Cosa fare quando il Bluetooth non funziona

Ultimo aggiornamento: 05.03.21

 

Facciamo molto affidamento sulle connessioni senza fili per gestire casse, microfoni, cuffie, mouse e altri dispositivi, ma cosa possiamo fare quando il bluetooth smette di funzionare?

 

Oggigiorno, strano ma vero, anche i migliori tostapane sul mercato dispongono di una connessione bluetooth, per questo motivo quando smette di funzionare può dare dei grattacapi e rendere difficile l’utilizzo di apparecchi che godono di tale protocollo wireless. Qualora doveste trovarvi a fare i conti con il bluetooth del computer o dello smartphone che di punto in bianco smette di funzionare, dovrete effettuare dei test per capire se il collegamento è stato temporaneamente interrotto, ripristinandolo quindi grazie ai nostri consigli, oppure lasciare che sia un tecnico specializzato a intervenire per riparare l’oggetto in questione. Prima di addentrarci, però, è bene chiarire agli utenti meno informati in merito cosa sia il bluetooth.

 

Tecnologia BT

Si tratta dell’acronimo con cui il bluetooth è conosciuto, protocollo wireless oggi disponibile su una vasta gamma di prodotti. Quando è nato di preciso? Il bluetooth è frutto di sforzi congiunti da parte di colossi del settore dell’elettronica come Sony, Intel, Toshiba ed Ericsson che lo hanno annunciato al grande pubblico nel 1999. 

Il suo funzionamento prevede l’invio di dati senza l’ausilio di fili, dando vita a una rete con raggio d’azione che va da un minimo di 10 a un massimo di 30 metri. Molto interessante è anche la scelta del nome, che in italiano potremmo tradurre con dente blu (o azzurro), soprannome del re di Danimarca Harald Blatand che, così come il bluetooth unisce e collega, riunì il suo popolo grazie al cristianesimo.

Come attivare bluetooth su PC

Prendiamo come esempio il computer, in particolare i modelli portatili. Per l’attivazione del bluetooth, ormai di serie su tutti i dispositivi mobile, basta recarsi nel menu delle Impostazioni e cercare la voce “Bluetooth e altri dispositivi”. Nella finestra successiva potrete vedere non solo tutti i dispositivi connessi ma anche disattivare o attivare il bluetooth su Windows 10. Molti notebook di ultima generazione hanno anche un tasto rapido per svolgere immediatamente la stessa azione e iniziare a rilevare eventuali apparecchi nel raggio d’azione, vi basterà cercarlo sulla tastiera e premerlo in associazione con il tasto Alt o FN.

 

Il bluetooth non funziona

Se avete un PC desktop e riscontrate problemi nell’attivazione della connessione, molto probabilmente non disponete di un trasmettitore bluetooth che, se su notebook è interno, sui classici desktop deve essere acquistato separatamente e collegato tramite slot USB. Online è possibile trovarne di diverse tipologie, anche di dimensioni particolarmente contenute, per ridurre al minimo l’ingombro ed essere in grado di associare casse, mouse, tastiere, cuffie, gamepad e qualsiasi altro dispositivo privo di cavi.

Se invece possedete già un trasmettitore del genere ma continuate ad avere problemi con la connessione bluetooth, allora potrebbe trattarsi di una mancanza di istruzioni adeguate, a cui si ovvia scaricando e installando i corretti driver bluetooth per Windows 10.

Come collegare cassa bluetooth al PC

Il primo passo è quello di accendere il proprio computer e controllare che la connessione bluetooth sia attiva e funzionante, cosa che potete facilmente verificare grazie all’icona blu con le rune norrene unite a formare una sorta di “B” stilizzata. La potete trovare in basso a destra sulla barra delle applicazioni, nei pressi dell’orologio di Windows. Se non dovesse essere presente, potete attivare il bluetooth come descritto nel paragrafo precedente, sfruttando i tasti di selezione rapida del notebook o nel menu delle Impostazioni di Windows.

Dopo aver attivato il protocollo, bisogna accendere anche la cassa bluetooth, alimentandola correttamente con batterie o tramite presa di corrente. Ogni dispositivo è diverso, quindi invitiamo gli utenti ad avere sempre a disposizione anche il manuale di istruzioni relativo, tuttavia di solito basta tenere premuto il pulsante di accensione per qualche secondo e una spia LED di colore blu dovrebbe iniziare a lampeggiare, segno che l’apparecchio è pronto per il “pairing”, ovvero l’associazione con un PC.

Se sul computer non ricevete l’avviso di un dispositivo trovato nelle vicinanze, andate in Impostazioni, successivamente Dispositivi e cliccate sulla voce in alto “Aggiungi dispositivo Bluetooth di altro tipo”. Il computer troverà l’apparecchio e, cliccando su Connetti potreste dover inserire un PIN da voi generato o presente nel manuale di istruzioni della cassa. Conclusa l’operazione di pairing la prima volta, quando spegnerete e accenderete la cassa questa ricorderà automaticamente di essere abbinata al PC e non dovrete quindi svolgere nuovamente la procedura.

 

Dispositivi mobile

Non esiste però solo il bluetooth PC ma tutti gli smartphone che trovate sul mercato dispongono di questo protocollo, per facilitare soprattutto il collegamento di cuffie per l’ascolto di musica. Tuttavia, le migliorie tecnologiche apportate di generazione in generazione ai telefoni intelligenti hanno portato a utilizzi completamente diversi come il gaming e l’emulazione, per i quali gli utenti più smaliziati preferiscono utilizzare gamepad appositi. Anche in questo caso, la presenza del bluetooth ha migliorato notevolmente le possibilità di utilizzo. Qualora doveste riscontrare problemi, con la mancanza di associazione a un qualsiasi dispositivo bluetooth, è possibile effettuare un ripristino.

Ripristino bluetooth Android

Per resettare completamente la connessione, perdendo però il pairing effettuato in passato con altri apparecchi, basta andare in Impostazioni e disconnettere i dispositivi. Prima di effettuare nuovi tentativi cancelliamo anche la cache: sempre in Impostazioni selezionate App, esponendo la lista di tutte le applicazioni installate, toccate la voce Bluetooth e in Archiviazione selezionate “Cancella cache”.

Ora, dopo aver riavviato il telefono, potete provare nuovamente a effettuare il pairing con un dispositivo seguendo la procedura indicata nel manuale di istruzioni. Se dovesse presentarsi ancora una volta un’improvvisa interruzione o problemi che impediscano il collegamento, è possibile tentare ancora un’ultima strada, ovvero il ripristino dello smartphone alle impostazioni di fabbrica. Attenzione però, poiché con questa procedura perderete tutti i dati salvati sul telefono e sarebbe dunque preferibile collegarlo prima a un PC per trasferire tutti i file da conservare su un disco rigido.

Quando sarete pronti basta recarsi nelle Impostazioni dello smartphone e selezionare Sistema, dove troverete il “Ripristino alle impostazioni di fabbrica”. Questa operazione potrebbe non risolvere il problema del bluetooth se c’è qualche danno al chip interno, l’ultima speranza è quindi quello di inviare il prodotto in assistenza o richiedere l’intervento di un tecnico specializzato.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments