La migliore videocamera

Ultimo aggiornamento: 24.08.19

 

Videocamere – Opinioni, analisi e guida all’acquisto 2019

 

Per riprendere i momenti più belli della vostra vita o per sicurezza, la videocamera è uno strumento che può avere diverse funzioni a seconda del modello che si sceglie. Considerate prima di tutto il budget che avete a disposizione, per capire quale sia il prodotto adatto alle vostre tasche. Potrete optare anche per un modello professionale, se avete intenzione di ottenere riprese di alta qualità. Abbiamo dato uno sguardo agli articoli presenti sul mercato e considerato pregi e difetti di ognuno. Il risultato è la nostra classifica in basso: qui troverete prima di tutti Victure AC600, dotata di risoluzione 4K e di accessori che consentono di usarla soprattutto quando si fa sport. Ci è piaciuto molto anche PowerLead PL139, un prodotto dal touchscreen che ne rende la regolazione molto intuitiva. Il suo costo è molto conveniente e alla portata di tutte le tasche.

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

Opinioni sulle migliori videocamere

 

Ecco qui i nostri pareri sui prodotti che hanno conquistato la nostra fiducia, tra quelli presenti sul web. Date uno sguardo alle loro caratteristiche per capire quale videocamera comprare.

 

Prodotti raccomandati

 

Videocamera 4K subacquea

 

Victure AC600

 

Quella di Victure è una delle migliori videocamere del 2019 per chi desidera uno strumento da usare durante la pratica dello sport. La quantità di accessori inclusi nella confezione ne fanno infatti uno dei modelli più completi in circolazione.

Non solo supporti per casco e biciclette ma anche basi che consentono di collocarla su superfici curve o piane, così da non rinunciare a utilizzarla in qualsiasi circostanza. Utile anche il braccio snodabile ma indispensabile la custodia che permette di utilizzarla anche sott’acqua, fino a un massimo di 30 metri.

La risoluzione 4K garantisce immagini nitide e di qualità, mentre il Wi-Fi integrato assicura di poter trasferire tutti i file allo smartphone o al tablet. Alcuni utenti hanno notato un basso valore di FPS quando lo si usa in modalità Ultra HD e perciò consigliano di optare per il Full HD, che assicura 60 FPS senza cali.

Nonostante il prezzo alto, è uno dei prodotti più venduti per le sue qualità.

 

Pro

Accessori: Sono davvero tanti quelli inclusi nella scatola, che permettono di utilizzare il prodotto durante l’attività sportiva, incluse le immersioni subacquee fino a 30 metri.

Risoluzione: La qualità di questo prodotto si evince dalla risoluzione 4K, che assicura immagini nitide e chiare.

Wi-Fi: Integrato, consente di trasmettere immagini e video direttamente allo smartphone e al tablet.

 

Contro

FPS: Questo valore è troppo basso quando si usa il dispositivo in Ultra HD, per cui è preferibile optare per il Full HD, così da avere una maggiore fluidità del girato.

Acquista su Amazon.it (€45,99)

 

 

 

Videocamera Full HD

 

PowerLead PL139

 

Il buon prezzo convince parecchi utenti a optare per la proposta di PowerLead, la migliore videocamera per chi è alla ricerca del risparmio. Date uno sguardo alle sue caratteristiche e cliccate sul link in basso, se vi piace e non sapete dove acquistare.

Il modello in questione è compatto, dotato di un touchscreen che rende più semplice regolare le impostazioni. Lo zoom digitale 16x aiuta a ingrandire le immagini, mentre la risoluzione è di 24 Megapixel.

Nella confezione è incluso un cavo HDMI, che può essere collegato a un dispositivo, sul quale riprodurre i filmati in tempo reale. Molti utenti la consigliano come prima videocamera, visto che i colori non eccellono, come anche l’audio: il microfono è infatti il punto debole del prodotto.

Nella scatola inoltre non è incluso il caricabatterie, ma solo un cavo USB che non può essere collegato alla presa di corrente.

 

Pro

Costo: Se state cercando un prodotto a prezzi bassi, questo può soddisfare le vostre aspettative, visto che è uno dei più convenienti in commercio.

Touchscreen: Grazie a questo elemento, sarà molto più semplice regolare funzioni e impostazioni, senza perdere tempo.

Cavo: Quello HDMI è incluso nella confezione e può essere collegato a un dispositivo, come il televisore, sul quale riprodurre in tempo reale i filmati.

 

Contro

Audio: Il microfono è il punto debole di questo prodotto, in quanto l’audio che ne risulta è molto basso e si percepisce molto male.

Caricabatterie: Se ne avete bisogno, dovrete acquistarlo a parte, in quanto non è disponibile all’interno della confezione, nella quale troverete solo un cavo USB.

Acquista su Amazon.it (€72,99)

 

 

 

Videocamera di sorveglianza Wi-Fi

 

SV3C Videocamera di Sorveglianza

 

Se avete bisogno di un sistema di sorveglianza Wi-Fi, per tenere sotto controllo tutto anche comodamente dal cellulare, il prodotto di SV3C susciterà il vostro interesse perché è una delle offerte più convenienti in circolazione.

Questa videocamera si installa facilmente all’esterno e basta scaricare l’apposita app per aver pronta la configurazione anche sullo smartphone. In questo modo potrete stare tranquilli anche quando siete molto lontani da casa oppure potrete visualizzare tutto sul tablet o sul PC.

Il fattore di protezione IP66 la mette al sicuro da pioggia e intemperie, mentre la visione potrà essere sia diurna, sia notturna. Alcuni utenti sostengono si tratti di un prodotto valido come qualità di immagini ma non tanto in assenza di luce, quando cioè i fotogrammi appaiono piuttosto sgranati.

Inserendo una scheda SD, inoltre, potrete salvare tutte le registrazioni, se volete tenerne una copia in caso di necessità.

 

Pro

Costo: Questo articolo è uno dei più convenienti in circolazione, per cui non avrete difficoltà ad acquistarlo se vi ha conquistato.

Wi-Fi: Grazie alla configurazione Wi-Fi è possibile scaricare l’app sullo smartphone, il tablet o il PC per esaminare tutti i video in diretta.

Resistente: Il fattore di protezione IP66 permette di installarla all’aperto, perché può resistere alle intemperie e quindi alla pioggia.

 

Contro

Immagini notturne: Nonostante la qualità video sia molto buona per le immagini riprese al mattino, non si può dire lo stesso di quelle notturne, che appaiono molto confuse.

Acquista su Amazon.it (€37,99)

 

 

 

Videocamera Sony

 

Sony HDR-CX250E

 

In comparazione con altre videocamere vendute online, quella di Sony ha qualità che vanno di pari passo con il suo prezzo. Non si tratta infatti del prodotto più economico in circolazione, ma non vi diciamo nulla di nuovo quando parliamo di oggetti dalle prestazioni superiori.

Spicca lo zoom 30x ottico, che diventa 55x in digitale, per ingrandire le immagini durante le riprese. La registrazione è Full HD, che permette di salvare contenuti chiari da masterizzare anche in Blu-ray.

Non spiace anche una certa leggerezza della struttura, che è facile da tenere in mano anche per lungo tempo. Il display LCD è touchscreen e consente di impostare le funzioni e le modalità molto velocemente.

Pecca purtroppo nella risoluzione delle foto, che pur essendo da 8.9 Mpixel non sono di qualità eccelsa, difetto comune a molti prodotti del genere. La messa a fuoco, inoltre, è un po’ troppo lenta e il manuale di istruzioni non è così tanto d’aiuto per comprendere tutte le funzioni di questo articolo.

 

Pro

Zoom: Potrete servirvi di quello ottico da 30x e di quello digitale da 55x, per ingrandire le immagini con risultati pregevoli, soprattutto nel primo caso.

Registrazione: In Full HD, permette di salvare contenuti che possono essere messi su una memoria esterna o addirittura masterizzati in Blu-ray.

Leggera: La sua struttura è molto leggera, tanto che non costa fatica tenerla in mano per un po’ di tempo.

Schermo: Il display è LCD e touchscreen, che facilita la regolazione delle impostazioni, rendendola immediata.

 

Contro

Foto: Nonostante la risoluzione sia da 8.9 Mpixel, le foto non sono di qualità ragguardevole, ma questo è un difetto abbastanza comune per dispositivi del genere.

Messa a fuoco: Secondo alcuni utenti è un po’ troppo lenta.

Istruzioni: Sono troppo scarne e non aiutano a comprendere meglio il funzionamento del prodotto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Videocamera professionale

 

Panasonic HC-X1000E

 

Concludiamo i nostri consigli su come scegliere una buona videocamera con il modello professionale di Panasonic, pensato per più di un semplice videoamatore. Grazie alla risoluzione 4K i video sono di qualità molto alta, mentre il processore Crystal Engine Pro 4K assicura grande velocità nella gestione dei dati acquisiti.

L’obiettivo è di pregio: si tratta di Leica Dicomar, costituito da quattro gruppi di lenti che dà vita a scatti di alto livello, grazie anche allo zoom ottico 20x. Sono presenti ben due slot, nelle quali inserire due schede SD, così da non rimanere mai senza spazio di archiviazione.

La struttura non è difficile da sostenere anche a lungo, perché abbastanza compatta, ed è provvista di tasti collocati in posizione facile da raggiungere in qualsiasi momento. Non manca anche qui un bel display LCD e touchscreen, che rende ancora più semplice il suo utilizzo.

Davanti a tutta questa opulenza, qual è il lato negativo? Naturalmente il prezzo, davvero alto e alla portata di pochi.

 

Pro

Risoluzione: Brilla la risoluzione 4K, che garantisce video di qualità molto alta, a prova di operatore professionista.

Obiettivo: Si tratta di un Leica Dicomar, composto da quattro gruppi di lenti, in grado di produrre scatti di alta qualità.

Slot: Ce ne sono ben due, che permettono di inserire altrettante schede SD, per non restare mai a corto di spazio.

Leggera: Non sarà difficile reggerla a lungo, in quanto molto compatta e non troppo pesante.

Display: Non è solo LCD ma anche touchscreen, per regolare funzioni e impostazioni con un semplice gesto.

 

Contro 

Costo: Tanta opulenza non può che avere, come risvolto negativo, un prezzo davvero molto alto, che non tutti potranno affrontare.

Acquista su Amazon.it (€1862,99)

 

 

 

Videocamera per auto

 

Aukey DR01 Dash Cam

 

La Aukey DR01 è una videocamera per auto che si distingue soprattutto per la sua facilità di installazione, tramite biadesivo o ventosa, e per il supercondensatore che le permette di funzionare in un intervallo di temperature che va dai -30° ai 75° Celsius. È alimentata tramite un caricatore auto USB fornito nella dotazione di accessori, comprensiva del cavo di collegamento lungo tre metri, sei morsetti con nastro biadesivo, una ventosa e un supporto alternativo. 

Le sue prestazioni sono di tutto rispetto, integra un sensore immagini Sony che può registrare video in formato Full HD 1080p ed è dotata di un obiettivo con un angolo di campo di 170°, in modo offrire un’ampia inquadratura. Le sole limitazioni di questa dash cam, secondo gli acquirenti, sono date dal fatto di essere compatibile esclusivamente con le microSD di categoria 10 e di essere priva dell’antenna GPS, venduta come optional da acquistare separatamente.

 

Pro

Full HD: La risoluzione delle immagini è ottima sia durante il giorno sia durante la notte, grazie al sensore IXM303 prodotto dalla ditta giapponese Sony.

Facile da installare: La confezione include una ventosa e sei diversi morsetti dotati di nastro biadesivo, che consentono di installare la dash cam con estrema facilità. Il cavo di collegamento lungo 3 metri facilita ulteriormente il posizionamento.

Modalità di funzionamento: È dotata di diverse modalità d’uso, tra le quali la rilevazione del movimento e la registrazione di emergenza, che si attiva immediatamente in caso di cambiamenti improvvisi di direzione e frenate brusche.

 

Contro

MicroSD e GPS: I suoi limiti sono dati dalla compatibilità con le sole schede di memoria di categoria 10 e dal fatto di dover acquistare a parte l’antenna GPS, venduta come optional.

Acquista su Amazon.it (€54,99)

 

 

 

Videocamera Canon

 

Canon LEGRIA HF R806

 

Di tutt’altro genere, invece, è la videocamera Canon LEGRIA HF R806, un piccolo gioiello destinato ai videomakers principianti e agli amatori in generale, soprattutto quelli alle prime armi che hanno scarsa o nessuna esperienza con le videocamere di tipo professionale.

Il vantaggio principale di questa telecamera, infatti, è proprio quello di avere un’impostazione analoga ai modelli professionali, per quanto riguarda le funzionalità e le caratteristiche. Le prestazioni, invece, sono bel lungi dall’essere Pro, ma ciò non toglie che la qualità delle immagini è sempre conforme agli elevati standard Canon.

Con la LEGRIA potrete divertirvi a girare video in formato Full HD 1080p, usando diversi tipi di filtri e stili, incluso quello cinematografico, e potrete cimentarvi perfino nella creazione dei video in Time Lapse, grazie all’apposita funzione integrata.

L’unica pecca è rappresentata dai tempi di reazione dell’autofocus, purtroppo, che si allungano in condizioni di scarsa luce o visibilità.

 

Pro

Rapporto qualità-prezzo: Considerato il prezzo medio delle videocamere Full HD, la Canon LEGRIA HF R806 rappresenta uno dei modelli più convenienti che potrete trovare sul mercato.

Full HD: Nonostante la qualità video sia soltanto amatoriale, offre una risoluzione in alta definizione a 1080p con la codifica AVCHD.

Funzioni: Possiede un’ampia gamma di filtri e diverse modalità di ripresa, tra cui Slow e Fast Motion, Time Lapse e altro ancora.

 

Contro

Autofocus: La limitazione della HF R806, peraltro dovuta alla sua natura di videocamera amatoriale, è la lenta risposta dell’autofocus; soprattutto in condizioni di scarsa illuminazione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Videocamera HD

 

MARVUE V3B

 

Anche la MARVUE V3B è una videocamera HD che farà la gioia di amatori e principianti, soprattutto grazie al suo prezzo a dir poco concorrenziale, si tratta infatti di un modello analogo alla LEGRIA esaminata in precedenza, almeno per quanto concerne l’aspetto esteriore e le dimensioni.

È dotata di microfono esterno e telecomando, entrambi inclusi nella confezione insieme al copriobiettivo, un cavo HDMI, un cavo USB, la borsa per il trasporto, l’adattatore spina inglese e il manuale delle istruzioni. 

Ha una risoluzione Full HD e, a differenza della Canon che ne è priva, la MARVUE offre anche la visione notturna; lo zoom, però, ha un fattore di soli 16x contro i 57x della Canon LEGRIA. Anche la qualità video, secondo gli acquirenti, non è certo all’altezza della videocamera Canon, ma dato il prezzo è anche comprensibile. È consigliata soprattutto ai principianti e ai vlogger e youtuber.

 

Pro

Costo: A un tale prezzo difficilmente riuscirete a trovare una videocamera HD con le stesse funzioni e caratteristiche possedute dalla V3B.

Full HD: Può registrare video in alta definizione a 1080p, inoltre è dotata anche di visione notturna, a differenza della maggior parte delle videocamere di questo tipo disponibili sul mercato, che ne sono prive.

Webcam: Tra le varie funzionalità possedute, include anche quella di poter essere usata come camera per lo streaming live su Skype, Facebook, YouTube e altre piattaforme online.

 

Contro

Qualità video: Nonostante le buone caratteristiche possedute, è pur sempre una videocamera economica ragion per cui la qualità video non sono comparabili a videocamere analoghe, come la Canon esaminata in precedenza.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una buona Videocamera

 

Le videocamere a basso costo

L’acquisto di una videocamera va considerato con molta attenzione dal momento che il mercato offre una scelta molto ampia, sia per quanto riguarda le caratteristiche tecniche e le funzionalità offerte sia per il prezzo. Quest’ultimo, infatti, può oscillare dai 40-50 euro dei modelli a basso costo fino ai 10.000 euro e oltre dei modelli professionali.

Anche tralasciando le videocamere più costose, destinate per lo più ai cameraman professionisti, i modelli per uso dilettantistico, amatoriale e semi-professionale sono quasi tutti concentrati in una fascia di prezzo che va dai 150-200 euro fino ai 1.500-2.000 euro circa, a seconda del modello scelto; ciò implica che, in alcuni casi, ci si potrebbe trovare comunque ad affrontare una spesa abbastanza consistente, soprattutto se si tengono in considerazione eventuali accessori da acquistare separatamente, per avere modo di ampliare la versatilità d’uso del dispositivo.

Le videocamere a basso costo sono caratterizzate da un aspetto analogo a quelle di fascia più alta, anzi spesso tendono a essere anche più appariscenti e dotate di “accessori” vistosi atti a replicare apposta l’aspetto di una videocamera di tipo professionale. È inutile sottolineare come queste videocamere, pur possedendo una risoluzione video HD e funzioni analoghe ai modelli più costosi, siano in realtà prive di sostanza e penalizzate da una qualità inferiore sotto tutti gli aspetti.

Ciò non toglie, però, che queste telecamere il cui prezzo si aggira intorno ai 50-150 euro, siano funzionali e adatte come regalo per un principiante, magari per un ragazzino con la passione del moviemaking. In quest’ottica, l’acquisto di una videocamera a basso costo è pienamente giustificabile e, nella maggioranza dei casi, anche preferibile.

 

Come capire se i requisiti sono all’altezza

Il problema principale quando si deve scegliere la videocamera da acquistare, infatti, risiede soprattutto nelle caratteristiche tecniche. La risoluzione delle immagini in alta definizione, tanto per fare un esempio, è qualcosa che ormai tutti i modelli di videocamera offrono, a prescindere dalla ditta produttrice e dalla fascia di prezzo, così come la capacità del sensore di acquisizione immagini, che può variare dai 16 ai 30 megapixel. 

È superfluo dire che la tipologia del sensore e la tecnologia su cui si basa, ovviamente, influiscono moltissimo sulle prestazioni di una videocamera, ragion per cui la resa qualitativa di un modello prodotto da Canon, Nikon o da qualsiasi altra ditta storica specializzata in primis nel settore delle ottiche e della fotografia, sarà sempre superiore rispetto a quella di una videocamera che possiede le stesse specifiche tecniche, ma integra un sensore di acquisizione e dei chip basati su una tecnologia dalla resa inferiore.

Una maggiore facilità di scelta, invece, è offerta dalle videocamere per auto, da quelle usate per la videosorveglianza, dalle webcam, dalle action cam e dalle mini cam. In quel caso, infatti, la resa qualitativa passa in secondo piano, per quanto importante possa essere, perché i requisiti primari che si richiedono a quel tipo di videocamere sono di natura diversa e interessano maggiormente la compattezza delle dimensioni, la connettività Wi-Fi, il GPS, la visione notturna e altri fattori.

L’importanza di prediligere le ditte affidabili

Se invece non vi fidate del vostro livello di conoscenza tecnica delle apparecchiature foto e video, allora il consiglio più sensato che possiamo offrire è quello di affidarsi alla reputazione del marchio. Quelli su cui potete andare tranquillamente sul sicuro li abbiamo già citati in precedenza, ovvero Canon e Nikon. 

Queste aziende giapponesi hanno infatti una lunghissima storia alle spalle, un’esperienza e un know-how tecnico che ha permesso loro di divenire dei colossi mondiali in questo settore di produzione, con un’ampia scelta di modelli per tutte le tasche e per tutti i livelli di fruizione, dal dilettantistico al professionale.

Questo ovviamente non significa che i loro prodotti siano esenti da limitazioni, soprattutto se si tratta di quelli destinati ai dilettanti. Le prestazioni superiori purtroppo, nel campo delle apparecchiature ottiche, foto e video, sono caratterizzate da un vertiginoso aumento dei prezzi in proporzione alla resa qualitativa, quindi è normale che se acquistate una videocamera Canon, per esempio, ma un modello destinato all’uso amatoriale, le sue prestazioni saranno limitate. 

In ogni caso, però, risulteranno sempre di gran lunga superiori rispetto ai modelli prodotti dalle aziende concorrenti, come Sony, Panasonic e JVC tanto per fare un esempio, perché anche se si tratta di marchi altrettanto rinomati a livello globale, la loro esperienza produttiva nel settore foto e video è relativamente recente.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come vedere cassette mini DV senza videocamera?

Il formato Mini DV ha goduto di una enorme popolarità dal momento che ha aperto la porta alle produzioni cinematografiche indipendenti e a basso costo, ragion per cui ha rappresentato lo standard nei supporti di videoregistrazione digitale per anni.

Grazie al costo contenuto delle attrezzature e delle cassette stesse, il formato mini DV ha goduto di un particolare successo soprattutto tra gli amatori, che utilizzavano questo particolare supporto per conservare i video ricordo di famiglia e quelli realizzati durante viaggi o eventi particolari, come le cerimonie di matrimonio, e altro ancora.

Con l’avvento dei CD-Rom e DVD, però, questa tecnologia è stata soppiantata del tutto e sono in molti a ritrovarsi con una collezione di ricordi incisi su cassette mini DV ma privi della possibilità di poterli riguardare o riversare su un supporto diverso.

Eppure esiste un modo per trasferire i contenuti incisi su una cassetta mini DV sul computer, per conservarli sull’hard disk o su un supporto di memoria esterno come una Pen Drive o un DVD, basta possedere un PC, o Mac, dotato di Firewire, un particolare tipo di connessione usato per collegare dispositivi di acquisizione video, e di un buon software di editing video. Nel caso in cui il computer fosse sprovvisto di Firewire, in sostituzione si può utilizzare una card PCI per scheda IEEE 1394.

Se il computer non possiede nemmeno lo slot PCI, o Express card nel caso dei laptop, allora bisognerà acquistare una scheda di acquisizione video USB, la quale non è altro che un adattatore con due cavi alle estremità, uno che termina con un innesto USB e l’altro che termina nei classici innesti Audio/Video analogici.

Per consentire l’acquisizione dei video, quindi, bisognerà collegare la vecchia videocamera DV alle connessioni analogiche della scheda, e poi eseguire le procedure richieste dallo specifico software di acquisizione utilizzato; se non si è più in possesso della videocamera basterà collegare un videoregistratore VCR.

Un altro metodo possibile prevede l’uso della Dazzle Video Card, prodotta dalla ditta Pinnacle; si tratta né più né meno di una scheda di acquisizione USB da collegare al computer, ma a differenza di quest’ultima è decisamente più costosa. Il vantaggio offerto dalla Dazzle Video Card, però, è quello possedere un software di editing molto potente, che vi permetterà di modificare le registrazioni video, operare tagli, eliminare i disturbi e le interferenze, ritoccare la qualità delle immagini e molto altro ancora.

 

Come pulire le testine della videocamera mini DV?

Per pulire le testine di una videocamera mini DV bisogna usare gli appositi nastri di pulizia, molto diffusi durante l’epoca dei supporti basati su nastro magnetico. Nel momento in cui si ravvisa la necessità di eseguire la pulizia, o quando questa è richiesta dal software di gestione della videocamera stessa, basterà inserire il nastro pulisci-testina nell’apposito alloggiamento e premere il tasto Play, facendolo scorrere per 10-12 secondi al massimo.

Se il primo passaggio non è stato sufficiente, si può ripetere l’operazione per altre due o tre volte. Se anche in questo caso non si ottengono risultati allora bisogna mandare la videocamera in assistenza, in quanto la testina potrebbe avere dei problemi che esulano dal mero accumulo di sporcizia.

 

 

 

Come usare una videocamera per auto

 

Usare la videocamera come webcam

Le videocamere hanno il pregio di offrire una qualità video decisamente superiore a quella posseduta dalle webcam, anche a parità di risoluzione, purtroppo però, per usare una videocamera come se fosse una normale webcam bisogna che quest’ultima possegga la funzionalità di streaming USB, che non tutti modelli hanno visto che non sono originariamente progettati per assolvere a questa funzione.

 

 

Ciò non significa che non sia possibile risolvere il problema; il modo più semplice, infatti, consiste nell’installare sul computer dei Driver speciali creati apposta per consentire l’utilizzo della videocamera con qualsiasi software destinato alle webcam. Questi si possono scaricare da internet, come il DVdriver per esempio, e una volta installati “ingannano” il sistema operativo facendogli credere che la videocamera collegata sia soltanto una normale webcam.

Ovviamente la videocamera andrà collegata tramite la porta Firewire, la Dazzle Video Card, oppure tramite una scheda di acquisizione video USB dopodiché, nel caso specifico del DVdriver, bisognerà avviare i driver e, successivamente, il software di gestione per la webcam. In questo modo potrete usare tutte le funzionalità tipiche delle webcam: sorveglianza, cattura immagini, registrazione, streaming e altro.

 

 

Come collegare una vecchia videocamera al PC

Per collegare una vecchia videocamera al PC, e nella fattispecie i modelli privi della predisposizione USB di fabbrica, è imprescindibile che il computer possegga una porta di tipo IEEE 1934, Firewire, o la Dazzle Video Card prodotta dalla Pinnacle Systems. Entrambi questi sistemi rappresentano la soluzione che offre i migliori risultati, soprattutto nel mantenere la qualità del segnale durante la conversione da analogico a digitale. 

L’ulteriore vantaggio che offrono sono i software di editing video molto avanzati, soprattutto quello della Dazzle Video Card, la loro limitazione maggiore però è data dal prezzo delle schede, che è decisamente alto, e dal settaggio complicato.

Altri sistemi altrettanto efficaci ma meno prestanti nel mantenere la qualità del segnale trasmesso, invece, sono rappresentati dalle diverse schede di acquisizione video USB disponibili sul mercato.

In realtà non sono altro che dei semplici adattatori forniti di doppio cablaggio, da un lato l’ingresso USB e dall’altro i comuni cavi con i jack audio e video analogici, oppure l’ingresso per il cavo SCART; hanno il pregio di costare poco ma, come accennato prima, sono meno prestanti in quanto privi di software di supporto dedicato, quindi richiedono l’uso di un programma di editing da acquistare separatamente, nel caso ne foste sprovvisti.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...