I migliori walkie talkie

Ultimo aggiornamento: 17.06.19

 

Walkie talkie – Opinioni, analisi e guida all’acquisto del 2019

 

I walkie talkie sono un prodotto senza tempo, ideati durante la guerra eppure ancora attuali, come strumento di divertimento o di comunicazione a distanza. La scelta del paio giusto dipende da una serie di fattori: la finalità, la copertura, la durata della batteria. Date un’occhiata ai nostri consigli e ai prodotti che abbiamo scelto per voi. Retevis RT628 è un modello pensato per i bambini, molto versatile in quanto può essere anche utilizzato come baby monitor. Sunreal BF-888s è invece progettato per gli adulti, dotato di schermo LED e di funzioni aggiuntive, come la torcia.

 

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Opinioni sui migliori walkie talkie 

 

Abbiamo riassunto qui uno specchietto dei nostri pareri sui prodotti che hanno conquistato la nostra fiducia. Date uno sguardo alle loro caratteristiche e fatene una comparazione per determinare quale siano i migliori walkie talkie del 2019.

 

Prodotti raccomandati

 

Walkie Talkie bambini

 

Retevis RT628

 

Se gli RT628 di Retevis sono tra i prodotti più venduti del web è certamente perché si tratta di una coppia di walkie talkie per bambini dal competitivo rapporto qualità/prezzo. Questo modello piace anche perché versatile, in quanto può essere usato anche come baby monitor, per monitorare il piccolo quando dorme.

Leggeri e compatti, ricordano per il loro design un paio di walkie talkie per adulti, anche perché sono dotati di un display LCD che indica, tra le altre cose, lo stato della batteria. Inoltre è retroilluminato, quindi ben accessibile in condizioni di scarsa luminosità.

Il raggio d’azione del walkie talkie copre un chilometro di distanza, per cui potrà essere usato dai vostri figli per giocare vicino casa in compagnia degli amichetti. Da non disdegnare anche i colori disponibili, che consentono di scegliere quello più gradito ai bambini.

Molti utenti tengono però a sottolineare che va bene se usato come giocattolo e senza altre pretese, in quanto i materiali che lo compongono sono abbastanza fragili e talvolta ci sono problemi di ricezione.

Acquista su Amazon.it (€19,99)

 

 

 

Retevis RT32

 

Il modello più economico tra quelli che abbiamo esaminato, per cui i migliori walkie talkie per i risparmiatori, è questo di Retevis, pensato per i più piccoli visto anche il design che li caratterizza.

Il colore giallo fosforescente è sgargiante e riporta una specie di sorriso in rosso sulla struttura, che renderà il prodotto simpatico per i giovanissimi. Ha otto canali di ricezione e una scansione automatica che vi farà trovare subito il canale libero sul quale cominciare a comunicare.

Leggeri e facili da tenere in mano, hanno incorporata la funzione Vox, grazie alla quale non è necessario premere un tasto per parlare. Sono dotati inoltre di una luce incorporata, che li trasforma in una torcia, utile sia per il gioco, sia per le emergenze.

Da notare anche il display LCD, retroilluminato, quindi facilmente accessibile al buio. Per usarli c’è però bisogno di pile, non incluse nella confezione, la durata delle quali non è sempre sufficiente a renderli un paio di walkie talkie per bambini tra i più duraturi.

Acquista su Amazon.it (€18,99)

 

 

 

Walkie Talkie professionali

 

Sunreal BF-888s

 

Quelli di Sunreal sono walkie talkie professionali che vantano un costo molto contenuto, tanto da considerarli come una delle offerte più appetibili per chi ha bisogno di elementi del genere. Mettono a disposizione ben 16 canali, che potranno essere visualizzati sullo schermo LED.

Quest’ultimo è anche retroilluminato, in modo da garantire una buona comprensione al buio, e permette di verificare il grado di carica della batteria. Non dovrete usare pile ma un dispositivo ricaricabile tramite la base, inclusa nella confezione.

La durata è soddisfacente, secondo parecchi utenti, che hanno apprezzato la funzione di risparmio della batteria, come anche il sistema di sicurezza, in grado di avvertire sui malfunzionamenti.

Una delle caratteristiche apprezzate è anche la presenza della torcia, molto luminosa, e degli auricolari, inclusi nel prezzo. Anche se sono molto facili da usare, c’è però chi avrebbe gradito le istruzioni in italiano, che non sono sempre disponibili.

Acquista su Amazon.it (€28,88)

 

 

 

TYT MD-380

 

Se quello che state cercando è un paio di walkie talkie professionali dalle prestazioni eccellenti, non potrete ignorare quelli di Tyt, pensati proprio per le aziende che scelgono questo metodo di comunicazione.

Partiamo subito con il dire che si tratta di un modello dedicato a chi ha esperienza con il DMR, il sistema di trasmissione digitale, visto che deve essere programmato. Non potrete contare su un manuale di istruzioni in italiano, per cui sarà necessario appellarsi ad altre soluzioni.

Potrete contare su ben 1.000 canali e su una trasmissione vocale molto valida. Questo prodotto è dotato anche di un display LCD e di una tastiera con menù, che facilita la regolazione. Compatibile con dispositivi Motorola e Hytera, ha una batteria ricaricabile dalla lunga durata.

Tenerli addosso sarà semplice grazie alla clip incorporata, che può essere collegata alla cintura. Il software di programmazione, invece, ha la necessità del sistema operativo Windows per essere installato.

Acquista su Amazon.it (€104,99)

 

 

 

Bluetooth Walkie Talkie

 

NKTECH NK-BT-89-BL

 

Quello di NkTech è un Bluetooth walkie talkie che funge da ricetrasmettitore manuale, assolutamente privo di fili. Piace agli utenti per il suo costo concorrenziale, tra i più convenienti del web, e per la qualità di ricezione, che copre un raggio di 10 metri.

Piccolo e compatto, sta in una mano, si connette, appunto, tramite Bluetooth alla radio dando molta libertà di movimento. Non tutti sono soddisfatti della qualità audio dell’altoparlante interno e neppure del dover premere un tasto per inviare la voce: c’è chi avrebbe gradito la funzione di vivavoce.

Piace invece la compatibilità con molti modelli in commercio, come molti della serie QYT. Un punto di forza è la batteria dalla lunga durata, ben due giorni, e la presenza di vari accessori inclusi nella confezione.

Troverete anche la clip per cintura, in modo da averlo sempre a disposizione, ma non un manuale di istruzioni in italiano, per cui dovrete cercare altrove aiuto nel capirne il funzionamento.

Acquista su Amazon.it (€41,99)

 

 

 

Walkie Talkie Brondi

 

Brondi FX-Dynamic

 

La coppia di walkie talkie Brondi che qui vi proponiamo è la scelta preferita da molti utenti che sono alla ricerca di un prodotto dal costo accessibile e dalle buone funzioni. Parecchi genitori, infatti, li acquistano per farli usare ai figli che non ritengono ancora abbastanza grandi per poter utilizzare il cellulare.

Lo schermo permette di verificare che la scansione dei canali venga effettuata e indica anche il livello di carica della batteria. Quest’ultima può essere ricaricata tramite le due basi incluse nella confezione, ma ha una durata molto soddisfacente.

Una funzione molto gradita è la Call, ovvero è possibile schiacciare un tasto che simula una chiamata e far “squillare” l’altro walkie talkie, proprio come un telefono. Per quanto concerne la ricezione, appare valida in spazi aperti: l’azienda sostiene che copra 12 chilometri e molti hanno potuto sperimentare che sicuramente arriva a più di 6 chilometri.

Tuttavia in spazi chiusi e in presenza di ostacoli, la capacità di trasmissione si riduce notevolmente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Walkie Talkie Motorola

 

Motorola T80 Extreme

 

Un modello molto apprezzato tra quelli venduti online e che può aiutarvi a capire quali walkie talkie comprare per non rimanere delusi, è quello di Motorola, un duo ideato per accontentare non solo l’amatore ma anche chi cerca un prodotto semiprofessionale.

Un punto di forza sono i materiali con i quali sono costruiti, che non solo resistono all’uso e alle cadute ma hanno un fattore di protezione IPX4, per cui possono essere usati anche sotto la pioggia e venire a contatto con i liquidi.

La copertura è di circa 5 chilometri, in assenza di ostacoli, quindi è possibile usarli in spazi aperti senza incontrare difficoltà. Valida anche la funzione Vox, per comunicare senza che sia necessario premere un pulsante.

L’apparecchio arriva a casa in una valigetta, nella quale sono contenuti anche degli accessori: purtroppo però le istruzioni all’interno non soddisfano le richieste di aiuto di chi non sa usare oggetti come questi walkie talkie di Motorola.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Walkie Talkie Topolino

 

IMC Toys 182691

 

Abbiamo ancora in serbo un aiuto per voi, che non sapete come scegliere un buon paio di walkie talkie per i vostri bambini e neppure dove acquistare il modello giusto. Cliccando sul link in fondo, infatti, potrete trovare quello di IMC Toys, un prodotto nuovo che ha convinto parecchi consumatori, alla ricerca di articoli a prezzi bassi.

L’originalità di questo paio sta proprio nel riprodurre le effigi di due personaggi dei fumetti: i walkie talkie Topolino e Paperino si ispirano alla serie Mickey and The Roadstar Races, infatti sono entrambi in tenuta da rally.

Dedicati ai bimbi a partire dai 3 anni, sono dotati di antenne e hanno colori sgargianti che conquisteranno i vostri figli. Funzionano tramite delle pile, quindi la durata dipende molto da quanto li si usa. Anche se l’azienda afferma che il raggio di copertura è molto ampio, si tratta comunque di un prodotto giocattolo, non paragonabile, per esempio, a un paio di walkie talkie Decathlon, economici ma anche più funzionali.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere i migliori walkie talkie

 

I walkie talkie possono tanto essere un oggetto di gioco, quanto uno strumento utile in alcuni tipi di lavoro. abbiamo creato una guida per aiutarvi a trovare il modello della migliore marca per qualità e prezzo: date un’occhiata ai nostri consigli e alle recensioni dei prodotti presenti nella nostra classifica in basso.

 

 

Il raggio d’azione

Quando decidiamo di acquistare un paio di walkie talkie dobbiamo prima di tutto porci la domanda del perché desideriamo averli: per divertimento o per uso professionale? Questo fattore determina infatti il prezzo del modello che andiamo a scegliere, in quanto, più sarà elaborato il prodotto, più alto sarà il suo costo.

Un elemento molto importante da considerare è la copertura del walkie talkie: i migliori sono quelli che garantiscono almeno 10 km, anche se è sempre bene considerare gli ostacoli, che possono rendere meno valido questo valore.

Certamente avrete bisogno di un prodotto con un raggio d’azione ampio se lavorate all’aperto e avete bisogno di comunicare sempre con i vostri colleghi, per prevenire imprevisti. Se, invece, intendete acquistare un prodotto giocattolo, l’importante sarà avere una copertura valida all’interno della casa o nelle immediate vicinanze, in modo da tenere sott’occhio i vostri figli.

 

I canali

Un altro fattore che determina la qualità di una coppia di walkie talkie è la quantità di canali a disposizione. Se non avete grosse pretese e, confrontando i prezzi, avete deciso di acquistarne un prodotto modesto, basterà un solo canale, che però non garantirà di poterlo sfruttare sempre, se è occupato.

I modelli semi professionali devono averne almeno 8, mentre i professionali possono raggiungere i 30 o più, per garantire la comunicazione in ogni occasione.

 

La batteria

Chi deve fare un uso intensivo dei walkie talkie ha bisogno di una batteria dalle alte prestazioni e di durata ragguardevole, visto che possono essere impegnati anche per diversi giorni di seguito.

A seconda delle esigenze, optate per una batteria al litio ricaricabile, che abbia anche la possibilità di caricarsi in un tempo ridotto. Se intendete risparmiare, non sarà difficile trovare un modello che vada a pile: preferite quelle ricaricabili se non volete stare ad acquistare moli di batterie, soprattutto se volete usare con frequenza i ricevitori.

 

Schermo sì o no?

Un elemento che rende più semplice usare il walkie talkie è lo schermo, che consente non solo di verificare i canali disponibili, ma anche di controllare che la batteria non si stia scaricando.

Il display da preferire è quello LCD con retroilluminazione, specialmente se dovrete usarli in condizioni di scarsa luminosità. Valutate se la spesa da affrontare è eccessiva e se sono presenti sul mercato altri modelli che consentono di avere questi vantaggi senza restare in bolletta.

 

Con i fili o Bluetooth?

Anche in questo caso, molto dipende dalla cifra che intendete spendere: un modello con i fili darà sicuramente respiro al portafoglio ma, allo stesso tempo, vi costringerà a stare seduti e a non potervi muovere durante la conversazione.

Fortunatamente esistono walkie talkie che sfruttano la tecnologia Bluetooth e che quindi possono essere usati anche mentre camminate, senza l’ingombro di cavi pendenti.

 

Gli accessori

Non mancano offerte convenienti che includono accessori indispensabili per sfruttare al meglio i walkie talkie. Pensiamo, per esempio, alle clip per pantaloni, che permettono di averli a portata di mano semplicemente agganciandoli alla cintura.

Quando il prodotto non ha funzioni come Vox, ovvero permette di trasmettere la voce senza premere pulsanti, è molto utile un kit vivavoce, che tiene libere le mani e vi consente di gestire varie faccende senza farvi rinunciare a comunicare.

Importanti anche gli auricolari a filo, che permettono di dialogare e di lasciare il walkie talkie nel taschino o alla cintura. Per quanto concerne la conservazione del prodotto, alcune aziende ve lo recapitano all’interno di un valigetta, altre mettono a disposizione delle custodie che proteggono la scocca da urti o cadute.

 

I materiali

Non sono da sottovalutare anche i materiali di costruzione, per quanto ci sia sempre un misto di plastica e metallo. La struttura infatti è sottoposta a varie sollecitazioni, quindi deve resistere all’uso e al tempo.

Se dovete usare i walkie talkie all’aperto, meglio che la scocca abbia un fattore di protezione valido contro umidità e liquidi, in modo da non essere colti impreparati in caso di pioggia.

 

 

Per i bambini

Un paio di walkie talkie non troppo costoso può essere usato anche come baby monitor per i vostri figli, quando sono ancora piccoli. Se invece volete far loro un regalo che permetta di giocare con gli amici, niente di meglio di un modello semplice, magari arricchito da disegni che abbia la forma dei loro personaggi preferiti.

Il fattore più importante qui non è la copertura, in quanto è sufficiente che funzionino nelle vostre vicinanze, quanto il gradimento dei bambini di fronte al loro nuovo giocattolo.

 

 

 

Domande frequenti

 

Si può usare il cellulare come walkie talkie?

Esistono molte app che permettono di trasformare il vostro smartphone, Android o iOS, in un walkie talkie. Voxer, per esempio, offre un servizio molto simile a quello di WhatsApp, perché sfrutta la connessione al posto dei canali radio.

Con questa applicazione è possibile scrivere messaggi di testo oppure registrare messaggi vocali: è gratuita. Molto interessante anche Zello, che permette anche di parlare con sconosciuti in quanto include la presenza di gruppi al suo interno.

Viber, HeyTell e Talkbox Messenger sono altre applicazioni dedicate a questa funzione.

 

Qual è la differenza tra un walkie talkie e una ricetrasmittente?

In realtà il walkie talkie e la ricetrasmittente sono la stessa cosa: entrambi sfruttano i canali per mettere in comunicazione più persone tra loro. Nel linguaggio comune, però, il primo termine è usato solitamente per indicare un giocattolo o un modello non professionale, con meno canali di trasmissione, il secondo per quelli con una copertura maggiore.

 

Qual è il raggio d’azione di un walkie talkie?

Molto dipende dal modello che si è deciso di acquistare: uno base, non professionale, può avere un raggio d’azione contenuto in pochi chilometri, se non addirittura metri. Se non avete difficoltà a spendere un po’ di più, però, potrete optare per uno con portata di almeno 10 km, che garantirà comunicazioni anche a grande distanza.

Tenete a mente che, in presenza di ostacoli, come gli edifici, questo raggio può diminuire: verificate l’esperienza degli altri utenti per non rimanere delusi.

 

Quali sono le frequenze dei canali dei walkie talkie?

Partiamo subito con il dire che i walkie talkie sfruttano il PMR446, un servizio utilizzabile senza licenza e a disposizione dei privati: i PMR in generale, privi di aggiunta 446, sono invece quelli destinati alle forze dell’ordine e alle società.

In Italia ci sono otto frequenze a disposizione: 446.00625, 446.01875, 446.03125, 446.04375, 446.05625, 446.06875, 446.08125 e 446.09375.

 

Quali sono le frequenze dei walkie talkie Brondi?

I walkie talkie Brondi sfruttano il PMR446, il servizio dedicato ai privati per comunicare tramite frequenze radio. Di conseguenza, nei modelli base, utilizzeranno le otto a disposizione: 446.00625, 446.01875, 446.03125, 446.04375, 446.05625, 446.06875, 446.08125 e 446.09375.

 

Qual è nel walkie talkie la portata massima?

Chiariamo prima di tutto cosa si vuole indicare con il termine portata: si intende così nei walkie talkie la distanza massima alla quale si riesce a comunicare con un’altra ricetrasmittente. Questo fattore dipende dalla potenza dell’antenna e dalle caratteristiche del modello che avete scelto.

Solitamente le tipologie più costose sono quelle che hanno una portata sostanziosa, che arriva e supera i 20 km. Naturalmente dovrete valutare se è opportuno spendere una cifra importante pur di avere una copertura maggiore: chi vuole usarli per lavoro e ha bisogno di raggiungere i colleghi molto distanti, sa che ne vale la pena.

 

Perché scegliere un modello con display retroilluminato?

La presenza dello schermo, di per sé, è utile a tenere d’occhio la frequenza sulla quale siete sintonizzati e la carica della batteria. La retroilluminazione permette di leggere questi valori anche in assenza di una luce molto forte, per cui è da consigliare se intendete sfruttare i walkie talkie nelle ore notturne.

 

Per quali walkie talkie è necessario il patentino?

Assicuratevi di avere il patentino se intendete acquistare un walkie talkie con antenna removibile e una potenza superiore agli 0,5 W. La normativa è infatti severa e prevede persino sanzioni di natura penale.

 

Cos’è il walkie talkie su Apple Watch?

Apple Watch consente di invitare altri utenti a condividere l’applicazione Walkie Talkie, con la quale è possibile comunicare proprio come tramite due ricetrasmittenti. Dato che può accadere di mantenerla attiva, è disponibile un toggle grazie al quale si può attivare o disattivare la propria disponibilità.

 

Quante sono le frequenze dei walkie talkie esenti da tasse?

Ci sono due tipi di dispositivi che utilizzano frequenze esenti dal versamento della tasse: gli LPD e i PMR. I primi operano sui 433-435 MHz e hanno a disposizione 69 canali sui quali agire, i secondi invece operano sui 446 MHz. Bisogna ricordare però che nessun modello amatoriale consente di usare tutti i canali, ma una serie limitata.

 

Che cos’è la funzione Vox?

Se volete comunicare tramite il walkie talkie ma avere anche le mani libere, dovrete assicurarvi che il modello che avete scelto abbia la funzione Vox. Davanti a rumori o suoni, quindi anche quello della voce, il microfono si aprirà automaticamente.

Su alcuni è possibile anche regolare il livello del sistema, in modo che non si attivi per un semplice fruscìo ma per un tono abbastanza sostenuto.

 

Quanto costa un paio di walkie talkie?

Il prezzo di un buon paio di walkie talkie deve essere tale da garantire una qualità durevole nel tempo. Se avete intenzione di acquistarli per un uso amatoriale, una spesa che si aggiri attorno ai 40 euro è più che ragionevole. Per quanto concerne un modello professionale, più alto è il costo e migliori saranno le funzioni.

Un paio di ricetrasmittenti per bambini saranno invece abbastanza economiche, non superando i 20 euro, e potranno essere usate dai bimbi per giocare senza particolari esigenze.

 

Dove acquistare i walkie talkie?

A parte il canale online, nel quale possono essere reperiti oggetti davvero di ogni tipo, i walkie talkie possono essere reperiti nei negozi fisici, che trattano elettronica o che si occupano di attività all’aperto. Se siete alla ricerca di un prodotto molto più simile a un giocattolo, optate per un punto vendita che tratti articoli per bambini.

 

Che cos’è il Walkie Talkie di Londra?

A Londra è stato costruito un grattacielo dalle forme irregolari, che ha appunto le sembianze di una ricetrasmittente, dalla quale deriva il suo nome. Una curiosità riguarda la sua superficie costituita da vetri a specchio, che hanno causato un surriscaldamento delle strade nelle vicinanze e hanno costretto i proprietari a mettere uno schermo protettivo in attesa di una soluzione permanente.

 

 

 

Come utilizzare i walkie talkie

 

I walkie talkie sono strumenti utili a rendere la comunicazione a distanza molto più semplice, per gioco o per lavoro. Se vi avvicinate a questo prodotto per la prima volta, potreste avere dei dubbi riguardanti funzionamento o impieghi possibili: qui abbiamo voluto analizzare alcune particolarità, che vi aiutino a capire il modello giusto per voi.

 

 

Prima di tutto: come funziona?

Potrà sembrare strano ad alcuni che, nell’era digitale, si parli ancora di dispositivi come i walkie talkie: in realtà questi oggetti riescono a mettere in comunicazione due o più persone senza l’obbligo di fare una chiamata, come i cellulari, e quindi senza dover digitare un numero. Vogliamo capirci di più? Chiediamoci allora: il walkie talkie, come funziona? Il meccanismo che ne regola l’uso è identico a quello delle radio: basta sintonizzarsi sullo stesso canale per mettersi in comunicazione. Per questa ragione è importante che la frequenza scelta sia libera: se infatti è occupata da altri utenti, nessuno riuscirà a capire cosa dice l’altro.

Un altro aspetto da considerare è il fatto che non si possa parlare contemporaneamente: il microfono e l’altoparlante, infatti, si alternano. Potrete premere un pulsante per inviare l’audio e, quando rilasciato, aspettare la risposta dall’altra parte. Solitamente il gergo usato è “passo”, quando si termina il messaggio e “passo e chiudo”, quando si vuole terminare la conversazione.

 

Come usare un walkie talkie al meglio

Presupponiamo che vogliate usare i vostri walkie talkie per lungo tempo, magari più di una giornata, senza doverli ricaricare. Scegliete allora un modello dotato di batteria al litio e assicuratevi che sia totalmente piena quando vi accingete a usarli.

Per essere certi che la ricezione sia valida, meglio sperimentarli in luoghi aperti e privi di ostacoli, visto che edifici e pareti costituiscono un bell’impedimento. Molta accortezza deve essere usata quando li si impugna: è preferibile tenerli a circa 10 centimetri dalla bocca, in modo da essere in grado di far arrivare la propria voce ben chiara.

A questo scopo è utile anche scandire bene le parole, con pause e accertandosi che il messaggio arrivi privo di interferenze.

 

 

Un walkie talkie fai da te

Se non volete acquistare un modello bello e fatto, ecco qui qualche suggerimento su come costruire un walkie talkie. La maniera più semplice è quella di prendere due lattine o due bicchieri di carta. Forate la base con un chiodo, prendete uno spago e inseritelo nel buco.

Fatelo poi passare di sotto per posizionarlo all’interno della lattina o del bicchiere e poi fate un nodo in modo che non possa sfilarsi. Collegate il secondo elemento al primo tramite lo spago, ripetendo l’operazione del creare il buco e così via. Tendete lo spago: le onde sonore potranno così viaggiare e voi potrete usare il bicchiere come microfono e come ricevitore.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...