Le 12 Migliori Videocamere del 2022

Ultimo aggiornamento: 01.10.22

 

Videocamera – Opinioni, Analisi e Guida all’Acquisto

 

Abbiamo esaminato per voi alcune delle migliori videocamere entry level, appartenenti sia alla fascia amatoriale sia a quella professionale. Tra questi, i modelli più apprezzati dagli acquirenti sono soprattutto la Peawolcy 254KS, che grazie alla connettività Wi-Fi si trasforma in una “social camera” per condividere immagini, avventure ed emozioni in modo facile e immediato; e la Sony HDR-CX625, dotata dell’innovativo stabilizzatore ottico SteadyShot™ che compensa le vibrazioni della fotocamera per effettuare riprese ancora più stabili anche in movimento.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 12 Migliori Videocamere – Classifica 2022

 

Ecco qui i nostri pareri sui prodotti che hanno conquistato la nostra fiducia, tra quelli presenti sul web. Date uno sguardo alle loro caratteristiche per capire quale videocamera comprare.

 

Videocamera Wi-Fi

 

1. Peawolcy 254KS Videocamera 4K UHD 48MP 60FPS Wi-Fi IR Zoom 16X

 

A coloro che vogliono cimentarsi nella cinematografia e si stanno chiedendo dove acquistare la migliore videocamera semiprofessionale per rapporto qualità/prezzo, consigliamo di rivolgere la loro attenzione ai prodotti della ditta tedesca Peawolcy, specializzata nella realizzazione di attrezzature e software destinati alla produzione e alla diffusione video.

Tra i suoi numerosi modelli venduti online spicca in particolare la 254KS, una camcorder ultracompatta adatta soprattutto ai videomaker creativi, ai vlogger e agli youtuber, grazie alle sue funzioni dedicate per il live streaming sul web e sui social media.

L’obiettivo 4K ad alta definizione offre una qualità delle immagini a dir poco eccellente, mentre il modulo Wi-Fi integrato permette di trasferire tutti i file allo smartphone o al tablet tramite l’app iSmart DV, con l’ulteriore possibilità di poter utilizzare il dispositivo come webcam scaricando il software “AMCap” sul PC.

Leggera e facile da trasportare, questa videocamera Wi-Fi dispone anche di stabilizzatore anti-shake per rendere le riprese più fluide e stabili anche in movimento o mentre si corre.

 

Pro

Qualità/prezzo: Per chi cerca una videocamera semiprofessionale dalle buone prestazioni senza doversi svenare nell’acquisto, il modello proposto da Peawolcy soddisfa appieno questa esigenza con un rapporto qualità/prezzo tra i migliori.

Connettività: Grazie al modulo Wi-Fi integrato si potranno trasferire i file su un dispositivo mobile associato e condividere i video in diretta sui social media.

Stabilizzatore: Oltre a un eccellente obiettivo ottico 4K ad alta definizione, dispone di un efficiente stabilizzatore a sei assi che riduce le vibrazioni e assicura stabilità alle riprese in movimento.

 

Contro

Luminosità: Nonostante sia dotata di una modalità a infrarossi, le prestazioni peggiori si riscontrano proprio in condizioni di scarsa luminosità, richiedendo l’ausilio di un ulteriore faretto led per telecamera.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Videocamera Full HD

 

2. Sony HDR-CX625 Videocamera HD con Sensore CMOS Exmor R

 

Sempre rimanendo nella categoria entry level, quindi caratterizzata da prezzi bassi, al secondo posto della nostra classifica sulle migliori videocamere del 2022 troviamo il modello più economico dell’azienda giapponese Sony, una garanzia quando si tratta di dispositivi audio e video affidabili e di qualità.

Grazie alla lente grandangolare da 26,8 mm e al sensore CMOS Exmor R da 3,1 mm retroilluminato da 9,2 megapixel garantisce una qualità delle immagini superiore alla media standard, supportando una risoluzione massima di 1920 x 1080 pixel per registrare video in formato Full HD.

Buone anche le prestazioni del microfono integrato, capace di filtrare efficacemente i rumori prodotti durante le registrazioni per offrire un suono pulito e di alta qualità, mentre lo stabilizzatore a cinque assi SteadyShot assicura il massimo della stabilità anche durante le riprese in movimento, rendendola un’ottima handycam da vlogging.

In comparazione alla Peawolcy 254KS esaminata in precedenza, la videocamera Full HD Sony CX625 è decisamente più leggera e caratterizzata da uno zoom ottico 30x, che può arrivare a 350x in digitale con la funzione Clear Image attivata per ingrandire le immagini in lontananza con risultati sorprendenti.

 

Pro

Obiettivo: L’ottica grandangolare da 26,8 mm, in combinazione con il sensore CMOS Exmor R, permette di eseguire riprese in formato Full HD, garantendo una qualità delle immagini decisamente superiore rispetto alla media delle handycam economiche.

Zoom: Ha un fattore di ingrandimento di 30x, ma grazie alla funzione Clear Image può essere portato a 350x in modo da avvicinare soggetti anche a grande distanza.

SteadyShot: Lo stabilizzatore bilanciato a cinque assi restituisce riprese video fluide e stabili anche in movimento, mentre l’autofocus con correzione automatica della luce contribuisce a mantenere un’elevata nitidezza delle immagini.

 

Contro

Optional: Nella dotazione manca un copriobiettivo a protezione della lente frontale da urti, ditate e agenti atmosferici.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Videocamera 4K

 

3. Sony FDR-AX53 – Videocamera Digitale 4K Ultra HD con Sistema di Stabilizzazione

 

I nostri consigli su come scegliere una buona videocamera proseguono con un altro modello di fascia media targato Sony: la FDR-AX53. Si tratta di una videocamera 4K dalle buone prestazioni e dal convincente rapporto qualità/prezzo, in grado di soddisfare le esigenze sia dei videoamatori principianti sia dei professionisti che devono lavorare ad alti livelli.

Il suo funzionamento si basa su un obiettivo Zeiss con grandangolo fino a 26,8 millimetri e su un sensore CMOS Exmor R che offrono una resa cromatica e luminosa maggiore soprattutto in modalità Ultra HD, potendo contare su uno zoom ottico da 20x, che sfodera eccellenti prestazioni anche per via dell’efficiente stabilizzatore Balanced Optical SteadyShot a cinque assi.

Giudizi positivi anche in merito all’elevata qualità audio, dovuta alla presenza di un microfono a tre capsule che riduce la maggior parte dei rumori di fondo per restituire un suono limpido e pulito da ogni direzione.

Non mancano all’appello i moduli Wi-Fi e NFC per il trasferimento dei file in modalità wireless, mentre per i collegamenti cablati abbiamo un ingresso HDMI e una porta USB 2.0.

 

Pro

Professionale: Pur essendo una handycam, la Sony FDR-AX53 offre prestazioni di livello professionale a tutti gli effetti, a cominciare dalla risoluzione video 4k fino alla qualità di registrazione dell’audio.

Obiettivo: Come da tradizione Sony, anche questo modello dispone di un obiettivo ad alte performance, con lente grandangolare Zeiss da 26,8 millimetri e zoom ottico 20x.

BOSS: Lo stabilizzatore Balanced Optical SteadyShot a cinque assi permette l’acquisizione di video senza il tremolio involontario generato dalla mano o dai movimenti dell’operatore, donando alle immagini una nitidezza maggiore.

 

Contro

Alloggiamento batteria: Il comparto batteria leggermente sporgente rende l’utilizzo della videocamera scomodo durante le riprese laterali e dal basso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Videocamera Sony

 

4. Sony Videocamera compatta FDR-AX53 Ultra HD

 

Rimanendo sempre nella stessa fascia di prezzo, un’altra videocamera Sony che si è particolarmente distinta sotto il profilo prestazionale e costruttivo è la FDR-AX53 Ultra HD, che unisce una qualità d’immagine perfezionata a eccellenti prestazioni audio.

Grazie al nuovo sensore CMOS Exmor R è in grado di catturare i dettagli di qualsiasi scena anche nei momenti meno luminosi, restituendo video 4K straordinariamente dettagliati e realistici anche in condizioni di scarsa illuminazione

L’obiettivo è un Zeiss di ultima generazione che si estende fino a un grandangolo di 26,8 mm senza soffrire di distorsioni, con tanto di stabilizzatore ottico bilanciato SteadyShot con meccanismo interno gimbal 13 volte più efficiente degli altri sistemi ottici per compensare le sfocature dovute alle vibrazioni della videocamera.

L’ottica di serie offre anche svariate possibilità di zoom, passando dall’ingrandimento 20x in modalità standard al 30x (4K) con la funzione Clear Image per effettuare primi piani con ottimi risultati.

 

Pro

Ottica di qualità: La Sony la FDR-AX53 integra un obiettivo grandangolare Zeiss da 26,8 mm in grado di eseguire riprese in formato Ultra HD, grazie anche al sensore CMOS Exmor R che concentra e trasferisce la luce al fotorecettore per risultati ancora più ricchi di dettagli.

Leggera e maneggevole: L’utilizzo della videocamera è notevolmente facilitato dal design compatto e leggero che aumenta il comfort durante i servizi che richiedono tempi prolungati di ripresa.

Zoom: La funzione Clear Image permette un ingrandimento fino a 30x (4K) per eseguire dei primi piani di grande effetto, resi ancor più nitidi e dettagliati dallo stabilizzatore a cinque assi.

 

Contro

Autofocus: Il modello si dimostra decisamente lento e impreciso nel mettere il soggetto a fuoco, soprattutto nelle situazioni a basso contrasto e in presenza di superfici monocromatiche. In queste situazioni è meglio preferire la messa a fuoco manuale.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Videocamera professionale

 

5. Sony HXR-NX80 videocamera 14,2 MP

 

La Sony HXR-NX80 è una videocamera camcorder ultracompatta e un modello professionale base caratterizzato da un’estrema versatilità. Integra un sensore CMOS da 14,2 megapixel ed è in grado eseguire riprese video in formato 4K Ultra HD di alta qualità, grazie all’obiettivo grandangolare Zeiss Vario-Sonnar; l’autofocus Hybrid è estremamente veloce e la messa a fuoco copre l’84% dell’area dell’inquadratura. 

Le sue prestazioni sono avanzate anche per quanto riguarda l’audio, infatti possiede due ingressi XLR a 3 pin che supportano la registrazione stereo professionale. La NX80 si presta a un’ampia gamma di applicazioni, dai servizi cerimoniali ai videoreportage, e supporta anche il broadcasting con la trasmissione diretta delle riprese video. 

Inoltre è dotata di doppio slot di memoria con funzionalità di registrazione simultanea e del supporto multi-interfaccia MI, che permette di collegare un’ampia varietà di accessori compatibili e di sincronizzare altre videocamere con il sistema MCX-500 Multi-Camera.

 

Pro

Professionale: Nonostante sia un modello base possiede tutte le funzionalità tipiche di una videocamera professionale, a cominciare dall’autonomia della batteria fino agli slot di memoria, che sono due e supportano la registrazione simultanea sulle due schede.

Broadcast: La NX-80 è ideale anche per il videogiornalismo e i reportage, in quanto supporta lo streaming live delle riprese video in alta definizione; la configurazione di trasmissione, inoltre, è semplice da impostare.

AF ad alta velocità: La ditta giapponese Sony è famosa soprattutto per l’eccellente tecnologia dei suoi sistemi di messa a fuoco; nella NX-80 l’AF Fast Hybrid copre l’84% dell’area dell’inquadratura ed è caratterizzato da un controllo creativo rapido e completo.

 

Contro

Prezzo: È decisamente alto ma è del tutto comprensibile viste che nonostante sia un modello base è pur sempre una videocamera professionale ad alte prestazioni.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Videocamera per auto

 

6. Vantrue N4 3 Lent Telecamera per Auto 1440P + Doppia 1080P

 

Tra gli entry level più venduti e apprezzati del momento si colloca anche questa videocamera per auto a marchio Vantrue, che ha riscosso un notevole successo di mercato grazie al prezzo accessibile e alla buona qualità complessiva.

Si tratta di una Dashcam dotata di doppia fotocamera frontale che supporta fino a 2592 x 1520p in registrazione, e di un terzo modulo retrocamera per le riprese nella parte posteriore del veicolo, supportando anche la funzione parcheggio quando associata al Vantrue Hardware Kit, acquistabile separatamente come optional.

La registrazione si avvia automaticamente quando viene rilevato un movimento o una vibrazione e, qualora la scheda di memoria interna da 256 GB risultasse piena, la N4 sovrascrive i video meno recenti per avere sempre sotto controllo la situazione.

Oltre a un obiettivo grandangolare da 170°, dispone di visione notturna a infrarossi che permette di registrare video FHD anche di notte o in condizioni di scarsa illuminazione, catturando ogni dettaglio lungo il percorso.

 

Pro

Ampio campo visivo: Grazie alla tecnologia WDR e all’obiettivo grandangolare da 170°, la Vantrue N4 permette di acquisire immagini in un campo visivo decisamente più ampio.

Facile da usare: Le tre telecamere di cui è provvista (due anteriori e una posteriore) registrano automaticamente all’accensione del motore o quando viene rilevato un movimento e, in caso di memoria piena, vengono sovrascritti i video meno recenti per garantire una registrazione continua.

Infrarossi: Il modello offre anche la possibilità di registrare a infrarossi in modo da effettuare riprese video di notte o in condizioni di scarsa luce.

 

Contro

Parcheggio: Per utilizzare la dashcam in modalità parcheggio bisogna acquistare il kit Hardware Vantrue, che da solo costa quasi quanto la videocamera.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Videocamera Canon

 

7. Canon XA45 Professional Video Camcorder

 

Il pregio principale della videocamera Canon XA45 è lo stesso che caratterizza la maggior parte dei dispositivi prodotti da questa celebre multinazionale giapponese, ossia la capacità di soddisfare le esigenze sia dei videoamatori principianti sia dei professionisti che puntano a prestazioni di un certo livello.

Oltre a un efficiente sensore CMOS da 1/2,3″, che permette di registrare filmati 4K UHD 25p e 160 Mbps, dispone di un’uscita 3G-SDI per trasmettere segnali ad alta definizione in ambito professionale e broadcast, a partire dalla fase realizzativa fino alla post-produzione.

Rispetto alla precedente versione XA40 (lanciata nel 2019), integra anche l’innovativa modalità “Immagine Personalizzata” attraverso la quale sarà possibile regolare le impostazioni delle riprese relative a saturazione, nitidezza, dettagli della carnagione e riduzione del rumore, assegnando ulteriori funzioni aggiuntive ai pulsanti programmabili come il focus peaking e i marcatori di segmentazione.

Per il comparto audio abbiamo due terminali XLR standard a tre pin per registrare a due o quattro canali, entrambi alloggiati sul retro della maniglia rimovibile.

 

Pro

Zoom: Per le riprese a distanza abbiamo a disposizione uno zoom ottico 20x con escursione focale da 29,3 a 601 mm, con l’ulteriore possibilità di poter utilizzare l’extender 2x integrato per portare l’ingrandimento a 400x.

Leggera: Il peso di soli 730 grammi la rende facilmente trasportabile e utilizzabile anche dagli utenti meno esperti.

Audio: Il modello non delude nemmeno dal punto di vista dell’audio grazie alla presenza di due terminali XLR standard a tre pin che permettono di registrare a due o quattro canali con i microfoni esterni.

 

Contro

Costosa: L’unica limitazione è rappresentata dal prezzo decisamente consistente e poco accessibile per i semplici appassionati.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Videocamera per PC

 

8. NexiGo N930AF Webcam con Microfono e AutoFocus 1080p

 

Di buona qualità ma proposta a un prezzo molto conveniente, la videocamera per PC NexiGo N930AF garantisce prestazioni Full HD con risoluzione fino a 1080p a 30fps.

Oltre a un microfono stereo omnidirezionale integrato con sistema di cancellazione del rumore di fondo per migliorare la qualità sonora dei video, dispone di messa a fuoco automatica per garantire che le immagini siano perfettamente nitide anche quando si utilizzano aperture ampie per effettuare riprese con profondità di campo ridotta, con l’ulteriore vantaggio di poterla disattivare per impostare manualmente il punto focale quando necessario.

Per tutelare la privacy dei suoi clienti, NexiGo ha previsto anche una cover per coprire l’obiettivo quando non è in uso, proteggendolo al contempo da sporco e polvere.

Il pratico design pieghevole permette di portare il dispositivo con sé anche fuori casa, senza occupare uno spazio eccessivo nella borsa, potendo contare su una comoda clip di montaggio per posizionarlo su qualsiasi monitor o laptop.

 

Pro

Qualità video: Il sistema ottico da 24 mm, unito al sensore CMOS da due MP, garantisce immagini di alta qualità nonostante le minute dimensioni della webcam.

Autofocus: La NexiGo N930AF fornisce una messa a fuoco automatica rapida e adattiva per restituire video nitidi e dettagliati in qualsiasi condizione ambientale.

Audio: Il microfono omnidirezionale integrato riduce i rumori di fondo per migliorare la qualità del suono dei video.

 

Contro

Settaggi: L‘app NexiGo permette di modificare manualmente le impostazioni dell’immagine, peccato però che debba rimanere sempre aperta quando si usa la webcam per poter sfruttare i settaggi precedentemente impostati.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Videocamera 4K professionale

 

9. JVC GY-HM180E 12.4MP CMOS 4K Ultra HD

 

Se siete alla ricerca di una videocamera 4K professionale top di gamma, senza badare troppo al prezzo, potreste prendere in considerazione la JVC GY-HM180E, una camcorder 4K Ultra HD compatta, con funzionalità complete e dotata di interfaccia digitale 3G-SDI per il trasporto dei segnali video HD a impianti professionali come la TVCC e il broadcast.

È dotata di un sensore CMOS da 12,4 megapixel in grado di assicurare una resa di alto livello anche in condizioni di luminosità scarsa o eccessiva, permettendo di catturare immagini con risoluzione Ultra HD 4K estremamente nitide e dettagliate, che possono essere registrate direttamente sulle schede di memoria SDHC/SDXC.

Per quanto riguarda la componente audio, oltre a un microfono stereo integrato, il modello dispone anche di due ingressi XLR a 2 canali per garantire un suono fedele e perfettamente bilanciato anche quando si utilizza un microfono esterno.

Un ulteriore punto di forza è rappresentato dalla messa a fuoco automatica con rilevamento di contrasto che permette il tracking anche dei soggetti in rapido movimento, ottenendo immagini nitide e ricche di dettagli.

 

Pro

Ottica: L’obiettivo grandangolare con zoom ottico 12x integrato e sensore 4K CMOS garantisce una qualità delle immagini a dir poco spettacolare.

Suono: Molto ricco e completo anche il comparto audio, che include un microfono stereo e due ingressi audio XLR con alimentazione Phantom per i microfoni esterni.

Praticità: Le dimensioni compatte e la particolare leggerezza della struttura ne migliorano la trasportabilità e la maneggevolezza, due caratteristiche fondamentali per chi ama viaggiare o aspira a diventare un documentarista.

 

Contro

Wireless: Purtroppo mancano le connettività Wi-Fi e Bluetooth per il trasferimento dei file sul dispositivo mobile associato senza l’utilizzo del cavo.

Prezzo: Un’altra “pecca” di questo modello, se si può definire tale visto che si tratta di un’attrezzatura professionale, è il costo poco accessibile.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Videocamera Panasonic

 

10. Panasonic HC-VX1EG-K Videocamera Compatta Ultra HD 4K

 

La videocamera Panasonic HC-VX1EG è una handycam dalle dimensioni e dal peso talmente contenuti da farci pensare a una costruzione cheap o a una entry level, ma in realtà fin dalla prima accensione si percepisce subito il livello qualitativo decisamente superiore.

La scocca esterna è realizzata in plastica molto robusta e la lente di cui è dotata, di marca Leica, dispone di una tendina che si apre automaticamente all’accensione della cam. Inoltre, sul mirino inclinabile è presente una ghiera che permette di regolare manualmente il diaframma, la messa a fuoco e lo zoom.

L’obiettivo grandangolare Leica da 25mm fa affidamento su un sensore MOS BSI che offre immagini straordinariamente nitide e dettagliate anche in condizioni di scarsa illuminazione, mentre il display inclinabile da 3” permette di vedere chiaramente l’intera scena che si vuole riprendere.

Un’altra funzione particolarmente apprezzata dai professionisti è la “Cinema Like Effect” che consente di sfruttare le tecniche di ripresa professionali tipicamente utilizzate nei film, come lo Slow & Quick Video, lo Slow Zoom, il Dolly Zoom e lo Slow Motion Video, per aggiungere effetti spettacolari alle scene ricche di movimento.

 

Pro

Performante: Nonostante le dimensioni contenute, offre prestazioni eccezionali grazie all’obiettivo Leica da 25 mm con zoom ottico 24x e all’ottica grandangolare fino a 600 mm.

Luminosità: Il sensore MOS BSI assicura immagini straordinariamente nitide e definite sia in condizioni ottimali di luce sia in ambienti scarsamente illuminati.

Hybrid O.I.S.: Grazie allo stabilizzatore a cinque assi le riprese video in movimento risultano fluide e stabili, riducendo al minimo le vibrazioni.

 

Contro

Rumori: A quanto pare l’audio lascia un po’ a desiderare, con qualche rumorino di fondo che di tanto in tanto salta fuori.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

11. Panasonic HC-V180 Videocamera

 

Con la videocamera Panasonic HC-V180 scendiamo leggermente di prezzo e di livello rispetto al modello precedente, ma senza per questo rinunciare a prestazioni di tutto rispetto.

Dal momento che stiamo parlando di un modello entry level di fascia economica non offre molte funzioni, ma le poche disponibili sono più che sufficienti per realizzare video e filmati di buona qualità in ambito amatoriale.

Innanzitutto, possiamo scegliere tra tre modalità di registrazione: quella automatica, dove sarà il software a settare in automatico i vari parametri; la semi-automatica, in cui possiamo scegliere le iso e il bilanciamento del bianco; e la modalità manuale per regolare la messa a fuoco, il diaframma e lo zoom in base alle esigenze e al tipo di registrazione che vogliamo effettuare.

Il software di questa videocamera è estremamente intuitivo e facilmente gestibile anche da chi si affaccia per la prima volta al mondo del videomaking. Inoltre, essendo molto compatta, può essere trasportata con grande facilità, infilandola agevolmente nella borsa o anche in tasca.

 

Pro

Automatica e manuale: Oltre alla modalità di registrazione automatica, nella quale sarà la videocamera a decidere per noi tutti i parametri, si può sfruttare anche la regolazione manuale per la messa a fuoco, il diaframma e lo zoom.

Dimensioni: Facilissima da usare anche in mancanza di esperienza, vanta dimensioni estremamente compatte che ne agevolano sia il trasporto sia l’utilizzo in mobilità.

Accessori: Nonostante venga proposta a un prezzo decisamente accessibile, offre in dotazione anche un treppiede, una pratica borsa per il trasporto e due livelle a bolla per verificare che il dispositivo sia posizionato correttamente.

 

Contro

Non adatta agli utilizzi professionali: Una handycam molto valida sul fronte hobbistico e amatoriale, ma sicuramente poco adatta per gli usi professionali che richiedono prestazioni di un certo livello.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Videocamera economica

 

12.IXNAIQY Videocamera Digitale 1080P Camcorder FHD 30FPS 36MP

 

Un’altra videocamera economica che consigliamo ai videoamatori principianti è questa camcorder ultracompatta Full HD con risoluzione dell’immagine di 36 MP, che chiude i nostri consigli d’acquisto.

Lo schermo IPS inclinabile da 3 pollici permette di vedere bene l’intera scena che vogliamo riprendere e può essere ruotato di 270° per effettuare i selfie, con l’ulteriore vantaggio di poter avviare le registrazioni e regolare i vari parametri mediante il pratico telecomando in dotazione.

Grazie al sensore da 16 megapixel è in grado sia di scattare foto sia di registrare video ad alta definizione in formato 4K, permettendo di sfruttare anche alcune funzionalità speciali come il Time Lapse e lo Slow Motion per rallentare le riprese.

Nel prezzo è inclusa anche una seconda batteria di riserva in grado di registrare fino a 90 minuti quando è completamente carica, così da raddoppiare l’autonomia della videocamera senza doversi preoccupare di portarsi dietro un ingombrante caricatore.

 

Pro

Maneggevole: Dal punto di vista della maneggevolezza, le prestazioni di questa videocamera sono a dir poco eccellenti, dal momento che le dimensioni compatte della struttura e il peso contenuto ne agevolano l’utilizzo anche per chi non ha molta esperienza nel campo.

4K: Può registrare video nel formato 4K Ultra HD con un frame rate di 50 o 60 fotogrammi per secondo in base alla modalità di registrazione.

Autonomia: Viene fornita con due batterie dall’autonomia di 90 minuti ciascuna, supportando anche la registrazione durante la ricarica.

 

Contro

Entry level: Pur possedendo numerose funzioni utili, rimane pur sempre una handycam di fascia economica da destinare principalmente agli utilizzi amatoriali.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una buona Videocamera

 

Le videocamere a basso costo

L’acquisto di una videocamera va considerato con molta attenzione dal momento che il mercato offre una scelta molto ampia, sia per quanto riguarda le caratteristiche tecniche e le funzionalità offerte sia per il prezzo. Quest’ultimo, infatti, può oscillare dai 40-50 euro dei modelli a basso costo fino ai 10.000 euro e oltre dei modelli professionali.

Anche tralasciando le videocamere più costose, destinate per lo più ai cameraman professionisti, i modelli per uso dilettantistico, amatoriale e semi-professionale sono quasi tutti concentrati in una fascia di prezzo che va dai 150-200 euro fino ai 1.500-2.000 euro circa, a seconda del modello scelto; ciò implica che, in alcuni casi, ci si potrebbe trovare comunque ad affrontare una spesa abbastanza consistente, soprattutto se si tengono in considerazione eventuali accessori da acquistare separatamente, per avere modo di ampliare la versatilità d’uso del dispositivo.

Le videocamere a basso costo sono caratterizzate da un aspetto analogo a quelle di fascia più alta, anzi spesso tendono a essere anche più appariscenti e dotate di “accessori” vistosi atti a replicare apposta l’aspetto di una videocamera di tipo professionale. È inutile sottolineare come queste videocamere, pur possedendo una risoluzione video HD e funzioni analoghe ai modelli più costosi, siano in realtà prive di sostanza e penalizzate da una qualità inferiore sotto tutti gli aspetti.

Ciò non toglie, però, che queste telecamere il cui prezzo si aggira intorno ai 50-150 euro, siano funzionali e adatte come regalo per un principiante, magari per un ragazzino con la passione del moviemaking. In quest’ottica, l’acquisto di una videocamera a basso costo è pienamente giustificabile e, nella maggioranza dei casi, anche preferibile.

 

Come capire se i requisiti sono all’altezza

Il problema principale quando si deve scegliere la videocamera da acquistare, infatti, risiede soprattutto nelle caratteristiche tecniche. La risoluzione delle immagini in alta definizione, tanto per fare un esempio, è qualcosa che ormai tutti i modelli di videocamera offrono, a prescindere dalla ditta produttrice e dalla fascia di prezzo, così come la capacità del sensore di acquisizione immagini, che può variare dai 16 ai 30 megapixel. 

È superfluo dire che la tipologia del sensore e la tecnologia su cui si basa, ovviamente, influiscono moltissimo sulle prestazioni di una videocamera, ragion per cui la resa qualitativa di un modello prodotto da Canon, Nikon o da qualsiasi altra ditta storica specializzata in primis nel settore delle ottiche e della fotografia, sarà sempre superiore rispetto a quella di una videocamera che possiede le stesse specifiche tecniche, ma integra un sensore di acquisizione e dei chip basati su una tecnologia dalla resa inferiore.

Una maggiore facilità di scelta, invece, è offerta dalle videocamere per auto, da quelle usate per la videosorveglianza, dalle webcam, dalle action cam e dalle mini cam. In quel caso, infatti, la resa qualitativa passa in secondo piano, per quanto importante possa essere, perché i requisiti primari che si richiedono a quel tipo di videocamere sono di natura diversa e interessano maggiormente la compattezza delle dimensioni, la connettività Wi-Fi, il GPS, la visione notturna e altri fattori.

L’importanza di prediligere le ditte affidabili

Se invece non vi fidate del vostro livello di conoscenza tecnica delle apparecchiature foto e video, allora il consiglio più sensato che possiamo offrire è quello di affidarsi alla reputazione del marchio. Quelli su cui potete andare tranquillamente sul sicuro li abbiamo già citati in precedenza, ovvero Canon e Nikon. 

Queste aziende giapponesi hanno infatti una lunghissima storia alle spalle, un’esperienza e un know-how tecnico che ha permesso loro di divenire dei colossi mondiali in questo settore di produzione, con un’ampia scelta di modelli per tutte le tasche e per tutti i livelli di fruizione, dal dilettantistico al professionale.

Questo ovviamente non significa che i loro prodotti siano esenti da limitazioni, soprattutto se si tratta di quelli destinati ai dilettanti. Le prestazioni superiori purtroppo, nel campo delle apparecchiature ottiche, foto e video, sono caratterizzate da un vertiginoso aumento dei prezzi in proporzione alla resa qualitativa, quindi è normale che se acquistate una videocamera Canon, per esempio, ma un modello destinato all’uso amatoriale, le sue prestazioni saranno limitate. 

In ogni caso, però, risulteranno sempre di gran lunga superiori rispetto ai modelli prodotti dalle aziende concorrenti, come Sony, Panasonic e JVC tanto per fare un esempio, perché anche se si tratta di marchi altrettanto rinomati a livello globale, la loro esperienza produttiva nel settore foto e video è relativamente recente.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come vedere cassette mini DV senza videocamera?

Il formato Mini DV ha goduto di una enorme popolarità dal momento che ha aperto la porta alle produzioni cinematografiche indipendenti e a basso costo, ragion per cui ha rappresentato lo standard nei supporti di videoregistrazione digitale per anni.

Grazie al costo contenuto delle attrezzature e delle cassette stesse, il formato mini DV ha goduto di un particolare successo soprattutto tra gli amatori, che utilizzavano questo particolare supporto per conservare i video ricordo di famiglia e quelli realizzati durante viaggi o eventi particolari, come le cerimonie di matrimonio, e altro ancora.

Con l’avvento dei CD-Rom e DVD, però, questa tecnologia è stata soppiantata del tutto e sono in molti a ritrovarsi con una collezione di ricordi incisi su cassette mini DV ma privi della possibilità di poterli riguardare o riversare su un supporto diverso.

Eppure esiste un modo per trasferire i contenuti incisi su una cassetta mini DV sul computer, per conservarli sull’hard disk o su un supporto di memoria esterno come una Pen Drive o un DVD, basta possedere un PC, o Mac, dotato di Firewire, un particolare tipo di connessione usato per collegare dispositivi di acquisizione video, e di un buon software di editing video. Nel caso in cui il computer fosse sprovvisto di Firewire, in sostituzione si può utilizzare una card PCI per scheda IEEE 1394.

Se il computer non possiede nemmeno lo slot PCI, o Express card nel caso dei laptop, allora bisognerà acquistare una scheda di acquisizione video USB, la quale non è altro che un adattatore con due cavi alle estremità, uno che termina con un innesto USB e l’altro che termina nei classici innesti Audio/Video analogici.

Per consentire l’acquisizione dei video, quindi, bisognerà collegare la vecchia videocamera DV alle connessioni analogiche della scheda, e poi eseguire le procedure richieste dallo specifico software di acquisizione utilizzato; se non si è più in possesso della videocamera basterà collegare un videoregistratore VCR.

Un altro metodo possibile prevede l’uso della Dazzle Video Card, prodotta dalla ditta Pinnacle; si tratta né più né meno di una scheda di acquisizione USB da collegare al computer, ma a differenza di quest’ultima è decisamente più costosa. Il vantaggio offerto dalla Dazzle Video Card, però, è quello possedere un software di editing molto potente, che vi permetterà di modificare le registrazioni video, operare tagli, eliminare i disturbi e le interferenze, ritoccare la qualità delle immagini e molto altro ancora.

 

Come pulire le testine della videocamera mini DV?

Per pulire le testine di una videocamera mini DV bisogna usare gli appositi nastri di pulizia, molto diffusi durante l’epoca dei supporti basati su nastro magnetico. Nel momento in cui si ravvisa la necessità di eseguire la pulizia, o quando questa è richiesta dal software di gestione della videocamera stessa, basterà inserire il nastro pulisci-testina nell’apposito alloggiamento e premere il tasto Play, facendolo scorrere per 10-12 secondi al massimo.

Se il primo passaggio non è stato sufficiente, si può ripetere l’operazione per altre due o tre volte. Se anche in questo caso non si ottengono risultati allora bisogna mandare la videocamera in assistenza, in quanto la testina potrebbe avere dei problemi che esulano dal mero accumulo di sporcizia.

 

 

 

Come usare una videocamera per auto

 

Usare la videocamera come webcam

Le videocamere hanno il pregio di offrire una qualità video decisamente superiore a quella posseduta dalle webcam, anche a parità di risoluzione, purtroppo però, per usare una videocamera come se fosse una normale webcam bisogna che quest’ultima possegga la funzionalità di streaming USB, che non tutti modelli hanno visto che non sono originariamente progettati per assolvere a questa funzione.

 

 

Ciò non significa che non sia possibile risolvere il problema; il modo più semplice, infatti, consiste nell’installare sul computer dei Driver speciali creati apposta per consentire l’utilizzo della videocamera con qualsiasi software destinato alle webcam. Questi si possono scaricare da internet, come il DVdriver per esempio, e una volta installati “ingannano” il sistema operativo facendogli credere che la videocamera collegata sia soltanto una normale webcam.

Ovviamente la videocamera andrà collegata tramite la porta Firewire, la Dazzle Video Card, oppure tramite una scheda di acquisizione video USB dopodiché, nel caso specifico del DVdriver, bisognerà avviare i driver e, successivamente, il software di gestione per la webcam. In questo modo potrete usare tutte le funzionalità tipiche delle webcam: sorveglianza, cattura immagini, registrazione, streaming e altro.

 

 

Come collegare una vecchia videocamera al PC

Per collegare una vecchia videocamera al PC, e nella fattispecie i modelli privi della predisposizione USB di fabbrica, è imprescindibile che il computer possegga una porta di tipo IEEE 1934, Firewire, o la Dazzle Video Card prodotta dalla Pinnacle Systems. Entrambi questi sistemi rappresentano la soluzione che offre i migliori risultati, soprattutto nel mantenere la qualità del segnale durante la conversione da analogico a digitale. 

L’ulteriore vantaggio che offrono sono i software di editing video molto avanzati, soprattutto quello della Dazzle Video Card, la loro limitazione maggiore però è data dal prezzo delle schede, che è decisamente alto, e dal settaggio complicato.

Altri sistemi altrettanto efficaci ma meno prestanti nel mantenere la qualità del segnale trasmesso, invece, sono rappresentati dalle diverse schede di acquisizione video USB disponibili sul mercato.

In realtà non sono altro che dei semplici adattatori forniti di doppio cablaggio, da un lato l’ingresso USB e dall’altro i comuni cavi con i jack audio e video analogici, oppure l’ingresso per il cavo SCART; hanno il pregio di costare poco ma, come accennato prima, sono meno prestanti in quanto privi di software di supporto dedicato, quindi richiedono l’uso di un programma di editing da acquistare separatamente, nel caso ne foste sprovvisti.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

4 COMMENTI

Marian

July 18, 2022 at 3:27 pm

Una videocamera fascia media-alta per riprese interviste (quindi statiche), quali sono le migliori?

Risposta
Claudio M

July 25, 2022 at 10:31 am

Salve Marian,

nel nostro articolo ne abbiamo indicate 12 che riteniamo interessanti e valide…

Saluti
Team N

Risposta
guido cannistraro

February 15, 2021 at 11:56 am

la video camera Sony ax700 recensione

Risposta
Claudio M

February 16, 2021 at 7:16 pm

Salve Guido,

la Sony AX700 è una videocamera con prestazioni professionali entry level che appartiene alla categoria delle handycam; per un ulteriore approfondimento ti suggeriamo di leggere la recensione su questo specifico modello nel nostro articolo sulle migliori videocamere professionali.

Saluti

Team N

Risposta