Domande frequenti sugli interruttori wi-fi

Ultimo aggiornamento: 27.02.24

 

Q1: Come funziona l’interruttore Wi-Fi?

Gli interruttori Wi-Fi sono apparecchi che permettono di controllare luci e altri dispositivi a essi collegati non solo tramite la pressione fisica del pulsante, ma anche attraverso gli smartphone. Ciò è possibile grazie al collegamento alla rete internet casalinga, che trasmette il segnale al dispositivo mobile. 

Da apposite applicazioni, diverse per ogni produttore ma comunque tutte scaricabili gratuitamente, avrete accesso a una serie di impostazioni come l’accensione e lo spegnimento temporizzati, la condivisione con altri familiari e così via, per gestire luci, lavatrici, lavastoviglie, TV e qualsiasi altro apparecchio mentre siete lontani da casa.

Una delle caratteristiche interessanti è senz’altro la crescente integrazione con gli assistenti vocali, come per esempio Alexa di Amazon e Google Assistant, due tra i più gettonati e quindi quelli con cui la compatibilità è praticamente garantita da ogni interruttore. Con questi in funzione basterà scaricare l’apposita skill e usare i comandi vocali per attivare/disattivare i dispositivi collegati all’interruttore, per una casa sempre più automatizzata.

 

Q2: Quanto costa un interruttore Wi-Fi?

Date le possibilità di questi dispositivi si potrebbe pensare che il costo sia elevato e non accessibile alla maggior parte dei consumatori, in realtà un solo interruttore ha un costo contenuto che spesso non supera la ventina d’euro. Anche se desiderate dotarne tutta la casa, la spesa non dovrebbe essere particolarmente elevata, quindi potete iniziare a programmare l’automazione di tutto l’appartamento già adesso, senza dover attendere che i prezzi calino ulteriormente in futuro.

 

Q3: Sono compatibili con assistenti vocali?

Gli interruttori sono compatibili con gli assistenti vocali più diffusi, quindi tra questi troviamo Alexa, del colosso Amazon e Google Assistant. Tuttavia non si tratta degli unici sistemi compatibili, spesso è possibile trovare tra questi anche i meno diffusi come Cortana di Microsoft o Siri di Apple Home Kit anche se più rari. 

Prima di effettuare l’acquisto consigliamo di leggere le nostre recensioni e le schede tecniche in modo molto attento e selezionare l’interruttore che fa al caso vostro anche in base all’assistente vocale che attualmente utilizzate o su cui avete intenzione di puntare in futuro, eviterete così di dover sostituire tutto l’impianto.

Q4: Per l’installazione è richiesto l’intervento di un tecnico?

Molti produttori forniscono con gli interruttori anche manuali di istruzioni più o meno esaurienti. Taluni in italiano, altri solo in inglese, consentono comunque di provvedere da soli, qualora lo desideriate, all’installazione. Tra il dire e il fare c’è comunque il mare e gli utenti che non hanno alcuna conoscenza in ambito elettrotecnico potrebbero avere dei problemi a riconoscere il cavo neutro, quello della fase e non sapere bene come unire il tutto. Se rientrate in questa categoria, probabilmente la scelta migliore è quella di affidarsi a un esperto del settore, eviterete così di bruciare l’interruttore o causare pericolosi malfunzionamenti.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI