Tamron AF 70-300mm F/4-5.6 Di – Recensione

Ultimo aggiornamento: 22.04.24

 

Principale vantaggio

Il Tamron AF 70-300mm è un obiettivo con un’ampia gamma di lunghezze focali, quindi adatto anche per la fotografia paesaggistica, sportiva, faunistica e perfino per la Macro; il vantaggio principale è quello di essere disponibili a un prezzo molto basso rispetto allo standard della categoria. 

 

Principale svantaggio

Trattandosi di un obiettivo a basso costo è soggetto a delle limitazioni nelle prestazioni generali, ragion per cui è adatto soltanto per i fotoamatori principianti e per i meno esigenti.

 

Verdetto: 9.8/10

Pur essendo un modello economico, il Tamron è molto apprezzato perché offre l’opportunità di familiarizzare con un tipo di ottica avanzata e solitamente costosa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Teleobiettivo 70-300mm a basso costo

L’obiettivo Tamron AF 70-300mm fa parte della serie Di, sigla che sta per Digitally Integrated Design e che identifica una nutrita gamma di obiettivi creati apposta per essere montati sulle fotocamere reflex digitali, sia quelle dotate di sensori APS-C sia le Full Frame.

Come gli altri obiettivi Tamron appartenenti alla stessa serie, può essere montato tranquillamente sulle DSLR prodotte da Sony, Pentax e Canon, ed è particolarmente adatto per le reflex Canon della serie Eos M; a partire dal 2008, inoltre, la versione con motore incorporato può essere montata anche sulle Nikon D40, D40X e D60.

Il suo pregio principale sta soprattutto nel prezzo; gli obiettivi 70-300mm prodotti da Canon e Nikon, infatti, hanno il vantaggio di essere “originali” e di offrire prestazioni migliori, ma sono caratterizzati anche da un costo minimo che è tre volte maggiore rispetto a quello del Tamron.

Ampia gamma di lunghezze focali e sistema Macro

Dal punto di vista tecnico l’obiettivo Tamron possiede delle ottime caratteristiche, a cominciare dalla gamma delle lunghezze focali, che vanno da 70 a 300 millimetri, e dalla struttura, composta da 13 elementi prismatici suddivisi in 9 gruppi. 

Naturalmente il valore della focale è nominale quando l’obiettivo è montato su una reflex Full Frame, mentre sulle reflex dotate di sensore APS-C il range viene incrementato a 112-480 millimetri a causa del fattore di crop. Questo significa che l’AF 70-300mm è in grado di inquadrare soggetti su distanze molto lunghe, quindi è un obiettivo particolarmente adatto per esplorare le diverse branche che caratterizzano la fotografia avanzata.

A parte l’ampia gamma di lunghezze focali, inoltre, un’altra caratteristica positiva dell’obiettivo Tamron AF 70-300mm è il dispositivo Macro, il quale permette una distanza minima di messa a fuoco di appena 95 centimetri nel campo delle focali da 180 a 300 millimetri. 

Quindi a parte i soggetti a lunga distanza è possibile inquadrare, a breve distanza, soggetti dalle dimensioni di circa 5 x 7 centimetri, e ingrandirli con fattore 1:2 portandoli fino alla focale massima di 300 millimetri, caratteristica ideale per scattare fotografie Macro di fiori, insetti e oggetti di piccole dimensioni, oppure catturare e ingrandire, esaltandoli, specifici particolari di un soggetto di grandi dimensioni.

 

Compatto e maneggevole

Altre caratteristiche tecniche positive, dell’obiettivo Tamron, sono la sua compattezza e il peso contenuto, appena 458 grammi, che lo rendono abbastanza maneggevole e adatto anche ai fotoamatori che non hanno molta dimestichezza con i teleobiettivi di dimensioni medio-grandi. L’AF 70-300mm, infatti, è realizzato con buoni materiali, è ben assemblato e possiede un rivestimento in gomma antiscivolo che gli assicura un’ottima presa.

L’obiettivo è compatibile con i filtri da 62 millimetri di diametro e possiede un diaframma composto da 9 lamelle con un’apertura minima di F/32 e massima di F4-5.6, quindi è anche abbastanza luminoso. Sono presenti diverse opzioni di scelta a seconda del tipo di attacco e dell’accessorio complementare desiderato.

Le limitazioni del Tamron AF 70-300mm, invece, sono rappresentate dalla mancanza del sistema di stabilizzazione delle immagini, dalla messa a fuoco non velocissima, da prestazioni generali in linea con l’economicità del prezzo, nonché dalle procedure di attivazione e disattivazione della modalità Macro, che sono alquanto complesse e laboriose da eseguire.

Per attivarla, infatti, bisogna prima impostare una lunghezza focale tra 180 e 300 millimetri, in modo da abilitare il selettore della modalità Macro e disporre di una messa a fuoco che va da 1.5 a 0.95; una volta spostato il selettore su Macro, però, questo si blocca e per disattivarlo bisogna seguire una procedura macchinosa. Prima bisogna posizionare il selettore della messa a fuoco sulla modalità manuale, poi regolare il fuoco su un valore superiore a 1.5, per uscire dall’intervallo delle distanze Macro, e poi spostarlo di nuovo per tornare alla messa a fuoco automatica standard.

 

Prestazioni entry level

Come accennato in precedenza, quindi, a dispetto delle ottime caratteristiche il Tamron AF 70-300mm risente comunque della sua condizione di teleobiettivo economico, ragion per cui le sue prestazioni generali in termini di nitidezza, luminosità, resa cromatica e relative aberrazioni, purtroppo, sono inferiori a quelle degli obiettivi analoghi ma dal costo più elevato.

Questo però non significa affatto che il Tamron sia un obiettivo di bassa qualità, anzi tutt’altro, in quanto rimane pur sempre un’ottica da 70-300mm completa di Macro e con un’ampia versatilità d’uso, ragion per cui è l’accessorio ideale per soddisfare al meglio le esigenze dei principianti e dei meno esigenti che devono fare i conti con un budget di spesa limitato.

La mancanza dello stabilizzatore delle immagini, infatti, è una pecca soltanto a seconda della prospettiva d’uso, e in ogni caso può essere facilmente risolta con l’ausilio di un treppiede o di un adeguato supporto che aiuti a mantenere l’inquadratura stabile. 

Per quanto riguarda le pronunciate aberrazioni cromatiche e la qualità delle immagini non perfetta, invece, per i fotoamatori alle prime armi si tratta di una limitazione che passa in secondo piano davanti alla possibilità di sperimentare per la prima volta un obiettivo altrimenti costoso, che permette di esplorare diversi tipi di fotografia: paesaggistica, faunistica, sportiva, Macro e altro ancora.

Il Tamron AF 70-300mm, di conseguenza, è un buon obiettivo zoom entry level, da prendere in considerazione anche come idea regalo grazie al suo ottimo rapporto qualità-prezzo.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI