Yamaha RX-V483 Sintoamplificatore – Recensione

Ultimo aggiornamento: 15.11.19

 

Principale vantaggio

Considerate le tante funzioni e compatibilità con moltissi standard audio, la qualità del suono nonché gli ottimi materiali, possiamo parlare di un buon rapporto qualità/prezzo.

 

Principale svantaggio 

Non pochi utenti hanno lamentato le dimensioni eccessivamente ridotte del display, al punto tale che spesso i nomi degli artisti o dei brani sono troncati; inoltre tutto scorre troppo lentamente. Da segnalare anche che il bluetooth pecca in stabilità, è capitato che il segnale si perdesse mentre il potenziometro del volume dovrebbe essere più sensibile.

 

Verdetto: 9.8/10

Tra i sintoamplificatori entry level disponibili sul mercato crediamo che lo RX-V483 si faccia valere, inoltre può soddisfare anche gli ascoltatori più esigenti ma che non dispongono di grosse somme da investire.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Buon entry level

Yamaha è riuscita nell’intento di realizzare un sintoamplificatore che pur essendo entry level può soddisfare la clientela più esigente, pertanto se siete audiofili ma con un budget piccolo, lo RX-V483 può essere un buon compromesso. Dotato di cinque canali surround che vi piaceranno per la loro potenza, vi permette di ascoltare la musica in streaming grazie al Bluetooth che però alcuni utenti ritengono essere poco stabile, insomma, di tanto in tanto capita che si perdi il segnale. 

Yamaha, poi, ha puntato molto su MusicCast, una funzione che consente l’accoppiamento con i dispositivi dotati di analoga tecnologia e controllare tutto mediante una app dedicata. MusicCast sfrutta la connessione wireless al fine di riprodurre l’audio che può essere condiviso su dispositivi esterni come, per esempio, un televisore o un lettore Blu-ray e altri dispositivi dotati di tale tecnologia, anche se presenti in altri ambienti della casa.

Connessioni semplici

Lo RX-V483 supporta le specifiche HDMI di ultima generazione e vi offre la possibilità di godere totalmente la definizione 4K. È compatibile con tantissimi formati come lo HDR. Le connessioni sono semplici, il Wi-Fi integrato permette di collegarsi al router di casa per ascoltare la vostra musica preferita; l’alternativa è la funzione Wireless Direct utile per lo streaming dei brani direttamente dallo smartphone. 

Servendovi dell’apposita applicazione le operazioni di setup saranno semplicissime, sarete guidati passo passo dal collegamento dei vari cavi fino alla calibrazione dell’impianto. Gli utenti hanno manifestato piena soddisfazione per la semplicità di gestione del sintoamplificatore. Molto buona la connettività con cinque HDMI (quattro ingressi e un’uscita). Per iPod, iPhone ecc, c’è una connessione USB digitale.

 

Display piccolo

La maggior parte delle critiche ha interessato il display. Sono molti gli utenti che lo ritengono troppo piccolo e si sono detti disturbati dal fatto che i nomi degli artisti o dei brani si leggano troncati se troppo lunghi. Inoltre lo scorrimento è ritenuto troppo lento. 

Qualche malcontento è dovuto anche alla ricezione del segnale FM che non è perfetta. Il design sicuramente bello, Yamaha ha realizzato un dispositivo elegante ma, secondo alcuni, anche ingombrante. Non convince neanche il telecomando sia sotto il profilo estetico sia pratico. Il potenziometro del volume richiede un giro eccessivo per aumentare o abbassare il valore; gli utenti avrebbero preferito fosse stato maggiormente sensibile al tocco. 

Ottima la qualità dei materiali: il sintoamplificatore è solido, pesante; si vede subito che è stato ben costruito. Infine, il prezzo che per un dispositivo del genere non è affatto male. Crediamo sia un investimento che vale la pena di fare e non abbiamo dubbi sul fatto che, nonostante il dispositivo sia migliorabile in alcuni dettagli, nessuno resterà pentito dell’acquisto.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...