Canon EOS M100 – Recensione

Ultimo aggiornamento: 04.12.20

 

Principale vantaggio

Il rapporto qualità-prezzo della EOS M100 è a dir poco ineguagliabile; le caratteristiche possedute da questa fotocamera, infatti, sono decisamente superiori rispetto a quelle delle fotocamere reflex entry level, soprattutto per quanto riguarda il sensore CMOS e il processore di elaborazione delle immagini.

 

Principale svantaggio

L’app scaricabile gratuitamente, purtroppo, è poco curata dal punto di vista estetico e ha un’interfaccia decisamente spartana; questa però è una pecca comune a quasi tutte le fotocamere, e non toglie nulla alle sue prestazioni.

 

Verdetto 9.9/10

La EOS M100 è tra le fotocamere mirrorless più vendute nella categoria delle entry level; grazie al suo eccellente rapporto qualità-prezzo fa una concorrenza spietata alle rivali.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

La entry level delle mirrorless Canon

Il colosso giapponese Canon non ha certo bisogno di presentazioni; la fama di questa azienda, infatti, è stata solidamente costruita sugli oltre 80 anni spesi nella progettazione, sviluppo e produzione di fotocamere, videocamere, ottiche e sistemi di stampa a getto e laser. 

Il massimo successo a livello mondiale però, è arrivato nel 1987 con l’introduzione del sistema EOS, un nuovo standard per le fotocamere analogiche in formato 35mm che permise alla Canon di acquisire la leadership globale nel relativo comparto nella successiva decade degli anni ’90.

Da allora ad oggi il sistema EOS si è ulteriormente evoluto ed è stato applicato prima alle fotocamere reflex digitali e poi, negli ultimi anni, alle nuove fotocamere mirrorless digitali appartenenti alle serie R e M; la Canon EOS M100 appartiene proprio alla serie M, la quale raggruppa le fotocamere mirrorless con sensore in formato APS-C, destinate alla fascia di utenza amatoriale, sia quella di base sia quella avanzata e semi-professionale.

All’interno della sua categoria specifica, poi, la M100 si colloca sul primo gradino, visto che è il modello entry level delle mirrorless digitali prodotte da Canon. Una delle sue caratteristiche più apprezzate, quindi, consiste soprattutto nell’eccellente rapporto qualità-prezzo.

Questa fotocamera Canon, infatti, possiede alcune caratteristiche in comune con il modello M6, che si colloca al top di gamma, quindi offre prestazioni decisamente avanzate rispetto agli standard di una qualsiasi altra fotocamera entry level, incluse quelle prodotte dalle ditte concorrenti, ma è disponibile a un costo decisamente competitivo e facilmente accessibile.

Maneggevole e facile da usare

Non a caso, infatti, la Canon EOS M100 è rivolta soprattutto ai fotoamatori principianti e ai semplici appassionati di fotografia che non si sono mai spinti oltre le fotocamere compatte e che di conseguenza non hanno alcuna esperienza nell’uso delle fotocamere con ottica intercambiabile e gestione manuale dei parametri.

La EOS M100, grazie alle dimensioni ridotte del corpo macchina, che non differiscono molto da quelle di una normale compatta, è in grado di mettere subito a proprio agio anche l’utente più inesperto, che potrà avere un approccio più rilassato e “costruttivo” nei confronti dell’attrezzatura.

L’uso della fotocamera e la gestione manuale dei parametri, risultano estremamente facili grazie all’unica ghiera di selezione delle modalità di scatto, situata nella parte superiore del corpo macchina, e ai pulsanti di navigazione per i menù operativi, che sono raggruppati sul retro vicino all’ampio display LCD. 

Quest’ultimo è touchscreen e funge anche da mirino elettronico; la possibilità di orientarlo a 180 gradi, inoltre, garantisce la massima libertà di inquadratura e di avere prospettive che sono invece impossibili da ottenere con una fotocamera reflex dotata di mirino ottico, a meno di non spendere una cifra abbastanza elevata per dotarla di un mirino angolato.

 

Requisiti superiori alla media

Quando si esaminano da vicino le fotocamere digitali di categoria entry level (ecco la nostra lista dei migliori modelli), una delle cose che saltano subito all’occhio è che le mirrorless offrono dei notevoli vantaggi rispetto alle reflex, e non solo per il sistema di mira elettronico, e per la EOS M100 vale la stessa regola.

A dispetto del fatto di essere un modello base, infatti, la M100 è equipaggiata con lo stesso sensore CMOS e lo stesso processore DIGIC 7 utilizzati dalla M6, che è il modello di punta delle mirrorless Canon di fascia amatoriale, più grande, più costoso e con prestazioni di tipo semi-professionale. 

Il sensore offre una risoluzione di ben 24,2 megapixel, infatti, e il processore DIGIC 7 permette di catturare foto con un frame rate massimo di 6,1 fotogrammi per secondo utilizzando la messa a fuoco e fino a 4 in modalità Burst, inoltre può registrare video in formato Full HD non compresso e con un rateo di 60 fotogrammi per secondo.

Per quanto riguarda i parametri manuali, invece, la EOS M100 non ha nulla da invidiare alle fotocamere di fascia avanzata, che si tratti di mirrorless o di reflex. I tempi di posa, infatti, possono essere impostati entro un arco che va da 30 secondi a 1/4.000 di secondo, la sensibilità ISO è regolabile da 100 a 25.600 per le foto e da 100 a 6.400 per i filmati, con incrementi di 1/3 di stop; il range di compensazione dell’esposizione, invece, è di +/- 3 EV con intervalli di 1/3 di stop.

Anche le modalità di messa a fuoco AF offrono una gamma decisamente completa per una fotocamera di categoria entry level, con un sistema a 49 punti fissi su griglia 7×7 e 9 punti fissi su griglia 3×3; le modalità AF, inoltre, includono il tracking dei volti e la selezione automatica della zona direttamente dal display mediante touch screen.

 

Ampia scelta di obiettivi

Il sistema EOS è caratterizzato dal classico innesto a baionetta per gli obiettivi intercambiabili EF; le mirrorless Canon della serie M, quindi, presentano una variante specifica dell’innesto, che è denominata EF-M. Nonostante il sistema EOS M sia stato introdotto solo in tempi relativamente recenti, però, il relativo parco obiettivi conta già otto diverse ottiche, tre delle quali a focale fissa e cinque a lunghezza variabile.

Data la speciale architettura delle fotocamere mirrorless, dove il sensore è collocato immediatamente dietro l’innesto dell’obiettivo, la gamma complessiva delle lunghezze focali degli obiettivi EF-M va dagli 11mm ai 200mm, e quindi è meno ampia rispetto a quella offerta dagli obiettivi EF.

I più esigenti da questo punto di vista, però, non saranno assolutamente disattesi; grazie allo specifico adattatore Canon EF-EOS M, infatti, la M100 diventa compatibile con tutti gli obiettivi Canon della serie EF ed EF-S.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments