I 5 migliori powerbank del 2022

Ultimo aggiornamento: 29.11.22

 

Powerbank – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Chi viaggia spesso per lavoro o per piacere non può davvero fare a meno di un powerbank per ricaricare i propri dispositivi mobili quando non si ha a disposizione una presa di corrente. Tra questi spiccano in particolare:

Iniu 10.000 mAh, per il design sottile e ultracompatto che guarda in favore di una maggiore portabilità, e l’Hiluckey A Energia Solare per il supporto alla ricarica wireless che non richiede l’utilizzo di cavi USB per avere accesso alla riserva di energia.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 5 migliori powerbank del 2022 – Classifica 2022

 

Nei nostri consigli d’acquisto abbiamo indicato quali sono le caratteristiche più importanti da cercare in un caricatore per cellulare.

Per fare una comparazione delle offerte consigliamo di leggere le recensioni qui di seguito che aiuteranno ulteriormente nella scelta del modello adatto per le proprie esigenze.

Abbiamo fatto per voi una selezione dei prodotti più venduti, così si potranno avere più informazioni e sapere come scegliere un buon caricatore per cellulare.

 

Powerbank 10000 mAh

 

1. INIU Powerbank 10000mAh Doppia Uscita 3A ad Alta Velocità 2022 Version

 

Al primo posto della nostra classifica dei migliori powerbank del 2022 si colloca questo modello a marchio Iniu.

È caratterizzato da un design ultrasottile e leggero per poterlo trasportare agevolmente inserendolo all’interno di zaini e borse, senza aggiungere volume o eccessivo peso.

Nonostante venga proposto a un prezzo più economico rispetto alla media di mercato, è uno dei più veloci in circolazione quando si tratta di ricaricare più dispositivi contemporaneamente.

Questo grazie alla capacità di 10.000 mAh e all’implementazione dell’esclusiva tecnologia UPower+ che identifica in modo intelligente i dispositivi collegati per regolare automaticamente l’uscita fino a 3A e ridurre così le tempistiche di ricarica.

Oltre a funzionare con tutti i device – sia Android sia Apple – dotati di uscita USB-C, permettendo di ricaricare fino a tre dispositivi contemporaneamente, dispone del nuovo sistema di sicurezza SmartProtect a 12 strati.

Questo garantisce una maggiore resistenza agli urti e alle cadute accidentali.

Altro valore aggiunto di questo powerbank 10000 mAh è la presenza di una luce led sul retro a forma di zampa che permette di utilizzarlo come torcia nelle situazioni di emergenza.

 

Pro 

Velocità: Grazie all’innovativa tecnologia UPower+ è in grado di ricaricare fino a 1,4 volte più rapidamente rispetto a un normale caricabatterie portatile.

Trasporto: Il design leggero e compatto influisce positivamente sulla maneggevolezza del powerbank, rendendolo più agevole e pratico da trasportare.

Resistente: L’involucro SmartProtect a dodici strati e la realizzazione con materiali di elevata qualità assicurano una maggiore resistenza in caso di urti e cadute accidentali.

 

Contro

Cavo USB: Quello fornito in dotazione è molto corto e, quindi, scomodo da utilizzare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Powerbank solare

 

2. Hiluckey – Power Bank wireless a energia solare, 26800 mAh, impermeabile

 

A chi, invece, si sta chiedendo dove acquistare un powerbank solare che permetta di dire finalmente addio ai fastidiosi grovigli di cavi, consigliamo questo modello da 26.800 mAh a marchio Hiluckey

Al vantaggio dei prezzi bassi unisce una buona qualità costruttiva e un’elevata autonomia di lavoro.

Oltre a supportare tutti i dispositivi mobili con ricarica wireless induttiva, dispone di tre porte USB per ricaricare più device contemporaneamente in modalità cablata, rifornendoli di energia in poco più di un’ora e mezza.

Rispetto al modello esaminato in precedenza presenta un design più ingombrante e voluminoso, ma compensa questo difetto con un solido rivestimento impermeabile e antiurto che lo protegge dalle cadute e dalle infiltrazioni d’acqua.

La batteria interna dalla capacità di 26.800 mAh si ricarica, oltre che con il cavo USB-C incluso nella dotazione, anche tramite i pannelli solari integrati che convertono la luce del sole in elettricità.

Per fornire energia a propri gadget elettronici anche quando ci si trova in un posto dove non sono disponibili delle prese di corrente.

 

Pro 

Pratico: I pareri degli acquirenti concordano nel definirlo il miglior powerbank sul fronte della praticità e dell’efficienza, sia per la notevole capacità di 26.800 mAh sia per la possibilità di poterlo ricaricare tramite i pannelli solari integrati.

Rugged: La scocca esterna è bardata per meglio attutire eventuali urti e cadute accidentali, con tanto di certificazione IP68 contro l’ingresso di polvere e liquidi.

Autonomia: Con la batteria al 100% può ricaricare un telefono da 2.000 mAh fino a otto volte, impiegando poco più di un’ora e mezza per completare la ricarica.

 

Contro

Dimensioni: È più grosso e pesante rispetto ad altri modelli venduti online, ma in compenso supporta la ricarica wireless che riduce l’ingombro causato dai fili.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Powerbank 20000 mAh

 

3. Anker Powerbank 20000mAh PowerCore Essential

 

I dubbi su come scegliere un buon powerbank 20000 mAh possono essere risolti optando per un modello a marchio Anker.

È un’azienda leader nel settore degli accessori per la ricarica di smartphone e tablet, che deve il suo enorme successo alla qualità e alla convenienza dei suoi prodotti.

Pur riprendendo le linee stilistiche già viste in altri caricatori portatili del brand, garantisce migliori prestazioni e una maggiore efficienza energetica grazie all’implementazione della tecnologia PowerIQ.

Questa identifica il device collegato e regola l’amperaggio di conseguenza sia per ridurre i tempi di ricarica, sia per evitare sovraccarichi, cortocircuiti e surriscaldamenti.

A questa si aggiunge l’innovativa funzione Trickle Charging che permette di ricaricare anche accessori a bassa potenza.

Per esempio smartband e auricolari bluetooth, fornendogli esattamente l’amperaggio di cui necessitano per impedire che si danneggino durante la ricarica.

Il tutto è racchiuso in un “case” sottile e compatto che assicura una portabilità pari a quella di un cellulare, occupando il minimo spazio possibile nello zaino, nella borsa e perfino in tasca.

 

Pro 

Compatibilità: La batteria da 20.000 mAh e l’innovativa funzione Trickle Charging permettono di caricare velocemente tutti i dispositivi mobili, compresi quelli a bassa potenza come smartband e cuffie bluetooth.

Power IQ: Le due porte USB dispongono della tecnologia Anker Power IQ, che riconosce il device collegato e regola automaticamente l’amperaggio di emissione per evitare sovraccarichi e ridurre, al contempo, i tempi di ricarica.

Colori: Un altro valore aggiunto del modello è la disponibilità di diverse colorazioni tra cui scegliere, così da venire incontro alle esigenze estetiche di chi non sa quale powerbank comprare.

 

Contro

Tempistiche: Essendo un caricatore molto potente, può impiegare anche fino a dieci ore per una carica completa quando la batteria è totalmente scarica.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Powerbank potente

 

4. JIGA Power Bank, Caricatore Portatile da 30000mAh con 3 Uscite e 3 Ingressi

 

Se siete alla ricerca di un powerbank potente, funzionale e pratico da usare, senza però spendere un occhio della testa, vi consigliamo di dare un’occhiata al caricatore portatile proposto Jiga.

È dotato di una batteria ai polimeri di litio da 30.000 mAh ad alta capacità e di lunga durata.

Oltre a ricaricare nel minor tempo possibile dispositivi come smartphone e tablet grazie alla tecnologia Quick Charge 3.0, dispone di un chip intelligente che regola in automatico le impostazioni di ricarica in base al tipo di device collegato.

Serve per proteggerlo da sovratensioni, cortocircuiti e surriscaldamenti.

A bordo troviamo tre ingressi micro-USB, una porta lightning e un’uscita Type-C che consentono di usare lo stesso powerbank per caricare più dispositivi mobili contemporaneamente.

Anche se dotati di attacchi diversi come nel caso degli iPhone.

Altre aggiunte particolarmente apprezzate di questo modello sono l’indicatore a cinque led che permette di visualizzare il livello di carica della batteria e la torcia multifunzione integrata da utilizzare in caso di necessità.

 

Pro 

Versatile: Un powerbank multiporta dotato di cinque ingressi (3 micro-USB, 1 lightning e 1 Type-C) per poter caricare più dispositivi contemporaneamente, anche se provvisti di connettori diversi.

Intelligente: La ricarica simultanea è possibile anche grazie alla presenza del chip intelligente PowerIQ 3.0 che identifica istantaneamente qualsiasi dispositivo collegato e regola il voltaggio in uscita per un rifornimento di energia ottimizzato e su misura.

Luce: L’indicatore led a cinque linee permette di monitorare lo stato di carica della batteria, mentre la torcia integrata si rivela utile nelle situazioni di emergenza.

 

Contro

Pesante: Al vantaggio di una struttura compatta si contrappone un peso di oltre mezzo chilo che di certo non lo colloca tra i più leggeri in circolazione.

Sebbene si tratti di una caratteristica che conferma l’elevata robustezza dei materiali e l’alta capacità della batteria.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Powerbank wireless

 

5. Charmast Power bank wireless 15W 20000mAh

 

L’ultimo modello della nostra comparazione è il powerbank wireless da 20.000 mAh proposto da Charmast a un prezzo molto ragionevole, nonostante l’elevata capacità della batteria e il cospicuo numero di porte a bordo.

Il dispositivo funziona, infatti, con qualunque cavo si abbia a portata di mano poiché provvisto di:

  • tre uscite USB di dimensioni normali
  • una porta USB-C con annesso cavo (utilizzabile anche per ricaricare il powerbank velocemente) 
  • un ingresso Lightning per collegare un connettore Apple

Inoltre, dal momento che il modello supporta la ricarica wireless QI, appoggiando un dispositivo compatibile sul cerchio gommato posto al centro del case non ci sarà bisogno di utilizzare degli ingombranti cavi per fare il pieno di energia.

Infine, come ciliegina sulla torta, c’è anche un display a led che mostra la percentuale di energia residua e la modalità di carica (rapida o wireless) in uso, restituendo una praticità di utilizzo che non teme paragoni.

 

Pro 

Wireless: Charmast propone un caricatore portatile che permette di sfruttare la ricarica QI wireless fino a 15 W anche in mobilità, identificando automaticamente la tensione del dispositivo collegato per adeguare l’amperaggio di conseguenza.

Doppia modalità di ricarica: È possibile utilizzare anche la più tradizionale ricarica cablata mediante le quattro porte USB offerte in dotazione, che supportano la tecnologia Quick Charge a 22,5 watt per dimezzare i tempi necessari a ricaricare i propri device.

Display: Offre una chiara visione sia dello stato di funzionamento del dispositivo sia del livello di autonomia residua in percentuale.

 

Contro

Optional: Alla luce del fatto che si tratta di un powerbank abbastanza costoso, ci saremmo aspettati qualche accessorio in più, come la torcia e una custodia per il trasporto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior powerbank?

 

Di questi tempi è difficile che non si possieda almeno un dispositivo portatile da poter ricaricare tramite presa USB.

Sebbene la ricarica di smartphone o tablet sia molto pratica, spesso quando si è in viaggio non si trovano porte alle quali collegarli, per questo può essere una buona idea comprare un caricatore per cellulare.

Seguendo la nostra guida sarà possibile confrontare i prezzi e le caratteristiche di alcuni tra i modelli più apprezzati sul mercato.

I prodotti in classifica sono stati selezionati in base al loro prezzo e alla loro qualità, oltre che al gradimento degli utenti. Proseguiamo adesso con i nostri consigli e con la recensione dei prodotti.

Capacità

Uno dei primi fattori da considerare prima di acquistare un caricatore per cellulare è la capacità del modello.

Questa viene misurata in mAh, simbolo che sta per milliampere ore (che può essere anche uno scioglilingua) e che determina la quantità di carica disponibile che ogni dispositivo possiede prima di dover essere ricaricato.

I prodotti della migliore marca hanno solitamente 10.000 mAh che sono sufficienti a ricaricare uno smartphone fino a tre o quattro volte. Una quantità simile si adatta bene anche a una singola ricarica di un tablet.

Solitamente il numero di mAh di un caricabatterie per cellulare ne fa levitare il prezzo, anche se non proprio in maniera esorbitante.

Chi invece non ha bisogno di tutta questa potenza, può optare anche per un prodotto con 5.000 mAh, più che sufficienti per una o due ricariche del proprio smartphone.

 

Portabilità

Chi cerca un caricatore per cellulare spesso lo vuole pratico da portare. Questo significa che la powerbank da cercare dovrebbe essere di dimensioni ridotte per ingombrare il minimo spazio possibile nello zaino, nella borsa o perfino in tasca.

Solitamente la maggior parte dei dispositivi hanno questa caratteristica, anche se ci sono quelli un po’ più grandi degli altri che magari sono più indicati per chi viaggia.

Oltre alle classiche powerbank esistono anche caricatori per cellulare a parete: sono dei modelli dotati di una spina con porta USB che permette di caricare velocemente i propri dispositivi.

Allo stesso modo sarà possibile trovare sul mercato dei comodi modelli che funzionano senza fili, anche se questi sono progettati per essere poggiati su una scrivania o su una mensola e quindi poco consigliabili a chi vuole usarli quando è fuori.

Sicurezza

Visto che si tratta comunque di dispositivi elettrici è sempre bene scegliere un modello che sia sicuro.

Questo perché se un caricatore non ha un buon sistema di sicurezza contro il sovraccarico potrebbe rischiare di fondere la batteria del proprio cellulare.

Per fortuna i moderni caricatori offrono la necessaria protezione e molti garantiscono anche una ricarica intelligente e veloce, specie quando si collegano due dispositivi contemporaneamente.

A livello di protezione esterna, ci sono diversi modelli fatti con materiali resistenti ad urti o cadute.

Sarà anche possibile trovare modelli adatti alle attività outdoor come sport o camping che oltre a resistere alla polvere sono anche impermeabili.

 

 

 

Come utilizzare un powerbank

 

C’è un elemento indispensabile per usare il telefonino ed è il caricatore per cellulare.

Non importa, infatti, quanto sia tecnologicamente avanzato il vostro smartphone, la sua batteria comunque non è infinita e ben presto si presenta la necessità di ricaricarla.

Rispettate i tempi di ricarica

Anche se qualcuno vi dice il contrario, non fidatevi e non lasciate il vostro smartphone in carica più del necessario.

In molti, infatti, approfittano della notte per ricaricare il telefono, lo collegano al caricatore e lo staccano al mattino, una volta svegli. Il risultato è lasciare il cellulare in ricarica per 7/8 ore.

Cose del genere compromettono la durata della batteria che, come tutti sanno, ha cicli di ricarica limitati, completati i quali iniziano i problemi, come una un’autonomia sempre inferiore.

 

Il caricatore wireless

Se odiate l’idea che il vostro smartphone sia collegato a un cavo durante la ricarica, avete un’alternativa.

Questa è rappresentata dal caricatore wireless che, come suggerisce il nome, non richiede la mediazione di un cavetto per fornire allo smartphone l’energia necessaria.

Innanzitutto il vostro smartphone deve essere compatibile con un prodotto del genere. La compatibilità è data dalla presenza dell’interfaccia Qi.

In sostanza, grazie all’induzione magnetica, si appoggia lo smartphone sulla base oppure a pochi centimetri di distanza, in genere non più di 4.

Quando la ricarica è completa, il caricatore smette la sua funzione così la batteria non si danneggia.

Non maltrattare il cavo

Se invece siete affezionati al vostro caricatore ottenuto in dotazione con il telefono, abbiate molta cura del cavetto.

Questo non deve essere attorcigliato ma tenuto sempre in ordine per evitare che si rompa qualcosa al suo interno e non permetta al telefono di ricaricarsi.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI