare gli scatti anche in formato digitale. Ha anche tre modalità di immagine: normale, in bianco e nero ed effetto seppia vintage, e il pulsante per l’autoscatto temporizzato a 10 secondi.

L’unica limitazione è data dall’elevata reattività del pulsante di accensione, che è soggetto ad attivarsi inavvertitamente se la fotocamera è tenuta in tasca, e quindi a consumare la batteria.

 

Pro

Ideale per i giovanissimi: La Polaroid Snap non ha app né menù gestionale, è un modello “punta e scatta” estremamente facile da usare, e quindi particolarmente adatta per i bambini e i ragazzi.

Tre modalità di scatto: Nonostante sia un modello dalle caratteristiche essenziali, si possono comunque scegliere tre diversi modi per scattare le foto: quello normale a colori, in bianco e nero oppure con i colori in tonalità seppia, stile foto vintage.

Qualità digitale: Il sensore di acquisizione immagini ha una risoluzione di 10 megapixel, quanto basta per assicurare delle fotografie di buona qualità, nitide e con un’ottima saturazione dei colori.

 

Contro

Pulsante ON/OFF: Il tasto di accensione è estremamente sensibile, quindi bisogna fare molta attenzione quando la si porta in tasca o in borsa con altri oggetti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina fotografica Polaroid Snap Touch

 

2. Polaroid Snap Touch Fotocamera digitale a stampa istantanea Zink Zero

 

In comparazione al modello esaminato in precedenza, la macchina fotografica Polaroid Snap Touch si distingue per alcuni miglioramenti delle caratteristiche offerte. Anche se esteticamente non è molto dissimile dalla Polaroid Snap, infatti, può vantare un sensore dalla risoluzione incrementata a 13 megapixel, la capacità di registrare video in formato Full HD, un flash elettronico integrato, la predisposizione all’attacco sul treppiedi di tipo professionale e un display LCD di tipo touch con diagonale da 3,5 pollici.

La Snap Touch, inoltre, è dotata di connettività Wi-Fi e del modulo Bluetooth integrato, quindi grazie all’app Polaroid Print può essere controllata da remoto tramite smartphone o tablet, condividere istantaneamente le foto sui social media e modificare le foto tramite filtri ed effetti speciali unici.

L’unica pecca di questa fotocamera è mutuata dalla precedente versione Snap, ed è relativa al tasto di accensione troppo sensibile e che può quindi attivarsi inavvertitamente.

 

Pro

Display: L’ampio schermo LCD da 3,5 pollici permette di avere una visione migliore dell’inquadratura prima dello scatto, ed essendo Touch Screen facilita anche la gestione della fotocamera.

Foto e video: A parte scattare foto, la Polaroid Snap Touch permette anche di registrare video in alta definizione in due diversi formati a scelta: a 720p oppure a 1080p. La qualità Full HD è garantita dal sensore da 13 megapixel.

Wireless: Grazie al modulo Bluetooth e all’app Polaroid Print può collegarsi in rete e condividere le foto e i video in memoria direttamente sui social media.

 

Contro

Tasto accensione: Anche la Polaroid Snap Touch ha la pecca di possedere un tasto di accensione troppo sensibile, del resto la scocca è la stessa della versione precedente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina fotografica Polaroid vintage

 

3. Polaroid Originals 600 Impulse Fotocamera Istantanea

 

Secondo i pareri degli appassionati del genere, la migliore macchina fotografica Polaroid rimane quella originale vintage; e tra i modelli venduti online, infatti, la 600 Impulse si colloca al terzo posto.

La caratteristica che rende la 600 Impulse unica nel suo genere è quella di essere un modello originale, ristrutturato in occasione del centenario della Polaroid e riproposto sul mercato con la serie in edizione limitata Polaroid Originals. 

Si tratta quindi di una fotocamera degli anni ’80 che, a livello estetico, potrebbe presentare ancora qualche segno di usura dato che l’opera di ristrutturazione della ditta si è concentrata soprattutto sulla parte meccanica, ottica ed elettronica dell’esemplare, in modo da garantire il suo perfetto funzionamento.

La 600 Impulse, di conseguenza, è una macchina fotografica Polaroid d’epoca e, per quanto funzionale, rappresenta soprattutto un oggetto da collezione per gli appassionati delle fotocamere “d’epoca”.

 

Pro

Originale Polaroid: La 600 Impulse appartiene a una serie limitata di macchine originali Polaroid ristrutturate, e introdotte sul mercato con la serie Polaroid Originals per festeggiare il centenario della ditta.

Ristrutturata: La fotocamera è ovviamente stata sottoposta a interventi di ristrutturazione in modo da assicurare la piena funzionalità delle sue componenti, quindi può scattare foto usando pellicole del classico formato Polaroid 600.

Per collezionisti: Essendo una fotocamera originale degli anni ’80 ristrutturata per l’edizione limitata del centenario, è una macchina adatta soprattutto ai collezionisti appassionati di fotografia.

 

Contro

Scocca: La scocca della fotocamera potrebbe presentare segni di usura a prescindere dall’intervento di ristrutturazione, inoltre la garanzia sulla funzionalità del prodotto è limitata a un solo anno.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina fotografica Polaroid Pic-300

 

4. Polaroid Pic-300 Instant Print Film Camera colore nero

 

Se vi state chiedendo dove acquistare un nuovo esemplare di fotocamera istantanea a basso costo, vi suggeriamo di dare un’occhiata alla macchina fotografica Polaroid Pic-300, che è il più economico dei modelli esaminati nella nostra guida.

Dei diversi esemplari prodotti, la Pic-300 ricorda molto da vicino le Fujifilm della serie Instax Mini; a parte il design molto simile, infatti, utilizza anche lo stesso formato di stampa, che equivale allo standard Polaroid 301. La fotocamera si distingue per il design compatto ma dalla forma ergonomica, che facilita l’impugnatura anche ai più piccoli, e infatti anche questo modello è particolarmente adatto per i bambini.

È completa di flash automatico che può essere impostato su 4 diverse modalità di scatto, a seconda delle esigenze; l’unica pecca è la scarsa resa qualitativa delle immagini se si fotografa in condizioni di scarsa luce.

 

Pro

Ideale per i bambini: Il design ergonomico e le dimensioni compatte la rendono estremamente maneggevole, facile da impugnare e da usare, quindi adatta soprattutto come fotocamera per bambini.

Flash regolabile: Possiede quattro diverse modalità di settaggio, in modo da adattarsi alle diverse esigenze d’uso o condizioni di luce. Non aspettatevi miracoli però, rimane pur sempre una fotocamera istantanea.

Economica: Il prezzo è decisamente accessibile il che la rende particolarmente adatta anche come idea regalo, specialmente se il destinatario è un bambino dai sette o otto anni in su.

 

Contro

Limiti operativi: Come per la maggior parte delle fotocamere a stampa istantanea, è meglio non scattare in condizioni di scarsa luce perché le foto risulterebbero troppo scure.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina fotografica Polaroid touchscreen

 

5. Polaroid POP 2.0 fotocamera digitale a stampa istantanea

 

La POP 2.0 è la più costosa tra le fotocamere esaminate nella nostra guida, si tratta infatti della nuova e rivoluzionaria macchina fotografica Polaroid touchscreen, interamente gestibile attraverso l’ampio display dotato dell’omonima tecnologia. Come la sigla 2.0 lascia intuire, si tratta di un modello totalmente nuovo che riporta le stampe istantanee a un formato più grande, 3,5 x 4,25 pollici, equivalenti a 7,6 x 10 centimetri. 

A parte questo, la Polaroid POP 2.0 si distingue anche per un nuovo sensore di acquisizione immagini che ha una risoluzione di ben 20 megapixel, per l’otturatore ad alta velocità che assicura il massimo della nitidezza ai soggetti inquadrati, e per la capacità di registrare video in alta definizione. 

Inoltre supporta schede microSD fino a 128 gigabyte, possiede lo zoom digitale, il flash integrato, la connettività Wi-Fi e altro ancora. Grazie all’applicazione Polaroid Print, inoltre, può stampare anche foto direttamente dallo smartphone.

 

Pro

Nuova versione: La POP 2.0 rappresenta la nuova generazione delle macchine fotografiche a stampa istantanea Polaroid, caratterizzate da prestazioni e tecnologia avanzate.

Sensore CMOS: La prima novità è data dal nuovo sensore CMOS da 20 megapixel, grazie al quale le foto offrono finalmente una qualità che non ha precedenti per una fotocamera istantanea.

Formato foto: Anche le foto smettono di essere piccole e ritornano all’originale formato che reso tanto famosa la Polaroid negli anni ’80: 7,6 x 10 centimetri con il classico bordo bianco.

 

Contro

Costosa: Rispetto alla media standard mantenuta dalle altre fotocamere istantanee Polaroid, la POP 2.0 è caratterizzata da un prezzo abbastanza alto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina fotografica Polaroid Mint

 

6. Polaroid Mint fotocamera digitale Instant Print ZINK

 

La macchina fotografica Polaroid Mint ha un design decisamente “scatolare”, ma reso vivace dai diversi colori disponibili. Sono proprio le caratteristiche strutturali a rendere peculiare questa Polaroid, infatti è disegnata apposta per essere adoperata verticalmente, come uno smartphone. 

L’obiettivo è collocato nell’angolo in alto a destra, guardando la fotocamera frontalmente, insieme allo specchio per i selfie e al flash LED automatico. Il design monolitico, inoltre, la rende particolarmente adatta ai viaggi e all’uso da strada, in quanto può essere facilmente infilata nella tasca posteriore dei pantaloni, in uno zaino o in borsa.

L’uso è semplice e intuitivo, ci sono sei diverse impostazioni da poter selezionare per le foto, tre modalità di scatto e la possibilità di scegliere se avere la stampa con il classico bordo bianco o a dimensione intera. I contro, invece, sono dati dalla mancanza della connettività Wi-Fi e dalla bassa efficienza in condizioni di scarsa luce.

 

Pro

Fatta per viaggiare: Il design verticale e monolitico la rende estremamente maneggevole e adatta al trasporto e all’uso da strada, per scattare foto in maniera semplice e veloce come se fosse uno smartphone.

Facile da usare: Come la maggior parte delle macchine fotografiche Polaroid, anche la Mint ha una gestione semplice ed estremamente intuitiva, quindi è adatta anche ai giovanissimi.

Sensore: Non è ai livelli della POP 2.0, ma rispetto alle Snap e Snap Touch è decisamente migliorata nella risoluzione, grazie al sensore CMOS da 16 megapixel.

 

Contro

Nessuna connettività: Purtroppo è priva di modulo Bluetooth, quindi non può collegarsi ai dispositivi mobili e men che meno condividere scatti sui social media.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Accessori

 

Carta fotografica Polaroid

 

Polaroid Premium ZINK confezione da 50 fogli single

 

La nuova carta fotografica Polaroid è basata sulla tecnologia ZINK, cioè Zero Ink, quindi non usa inchiostri e offre il vantaggio di essere eco-compatibile. La confezione da 50 fogli offre soprattutto convenienza, con un costo di poco meno di 0,50 euro per ogni singola stampa.

Questa confezione Single, in particolare, è compatibile con tutte le macchine fotografiche Polaroid che stampano nel formato 2 x 3 pollici ZINK, equivalente a 5 x 7,6 centimetri; possiedono un rivestimento resistente alle macchie e all’acqua e il retro adesivo, in modo da poter essere incollate sulle pagine di un diario o di un album.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una buona macchina fotografica Polaroid

 

La fotocamera preferita dai più giovani

Le macchine fotografiche Polaroid sono molto apprezzate da una fascia di utenza che comprende giovani e giovanissimi, in quanto hanno un forte valore di socializzazione e sono uno strumento divertente che permette di ottenere subito la stampa di momenti importanti da ricordare. 

Prima di decidere quale macchina fotografica Polaroid comprare, però, bisogna tenere presente che esiste anche un buon numero di fotoamatori appassionati di fotocamere vintage, per i quali la Polaroid rappresenta un oggetto da collezione.

Per capire come scegliere una buona macchina fotografica Polaroid, quindi, è importante distinguere tra i diversi modelli in commercio al fine di individuare quello più adatto per l’occasione, che sia un regalo da fare a un bambino, a un ragazzo o semplicemente una fotocamera da destinare a sé stessi, perché si apprezza questo particolarissimo genere di fotografia.

 

Prezzi accessibili per tutti i modelli

Uno degli aspetti che hanno contribuito al successo delle macchine fotografiche Polaroid, a parte la tecnologia di sviluppo istantaneo delle foto, è sicuramente quello dell’accessibilità dei prezzi. Tutte le fotocamere Polaroid in commercio, infatti, hanno un costo che varia da poco meno di 100 euro fino a un massimo di 200 euro circa per i modelli più recenti.

Se volete acquistare una fotocamera Polaroid da regalare a un bambino oppure a un adolescente, quindi, i modelli più adatti sono quelli della serie Snap e Snap Touch, che hanno un costo relativamente basso. Mentre per un giovane è consigliato orientarsi sulla classica Polaroid 600 oppure su quelle appartenenti alle serie OneStep 2 e OneStep+, caratterizzate da un design rimasto fedele alla Polaroid originale degli anni ’70-’80, ma dai colori più vivaci e adatti alle nuove generazioni. In entrambi i casi la variazione di prezzo della sola fotocamera, da modello a modello, è minima.

Per gli amanti del vintage in particolare, invece, è consigliata la Polaroid Originals. In occasione dell’anniversario dell’azienda, infatti, la Polaroid ha recuperato e ristrutturato un buon numero di fotocamere originali, riproponendole sul mercato in una edizione limitata commemorativa. 

Nonostante non siano più disponibili nel catalogo ufficiale della ditta, alcune Polaroid Originals si possono ancora acquistare su diversi siti di e-commerce. Anche questa fotocamera è disponibile a un prezzo altamente competitivo, dai 100 ai 130 euro al massimo, a seconda della piattaforma sulla quale è venduta.

La Mint e le POP

Una menzione a parte meritano due particolarissimi modelli di fotocamere Polaroid, la Mint e la POP, entrambe caratterizzate da un design pressoché unico e rivolte a una fascia di utenza giovane e dinamica.

La Polaroid Mint si distingue innanzitutto per la sua forma, che potremmo definire “scatolare”, studiata apposta per consentire un trasporto semplice e agevolato della fotocamera, infatti può essere messa tranquillamente nella tasca posteriore dei jeans. Il suo costo è di circa 130 euro ed è ideale per l’uso da strada.

La Polaroid POP invece, disponibile anche nella versione più recente POP 2.0, ha un design simile alla Mint ma più arrotondato; è la più costosa delle macchine fotografiche Polaroid, infatti il prezzo si aggira dai 140 euro circa della prima versione POP fino ai quasi 200 euro della POP 2.0, ma offre caratteristiche decisamente migliori a cominciare dal sensore da 20 megapixel.

Queste ultime, quindi, sono delle Polaroid consigliate ai più esigenti e ai fotoamatori amanti del genere, in quanto sono caratterizzate da una resa superiore sia per la qualità delle immagini e per il formato di stampa sia per la capacità di registrare anche video in formato Full HD.

 

 

 

Domande frequenti

 

Dove comprare la macchina fotografica Polaroid istantanea?

Se avete deciso di acquistare una macchina fotografica Polaroid, prima di farlo è bene dare un’occhiata alle diverse opzioni possibili perché, a seconda del caso, si può avere l’opportunità di risparmiare sulla spesa.

L’acquisto diretto presso un negozio specializzato in fotocamere, telecamere, ottiche e relativi accessori, infatti, offre il vantaggio innegabile di poter esaminare fisicamente la macchina fotografica prima dell’acquisto e rendersi conto di persona delle sue caratteristiche fisiche. 

L’ulteriore aspetto positivo è dato dal confronto con il titolare del negozio, che essendo specializzato nel settore foto e video ha la possibilità di rispondere a tutte le domande e le curiosità dell’acquirente, aiutandolo a individuare il modello più adatto alle sue esigenze. Il limite di questa scelta, però, sta nel fatto di essere costretti a pagare il prezzo pieno, in alcuni casi con un ricarico più o meno consistente.

L’acquisto diretto nelle grandi catene di distribuzione, invece, permette di pagare il normale prezzo di listino imposto dal produttore oppure, in caso di offerte straordinarie, di risparmiare una piccola percentuale.

La soluzione più vantaggiosa è rappresentata dai siti di e-commerce invece, tra i quali Amazon è uno dei più convenienti; acquistando online la convenienza è sempre maggiore visto che il prodotto, a seconda delle piattaforma di vendita, può essere trovato a prezzi estremamente competitivi. Inoltre viene recapitato direttamente a domicilio, nella maggior parte dei casi senza dover pagare la spedizione, e quindi si ha l’ulteriore vantaggio di abbattere i costi di trasporto.

 

Quanto costa la macchina fotografica Polaroid istantanea?

I prezzi delle fotocamere istantanee Polaroid sono relativamente bassi rispetto alle fotocamere digitali compatte standard, d’altronde si tratta di un tipo di macchina fotografica destinato a una fascia di utenza composta in prevalenza da giovani e giovanissimi, nonché da una ristretta cerchia di fotoamatori amanti di questo particolare genere di fotografia.

Il costo di una fotocamera Polaroid nuova, quindi, può aggirarsi sui 100-140 euro circa per i modelli Snap e Snap Touch, 130-180 euro circa per i modelli One Step e fino a 200 euro circa per le Polaroid digitali più recenti.

Esistono anche esemplari particolari, come le macchine fotografiche vintage originali che la Polaroid ha ristrutturato e riproposto in una edizione limitata, proposta in occasione dell’anniversario dell’azienda. Il loro costo, però, oscilla comunque dai 100 ai 200 euro al massimo. Quindi a prescindere dal modello specifico e dalle dimensioni delle stampe, la spesa richiesta per una Polaroid è tutto sommato abbastanza accessibile.

 

 

 

Come usare una macchina fotografica Polaroid

 

Come funziona la macchina fotografica Polaroid istantanea

La macchina fotografica Polaroid a stampa istantanea venne messa a punto dall’inventore e imprenditore americano Edwin Herbert Land, a partire dal brevetto di uno speciale foglio di plastica utilizzato per polarizzare la luce.

Un po’ di storia

Il principio di funzionamento delle prime fotocamere Polaroid, era basato interamente sul supporto, ovvero la pellicola autosviluppante, la fotocamera era soltanto uno strumento ottimizzato per consentire all’ottica di trasferire la luce sulla pellicola e non giocava alcun ruolo nel processo di sviluppo delle immagini, a differenza dei modelli attuali che usano una diversa tecnologia nella quale la fotocamera è parte integrante del processo di stampa, come vedremo più avanti.

I primi supporti, quindi, erano dei fogli di plastica fotosensibile coperti da una pellicola impregnata con una sostanza reagente, cosparsa sul lato a contatto del foglio stesso. Una volta scattata la foto e impressionata la pellicola, il foglio veniva estratto manualmente dalla fotocamera e dopo un intervallo di tempo, più o meno 60 secondi, veniva separato dallo strato contenente il reagente, rivelando così l’immagine impressa direttamente in positivo.

Questo sistema nacque originariamente in bianco e nero ed ebbe subito un grande successo commerciale grazie alla rapidità della stampa, la quale non richiedeva più il passaggio intermedio rappresentato dallo sviluppo del negativo, e quindi l’uso della camera oscura.

La diffusione di massa della stampa istantanea Polaroid, però, avvenne soltanto nel momento in cui vennero perfezionate le pellicole istantanee a colori, e verso la fine degli anni settanta e l’inizio degli anni ottanta le fotocamere Polaroid rivoluzionarono il mercato diffondendosi a macchia d’olio presso la fascia di utenza amatoriale e dilettantistica.

I limiti della fotografia istantanea Polaroid, però, erano rappresentati dal rapido decadimento delle stampe, che soffrivano in modo particolare dell’invecchiamento e dell’esposizione alla luce; le fotografie Polaroid ottenute con questo metodo, infatti, già dopo pochi anni tendevano a sbiadire e a virare fortemente verso il blu.

L’evoluzione sul tema

Nel 2008 Polaroid annunciò la cessazione della produzione di pellicole istantanee basate sul principio dei reagenti e l’inizio della produzione di una nuova tecnologia di stampa senza utilizzo di inchiostro. Questa nuova tecnologia prevede l’integrazione, in tutte le fotocamere Polaroid, di una piccolissima stampante a colori che opera su una carta speciale fatta di pigmenti cristallini, i quali si colorano mediante un processo termico.

Anche se in linea di principio i due sistemi sono analoghi, in quanto basati su un supporto trattato chimicamente, la nuova tecnologia utilizzata è stata definita ZINK (cioè Zero-Ink) sottolineando quindi l’assenza di inchiostri, perché di fatto la foto viene “stampata” all’interno della fotocamera per poi essere espulsa.

Un’altra caratteristica limitante del metodo di stampa istantaneo Polaroid, comune a tutte le fotocamere vecchie e nuove, è dato dal numero ridotto di fogli contenuti nelle cartucce e, di conseguenza, dal costo delle singole stampe, che è decisamente più alto rispetto alla stampa chimica tradizionale e a quella digitale.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI