Televisori con Soundbar integrata

Ultimo aggiornamento: 22.07.19

 

Ormai il modo di guardare la televisione si è evoluto in qualcosa di completamente nuovo che trascende il semplice zapping tra i vari canali nazionali. Con l’arrivo della tecnologia Smart ormai il televisore è un vero e proprio computer in grado di connettersi a internet, scaricare applicazioni ed accedere ad una vasta gamma di servizi on demand che stanno spopolando. Basta pensare a Netflix che ogni anno propone tantissime serie TV di alto livello e produce film in grado di arrivare alle nomination degli Oscar del cinema americano.

Come se non bastasse, recentemente il mercato è stato scosso dalla risoluzione Ultra HD, spesso chiamata 4K. Se il Full HD fino a qualche anno fa sembrava il non plus ultra della qualità d’immagine, non regge minimamente il confronto con il 4K. Grazie a questi schermi di ultima generazione si può portare tutta l’emozione del cinema direttamente nel proprio salotto, tra l’altro quando queste risoluzioni di ultima generazione si uniscono ad un televisore Smart si potranno vedere tantissimi video, anche grazie all’utilizzo di Youtube e altre app che consentono di accedere a diversi contenuti multimediali come ad esempio documentari in 4K.

 

La passione per il sonoro

Nonostante i prezzi abbastanza proibitivi, sono in molti i consumatori che investono in queste nuove tecnologie sia per film e serie TV, sia per poter sfruttare al massimo le potenzialità delle console di ultima generazione Playstation 4 Pro e X Box One X che sfruttano risoluzioni 4K native. Sebbene a livello di qualità video questi schermi non temano alcun confronto, la stessa cosa non si può dire dell’audio. Gli speaker integrati spesso non svolgono un buon lavoro, con sbalzi di volume evidenti e una scarsa performance sulle frequenze medio e basse.

Capita infatti di vedere un film con un audio altalenante e confusionario che produce un mix fastidioso tra i dialoghi degli attori e la colonna sonora. Questo problema si trova molto spesso nei film d’azione, fantasy o di fantascienza moderni con una musica di grande impatto, ma che in alcune pellicole diventa onnipresente, anche durante importanti dialoghi tra personaggi importanti per la comprensione della trama.

Per migliorare la propria esperienza visiva e sonora, si può ricorrere ad un impianto Home Theater e sfruttare i nuovi sistemi Dolby Surround. Non tutti però hanno a disposizione un salotto o una stanza spaziosa per poter sistemare tutte le casse e il subwoofer in modo adeguato. Diverse marche sono venute incontro a queste esigenze con la creazione di dispositivi in grado di emulare l’effetto Surround: le Soundbar.

 

 

La barra delle meraviglie

Le Soundbar sono particolari amplificatori che si presentano con una forma oblunga e vanno quindi posizionati davanti allo schermo. Una soluzione molto pratica e compatta che si può considerare anche per un Personal Computer o per il televisore secondario in camera da letto. I prezzi variano in base alla ditta produttrice e alle funzioni integrate nei modelli, ma la spesa sarà sempre inferiore rispetto a quella necessaria per un allestire un impianto Home Theater. Questi dispositivi sono molto versatili, dato che si potranno trasportare facilmente e collegare a diversi televisori o schermi, magari anche solo per ascoltare musica ad alta qualità.

Alcune ditte produttrici di schermi consapevoli che l’audio delle casse dei televisori 4K o Full HD non è mai soddisfacente, hanno dotato i loro dispositivi di ultima generazione di Soundbar integrata. Nella parte inferiore del televisore infatti si potranno trovare sei altoparlanti divisi in tre per i due lati, in modo da fornire la giusta stereofonia.

È una soluzione molto intelligente che consente ai consumatori di ottenere un prodotto che proponga immediatamente un audio di buona qualità, facendo risparmiare sull’acquisto di altri dispositivi. In questo modo si potrà anche distribuire lo spazio sul mobile del televisore, specialmente nel caso si possiedano già diversi dispositivi come console di gioco o lettori Blu-Ray che renderebbero difficile il posizionamento di una Soundbar esterna.

Il vantaggio principale di questi televisori con Soundbar (Lista dei migliori prodotti) sta nell’equilibrio tra audio e video ottenibile con un solo acquisto, così l’esperienza d’uso non verrà rovinata da un suono di scarsa qualità. Sono dotate di diverse funzioni molto utili, come ad esempio la possibilità di configurare l’equalizzazione del suono in base alle proprie esigenze.

Il DTS Premium Sound invece mira a risolvere il problema menzionato nei paragrafi precedenti, ovvero l’equilibrio tra i dialoghi e le colonne sonore, cercando di mixare le due fonti audio in modo ottimale. Chi invece non può fare proprio a meno di giocare ai videogame o guardare film e serie TV fino a tarda notte potrà attivare la funzione ‘’Night Mode’’ che ovatterà il suono senza però renderlo incomprensibile.  

 

 

Due in uno

Sono quindi tanti i vantaggi di questi schermi con Soundbar integrate, sebbene siano ancora in fase poco più che sperimentale. Resta da vedere quanto costeranno sul mercato e se effettivamente sarà conveniente acquistarne uno invece che puntare su una Soundbar esterna poco costosa. Sicuramente l’audio dei televisori dovrà in qualche modo evolversi in una direzione, pian piano sostituendo le casse integrate con qualcosa di più tecnologico e performante.

Le Soundbar a questo punto sembrano la scelta più logica, dato che la loro implementazione in uno schermo piatto sembra più attuabile da parte degli addetti ai lavori. Il discorso vale soprattutto per i televisori 4K che in qualche modo devono fornire una qualità audio comparabile con quella video.

Teniamo sempre conto che la potenza espressa da questi speaker rimane comunque inferiore a quella di un Home Theatre e difficilmente riuscirà a distribuire il suono in modo omogeneo in tutta la stanza.

In un mondo però dove la tecnologia sta lentamente abbandonando i supporti fisici per trasformarsi in digitale, probabilmente prima o poi si riuscirà ad emulare perfettamente un ambiente surround senza per forza doversi munire di casse ingombranti. Il traguardo dopo tutto è quello di ridurre tutto al minimo necessario e permettere a tutti di accedere a tecnologie un tempo ingombranti e che richiedevano grandi spazi.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...