Le 8 migliori resistenze per sigaretta elettronica del 2020

Ultimo aggiornamento: 10.08.20

 

Resistenze per sigarette elettroniche – Opinioni, analisi e guida all’acquisto

 

Le sigarette elettroniche hanno sostituito, per molti, il tabacco e la nicotina, permettendo così di avere un impatto meno negativo sulla propria salute. Se anche voi avete smesso di fumare grazie alle e-cig, allora sapere che per continuare a utilizzarle avete bisogno di resistenze che devono essere sostituite periodicamente. Nella nostra classifica troverete diversi prodotti ma, per una rapida consultazione, potete dare un’occhiata alla tabella comparativa in basso dove spiccano Justfog Q16 Q14 C14 G14 S14 resistenze 1.2 ohm 5 pezzi, compatibili con i prodotti dello stesso brand e dall’ottimo rapporto qualità/prezzo, seguite da Vaporcombo Aspire Nautilus 2 BVC 0.7 ohm 5 pezzi, interessanti per la loro piena compatibilità con i prodotti Aspire e tutta la serie Nautilus.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori resistenze per sigaretta elettronica – Classifica 2020

 

Se si tratta del vostro primo acquisto e non sapete quale resistenza per sigaretta elettronica comprare, vi invitiamo a leggere con attenzione le nostre recensioni che trovate in basso. La classifica è stata realizzata prendendo in considerazione non solo i prodotti più venduti ma anche quelli che hanno maggiormente soddisfatto gli acquirenti, pertanto potrete scegliere le migliori resistenze per sigaretta elettronica del 2020 tra una vasta gamma di articoli.

 

 

1. Justfog Q16 Q14 C14 G14 S14 resistenze 1.2 ohm 5 pezzi

 

Le resistenze Justfog sono tra i prodotti più venduti della nostra classifica, non a caso conquistano il primo posto della lista grazie a un ottimo rapporto qualità/prezzo. Nella confezione è possibile trovare cinque pezzi compatibili con gli atomizzatori Q16, Q14, C14, G14 e S14, tutti prodotti da Justfog. 

Grazie al sistema Security Check è possibile controllare che le resistenze siano originali direttamente sul sito del produttore, un’ottima notizia in un mercato in cui la contraffazione è all’ordine del giorno. La durata media di ogni resistenza è di circa 15 giorni anche se molto dipende dall’uso che si fa della sigaretta elettronica. In alcuni casi, infatti, i consumatori hanno riportato una durata inferiore che si aggira intorno alla settimana. 

Per ottenere il massimo dalle resistenze è molto importante che l’attivazione sia eseguita con cura, bagnando con qualche goccia la resistenza e il cotone, riempiendo il serbatoio e inserendola poi su di esso. Lasciare riposare per 10/15 minuti affinché il cotone assorba correttamente il liquido. Bisogna tassativamente rispettare il tempo di attesa per evitare che la resistenza si bruci dopo pochi utilizzi.

 

Pro

Compatibilità: Sebbene vi siano opzioni più economiche sul mercato, le resistenze Justfog sono compatibili con la maggior parte delle sigarette elettroniche proposte dall’azienda.

Originali: La sicurezza garantita da un prodotto originale non ha prezzo. Potrete controllarne la veridicità inserendo il codice presente su ogni confezione sul sito del produttore.

Durata: Con un utilizzo moderato, le resistenze possono durare anche due settimane. Un lasso di tempo più che soddisfacente per i consumatori.

 

Contro

Sapore: Alcuni consumatori riferiscono di una modifica del sapore del liquido, un elemento che alcuni riconducono a una cattiva gestione della resistenza e non necessariamente a un prodotto scadente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Vaporcombo Aspire Nautilus 2 BVC 0.7 ohm 5 pezzi

 

Tra i prodotti venduti online troviamo la confezione di cinque resistenze proposta da Vaporcombo. Queste ultime sono compatibili con l’Aspire Zelos e il Nautilus 2 ma si rivela intercambiabile con tutte le resistenze della serie Nautilus, adatte dunque anche per chi avesse un modello un po’ più vecchio. 

Per l’utilizzo è molto importante seguire il manuale di istruzioni, lasciando riposare qualche goccia di liquido all’interno dell’atomizzatore per far sì che il cotone sia completamente imbevuto. Sebbene il produttore indichi un lasso di tempo di due o tre minuti, è bene aspettarne almeno dieci prima di procedere con la prima accensione. 

Secondo i consumatori le resistenze Vaporcombo per prodotti Aspire restituiscono una resa aromatica notevole e hanno anche una discreta durata. Questa, naturalmente, varia molto in base agli utilizzi e potrebbe andare da un minimo di un paio di giorni fino a oltre una settimana.

 

Pro

Prezzo: Il costo per cinque resistenze è davvero esiguo e potrete utilizzarle tranquillamente non solo su Aspire Zelos ma anche su tutti i prodotti della serie Nautilus, tra i più popolari sul mercato.

Aroma: Non tutti gli atomizzatori sono in grado di restituire un sapore soddisfacente e alcuni fin dalle prime accensioni puzzano di bruciato. Nel caso delle resistenze Vaporcombo, invece, potrete godere di un’ottima combustione.

Durata: Se non siete accaniti svapatori le resistenze in questione possono durare anche più di una settimana, fattore da tenere in considerazione se non volete spendere molto a cadenza mensile.

 

Contro

Sigilli: Secondo i pareri riportati dagli utenti, i sigilli non erano sempre intatti e in alcuni casi potreste trovarvi di fronte a resistenze non originali.

Acquista su Amazon.it (€8,88)

 

 

 

3. Smok V8-Q2 TFV8 BABY 0.4 ohm 5 pezzi

 

Continuiamo la nostra carrellata con il prodotto in terza posizione, ovvero le resistenze Smok V8-Q2 da 0,4 ohm. Nella confezione sono presenti cinque atomizzatori compatibili unicamente con TFV8 Baby. Da quel che riportano gli acquirenti, le resistenze funzionano in modo eccellente e bruciarne una è davvero difficile. 

Per gli svapatori esperti è un pregio da non sottovalutare poiché la maggior parte delle resistenze sul mercato, in modo particolare quelle non originali o prodotte in Cina, si bruciano anche dopo pochi giorni dall’acquisto. Per la massima resa aromatica è consigliato sostituirle ogni 10 giorni ma ciò non vuol dire che sia impossibile utilizzarle più a lungo.

L’importante è mantenere il wattaggio entro i limiti di sicurezza illustrati sulla confezione, ovvero 55-65 watt. Uno dei difetti riscontrati è che con liquidi più densi, per esempio quelli che hanno un rapporto 80/20 e 90/10, le resistenze Smok incontrano un po’ di difficoltà.

 

Pro

Durata: Rispetto ad altri prodotti sul mercato, la durata delle resistenze Smok è decisamente più elevata. Gli utenti riferiscono infatti di una durata minima di sette giorni.

Originali: Sulla confezione è presente un codice QR per verificare che le resistenze siano originali e non contraffatte. Vi basterà utilizzare un lettore di tali codici scaricabile gratuitamente sul vostro smartphone.

 

Contro

Liquidi: Non tutti sono adatti per l’uso con queste resistenze. Se prendiamo per esempio i liquidi più densi, come quelli 80/20 e 90/10, potreste incontrare delle difficoltà in fase di utilizzo.

Compatibilità: Il prodotto è utilizzabile esclusivamente con TFV8 Baby, una limitazione per chi possiede altre e-cig e vorrebbe usufruire di queste ottime resistenze.

Acquista su Amazon.it (€9,36)

 

 

 

4. Peacevape Joyetech CUBIS BF SS316 0.6 ohm

 

Le resistenze Joyetech di Peacevape hanno l’innegabile vantaggio di essere compatibili con una vasta gamma di sigarette elettroniche, precisamente con i serbatoi Joyetech Cubis, Cubis Pro, eGrip II 80W System, Cuboid Mini 80W, eGo AIO Starter Kit ed eGo AIO Box Kit. Il costo, per una tale compatibilità, è naturalmente un po’ più elevato rispetto ad altre offerte precedentemente analizzate.

Gli utenti che le hanno provate si dicono soddisfatti anche se può capitare che nella confezione da cinque una o due resistenze siano fallate. In tal caso, anche effettuando l’inizializzazione della coil in modo idoneo e seguendo la procedura raccomandata, dopo pochi tiri è possibili avvertire un sapore di bruciato, segno che la resistenza è da cambiare. 

Alcuni hanno però risolto il problema utilizzando un sistema un po’ più invasivo, ovvero immergere completamente la resistenza nel liquido da utilizzare per una decina di minuti. Dopodiché, rimuovendola, l’hanno ripulita dal liquido in eccesso e hanno iniziato a svapare senza problemi.

 

Pro

Compatibilità: Decisamente elevata, potrete utilizzare le resistenze Peacevape su una gran quantità di serbatoi. Per la lista specifica potete controllare la scheda tecnica del prodotto o leggere la nostra recensione in alto.

Prezzo: Se, per quanto concerne il costo online, le resistenze potrebbero sembrare meno economiche di altre opzioni, si tratta in realtà di un notevole risparmio rispetto a negozi fisici.

 

Contro

Inizializzazione: Bisogna, come sempre, versare alcune gocce di liquido nella resistenza e attendere almeno 10 minuti prima di utilizzarla. In alcuni casi è bene immergere completamente la coil nel liquido e ripulirla in seguito da quello in eccesso.

Acquista su Amazon.it (€13,29)

 

 

 

5. Eleaf Coil EC2 0.5 ohm Melo 4 atomizzatore Core Vape

 

Eleaf produce alcuni dei migliori prodotti per svapatori, tra questi troviamo l’atomizzatore Melo 4 e la relativa resistenza che qui prendiamo in esame. Nella confezione troverete cinque coil di ricambio da 0,5 ohm, in grado di funzionare tra 30 e 100 watt, sfruttabili non solo con Melo 4 ma anche con Melo 3. Le resistenze presentano delle feritoie a foglia, un classico delle EC2, ma in questo caso più larghe del normale. 

Tale accorgimento serve per bagnare la resistenza al meglio ed evitare la classica bruciatura post-inizializzazione a cui si va incontro con molti altri prodotti. Gli utenti hanno riscontrato un utilizzo ottimale da 20 a 50 watt, senza alcuna condensa e con buona resa aromatica.

Qualora siate interessati alle coil Eleaf e avete intenzione di scoprire dove acquistare il prodotto a un prezzo concorrenziale, non dovrete far altro che cliccare sul link sottostante.

 

Pro

Durata: Secondo gli utenti è soddisfacente e, se si sfrutta l’atomizzatore tra i 20 e i 50 watt, può durare anche un paio di settimane prima di essere sostituito.

Feritoie: Servono a far bagnare al meglio la resistenza, facendo penetrare il liquido durante l’inizializzazione e durante lo svapo, evitando che le coil si brucino prima del previsto.

Prezzo: Il costo della confezione contenente cinque coil è più che soddisfacente, soprattutto perché utilizzabili sia su Melo 4 sia su Melo 3.

 

Contro

Wattaggio: Superare quello consigliato potrebbe portare una bruciatura della resistenza che sarebbe poi da buttare. Attenzione dunque a non andare oltre il limite consentito.

Acquista su Amazon.it (€13,16)

 

 

 

6. Viva Kita Fusion 0.25 ohm confezione 5 pezzi

 

La confezione di resistenze proposta da Viva Kita comprende cinque pezzi di ricambio da 0,25 ohm, adatti unicamente per modelli Fusion, Fusion 2 e Fusion E. Effettuando una rapida comparazione con le altre offerte sul mercato è possibile immediatamente notare che si tratta del prodotto più economico della nostra lista, rappresentando una scelta soddisfacente per chi ha deciso di puntare su sigarette elettroniche Viva Kita. 

Gli acquirenti ne sono mediamente soddisfatti, soprattutto se siete abituati a effettuare tiri di guancia e non polmonari. Per questi ultimi, infatti, il liquido è troppo poco e la resistenza rischia di bruciarsi molto velocemente. Alcuni consumatori hanno riscontrato alcuni problemi con la fuoriuscita di liquido in fase di svapo. 

Per evitare che ciò accada, è bene optare per liquidi quanto più densi possibili poiché quelli eccessivamente diluiti si insinuano molto più facilmente. Viva Kita, dunque, si rivela adatto principalmente per svapatori occasionali e non eccessivamente dediti.

 

Pro

Prezzi bassi: Il costo della confezione che include cinque resistenze per Fusion, Fusion 2 e Fusion E è estremamente contenuto ma bisogna considerare che non si tratta di resistenze universalmente compatibili.

Durata: Con la giusta attenzione, ovvero eseguendo tiri di guancia e sfruttando liquidi densi, le resistenze Viva Kita potranno essere utilizzate a lungo prima di essere sostituite.

 

Contro

Polmonare: Gli svapatori che applicano questa tipologia di tiro potrebbero ritrovarsi con le resistenze bruciate in poco tempo.

Liquidi: La compatibilità con questi ultimi varia molto in base alle marche e bisogna fare attenzione a utilizzarne di particolarmente densi per evitare schizzi sulla lingua.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Blu ACE resistenza atomizzatore sigaretta elettronica 0.6 ohm

 

Lungi dall’essere la migliore resistenza per sigaretta elettronica in vendita, il prodotto Blu ha ciononostante alcune frecce al suo arco. Nella confezione potrete trovare quattro resistenze per e-cig ACE da 0,6 ohm. La compatibilità è limitata alla sigaretta elettronica in questione ma la durata, trattandosi di un prodotto originale realizzato dallo stesso produttore, è elevata e potrebbe farvi risparmiare rispetto all’acquisto di resistenze di terze parti che generalmente si devono sostituire più spesso poiché finiscono col bruciarsi nel giro di una settimana. 

Gli utenti che utilizzano Blu ACE sostengono che si tratti di un prodotto adatto sia per i tiri di guancia sia per quelli di polmone, tuttavia, gli svapatori di questa ultima categoria potrebbero riscontrare una durata inferiore.

L’utilizzo è molto semplice e non richiede procedure particolarmente complesse. Basta avvitare la resistenza al beccuccio, riempire il serbatoio con l’aroma selezionato, richiudere il tutto, premere cinque volte il tasto di accensione e si è pronti per utilizzare la sigaretta elettronica.

 

Pro

Originale: Le resistenze per Blu ACE sono autentiche, ciò ne aumenta non solo l’efficienza ma anche la durata, permettendo di sfruttarne una anche per diverse settimane prima di sostituirla.

Inizializzazione: In questo caso ci troviamo di fronte a un prodotto molto semplice da utilizzare e non avrete bisogno di attendere un tempo variabile prima di usare la vostra e-cig sperando che la resistenza non si bruci.

Tiri: Ottime resistenze sia per quelli di guancia sia per quelli di polmone. Attenzione però, poiché nell’ultimo caso la durata dell’atomizzatore potrebbe ridursi.

 

Contro

Compatibile: Sebbene le resistenze siano ottime, hanno il difetto di essere compatibili unicamente con la e-cig ACE di Blu. Non sono dunque compatibili con altre sigarette elettroniche.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Thorvap TF2 mini resistenza 0.5 ohm compatibile smart mini 30W

 

Thorvap sfrutta un nuovo standard per le sue resistenze da 0,5 ohm, ovvero il formato mini per la sigaretta elettronica Thorvap TF2 Mini. All’interno troviamo cotone 100% giapponese, organico e che restituisce aromi privi di contaminazioni. Nella confezione è possibile trovare cinque resistenze, contenuto standard per la maggior parte dei prodotti in vendita sul mercato, tuttavia bisogna anche considerare il prezzo più elevato rispetto alla media. 

Le resistenze in questione si rivelando dunque adatte solo per utenti che vogliono dei ricambi originali per il proprio Thorvap TF2 Mini. Se siete alla ricerca di qualcosa di più economico e compatibile con altre e-cig potreste risparmiare qualcosa puntando ad altre coil. 

Bisogna però considerare anche la durata complessiva, ricordate infatti che acquistando prodotti di terze parti, per quanto compatibili, avranno sempre la tendenza a bruciarsi dopo pochi giorni, costringendovi quindi ad acquistare un pacco di resistenze almeno una volta al mese. Problema che sarebbe invece aggirato utilizzando quelle originali per la propria e-cig.

 

Pro

Cotone: Quello utilizzato per le resistenze Thorvap è di qualità e gli svapatori più esperti sanno bene che è un dettaglio che fa la differenza quando si parla di aroma percepito in fase di combustione.

Durata: Utilizzando le coil su e-cig Thorvap la durata è più che soddisfacente e può raggiungere anche i dieci giorni se si rispettano i wattaggi indicati sulla confezione.

 

Contro

Thorvap: Compatibile solo ed esclusivamente con e-cig Thorvap, in particolare con il modello TF2 Mini. Oltre a questi dettagli bisogna anche considerare il costo, superiore alla media.

Acquista su Amazon.it (€13,99)

 

 

 

Come scegliere le migliori resistenze per sigaretta elettronica

 

Gli utenti che per smettere di fumare sigarette classiche si sono avvicinati all’uso della sigaretta elettronica avranno sicuramente scoperto che, sebbene possa avere un impatto meno deleterio sulla salute, potrebbe non esserlo egualmente anche sul portafoglio. 

Anche il mondo dello svapo richiede spese mensili per procurarsi il necessario come batterie, nuovi serbatoi, liquidi da utilizzare ma soprattutto resistenze nuove. Se non sapete come scegliere una buona resistenza per sigaretta elettronica vi consigliamo di leggere con attenzione la nostra guida dove vi aiuteremo a capire quale potrebbe essere la migliore per le vostre esigenze.

Innanzitutto, prima di effettuare qualsiasi acquisto online o in negozi fisici bisogna capire che tipo di sigaretta elettronica si sta usando. Dopo aver evidenziato marca e nome del modello potrete iniziare a ridurre il campo di ricerca dal momento che non tutte le compagnie realizzano resistenze universalmente compatibili e sono molte di più quelle che blindano le proprie rendendole utilizzabili solo su e-cig prodotte internamente.

 

Originali o meno?

Una delle domande che molti utenti si pongono è relativa alla necessità di acquistare resistenze originali o di terze parti. Per far sì che il mercato della contraffazione non prenda il sopravvento, le aziende utilizzano dei sistemi per aiutare l’utente a riconoscere immediatamente i prodotti originali, inserendo sulle confezioni dei codici univoci che possono essere inseriti sui siti ufficiali per confermare l’originalità del lotto. 

Se da un lato si tratta di un sistema utile, dall’altro non sempre riesce a tenere al sicuro il consumatore poiché sono molti anche i siti contraffatti che non fanno parte dei domini reali dell’azienda produttrice. Acquistare resistenze di terze parti o contraffatte, però, non vi espone a rischi particolari e l’unico elemento negativo che possiamo evidenziare in questi casi è la durata inferiore delle resistenze. 

Se un prodotto originale può durare anche due settimane con uso intensivo prima di essere sostituito, spesso le resistenze più economiche si rivelano fallate, durando pochi giorni o, nei casi più fortunati, una settimana intera. Ciò comporta una spesa maggiore poiché sarete costretti ad acquistare un nuovo lotto di resistenze, spendendo quindi di più di quanto avreste speso optando per una confezione di resistenze originali.

Cotone

Una parte fondamentale delle resistenze è il cotone al loro interno. Prima di acquistare il prodotto bisogna assicurarsi che il cotone utilizzato non sia quello sbiancato tramite trattamenti chimici, tipici del cotone che è possibile trovare in farmacia, ma che si tratti di un cotone puro al 100% o lavorato senza additivi. 

Poiché il cotone assorbe liquidi e viene riscaldato dalla resistenza interna, deve essere di qualità per non bruciarsi subito. Anche l’inizializzazione della resistenza è molto importante e deve essere eseguita sempre in modo certosino, attendendo il giusto tempo per far sì che il cotone sia imbevuto di liquido per almeno una decina di minuti.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quando cambiare la resistenza?

La sigaretta elettronica è composta da diversi elementi, partendo dall’alto abbiamo il beccuccio che serve per aspirare il vapore, l’atomizzatore composto dal serbatoio spesso chiamato anche con il termine inglese tank e la resistenza chiamata invece coil e infine, la parte inferiore che va collegata alla batteria con la relativa ghiera di regolazione dell’aria. 

Tra questi elementi, quello che va sostituito di tanto in tanto è la resistenza, tuttavia il tempo di utilizzo prima di cambiare la resistenza varia di modello in modello. I motivi per cui cambiarla sono diversi, a volte può essere un utilizzo più intensivo, altre invece una temperatura eccessiva ma il risultato è sempre lo stesso: la resistenza finisce col bruciarsi.

Ma come capire se la resistenza della sigaretta elettronica è bruciata? Non essendoci un indicatore esterno che vi dica esattamente quando sostituirla, è necessario fare attenzione a dettagli come la modifica del sapore quando si svapa, soprattutto se iniziate ad avvertire un retrogusto di bruciato. In alcuni casi, invece, la fuoriuscita di liquido scuro dalla testina dell’atomizzatore, o una minore emanazione di vapore possono essere chiari segnali della necessità di cambiare la resistenza. 

Prima di effettuare l’acquisto è importante valutare sempre bene tutte le opzioni presenti sul mercato, prendendo in considerazione pro e contro delle resistenze originali e di quelle di terze parti. Le prime hanno una durata maggiore, che può arrivare anche a svariate settimane, mentre le seconde sono unanimemente considerate dai consumatori come più scadenti poiché spesso non riescono a raggiungere una settimana di utilizzo intensivo.

 

Come rigenerare la resistenza della sigaretta elettronica?

Rigenerare la resistenza della propria sigaretta elettronica non è una vera e propria passeggiata e richiede manualità, strumenti adatti e tanta pazienza nonché essere pronti a sbagliare e dover ricominciare poiché non esiste un metodo valido in assoluto per la rigenerazione. Il primo passo è quello di procurarsi l’occorrente. 

Sul mercato esistono numerosi kit per la rigenerazione che includono tutto il necessario per fare spire e smontare i vari elementi, tuttavia ricordate che dovrete anche procurarvi una delle tre tipologie di fili o persino tutte e tre. Tra queste abbiamo il filo kanthal, per atomizzatori polmonari, quello in acciaio adatto sia a polmonari sia di guancia e infine quello in nichrome, sempre per tiri polmonari. 

Compiere una scelta potrebbe essere difficile, soprattutto se siete alle prime armi, quindi è bene procurarsene svariati per riuscire a fare tutte le prove del caso con le proprie resistenze. Se non avete tempo o voglia di creare le spire di cavi da voi, sul mercato sono disponibili anche delle spire preconfezionate dalla grandezza diversa, tuttavia bisogna conoscere il diametro della propria resistenza per riuscire ad acquistarne uno compatibile.

Qualora preferiate il fai da te, selezionato uno dei fili metallici e iniziate a creare delle spire avvolgendoli attorno a una bacchetta in metallo. La dimensione della bacchetta deve variare in base alla spira che intendete realizzare e per ottenere diametri differenti potrete usare persino delle punte di trapano diverse. In seguito le estremità del filo vanno fissate ai poli dell’atomizzatore e tramite l’ohmmetro bisogna verificare che abbia la corretta resistenza elettrica. 

Dopo aver effettuato questa procedura dovrete avvolgere una striscia di cotone attorno al filo metallico arrotolato e tutto ciò che resterà da fare è inserire il tutto all’interno della resistenza, avendo cura di rimuovere il cavo metallico e il cotone utilizzati precedentemente che dovrebbero essere anneriti o comunque consumati dall’usura.

 

 

 

Come usare una resistenza per sigaretta elettronica

 

La sigaretta elettronica, chiamata spesso anche con il termine inglese abbreviato e-cig, è la nuova moda del momento e non viene utilizzata solo dai fumatori accaniti che vogliono smettere con il tabagismo ma anche da chi è affascinato dal mondo dello svapo. Attorno a quello che potremmo definire come l’hobby del momento girano quindi molti esperti o sedicenti tali che hanno elevato la sigaretta elettronica a pratica per esperti quando in realtà il suo utilizzo è estremamente semplice. 

Per chi si avvicina a questo mondo per la prima volta è importante sapere pochi dettagli, ovvero che la sigaretta elettronica è composta da una batteria che serve ad alimentare la resistenza, l’atomizzatore, e il beccuccio per aspirare il vapore. 

Tra questi elementi, quello che deve essere sostituito con una certa frequenza è la resistenza poiché i fili metallici all’interno si riscaldano e bruciano il cotone imbevuto di liquido per lo svapo. A lungo andare, come è facile immaginare, tale sistema porta alla carbonizzazione del cotone, rendendo anche le spire di metallo inutilizzabili.

 

Come cambiare la resistenza?

Quando accade l’inevitabile, ovvero iniziate ad avvertire un retrogusto bruciato a ogni tiro di guancia o polmone che sia, è arrivato il momento di sostituire la resistenza. Niente paura però, dal momento che non sarete costretti a rigenerarla da voi qualora non abbiate voglia o strumenti adatti, ma sul mercato potrete acquistare la resistenza che meglio si addice alla vostra sigaretta elettronica. 

Tutto ciò che dovrete fare è togliere la batteria e separare l’atomizzatore nei suoi due elementi: il serbatoio e la resistenza. Prima di sostituire la resistenza usata con una nuova vi invitiamo a effettuare una pulizia del serbatoio, utilizzando acqua calda per rimuovere tutti i residui di liquido, soprattutto quelli più aggressivi come i liquidi dolciastri al caramello. 

Dopo aver pulito gli elementi dovrete inizializzare la resistenza, bagnandola completamente nel liquido che avete intenzione di utilizzare e lasciandola riposare per 10/15 minuti circa. Tale procedimento riduce al minimo il rischio che la resistenza si bruci dopo pochi utilizzi.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments