I 5 Migliori Amplificatori del 2019

Ultimo aggiornamento: 16.10.19

 

Amplificatore – Opinioni, Analisi e Guida all’Acquisto

 

Chi non sa come scegliere un buon amplificatore tra i prodotti comunemente venduti online potrebbe trovare nelle nostre recensioni un valido aiuto al fine di selezionare un prodotto adatto alle proprie esigenze. Tramite la tabella comparativa che trovate più in basso potrete valutare insieme a noi le offerte più interessanti e capire dove acquistare tali dispositivi a prezzi bassi. Tra i più apprezzati dall’utenza troviamo Pioneer A-10-K, economico e di semplice utilizzo, dotato di Source Direct Mode e Onkyo A-9010, con convertitore DAC e due ingressi audio digitali.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 5 Migliori Amplificatori del 2019 – Classifica 2019

 

Un amplificatore è un dispositivo in grado di migliorare il valore di decibel di un sistema audio e viene utilizzato da chi è alla ricerca della migliore qualità sonora possibile, sia per l’impianto casalingo sia per quello installato in automobile. In base all’utilizzo ne esistono diverse tipologie, pertanto, prima di decidere quale amplificatore comprare, ricordate sempre di prendere in considerazione la destinazione d’uso.

La seguente classifica dei migliori amplificatori del 2019 è stata realizzata prendendo in considerazione i pareri espressi degli utenti in merito ai dispositivi più venduti. Effettuando una comparazione tra questi ci è stato possibile delinearne pro e contro al fine di aiutarvi a selezionare un amplificatore in linea con le vostre esigenze.

 

1. Pioneer A-10-K Amplificatore stereo da 50W con Direct Energy

 

Al primo posto troviamo un amplificatore Pioneer, noto brand giapponese che opera nel settore audio fin dalla prima metà del ‘900, dunque con una lunga esperienza alle spalle.

Il dispositivo è molto elegante ed è dotato di pannello frontale con manopole per il controllo del volume, bassi, alti e sezione apposita per le sorgenti e ingressi. Per quanto riguarda i pulsanti, invece, permettono di regolare l’intensità sonora, la modalità Direct Mode e il diffusore A/B, tutto l’occorrente per gestire sempre al meglio tutto il sistema audio.

Il pannello posteriore consente il collegamento immediato di dispositivi Source Direct Mode, che aggira i bassi lasciando inalterato il suono, permettendo di isolare parte dell’attrezzatura. Una funzionalità molto apprezzata dai musicisti in particolare. L’unica lamentela di alcuni utenti, che si aspettavano un prodotto di fascia elevata, è relativa alla potenza erogata.

Il nuovo prodotto Pioneer riesce a guadagnarsi la prima posizione in classifica per l’ottimo rapporto qualità/prezzo, fattore che lo rende il miglior amplificatore entry level sul mercato.

 

Pro

Source Direct: Una modalità che permette di aggirare i bassi per isolare alcuni suoni tramite collegamento diretto con i dispositivi compatibili.

Costo: Il prezzo è contenuto, rappresentando quindi una buona scelta per tutti gli utenti che vogliono spendere poco.

Design: L’aspetto dell’amplificatore è molto moderno e con tutte le manopole organizzate al meglio per un utilizzo semplice e intuitivo.

 

Contro

Aux: Gli utenti riportano che è presente un solo ingresso di questo tipo, costringendo al cambio di cavi quando si ascolta musica da dispositivi diversi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Onkyo A-9010 Amplificatore Stereo Audiophile

 

A seguire abbiamo un prodotto Onkyo di fascia medio-bassa, l’amplificatore A-9010 che ha una potenza in uscita di 44 W per canale, rivelandosi quindi adatto principalmente per utilizzi casalinghi.

Gli ingressi audio digitali sono di due tipi: coassiale, supportato da frequenze di campionamento fino a 192 kHz a 24 bit e ottica fino a 96 kHz e 24 bit. Secondo i consumatori riescono entrambi a fare la differenza con lettori e smart TV in particolare.

Il dispositivo si rivela ben costruito, con drive a bassa impedenza ad alta corrente, quattro condensatori di grado audio, un dissipatore di calore in alluminio e piastre spesse per mantenere la qualità del segnale, caratteristiche che dimostrano una certa attenzione del produttore nonostante ci si trovi davanti a un prodotto entry level, rivolto quindi a utenti che non hanno una grande esperienza per quanto riguarda l’amplificazione audio.

L’amplificatore proposto da Onkyo è pensato per una fascia d’utenti che non ha esigenze particolari ma è semplicemente alla ricerca di un dispositivo in grado di migliorare l’esperienza audio di contenuti multimediali.

 

Pro

DAC: Il dispositivo è dotato di convertitore Digital to Analog, per trasformare la musica digitale, formata da bit, in un segnale analogico, ricostruendolo in modo più o meno fedele.

Ingressi: Sono presenti slot audio digitali, uno coassiale che supporta frequenze fino a 192 kHz / 24 bit e uno ottico 96 / kHz / 24 bit.

Cuffie: Gli amplificatori separati sono particolarmente apprezzati dai consumatori che preferiscono ascoltare la musica in privato.

 

Contro

Funzioni: L’amplificatore Onkyo si rivela molto basilare, poco adatto quindi agli utenti che vogliono un prodotto più complesso e performante.

Acquista su Amazon.it (€294,99)

 

 

 

3. Denon PMA-520AE Amplificatore Integrato

 

Restando in fascia medio-bassa troviamo questo amplificatore di Denon, dotato di modalità ECO friendly con basso consumo di energia in standby e spegnimento automatico. La potenza erogata è di 70 W per due canali, nulla di particolarmente eccessivo ma comunque in grado di soddisfare le esigenze di chi vuole un amplificatore a uso casalingo.

Secondo i pareri degli utenti il dispositivo si presenta gradevole dal punto di vista del design, con un pannello frontale leggermente curvo in alluminio satinato, semplice e immediato da utilizzare anche qualora non abbiate mai avuto a che fare con un amplificatore.

Alcuni acquirenti, soprattutto quelli più esperti in materia, sottolineano alcune imperfezioni che affliggono i medi, un dettaglio con cui scendere a patti se non avete un budget elevato e non potete puntare a un amplificatore più costoso.

Il brand Denon, operativo fin dal secolo scorso, è conosciuto a livello internazionale per la produzione di apparecchiature elettroniche Hi-Fi, rappresentando quindi una scelta sicura per chi vuole puntare a dispositivi solidi e duraturi.

 

Pro

Materiali: Il pannello frontale, oltre a essere leggermente curvo, spezzando quindi il tipico design squadrato, è in alluminio satinato molto piacevole da guardare.

Prezzo: L’amplificatore Denon rientra in una fascia di prezzo medio-bassa, per tutti coloro che non hanno esigenze particolari.

Consumi: Grazie alla modalità ECO friendly è possibile risparmiare sul consumo energetico in stand by.

 

Contro

Medi: Rispetto a bassi e alti hanno un suono poco convincente. Considerato il prezzo contenuto, però, non è una sorpresa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Marantz PM6006 Amplificatore Stereo Integrato Hi-Fi

 

Per chi fosse alla ricerca di un prodotto dal costo leggermente più elevato ma in grado di restituire un suono potente con la minima distorsione possibile, potrebbe prendere in considerazione l’amplificatore PM6006 proposto da Marantz. Per quanto concerne le specifiche tecniche troviamo una potenza di uscita pari a 45 watt su 8 ohm RMS e 60 watt su 4 ohm RMS, cinque ingressi audio, due ingressi digitali ottici e uno coassiale. Caratteristiche che dimostrano una certa completezza con conseguente possibilità di molteplici utilizzi.

Secondo i test effettuati dagli esperti si può parlare di un ottimo amplificatore in grado di restituire ascolti di qualità sebbene non ci si trovi ancora di fronte a un vero top di gamma.

A optare dunque per il prodotto Marantz dovrebbero essere tutti quegli utenti che vogliono un dispositivo equilibrato e che vada ben oltre le possibilità dei prodotti di fascia bassa senza dover spendere cifre importanti.

Rivelandosi una scelta di nicchia per il suo costo leggermente più elevato rispetto alla media, l’amplificatore Marantz non riesce a conquistare una posizione più alta in classifica, pur trattandosi di un dispositivo in grado di restituire un audio di qualità.

 

Pro

Ingressi: L’amplificatore Marantz si rivela molto completo sotto questo punto di vista con cinque slot audio, due digitali ottici e uno coassiale.

Volume: Uno dei problemi degli amplificatori è la distorsione del suono a frequenze elevate, prova a cui il dispositivo ha resistito bene, con lievi modifiche dello stesso solo quando la manopola supera la metà corsa.

DAC: Il Digital to Analog Converter di cui è dotato, un Crysis Logic CS4398, è di qualità e fornisce ottimi risultati.

 

Contro

Pienezza: Nonostante il costo di fascia medio-alta non vi è l’armonia tra suoni che i puristi si aspettano, rivelandosi infine una scelta per utenti inesperti.

Acquista su Amazon.it (€462,74)

 

 

 

5. Madison MAD-TA10BT Amplificatore Valvolare Hifi

 

L’ultimo prodotto della nostra classifica è leggermente differente da quanto visto finora, si tratta infatti di un amplificatore ibrido valvolare, che utilizza quindi, oltre ai transistor, anche valvole termoioniche per aumentare potenza e ampiezza del suono.

La qualità costruttiva è ottima pur trattandosi del prodotto più economico della nostra lista, fattore che potrebbe far pensare a una scelta di materiali discutibile.

Non è un amplificatore valvolare puro poiché queste ultime svolgono solo il ruolo di preamplificazione, rendendo quindi il suono più caldo. Secondo le prove effettuate dai consumatori, inoltre, sia il rumore di fondo che la distorsione sono quasi inesistenti, riuscendo a competere con dispositivi di fascia più elevata nella riproduzione di bassi nitidi e corposi.

Tra i difetti vi è invece la mancanza di un ingresso ottico per l’audio in digitale.

Se siete alla ricerca di un prodotto che oltre a svolgere la sua funzione di amplificazione audio riesca anche a dare un tocco di originalità grazie al suo design che ricorda un’apparecchiatura uscita da un universo steampunk, il prodotto di Madison potrebbe fare al caso vostro.

 

Pro

Ibrido: Una scelta interessante per chi vuole il look atipico di un amplificatore valvolare pur mantenendo la qualità di quelli a transistor.

Costo: Il prezzo è contenuto, rivelandosi quindi una scelta interessante per gli acquirenti che hanno un budget limitato.

USB: Sulla parte frontale è presente un ingresso di questo tipo per collegare supporti fisici come hard disk e chiavette.

 

Contro

Ingresso ottico: Risultando assente non si possono collegare dispositivi digitali, una mancanza che incide negativamente secondo gli utenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (12 voti, media: 4.80 su 5)
Loading...