Domande frequenti sulle videocamere

Ultimo aggiornamento: 28.02.24

Q1: Come vedere cassette mini DV senza videocamera?

Il formato Mini DV ha goduto di una enorme popolarità dal momento che ha aperto la porta alle produzioni cinematografiche indipendenti e a basso costo, ragion per cui ha rappresentato lo standard nei supporti di videoregistrazione digitale per anni.

Grazie al costo contenuto delle attrezzature e delle cassette stesse, il formato mini DV ha goduto di un particolare successo soprattutto tra gli amatori, che utilizzavano questo particolare supporto per conservare i video ricordo di famiglia e quelli realizzati durante viaggi o eventi particolari, come le cerimonie di matrimonio, e altro ancora.

Con l’avvento dei CD-Rom e DVD, però, questa tecnologia è stata soppiantata del tutto e sono in molti a ritrovarsi con una collezione di ricordi incisi su cassette mini DV ma privi della possibilità di poterli riguardare o riversare su un supporto diverso.

Eppure esiste un modo per trasferire i contenuti incisi su una cassetta mini DV sul computer, per conservarli sull’hard disk o su un supporto di memoria esterno come una Pen Drive o un DVD, basta possedere un PC, o Mac, dotato di Firewire, un particolare tipo di connessione usato per collegare dispositivi di acquisizione video, e di un buon software di editing video.

Nel caso in cui il computer fosse sprovvisto di Firewire, in sostituzione si può utilizzare una card PCI per scheda IEEE 1394.

Se il computer non possiede nemmeno lo slot PCI, o Express card nel caso dei laptop, allora bisognerà acquistare una scheda di acquisizione video USB, la quale non è altro che un adattatore con due cavi alle estremità, uno che termina con un innesto USB e l’altro che termina nei classici innesti Audio/Video analogici.

Per consentire l’acquisizione dei video, quindi, bisognerà collegare la vecchia videocamera DV alle connessioni analogiche della scheda, e poi eseguire le procedure richieste dallo specifico software di acquisizione utilizzato; se non si è più in possesso della videocamera basterà collegare un videoregistratore VCR.

Un altro metodo possibile prevede l’uso della Dazzle Video Card, prodotta dalla ditta Pinnacle; si tratta né più né meno di una scheda di acquisizione USB da collegare al computer, ma a differenza di quest’ultima è decisamente più costosa.

Il vantaggio offerto dalla Dazzle Video Card, però, è quello possedere un software di editing molto potente, che vi permetterà di modificare le registrazioni video, operare tagli, eliminare i disturbi e le interferenze, ritoccare la qualità delle immagini e molto altro ancora.

Q2: Come pulire le testine della videocamera mini DV?

Per pulire le testine di una videocamera mini DV bisogna usare gli appositi nastri di pulizia, molto diffusi durante l’epoca dei supporti basati su nastro magnetico.

Nel momento in cui si ravvisa la necessità di eseguire la pulizia, o quando questa è richiesta dal software di gestione della videocamera stessa, basterà inserire il nastro pulisci-testina nell’apposito alloggiamento e premere il tasto Play, facendolo scorrere per 10-12 secondi al massimo.

Se il primo passaggio non è stato sufficiente, si può ripetere l’operazione per altre due o tre volte. Se anche in questo caso non si ottengono risultati allora bisogna mandare la videocamera in assistenza, in quanto la testina potrebbe avere dei problemi che esulano dal mero accumulo di sporcizia.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI