Le 8 migliori batterie per smartphone del 2021

Ultimo aggiornamento: 03.08.21

 

Batterie per smartphone – Opinioni, Analisi e Guida all’Acquisto

 

Quando lo smartphone non funziona più come un tempo, una delle soluzioni che permettono di continuare a sfruttarlo è la sostituzione della batteria. Abbiamo selezionato alcuni dei prodotti più convincenti che potete trovare nella classifica in basso, tuttavia se non avete tempo da perdere potete immediatamente dare un’occhiata a GadFull batteria compatibile con iPhone 6S, pensata esclusivamente per lo smartphone di Apple di qualche generazione fa, con in più tutto l’occorrente per la sostituzione fai da te e Vancely Batteria per iPhone 7, in grado addirittura di migliorare l’autonomia del “melafonino”.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori batterie per smartphone – Classifica 2021

 

La classifica delle migliori batterie per smartphone del 2021 è stata realizzata prendendo in considerazione il grado di soddisfazione degli utenti e il rapporto qualità/prezzo. Se siete indecisi su quale batteria per smartphone comprare, vi invitiamo a leggere con attenzione anche le nostre guide, che trovate più in basso.

 

 

1. GadFull batteria compatibile iPhone 6S e kit di attrezzi

 

Data l’elevata diffusione di smartphone Apple, e soprattutto del modello 6S, ancora uno dei più gettonati grazie al suo prezzo concorrenziale e alle ottime prestazioni, non sorprende che il kit GadFull per la sostituzione della batteria sia uno dei più venduti sul mercato. Per quanto concerne l’installazione, assicuratevi che il modello sia 6S con codice A1633, A1688 oppure A1700.

Bisogna subito chiarire che non è un prodotto originale ma bensì compatibile, in grado sì di funzionare perfettamente ma la cui autonomia è ridotta rispetto alla batteria di fabbrica. La capacità non è elevatissima, parliamo di 1.715 mAh, sufficiente dunque per una mezza giornata di uso intensivo, che potrebbe ridursi ulteriormente con il passare del tempo. Come per molte altre batterie sostitutive, bisogna considerarla come una chance per salvare altrove foto, musica, video e tutti i file personali prima di procedere in tempi più o meno brevi a una sostituzione completa dello smartphone.

 

Pro

Kit completo: Nella confezione troverete tutto l’occorrente per effettuare la sostituzione della batteria in totale autonomia, senza quindi rivolgersi a tecnici specializzati.

Capacità: Simile a quella originale, ovvero 1.715 mAh, garantisce una compatibilità maggiore con l’iPhone rispetto ad altre batterie più o meno capienti.

Costo: Il prezzo, se consideriamo che nella confezione troverete tutto l’occorrente per la sostituzione, non è per nulla elevato.

 

Contro

Soluzione temporanea: Non si tratta di una batteria che allungherà la vita del vostro smartphone di altri quattro o cinque anni, ma realisticamente parlando vi garantirà un utilizzo soddisfacente per circa un anno.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Vancely Batteria per iPhone 7 con kit di smontaggio

 

L’iPhone 7 non è sicuramente il più nuovo sul mercato, ciononostante esistono ancora molti utenti che non hanno effettuato il passaggio a smartphone più performanti e sono legati a questa iterazione del melafonino. Per allungare la sua vita, sebbene di poco, è possibile effettuare una sostituzione della batteria grazie al kit proposto da Vancely, che ne offre una nuova da 2.200 mAh con tutto il set di accessori necessari per rimuovere quella vecchia.

Secondo i pareri espressi dai consumatori, è una delle poche batterie sostitutive in commercio ad aumentare effettivamente la durata dello smartphone rispetto a quella originale, tuttavia non si può dire lo stesso degli attrezzi inclusi, molto fragili e pensati per essere buttati via dopo l’utilizzo.

La procedura su iPhone potrebbe non essere immediata e il rischio di danneggiare componenti interni, come il flat per il funzionamento del Touch ID, è molto elevato. Se non siete particolarmente ferrati in materia vi consigliamo di rivolgervi a un tecnico specializzato.

 

Pro

Autonomia: Rispetto alla batteria originale di iPhone 7, la durata è maggiore, permettendovi di arrivare senza problemi a fine giornata con una carica residua notevole.

Set: Nella confezione sono presenti tutti gli attrezzi per la sostituzione. Non si tratta però di strumenti professionali e potrebbero rovinarsi immediatamente dopo l’uso.

Prezzo: Il costo è esiguo, sebbene non sia il prodotto più economico sulla piazza. Si tratta comunque di un obolo inferiore all’acquisto di un nuovo smartphone Apple.

 

Contro

Operazione: Data la fragilità degli strumenti e la complessità della sostituzione su iPhone, potrebbe non rivelarsi una vera e propria passeggiata.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Samsung batteria originale Galaxy J7 SM-J710 3300 mAh

 

I Samsung sono tra gli smartphone più venduti online e non solo, il motivo è molto semplice: si tratta spesso di telefoni dall’ottimo rapporto qualità/prezzo e una resa globale superiore alla media. Ciò non vuol dire però che dopo qualche anno non presentino problemi legati alle performance della batteria. Qualora doveste imbattervi in questa evenienza, la batteria per Galaxy J7 in questione, da 3.300 mAh, potrebbe fare al caso vostro. 

Trattandosi di una sostituzione del tutto originale, non avrete alcun problema di compatibilità né tantomeno di riduzione delle prestazioni, vi basterà effettuare una taratura della batteria con qualche ciclo di carica e scarica per far sì che arrivi a fine giornata.

Data la lunghezza del modello, è importante ricordare che questa versione è in grado di funzionare esclusivamente sui modelli Galaxy della serie J7, ovvero SM-J710, J710 e J710F. Se possedete uno smartphone simile ma più nuovo o più vecchio dovrete optare per batterie differenti, pena l’impossibilità di inserirle nel vano posteriore.

 

Pro

Originale: La batteria è realizzata dalla stessa Samsung, per questo motivo non avrete problemi di compatibilità con i telefoni della gamma Galaxy J7.

Autonomia: Vi permetterà di arrivare nuovamente a fine giornata senza grossi problemi, riportando il telefono a una condizione simile a quando l’avete acquistato.

Sostituzione: Trattandosi di uno smartphone di qualche anno fa, non ha la batteria incollata all’interno della scocca, pertanto la rimozione è semplice e veloce anche senza attrezzi.

 

Contro

Confezione: Pur trattandosi di una batteria del tutto originale, non arriva in una confezione sigillata ma piuttosto in una piccola busta di plastica. Un packaging che necessiterebbe un po’ più di attenzione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Samsung batteria originale Galaxy J5 SM-J500F

 

Scegliere una batteria originale per effettuare la sostituzione è estremamente importante, per questo motivo nella nostra classifica troverete numerose opzioni per chi possiede uno smartphone Samsung facente parte della linea Galaxy. In questo caso la batteria è adatta ai modelli J5, che hanno ormai più di qualche anno alle spalle e potrebbero essere i più colpiti dall’usura. 

Per effettuare la sostituzione non avete bisogno di alcun kit, basta infatti aprire la scocca posteriore dello smartphone e rimuovere semplicemente la batteria dal vano per inserire quella nuova: effettuando la procedura potrete continuare a sfruttare il vostro Galaxy J5 come se fosse nuovo.

Per capire se è arrivato il momento di sostituire la vecchia, vi invitiamo a osservare attentamente la batteria di profilo per vedere se presenta dei rigonfiamenti. Qualora troviate difficile chiudere il vano, potrebbe essere pericoloso continuare a usarla, segno che è necessario provvedere al suo smaltimento.

 

Pro

Prezzi bassi: Il costo non è proibitivo, soprattutto se consideriamo il prezzo di un nuovo smartphone, decine di volte superiore a quello di una batteria sostitutiva.

Originale: Venduta direttamente da Samsung, la batteria è completamente compatibile con i modelli Galaxy J5, per ripristinarne il funzionamento al meglio.

Sostituzione: Facile da effettuare senza cacciavite e altri strumenti, basta infatti aprire il vano posteriore e procedere alla rimozione di quella vecchia.

 

Contro

Software: Sebbene sostituire la batteria sia una procedura adeguata per far funzionare nuovamente lo smartphone, bisogna ricordare che dal punto di vista software questo potrebbe comunque essere obsoleto, portando a consumi superiori con un rapido deterioramento della batteria.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Dejimax batteria compatibile con Huawei P9 3100 mAh

 

Se effettuiamo una comparazione con altri kit sul mercato, quello proposto da Dejimax è completo e di buona fattura, con strumenti che non devono necessariamente essere buttati via dopo aver effettuato la procedura di sostituzione della batteria. Questa ha una capacità di 3.100 mAh ed è compatibile con diversi smartphone del brand Huawei, tra cui abbiamo P9, P9 Lite, P10 Lite, P20 Lite e Honor 8. 

Per chi non ha molta manualità o non ha mai effettuato la procedura prima, Dejimax mette a disposizione non solo un manuale di istruzioni ma persino un video tutorial da seguire passo passo per evitare danni al proprio smartphone.

Per aprire il telefono bisogna sfruttare il plettro di plastica, da inserire tra vetro e scocca, mentre per accedere al vano batteria dovrete rimuovere le viti con il piccolo cacciavite presente nel kit. Secondo gli acquirenti il modo migliore per tutelare la batteria è fare ricariche superiori al 60% del totale e fermarsi prima che la batteria sia al 100%.

 

Pro

Set: Nella confezione, oltre alla batteria, troverete tutto l’occorrente per sostituire quella vecchia, in modo da aprire e chiudere il telefono in totale autonomia senza l’intervento di un tecnico.

Compatibilità: Il prodotto Dejimax è adatto per una vasta gamma di telefoni del brand Huawei, principalmente la serie Lite del P9, P10 e P20, nonché Honor 8.

Lunga durata: L’autonomia si rivela anche maggiore rispetto a quella della batteria originale, potrete quindi riportare a nuova vita i vostri smartphone più vecchi, scongiurando la sostituzione totale del telefono.

 

Contro

Istruzioni: Secondo gli utenti sono un po’ carenti ed è molto meglio seguire il video tutorial messo a disposizione dalla compagnia o quelli che potete trovare su internet.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Ydstech batteria compatibile iPhone 8 con kit

 

Le offerte per iPhone sono indubbiamente le più costose, poiché si tratta di smartphone molto delicati che necessitano di batterie specifiche e strumenti diversi. Il kit di Ydstech include una batteria da 2.680 mAh per iPhone 8 e strumenti per aprire il telefono: tre cacciaviti con punte differenti, plettro di plastica, viti, pinzette, linguette adesive e così via. 

Manca però un manuale di istruzioni che spieghi per filo e per segno come eseguire la procedura e gli utenti che non l’hanno mai effettuata potrebbero avere svariati problemi durante la sostituzione. Il nostro consiglio è quello di rivolgersi a un tecnico specializzato o, qualora abbiate particolare fiducia nelle vostre capacità, seguire un video tutorial facilmente reperibile online.

L’amperaggio è superiore a quello della batteria originale, per questo alcuni consumatori si dicono particolarmente soddisfatti della resa globale, visto che permette di riportare il proprio iPhone a nuova vita.

 

Pro

Set: Troverete tutto l’occorrente per la sostituzione della batteria dell’iPhone 8. Non si tratta di un prodotto adatto ad altri smartphone, da evitare quindi test fai da te per scongiurare malfunzionamenti.

Autonomia: Grazie a una capacità di 2.680 mAh, la batteria è più performante, almeno sulla carta, di quella originale presente nell’iPhone 8.

Vetro: Per proteggere quello dello smartphone, è presente una cover da installare dopo aver sostituito la batteria.

 

Contro

Manuale: Non sono presenti le istruzioni per procedere alla sostituzione della batteria. Un problema per chi non ha mai eseguito la procedura.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Swark HB366481ECW batteria compatibile Huawei con kit

 

Il set proposto da Swark è costituito da attrezzi necessari per la sostituzione della batteria su smartphone Huawei. I modelli con cui la batteria è compatibile sono i seguenti: P8 Lite, P9, P9 Lite, P10 Lite e P20 Lite, prima di scegliere il prodotto, quindi, verificate che il vostro smartphone rientri tra questi e che sulla batteria originale sia riportato il codice HB366481ECW, che ne confermerà definitivamente la compatibilità.

L’autonomia non è paragonabile ai prodotti originali, anche con una carica completa la batteria durerà circa mezza giornata, con una riduzione ulteriore delle prestazioni nel tempo. Se dovete effettuare la sostituzione per il recupero dati, allora vale la pena spendere la cifra richiesta, in caso contrario sarebbe meglio puntare a un prodotto originale o sostituire definitivamente lo smartphone.

Per scoprire dove acquistare il kit con batteria di Swark, potete cliccare semplicemente sul link in basso che vi condurrà direttamente sulla pagina del venditore, dove effettuare la transazione in completa sicurezza.

 

Pro

Kit: Nel prezzo, comunque sufficientemente ridotto, sono inclusi dei cacciavite per aprire lo smartphone e la batteria sostitutiva, tutto l’occorrente per eseguire la procedura.

Compatibilità: Buono il supporto a diversi smartphone Huawei, principalmente le versioni Lite di modelli popolari come il P8, P9, P10 e P20. Verificate comunque sempre che il codice sia lo stesso sulla batteria originale.

 

Contro

Soluzione temporanea: La batteria non compie miracoli e non riporterà a nuova vita lo smartphone, ma vi consentirà di utilizzarlo in modo soddisfacente per almeno un anno.

Qualità globale: Non parliamo di un prodotto eccellente e si vede non solo dalla durata della batteria stessa, di molto inferiore a quelle originali, ma soprattutto dalla resa globale degli attrezzi nel kit.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Original batteria compatibile Samsung J320 J320F J320FN

 

Il prodotto più economico è quello proposto da Original, si tratta però di una batteria dalla limitata compatibilità, esclusivamente con smartphone Samsung che hanno ormai un po’ di anni alle spalle. I modelli sono quelli della serie J3, telefoni di fascia bassa pensati per chi non deve fare un uso intensivo dello smartphone.

La sostituzione della batteria in questo caso è consigliata poiché il costo è davvero irrisorio e ormai è reperibile solo online, tuttavia bisogna anche considerare la durata inferiore rispetto a quella standard montata di fabbrica nel telefono.

Si tratta di una soluzione temporanea, che allungherà la vita dello smartphone di un anno circa, tempo più che sufficiente per recuperare eventuali file salvati sulla memoria interna e di difficile accesso. Va acquistata dunque ben consci del fatto che non salverà il vostro telefono dall’obsolescenza ma vi permetterà di organizzarvi al meglio per eseguire un aggiornamento, acquistando uno smartphone più nuovo e performante.

 

Pro

Costo: Il prezzo irrisorio è uno degli elementi principali, fattore che riesce a convincere gli utenti dotati di Samsung della serie J3 all’acquisto nonostante si tratti di smartphone obsoleti.

Compatibilità: Non avrete problemi a inserirla in smartphone facenti parte della serie J3, utilizzabile dunque su J320, J320F e J320FN. Per avere una maggiore certezza sulla compatibilità invitiamo comunque a verificare tramite il codice del proprio smartphone.

Installazione: Rispetto a smartphone più moderni è abbastanza semplice, vi basterà rimuovere la scocca posteriore e togliere le viti che bloccano la batteria, posizionando quella nuova al suo posto e richiudendo poi il tutto.

 

Contro

Autonomia: La batteria non compie miracoli e gli acquirenti lamentano una durata inferiore rispetto a quella standard distribuita con il telefono stesso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere le migliori batterie per smartphone

 

La migliore batteria per smartphone è sicuramente quella originale, a patto che non presenti difetti di fabbrica, per questo motivo è molto difficile trovare un sostituto che possa essere egualmente efficiente e far sì che il telefono duri qualche altro anno. La maggior parte dei prodotti sostitutivi che troverete in commercio allungheranno sì la vita del vostro smartphone, ma questo diverrà utilizzabile per un anno al massimo, dopodiché noterete immediatamente un calo di prestazioni e l’impossibilità di mantenere la carica per più di una decina di ore, rendendo l’esperienza estremamente frustrante a meno che non sfruttiate il telefono esclusivamente per effettuare chiamate.

Cerchiamo dunque di capire come scegliere una buona batteria per smartphone, magari spendendo poco ed evitando l’intervento di un tecnico specializzato che farebbe lievitare il prezzo finale.

Originale o no?

Come dicevamo nel paragrafo precedente, è sempre bene optare per una batteria originale poiché certificata dal produttore e in grado quindi di funzionare al meglio con l’apposito smartphone. Tuttavia, questo comporta in alcuni casi una spesa non indifferente, soprattutto se prendiamo in considerazione i prodotti Apple. 

Per uscire dall’impasse bisogna quindi considerare alcuni fattori come il tempo di vita dello smartphone. Se il vostro telefono ha infatti circa due anni, un tempo ancora ragionevolmente breve, e volete continuare a utilizzarlo poiché magari l’avete pagato svariate centinaia di euro, allora è giustificata la spesa leggermente superiore per dotarlo di una nuova batteria originale che possa prolungarne la vita. 

Qualora invece si trattasse di uno smartphone con oltre cinque anni di servizio, allora spenderci troppo potrebbe rivelarsi controproducente poiché a dare problemi potrebbe essere poi il software più che l’hardware. In quest’ultimo caso, dunque, optare per una batteria compatibile non è una soluzione malvagia dato che riuscirà comunque a dargli almeno un altro anno, permettendovi di salvare tutti i vostri dati prima di effettuare una sostituzione del telefono stesso.

 

Compatibilità

Quando si acquista una batteria per lo smartphone bisogna prendere in considerazione questa caratteristica poiché non tutte quelle che trovate online sono compatibili con ogni telefono sul mercato. Per quanto riguarda per esempio gli smartphone Samsung, utilizzano formati diversi per ogni serie, quindi verificate attentamente che il codice scritto sulla batteria vecchia corrisponda a quello indicato sulla nuova, controllando inoltre che il modello sia chiaramente indicato in una delle nostre recensioni o nella scheda tecnica del prodotto.

Lo stesso accade anche per gli smartphone Apple, c’è infatti una grossa differenza prestazionale tra gli iPhone di ogni generazione e le batterie cambiano continuamente dimensioni, capacità di carica e persino modalità di collegamento.

Sostituzione fai da te

Effettuando la procedura da soli è possibile risparmiare svariate decine di euro, tuttavia se talvolta l’operazione di sostituzione è semplicissima e non necessita di alcun tipo di attrezzo, nel caso di smartphone più complessi come gli iPhone dovrete seguire istruzioni ben precise, reperibili anche online con video tutorial esplicativi. Tra il dire e il fare c’è comunque di mezzo il mare e per quanto possa essere ben documentato un video, se siete un po’ maldestri e non avete mai eseguito una procedura simile, potreste ritrovarvi con uno smartphone privato di alcune funzionalità. Non sono rare le storie di utenti che dopo aver cambiato la batteria si sono ritrovati con un tasto Home non funzionante o il Touch ID completamente disattivato. 

La riparazione, poi, vi costerà molto più di quanto avreste speso chiedendo l’intervento di un tecnico fin dall’inizio. Se lo smartphone ha ormai molti anni alle spalle e avete già un sostituto, allora potrete effettuare qualche esperimento fai da te, in caso contrario però vi invitiamo a non rischiare eccessivamente.

 

Kit

Se avete deciso di sostituire la batteria da soli, valutate sempre la presenza di accessori all’interno della confezione. Questi sono generalmente di qualità medio-bassa, soprattutto perché i kit hanno un prezzo che difficilmente supera la ventina d’euro, dopo averli utilizzati dovrete quindi sicuramente buttarli via, pertanto se volete sostituire batterie a tutti i vostri amici e parenti, forse dovreste valutare l’acquisto di un set professionale.

 

 

 

Come usare la batteria per smartphone

 

Una delle domande che gli utenti si pongono di più è: “come risparmiare batteria sullo smartphone?”, per rispondere a questa domanda bisogna capire che ogni processo attivato su smartphone ha un impatto sulla batteria, anche il più nascosto e invisibile. Se attivate il bluetooth, la funzione torcia, il Wi-Fi, lasciate applicazioni in background, ben presto vi accorgerete che la batteria inizierà a esaurirsi alla velocità della luce. 

Se dovessimo scegliere uno tra gli elementi che consumano di più, sicuramente troviamo il display, sparare la luminosità al massimo può sicuramente aiutare a vedere meglio lo schermo quando c’è troppa luce solare, ma ridurrà al tempo stesso anche la carica della batteria. Una buona soluzione è impostare la luminosità adattiva, disponibile sulla maggior parte degli smartphone Android e che consente allo schermo di modificarla automaticamente in base alle condizioni di luce esterne.

 

Come sostituire la batteria dello smartphone

Ogni smartphone necessita di una procedura differente poiché l’assemblaggio di fabbrica non è sempre uguale. Se possedete un telefono con più di cinque anni di vita, probabilmente la sostituzione della batteria è estremamente semplice: vi basterà aprire la parte posteriore della scocca e rimuovere semplicemente la batteria dal vano in cui è incastrata, senza l’ausilio di alcun attrezzo aggiuntivo. Tuttavia, per i modelli più nuovi potrebbe non essere così semplice, con la necessità di sfruttare dei kit appositi, talvolta inclusi nel prezzo d’acquisto della nuova batteria.

All’interno di questi set troverete quasi sempre una sorta di plettro in plastica, da infilare tra il vetro e la scocca dello smartphone per aprirlo, quando eseguite questo passaggio non dovete applicare troppa forza poiché il vetro è spesso collegato alla scheda madre tramite un cavo, aprire quindi con veemenza il telefono potrebbe romperlo, rendendo lo smartphone completamente inutile.

Dopo aver separato le due parti dovrete rimuovere le viti che tengono la scheda principale in posizione, per poi scollegare la batteria e con calma spostarla dall’alloggiamento in cui risiede dove potrebbe essere stata addirittura incollata. La sostituzione, come potete vedere, non è operazione semplice o veloce e richiede l’attenta analisi dello smartphone. Se siete decisi a eseguirla da soli, vi invitiamo a dare un’occhiata a video specifici reperibili gratuitamente su piattaforme come YouTube.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come caricare la batteria dello smartphone senza telefono?

Si tratta di un’evenienza poco comune, ma che gli utenti con batterie di riserva sempre pronte devono affrontare spesso. Il modo migliore per effettuare la procedura è quella di procurarsi dei caricabatterie universali, all’interno dei quali si possono posizionare diverse tipologie di batterie, modificando facilmente l’assetto, e collegandolo poi a una fonte di energia elettrica tramite cavo USB. Sono facilmente reperibili online e nei negozi specializzati a prezzi convenienti, tuttavia vi invitiamo a verificare la compatibilità con le vostre batterie prima di effettuare l’acquisto.

Perché non è più possibile togliere la batteria dallo smartphone?

I bei tempi in cui per sostituire la batteria del telefono bastava aprire lo scompartimento posteriore e rimuoverla facilmente sono ormai finiti e oggigiorno i produttori rendono sempre più difficile questa pratica. Ma per quale motivo? La rimozione della batteria oggigiorno non è semplicemente così frequente come in passato, date le elevata performance che consentono a questi apparecchi di durare per anni prima di presentare un problema legato all’autonomia, salvo naturalmente casi eccezionali. 

Per questo motivo, quindi, la produzione di batterie separate da vendere all’occorrenza ha visto un declino notevole, rendendo poco conveniente la loro produzione su larga scala. Quando la batteria inizia a vacillare, oggi si sostituisce immediatamente il telefono, incrementando il volume d’affari sugli smartphone. Non si tratta dunque di complotti orchestrati da poteri forti, ma una semplice questione di mercato.

 

Quando cambiare la batteria dello smartphone?

La batteria dello smartphone, a meno che non abbiate un’unità fallata, dovrebbe iniziare a dare segni di cedimento dopo circa tre o quattro anni di utilizzo intensivo dell’apparecchio. Per alcuni utenti che sfruttano lo smartphone in modo molto blando, tali problemi potrebbero presentarsi anche dopo cinque anni, tuttavia quando la batteria non arriva più a fine giornata o fa spegnere improvvisamente il telefono, significa che è giunta ormai alla fine del ciclo vitale. Le opzioni a questo punto sono tre: spendere una cifra considerevole chiedendo la sostituzione a un centro specializzato, effettuare una sostituzione fai da te oppure cambiare smartphone.

 

Quanto costa una batteria nuova per smartphone?

In base al pezzo che acquistate, il costo potrebbe variare. Una batteria originale sostituita dal centro ufficiale del brand del vostro smartphone, potrebbe costare anche più di un centinaio di euro, soprattutto se parliamo di telefoni Apple. Tuttavia, se non avete problemi a inserire una batteria compatibile, ve la potrete cavare con una decina d’euro circa. Attenzione però, poiché la sostituzione fai da te richiede comunque un po’ di manualità e utenti troppo maldestri potrebbero arrecare danni permanenti allo smartphone.

 

Lasciare lo smartphone in carica danneggia la batteria?

Le nuove batterie agli ioni di litio non soffrono più del problema citato, una costante invece sui prodotti del decennio scorso. Un tempo infatti la batteria continuava il ciclo di carica senza alcun sistema di arresto, surriscaldandola eccessivamente, oggigiorno però tutte le batterie sono dotate di un blocco che, una volta raggiunta la carica massima, entra in funzione evitando danni accidentali.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI