La Migliore Fotocamera

Ultimo aggiornamento: 23.08.19

 

Fotocamere – Opinioni, analisi e guida all’acquisto del 2019

 

Se siete in procinto di acquistare una fotocamera ma non siete sicuri sul modello da prendere, allora siete capitati proprio nel posto migliore. Nella nostra guida, infatti, troverete molte informazioni utili che vi aiuteranno a comprendere meglio i dettagli tecnici di una macchina fotografica. Qualora non abbiate tempo a disposizione per approfondire l’argomento, però, potrete comunque dare un’occhiata alla recensione dei modelli più apprezzati dai consumatori, a cominciare dalla Canon Eos M100, una fotocamera mirrorless dalle prestazioni superlative, e la APEMAN 4K A77, una fotocamera subacquea compatta ed economica, ideale per gli amanti dello snorkeling.

 

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Opinioni sulle migliori fotocamere

 

Prodotti raccomandati

 

Fotocamera Canon

 

Canon Eos M100

 

Al primo posto tra i modelli attualmente più venduti, si colloca la fotocamera Canon Eos M100, una mirrorless compatta e molto elegante, dotata di connettività WiFi e Bluetooth.

È molto versatile e può scattare foto incredibilmente nitide e registrare video in formato Full HD a 60fps, grazie all’ottimo sistema di messa a fuoco Dual Pixel CMOS AF, al sensore CMOS da 24,2 megapixel e alla sensibilità che arriva fino a 25.600 ISO. 

Ovviamente è dotata di modalità di scatto automatiche, ma può essere impostata anche manualmente in modo estremamente facile, come accennato prima, grazie al display con i comandi Touch Screen in stile smartphone. Il display, inoltre, è orientabile in modo da poter scattare anche selfie.

Ma la vera chicca della Eos M100 è il processore DIGIC 7, uno dei più recenti sviluppati da Canon, che assicura una qualità delle immagini eccellente e il massimo della fluidità video.

 

Pro

DIGIC 7: La Eos M100 integra uno dei processori Canon di ultima generazione, il DIGIC 7. Le prestazioni offerte sono a dir poco eccellenti, sia nella fotografia sia nelle registrazioni video.

Facile da usare: Persino i principianti si troveranno bene con questa fotocamera, grazie ai controlli Touch Screen con interfaccia in stile smartphone. In questo modo anche l’impostazione manuale diventa estremamente semplice.

Qualità dell’immagine: La mirrorless Canon dispone di un sensore di immagine CMOS da ben 24,2 megapixel, che unito al processore DIGIC 7 assicura una qualità delle immagini di altissimo livello.

 

Contro

App: Scaricabile gratuitamente, permette il controllo della fotocamera tramite smartphone ma è alquanto essenziale e spoglia nei contenuti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Fotocamera Subacquea

 

APEMAN 4K A77

 

A coloro che si chiedono dove acquistare una fotocamera subacquea a prezzi bassi, invece, consigliamo di valutare attentamente la A77 prodotta dalla ditta APEMAN. Più che di una fotocamera, in realtà, si tratta di una action camera, ma proprio per questo è stata particolarmente apprezzata tra i consumatori ed è uno dei modelli più richiesti tra tutti quelli venduti online.

Oltre a essere il più economico tra tutti i prodotti che abbiamo sottoposto a comparazione, la A77 ha anche il pregio di offrire una risoluzione video 4K, e dal momento che è impermeabile fino a una profondità massima di 30 metri, è la fotocamera ideale per i sub e per gli appassionati di snorkeling.

Si tratta di una fotocamera subacquea di buon livello ma pur sempre economica, quindi non aspettatevi lo stesso livello di qualità ottenibile da una GoPro, per esempio, o da una qualsiasi altra fotocamera simile, ma professionale.

 

Pro

Economica: La ragione principale del suo successo di mercato è il prezzo, a dir poco concorrenziale. Questo la rende facilmente accessibile a chiunque, e ottima anche come idea regalo.

Alta definizione: Può scattare foto e registrare video fino al formato Ultra HD 4K, anche se la qualità delle immagini non arriva certo all’eccellenza.

Completamente accessoriata: La sua dotazione è una delle più complete che potrete trovare, e consta di ben venti differenti oggetti, tra i quali una seconda batteria e un comodo telecomando da polso da usare in immersione.

 

Contro

Prestazioni: Come accennato anche prima, trattandosi di una fotocamera economica non aspettatevi miracoli circa il livello di prestazioni offerte; è un modello subacqueo adatto soprattutto ai principianti e ai meno esigenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Fotocamera Istantanea

 

Fujifilm Instax Mini 9

 

Quando si parla di macchine fotografica non si devono tralasciare i modelli istantanei, che hanno avuto un’ampia diffusione e successo tra gli anni ’70 e ’80. Ecco perché al terzo posto della nostra lista si colloca la fotocamera istantanea non digitale Instax Mini 9, prodotta dalla nota azienda giapponese Fujifilm.

Stando ai pareri degli acquirenti, la Instax Mini 9 è una delle migliori fotocamere istantanee attualmente disponibili sul mercato, e di sicuro è quella che offre il rapporto qualità-prezzo più favorevole. Oltre a costare poco rispetto ai modelli prodotti dalle ditte concorrenti, a cominciare dalle fotocamere Polaroid, la Instax Mini 9 ha anche il vantaggio di possedere una lente aggiuntiva che permette di ridurre la distanza minima per la messa a fuoco a soli 35 centimetri.

La qualità delle stampe non raggiunge quella delle Polaroid, ovviamente, ma in compenso costa poco ed è ottima soprattutto per i più giovani.

 

Pro

Stampa istantanea: Il fascino di avere la stampa di una foto dopo averla scattata è intramontabile, come dimostrato anche dal prospero mercato delle fotocamere istantanee.

Macro: Dato il tipo di fotocamera potrebbe sembrare impensabile eppure, grazie alla lente aggiuntiva, la Instax Mini 9 offre anche la modalità di scatto Macro con una distanza minima di messa a fuoco di soli 35 centimetri.

Facile da usare: Completamente automatizzata com’è, è estremamente facile da usare e per questo consigliata soprattutto ai giovanissimi appassionati di fotografia.

 

Contro

Esposizione: L’esposizione automatica tende a essere un po’ troppo luminosa, quindi le foto fatte in piena luce risultano troppo chiare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Fotocamera Bridge

 

Canon PowerShot SX540 HS

 

La Canon PowerShot SX540 HS, invece, è una fotocamera bridge, definizione che sta indicare un particolare tipo di fotocamera che combina le dimensioni e la praticità di una compatta con il design e le funzionalità di una reflex.

Le fotocamere bridge rappresentano un settore relativamente nuovo della fotografia, infatti sono state introdotte all’inizio degli anni ’90, ma hanno conquistato subito l’attenzione dei professionisti e degli amatori, generando una nuova nicchia di mercato nel campo della fotografia. La PowerShot SX540 HS si presenta con l’aspetto classico di una fotocamera reflex, con la differenza che lo zoom è fisso e non intercambiabile.

Ha un sensore da 20,3 megapixel e un obiettivo ultragrandangolare con zoom fino a 50x, che grazie al sistema ZoomPlus può raggiungere un fattore di ingrandimento di 100x; il processore integrato è un DIGIC 6, quindi le prestazioni sono ottime, e dispone anche di Wi-Fi e NFC.

 

Pro

Bridge: Le fotocamere Bridge uniscono il meglio delle compatte e delle reflex, e cioè la praticità e la facilità d’uso con la possibilità di disporre di uno zoom potente e di una maggiore libertà di impostazione dei parametri.

Prezzo: Ovviamente costa di più rispetto a una compatta, ma di gran lunga meno rispetto a una reflex. Il rapporto qualità-prezzo che ne risulta, quindi, è davvero eccellente e la fotocamera è ottima anche per i principianti.

Video Full HD: Ovviamente è capace anche di registrare video di qualità ottima, con una risoluzione Full HD a 60fps.

 

Contro

Istruzioni e indicatore batteria: Le sole pecche di questa fotocamera bridge sembrano essere le istruzioni d’uso, ridotte al minimo sindacale, e l’indicatore della batteria che è poco affidabile.

Acquista su Amazon.it (€245)

 

 

 

Fotocamera Mirrorless

 

Panasonic Lumix DMC-GX80K

 

Anche la Lumix DMC-GX80K è una fotocamera mirrorless, e secondo gli estimatori di questo tipo di macchine è un buon modello, ma anche un po’ troppo sopravvalutato. A differenza della prima mirrorless esaminata nella nostra guida infatti, e cioè la Canon Eos M100, la Lumix può scattare foto e registrare video con una risoluzione Ultra HD 4K, inoltre è dotata anche dello stabilizzatore delle immagini Dual I.S. a 5 assi.

Il sensore di acquisizione immagini, però, raggiunge soltanto i 16 megapixel, di conseguenza la qualità dell’immagine è inferiore rispetto alla Eos M100, in particolare l’obiettivo in dotazione sembra essere non all’altezza. Quest’ultimo, infatti, ha il difetto di generare troppi flares, soprattutto quando le inquadrature sono controluce.

Nel complesso, quindi, nonostante le buone premesse, la Lumix sembra penalizzata da una qualità delle immagini non proprio eccellente e, secondo alcuni, anche lo stabilizzatore è poco prestante.

 

Pro

Kit EGK: La confezione in oggetto è un kit che oltre al corpo macchina della fotocamera mirrorless include anche un obiettivo di 12-32mm, il copriobiettivo, la copertura per l’attacco a slitta, la batteria, l’adattatore, la tracolla e il cavo USB.

Wireless: La piena connettività della Lumix GX80 è assicurata dal modulo Wi-Fi integrato nel corpo macchina. In questo modo potrete inviare i vostri scatti direttamente sul Cloud o pubblicarli sui Social.

Post Focus: Questa funzione consente di mettere a fuoco l’immagine anche dopo aver scattato la foto e, in modo selettivo, rivelandosi adatta soprattutto ai principianti.

 

Contro

Immagini e video: La qualità di scatti e filmati è buona ma non eccezionale, quindi se siete particolarmente esigenti è consigliabile orientarsi su una mirrorless di marca diversa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Fotocamera Reflex

 

Nikon D5300 Kit VR

 

Ed eccoci alla prima delle fotocamere reflex esaminate nella nostra guida, la Nikon D5300 nella confezione kit VR: con teleobiettivo 18-105mm, scheda SD Lexar serie Premium 200x della capacità di 8 gigabyte e Nital Card con 4 anni di garanzia sul prodotto.

Parlare della qualità Nikon ci sembra quasi superfluo, dato che quest’azienda è uno dei colossi della fotografia insieme a Canon, quindi ci limiteremo a elencare qualcuno tra i suoi numerosi pregi, a cominciare dal sensore CMOS da 24,2 megapixel effettivi in formato DX, un range di sensibilità compreso tra 100 e 12.800 ISO, che permette di scattare in qualsiasi condizione di luce, e il processore Expeed 4, realizzato con tecnologia esclusiva Nikon.

Le sue caratteristiche la rendono quasi unica nel suo genere, ponendola in una categoria diversa sia dalle entry-level sia dalle Pro e dalle Prosumer, ragion per cui è molto apprezzata soprattutto tra la clientela amatoriale.

 

Pro

Parco lenti: Grazie all’innesto a baionetta Nikon F-Mount, la D5300 può montare qualsiasi teleobiettivo prodotto da Nikon. Il parco lenti di cui ci si può dotare, quindi, è decisamente vasto e limitato soltanto dal vostro budget di spesa.

Funzione guida: Per la gioia dei principianti, la D5300 possiede l’utilissima funzione Guida, che visualizza sul display LCD i principali parametri da impostare per lo scatto: la sensibilità ISO, l’apertura del diaframma e il tempo di esposizione.

Ergonomica: Le reflex di solito sono disegnate tutte per essere ergonomiche, in modo da facilitare e rendere più comoda la presa quando si montano teleobiettivi particolarmente potenti e pesanti. La D5300 non fa eccezione alla regola.

 

Contro

GPS: Una delle particolarità di questa reflex, assente sui modelli successivi, è il GPS integrato per la geolocalizzazione degli scatti. Bisogna fare attenzione a usarlo però, perché riduce notevolmente la durata della batteria.

Acquista su Amazon.it (€673,99)

 

 

 

Fotocamera Sony

 

Sony Alpha 6000L

 

Tra le fotocamere di maggior successo troviamo ancora una mirrorless, stavolta però si tratta della Sony Alpha 6000L, un modello le cui caratteristiche sono paragonabili alla mirrorless Canon Eos M100 esaminata in principio.

La fotocamera Sony possiede infatti un teleobiettivo 16-50mm, un sensore CMOS Exmor da 24,3 megapixels, di tipo APS-C, un avanzato processore BIONZ X e una sensibilità che raggiunge i 25.600 ISO. Può scattare foto ed effettuare registrazioni video in formato Full HD, ha un sistema di messa a fuoco ibrido molto veloce ed è dotata di un display OLED inclinabile di 180 gradi.

Alle ottime caratteristiche tecniche, inoltre, si aggiungono le dimensioni compatte e la leggerezza, che la rendono estremamente pratica e facile da trasportare.

L’unica pecca della fotocamera Sony Alpha 6000L, secondo alcuni acquirenti, è l’autonomia offerta dalla batteria; quest’ultima, infatti, tende a esaurirsi dopo circa 250 scatti in formato non RAW.

 

Pro

Riflessi veloci: Non soltanto la fotocamera Sony è veloce nella messa a fuoco, grazie al sistema ibrido, ma anche nello scatto. Nella modalità a raffica, infatti, raggiunge gli undici scatti al secondo.

Automatica o manuale: Per mettere d’accordo principianti ed esperti, la 6000L è stata progettata in modo da poter essere usata in configurazione del tutto automatica oppure manuale.

Compatibile con ottiche datate: Uno dei vantaggi di questa mirrorless è quello di essere compatibile con un elevato numero di adattatori e, di conseguenza, di poter montare anche ottiche di vecchia data.

 

Contro

Batterie: La durata delle batterie è scarsa, purtroppo, e l’unica soluzione è l’acquisto di altre batterie da tenere come riserva.

Acquista su Amazon.it (€497,12)

 

 

 

Fotocamera Nikon

 

Nikon D3200 Kit VR II

 

Con il Kit VR II, invece, ritorniamo alle fotocamere reflex, e nella fattispecie alla fotocamera Nikon D3200. Il kit è comprensivo del corpo macchina e del teleobiettivo Nikkor DX 18-55mm.

La D3200 è un modello base a tutti gli effetti, quindi è decisamente facile da usare e ottima per gli appassionati di fotografia che vogliono fare un salto di qualità e imparare a usare la fotocamera in modalità manuale alla stregua dei professionisti. Le sue prestazioni sono leggermente inferiori rispetto alla D5300 esaminata prima, perché al posto del processore Expeed 4 monta la versione precedente Expeed 3.

anche la sensibilità massima raggiunge soltanto i 6.400 ISO, contro i 12.800 della D5300, ma c’è da dire che tutte queste differenze si fanno sentire anche sul prezzo, che è decisamente più accessibile. Data la sua semplicità d’uso, gli acquirenti la consigliano a principianti e appassionati privi di esperienza con le fotocamere reflex.

 

Pro

Entry level: La fotocamera Nikon D3200, grazie alle sue buone prestazioni e alla facilità d’uso, è il modello ideale per introdurre al mondo della fotografia gli appassionati che non hanno la minima esperienza in questo campo.

Solida e resistente: Il corpo macchina è realizzato in lega di magnesio, nonostante la sua leggerezza, quindi, risulta estremamente solida e resistente. Attenzione però, essendo una Entry Level non è tropicalizzata, quindi attenti alle temperature estreme.

Autonomia: La batteria ha una durata di circa 500 scatti, ma se usata in modalità manuale può arrivare anche a 1.000 scatti.

 

Contro

Sensibilità: Secondo l’opinione di alcuni acquirenti, tra l’altro fotografi di professione, la sensibilità non è proprio il massimo e le foto vengono bene solo con molta luce, in condizioni di scarsa luce la resa cala drasticamente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Fotocamera Samsung

 

Samsung WB350F Smart Camera

 

La fotocamera Samsung WB350F è una compatta di tipo Smart, cioè dotata della possibilità di connettersi al web e ai dispositivi mobili tramite Wi-Fi e NFC, in maniera semplice e veloce, in modo da poter caricare le foto sul Cloud, condividerle sui Social oppure sugli smartphone di amici o parenti.

È dotata di ottica fissa grandangolare da 23mm, zoom digitale 21x, sensore da 16,3 megapixel, display Touch Screen da 3 pollici e flash incorporato a scomparsa, estraibile tramite l’apposito pulsante posto sulla parte superiore del corpo macchina. Le sue dimensioni ridotte e la leggerezza la rendono molto pratica e comoda, sia da usare sia da trasportare.

La sensibilità però, già a partire dai valori 200 e 400 ISO, comincia a generare molto rumore, e impostandola su 800 ISO il rumore è presente in tutta l’area dell’inquadratura, ragion per cui la qualità dell’immagine non è proprio il massimo.

 

Pro

Economica: Nonostante costi poco più di 200 euro, la fotocamera compatta Samsung può considerarsi decisamente economica, soprattutto se paragonata alle compatte prodotte da Nikon, Canon e Sony.

Funzioni: Come compatta può vantare molte funzionalità, ulteriormente incrementate dalla connettività Wi-Fi; tanto per fare un esempio, infatti, è possibile usarla perfino come Baby Monitor.

Zoom 21x: Una delle qualità che gli acquirenti hanno mostrato di apprezzare maggiormente, è il fattore di ingrandimento dello zoom digitale che risulta ottimo per essere una compatta.

 

Contro

Flash e qualità: Il flash è estremamente delicato e bisogna stare attenti perché tende a incastrarsi; la qualità delle foto, inoltre, è abbastanza modesta a causa dell’elevato rumore.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Fotocamera Leica

 

Leica Sofort 19102

 

La fotocamera Leica Sofort 19102 è destinata soprattutto ai nostalgici e agli appassionati della fotografia in stile Polaroid, si tratta infatti di una fotocamera istantanea di alta qualità, compatibile con le pellicole Fujifilm Instax.

La Sofort si distingue innanzitutto per il design essenziale e per la qualità dei materiali di fabbricazione, superiore rispetto alle fotocamere istantanee delle altre ditte, incluse le giapponesi. Gli ulteriori pregi sono rappresentati dall’elevata autonomia offerta dalla batteria e dalle molteplici modalità d’uso, tra cui la doppia esposizione, la modalità Macro, una apposita per i selfie e altre ancora.

L’ottica, la qualità strutturale e quella delle stampe, nonché l’elevata versatilità, sono tutti aspetti che gli acquirenti hanno avuto modo di apprezzare molto, del resto Leica è uno dei marchi storici europei nel settore della fotografia e i suoi standard produttivi sono molto alti. Purtroppo, però, la fotocamera Leica Sofort di alto ha anche il prezzo.

 

Pro

Compatibile con pellicole Fujifilm: Il modo migliore per risparmiare sui successivi costi della pellicola istantanea è cercare le fotocamere compatibili con le meno care sul mercato, le Fujifilm Instax, e la Leica lo è.

Batteria: Secondo gli acquirenti dura veramente tanto, e rappresenta uno dei maggiori punti di forza della Leica Sofort.

Materiali di fabbricazione: Rispetto alle fotocamere istantanee prodotte dalle altre ditte, inclusi i marchi più blasonati, la Leica Sofort è quella costruita con i materiali migliori. Perfino l’obiettivo è in vetro invece che in plastica.

 

Contro

Prezzo: Purtroppo è anche una delle fotocamere istantanee più costose che si possano trovare sul mercato, quindi è consigliata soprattutto agli estimatori e ai più esigenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Fotocamera Polaroid

 

Polaroid SnapTouch

 

La SnapTouch appartiene all’ultima generazione di fotocamere istantanee compatte prodotte da Polaroid, la ditta che per prima ha introdotto sul mercato le macchine fotografiche a stampa istantanea.

La fotocamera Polaroid è apprezzata soprattutto per le sue dimensioni compatte e i numerosi e vivaci colori tra cui è possibile scegliere, caratteristiche che la rendono adatta soprattutto ai giovanissimi.

È tascabile, facile da portare grazie al cordino da polso incluso nella dotazione di accessori, e anche da usare; tutti i controlli, infatti, si possono gestire in maniera semplice direttamente sul display touchscreen di cui è dotata.

Ma l’aspetto più interessante della Polaroid SnapTouch è il fatto di essere una delle prime fotocamere istantanee sul mercato a offrire la possibilità di registrare video con risoluzione HD e Full HD. Gli acquirenti ne lodano soprattutto la qualità di stampa delle foto, molto vivide, ma bocciano i materiali di fabbricazione, alquanto mediocri.

 

Pro

Qualità di stampa: Le Polaroid mantengono ancora inalterato il loro primato di qualità per quanto riguarda la stampa istantanea; grazie alla loro tecnologia esclusiva Zero Ink, infatti, le foto vengono sorprendentemente vivide.

Video in alta definizione: L’ulteriore vantaggio offerto dalla SnapTouch è quello di poter registrare video in alta definizione in due diversi formati, 720p e 1080p.

Polaroid Print App: Grazie all’app Polaroid, scaricabile gratuitamente, è possibile collegare la SnapTouch ad altre macchine fotografiche tramite il Bluetooth integrato, per stampare le foto desiderate.

 

Contro

Materiali: I materiali di fabbricazione, purtroppo, sembrano essere il punto critico della SnapTouch; alcuni acquirenti, infatti, ne hanno sottolineato la qualità mediocre.

Acquista su Amazon.it (€145,99)

 

 

 

Come scegliere le migliori fotocamere

 

Come orientarsi in un vasto oceano

Il mondo delle macchine fotografiche è vasto, vario e complesso, e dal momento che la fotografia è un’attività praticata non soltanto a livello professionale, ma soprattutto in ambito amatoriale e dilettantistico, la scelta di una fotocamera richiede un’attenta valutazione.

 

 

A seconda delle esigenze, infatti, la spesa da sostenere potrebbe partire da un minimo di 70-80 euro fino a raggiungere i 15.000 euro e oltre; in quest’ultimo caso parliamo di attrezzature fotografiche professionali, naturalmente, ma la spesa per una buona fotocamera amatoriale, se si è particolarmente esigenti, potrebbe tranquillamente raggiungere i 1.500-2.000 euro.

Quindi è bene stabilire dei parametri, a cominciare dal tipo di fotocamera, dalle caratteristiche tecniche che essa possiede e dal tipo di tecnologia integrata, quindi ora cercheremo di fare un po’ di chiarezza sull’argomento nel modo più breve e semplice possibile.

 

Le fotocamere analogiche

Restando nel target di utenza amatoriale, cominciamo innanzitutto identificando le diverse tipologie di fotocamera attualmente disponibili sul mercato, dividendole nei due rami principali: analogico e digitale.

Le fotocamere analogiche, e cioè quelle che utilizzano la pellicola, hanno il pregio di essere decisamente più economiche rispetto alle digitali, ma in ogni caso portano con sé l’onere delle successive spese di gestione, rappresentate dall’acquisto dei rullini, dallo sviluppo e dalla stampa delle fotografie.

I prezzi di queste fotocamere possono variare dagli 8-12 euro delle compatte usa e getta fino ai 200 euro circa delle fotocamere SLR; una particolare tipologia è rappresentate dalle fotocamere istantanee analogiche, che hanno un prezzo medio di circa 80-90 euro.

Le fotocamere analogiche però, al giorno d’oggi sono destinate soprattutto ai fotoamatori, dato che la tecnologia che utilizzano non permette di visualizzare in anteprima come sarà il risultato finale e quindi richiedono un minimo di conoscenze tecniche per impostare ogni scatto in maniera corretta.

 

Le fotocamere digitali

Se siete orientati verso una macchina digitale, invece, potrete scegliere tra istantanee, compatte, mirrorless e DSLR, queste ultime suddivise in ulteriori categorie a seconda del formato del sensore di acquisizione delle immagini: APS-C, APS-H o Full Frame.

Le fotocamere istantanee digitali possono hanno un prezzo variabile dagli 80 ai 250 euro, a seconda della ditta costruttrice e del formato di stampa, ma sono consigliate soprattutto a una clientela molto giovane; le più richieste in questo segmento sono le compatte invece, tra le quali rientrano anche le mirrorless, e il loro prezzo varia dagli 80 ai 400-500 euro circa e oltre. Alcune fotocamere digitali compatte per uso professionale, infatti, possono raggiungere anche i 1.500 euro.

 

 

Le fotocamere DSLR, invece, vi apriranno un mondo totalmente nuovo, fatto di ottiche intercambiabili, teleobiettivi basculanti, flash elettronici e tutta una serie di altri accessori grazie ai quali potrete raggiungere una versatilità d’impiego che è preclusa alle fotocamere compatte, per non parlare della qualità delle immagini, ma sono consigliate soltanto ai più esigenti a causa del loro costo, che oscilla dai 400 ai 2.000 euro circa.

 

 

 

Domande frequenti

 

Cosa significa fotocamera DSLR?

L’acronimo SLR significa Single Lens Reflex, ed è più comunemente noto come Reflex appunto. Questa sigla è usata per identificare le fotocamere dotate di un sistema di mira che, grazie all’ausilio di uno specchio inclinato verso l’alto con un angolo di 45 gradi, permette di osservare dal mirino ottico della fotocamera la stessa inquadratura in ingresso dall’obiettivo.

Il sistema SLR, in pratica, utilizza lo stesso principio su cui si basa il periscopio, il quale grazie a un sistema di prismi e specchi inclinati permette di reindirizzare l’immagine dall’obiettivo all’oculare senza alterare le dimensioni e l’inquadratura.

Per quanto riguarda le fotocamere, il suo principio di funzionamento è semplice: lo specchio si trova sempre in posizione angolata, in modo da riflettere l’immagine in entrata dall’obiettivo a un pentaprisma, che a sua volta la rimanda al mirino ottico. Soltanto nel momento dello scatto, lo specchio si solleva e lascia passare la luce verso l’otturatore e l’elemento sensibile, che nelle fotocamere SLR è rappresentato dalla pellicola, permettendo così la cattura dell’immagine. Dopo lo scatto, lo specchio ritorna in posizione angolata, andando a coprire l’otturatore e impedendo nuovamente il passaggio della luce.

La sigla DSLR, di conseguenza, sta a indicare la versione digitale di una fotocamera SLR, ovvero la Digital Single Lens Reflex. Nel caso delle reflex digitali, ovviamente, l’elemento sensibile non è la pellicola ma il sensore di acquisizione delle immagini, la cui dimensione non sempre corrisponde al formato pieno della pellicola tradizionale, che è di 24 x 36 millimetri. 

Questo ha portato a una ulteriore differenziazione per quanto concerne le fotocamere DSLR, e cioè la distinzione tra i modelli con sensore Full Frame, le cui dimensioni sono analoghe al formato 24 x 36 della pellicola tradizionale, e i modelli dotati di sensore Non Full Frame, e cioè le reflex di tipo APS-C o APS-H.

 

Come riavviare una fotocamera Canon?

Potrebbe capitare, usando una fotocamera digitale, che questa dia un segnale di errore in seguito a un’errata operazione dell’utente, oppure a causa di un improvviso e momentaneo malfunzionamento dovuto ad altre cause.

In questi casi bisogna procedere innanzitutto a una verifica preliminare, spegnendo e riaccendendo la fotocamera, e controllare se il messaggio di errore persiste o se le funzionalità si sono correttamente ripristinate. Se i problemi persistono allora è necessario ricorrere al ripristino della fotocamera, riavviando il sistema operativo e riportandolo alle impostazioni predefinite. In questo caso ogni ditta ha la sua particolare procedura da seguire, per cui è bene fare sempre riferimento al manuale di istruzioni della fotocamera prima di intervenire.

Per quanto riguarda le fotocamere Canon nello specifico, invece, la procedura è abbastanza semplice e va eseguita nel modo seguente. Innanzitutto accendete la fotocamera e poi tenete premuto il pulsante Menù per 5 secondi. In questo modo, sul display LCD comparirà un messaggio dove viene chiesto se si desidera resettare la fotocamera sulle impostazioni predefinite; usate i tasti cursore “<” e “>” per selezionare l’opzione richiesta, che in questo caso è OK, dopodiché premete il pulsante SET; se invece siete incappati nella schermata di ripristino per puro sbaglio, vi basterà selezionare l’opzione Annulla e premere SET.

Ricordate che durante l’operazione di riavvio del sistema alle impostazioni predefinite, la fotocamera deve essere scollegata dal computer o da qualsiasi altro dispositivo, anche in modalità wireless, e bisogna evitare di tenere il tasto di accensione perennemente premuto.

 

 

 

Come utilizzare una fotocamera

 

Come funziona una fotocamera Wi-Fi

Le fotocamere Wi-Fi funzionano né più né meno come le normali fotocamere, con la differenza che il modulo Wi-Fi integrato permette loro di espletare alcune funzionalità precluse alle fotocamere che ne sono prive, e di godere di alcuni vantaggi rispetto a queste ultime.

 

 

Il primo vantaggio offerto dalle fotocamere Wi-Fi è quello di poter fare a meno dei cavi e trasferire quindi le foto in modalità wireless, direttamente dalla memoria della fotocamera al computer, al Cloud o a un sito web. Il Wi-Fi offre anche una maggiore velocità di accesso allo spazio di archiviazione, una maggiore velocità nel trasferimento dei dati e consente ulteriori modalità di utilizzo della fotocamera, come per esempio il monitoraggio video a distanza della propria casa o di determinate zone.

Le fotocamere Wi-Fi però, per funzionare correttamente richiedono una configurazione preliminare che, tra la altre cose, prevede il collegamento a un modem/router; tra gli altri svantaggi caratteristici di questo tipo di fotocamere, inoltre, c’è il problema dell’elevato consumo della batteria e quello della crittografia e della privacy, dal momento che alcuni sistemi di condivisione delle foto sono ancora aperti e disponibili pubblicamente.

 

Come trasferire le foto dalla fotocamera al PC

Per trasferire su un computer le foto e i video presenti sulla memoria della fotocamera, si possono usare diverse procedure a seconda delle preferenze personali.

Il primo metodo consiste nello sfruttare direttamente il software specifico per il computer che viene fornito in dotazione con la fotocamera, sul supporto CD. Il software, durante la fase di installazione sul computer, vi chiederà di designare una cartella di destinazione specifica dove saranno immagazzinati i file trasferiti, in modo da facilitare al massimo l’operazione. In questo modo, ogni volta che avrete necessità di trasferire i file, basterà collegare la fotocamera al computer tramite l’apposito cavo USB e far partire il software, selezionando poi l’opzione di trasferimento.

Un altro metodo analogo, ma consigliato a coloro che non dispongono del software specifico, oppure ce l’hanno ma sono costretti a trasferire i file su un altro computer che ne privo, è quello di collegare semplicemente la fotocamera al PC tramite il cavo USB e attendere qualche secondo. Il sistema operativo del computer, che sia Windows, MacOS oppure Linux, rileverà la fotocamera come periferica di acquisizione immagine e vi aprirà una finestra di accesso al suo supporto di memoria. 

Questa procedura è leggermente più complessa perché dovrete andare a cercare i file nelle diverse cartelle presenti sulla memoria della fotocamera, però vi permetterà anche di selezionare soltanto determinati file e lasciarne altri. Una volta individuati e selezionati i file da trasferire, vi basterà trascinarli nella finestra della cartella sul computer, oppure fare copia e incolla nella stessa.

 

 

Se volete evitare di collegare la fotocamera al computer, invece, se quest’ultimo è dotato di lettore per schede SD allora potrete semplicemente rimuovere la scheda di memoria dalla fotocamera e inserirla nel computer, effettuando poi una procedura analoga a quella descritta in precedenza.

L’ultimo metodo di trasferimento, e anche quello più semplice, è reso possibile dalle fotocamere che integrano un modulo Wi-Fi; in questo modo è possibile inviare le foto senza la necessità di usare cavi e software, gestendo l’invio direttamente dal sistema operativo della fotocamera.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...