Le 10 Migliori Soundbar del 2021

Ultimo aggiornamento: 03.08.21

 

Soundbar – Opinioni, Analisi e Guida all’Acquisto

 

Ascoltare dialoghi e musica a una qualità più alta è possibile. Questo è quello che promette una soundbar. Se non avete spazio in casa, optate per un modello compatto, anche se solitamente questi prodotti non sono ingombranti. Verificate la presenza di funzionalità come il Bluetooth oppure l’assenza di fili, che creano solo disordine e rovinano la bellezza dell’ambiente nel quale la collocate. La potenza in uscita è un altro fattore da considerare, per i consumi e la capacità di rendere la visione di un film pari a quella del cinema. Potete seguire i nostri consigli per capire come trovare ciò che fa per voi, ma intanto date uno sguardo ai prodotti che abbiamo preferito tra quelli presenti sul web. Samsung HW-K450 potrà essere collocata su un mobile o a parete, vista la presenza della staffa nella confezione. Grazie al Bluetooth potrete anche ascoltare la musica in streaming. Ci ha convinto anche Bose Solo 5 TV che restituisce un audio di alto livello, come da tradizione di un brand così importante e affermato nel campo sonoro.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 10 Migliori Soundbar del 2021 – Classifica 2021

 

Chi non possiede un impianto audio a cui collegare il proprio TV ma vuole comunque avere un’ottima esperienza audiovisiva, potrebbe optare per la migliore soundbar 2021, una tipologia di prodotto molto semplice da installare e utilizzare, in grado di interfacciarsi velocemente con il TV e spesso anche smartphone e tablet.

Scegliere le migliori soundbar del 2021 potrebbe però rivelarsi complicato se non sapete quali siano gli elementi fondamentali da prendere in considerazione. Vi invitiamo dunque a leggere attentamente non solo le nostre recensioni ma anche le guide che trovate più in basso.

 

Soundbar Samsung

 

1. Samsung HW-K450 Soundbar da 300 W, 2.1 Canali

 

Se quello di Samsung è uno dei modelli più venduti, è probabilmente perché si tratta della migliore soundbar tra quelle disponibili sul web. Gli elementi dalle quali è composta sono due, mentre le potenze in uscita variano tra le 220 e le 500 watt.

Facile da installare, non crea ingombro perché compatto e privo di fili: potrete collocarlo su un mobile oppure al muro, grazie alla staffa inclusa nella confezione, in modo da occupare uno spazio ancora minore.

Il Bluetooth integrato permette di comandarlo dal cellulare tramite l’apposita app, oltre a permettere di ascoltare musica direttamente da un dispositivo mobile come lo smartphone. Se avete un televisore della stessa marca, potrete inoltre usare il telecomando per regolarne le funzioni.

Piace anche per il prezzo contenuto, ma non per la qualità dei bassi, che non soddisfa chi è alla ricerca di un prodotto super efficiente.

 

Pro

Wireless: Se siete alla ricerca di un prodotto per nulla ingombrante, questa soundbar occuperà davvero poco spazio perché molto compatta e senza fili.

Staffa: Quella inclusa nella confezione permette di fissarlo al muro con facilità, in modo da non doverla appoggiare necessariamente su di un mobile.

Bluetooth: Questo elemento aiuta a controllare le funzioni tramite lo smartphone, in quanto può essere installata un’app che ne semplifichi la gestione. Sarà inoltre possibile ascoltare musica di qualità anche sul cellulare o su altri dispositivi mobili.

 

Contro

Audio: Non convince proprio tutti la qualità sonora, soprattutto per quanto concerne i bassi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Soundbar Bose

 

2. Bose Solo 5 TV Sistema Audio

 

Chi non sa ancora come scegliere una buona soundbar può optare per quella di Bose, che brilla per la sua semplicità e compattezza. Consiste infatti in un unico elemento, che non andrà a creare ingombro in un ambiente piccolo.

Nella confezione troverete anche il telecomando, che permette di controllare tutte le funzioni del prodotto. Utilizzando però la modalità Bluetooth potrete anche connettere vari dispositivi, per ascoltare musica come dallo stereo.

Se vorrete utilizzarla solo per i film o i programmi, sarà possibile impostare la modalità “dialogo”, per comprendere meglio i dettagli della storia. Non dovrete usare fili per installarla, ma basterà semplicemente collegare un cavo audio al televisore per metterla subito in azione.

Buono il prezzo, valutato positivamente da quasi la totalità degli utenti, anche se c’è chi non ritiene i bassi qualitativamente di grande effetto, cosa che delude alquanto visto la bontà in generale dei prodotti proposti dal marchio.

 

Pro

Semplice: Quella di Bose è una soundbar composta da un solo elemento, per cui non occupa spazio ed è facilmente collocabile in qualsiasi ambiente della casa.

Telecomando: Incluso nella confezione, permette di controllare tutte le impostazioni anche stando comodamente seduti.

Bluetooth: Questa funzione consente di collegare altri dispositivi, come lo smartphone, al prodotto, in modo da ascoltare anche musica in streaming.

Prezzo: Viene ritenuto molto vantaggioso dagli utenti, che vogliono spendere la giusta cifra per prodotti di buon valore.

 

Contro

Bassi: Questo aspetto delude un bel po’ di acquirenti, che si aspettavano prestazioni migliori, vista la qualità del marchio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Soundbar LG

 

3. LG SJ4 Soundbar

 

Un prodotto che ci ha colpito per la tecnologia che lo contraddistingue. Con un subwoofer senza fili che permette di posizionare l’apparecchio dove il suono è migliore senza intralciare gli spazi con i cavi. Il suono viene riprodotto in maniera istantanea e senza alcun stand-by. La soundbar è in grado di interpretare senza difficoltà anche i formati WAV, FLAC e ALAC che rispetto agli MP3 assicurano una qualità sonora migliore.

I punti forti del prodotto sono ben altri. Questo piccolo apparecchio è dotato di una tecnologia che gli consente di regolare in modo automatico il livello e l’intensità del volume per garantire la migliore esperienza di ascolto.

Il suono diventa così chiaro e cristallino quando riconosce un dialogo e al contrario aumenta la sua potenza se la scena del film è d’azione e più coinvolgente. Non ci dobbiamo stupire se il costo non è basso, e dopotutto, se puntate all’innovazione dovreste saperlo che si paga sempre di più.

 

Pro

Tecnologia: Una soundbar con subwoofer wireless che può essere posizionato in qualunque zona dell’ambiente senza alcuna necessità di usare cavi. Inoltre, il suono viene riprodotto in maniera istantanea e la riproduzione inizia appena richiesto.

Funzioni: Il dispositivo è progettato per riprodurre file fino a 24 bit e 96 KHz e formati WAV, FLAC e ALAC. Un altro vantaggio del prodotto è la presenza della tecnologia Adaptive Sound Control che regola in modo automatico il volume per garantire la massima qualità audio. Riproduci i formati WAV, FLAC e ALAC così come i file fino a 24 bit e 96 KHz. Rispetto agli MP3, questi tipi di file garantiscono una maggiore fedeltà e un suono più realistico.

Accessori: Nella confezione troverete tutto ciò che serve per utilizzare la soundbar, tra cui le istruzioni, la staffa per montaggio a parete con viti, il telecomando con batterie e una garanzia.

 

Contro

Costo: Non dovrebbe sorprendere il prezzo di fascia alta considerando tutte le qualità della soundbar.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Soundbar Sony

 

4. Sony HT-S350 Soundbar 2.1 con Subwoofer Bluetooth 320W

 

Quella di Sony è una delle offerte di fascia intermedia, infatti la soundbar HT-S350 si presenta nella configurazione 2.1, dotata anche di subwoofer con unità speaker da 16 centimetri, che garantisce dei bassi profondi e pieni.

Il collegamento con i propri dispositivi è eseguibile tramite il comodo cavo HDMI ARC, acronimo che sta per Audio Return Channel e che garantisce il corretto funzionamento del dispositivo tramite una semplice e unica connessione, non dovrete quindi armeggiare con numerosi cavi. Qualora non abbiate un TV con porta HDMI ARC vi basterà collegarla tramite l’ingresso ottico oppure sfruttare la connessione wireless Bluetooth, per inviare la musica tramite smartphone, per esempio.

Uno dei vantaggi è dato dalla possibilità di installare la soundbar a parete, evitando di occupare spazio su mobili o altre superfici. L’estetica è minimalista, tuttavia secondi i pareri riportati dai consumatori il prezzo è un po’ troppo alto rispetto a quanto il prodotto ha da offrire.

 

Pro

Design: L’aspetto curato, classico elemento dei prodotti Sony, è un vantaggio innegabile. La soundbar e il subwoofer ben si adattano agli ambienti moderni e minimal.

Collegamento: La soundbar propone diverse connessioni, da quella cablata con HDMI ARC o cavo ottico, fino anche al wireless tramite Bluetooth. Potrete decidere autonomamente come stabilire il collegamento con i vostri dispositivi.

S-Force Pro: Tecnologia per l’audio surround virtuale di Sony, che simula un impianto con canali avvolgenti anche in ambienti piccoli e senza diffusori.

 

Contro

Dotazione: Nella confezione troverete solo soundbar, subwoofer e telecomando, manca dunque il cavo HDMI ARC oppure quello ottico per una connessione fisica. È necessario acquistarlo separatamente oppure optare per il kit completo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Soundbar Yamaha

 

5. Yamaha MusicCast YAS-306 Soundbar con Tecnologia Airsurround Xtreme

 

Al primo posto della nostra classifica troviamo una soundbar Yamaha che sfrutta il sistema MusicCast. Se possedete altri prodotti di questa tipologia potrete controllarli tutti da una sola applicazione scaricabile sul vostro smartphone o tablet, senza dover usufruire di telecomandi per ognuno di essi. Yamaha punta così a fidelizzare l’acquirente che avrà una propensione maggiore a dotarsi di speaker wireless, sintoamplificatori o componenti Hi-Fi per poter gestire tutto con estrema comodità e semplicità.

Il vantaggio di questa soundbar non è solo nella compatibilità con altri dispositivi ma è molto apprezzata anche per la qualità costruttiva. Il corpo è infatti realizzato con materiali di alto livello che limitano il deposito di polvere sulla superficie.

Gli utenti riferiscono che la qualità audio è ottima ma avrebbero preferito un collegamento al TV HDMI piuttosto che il NAS, per poter gestire i vari livelli tramite il telecomando del TV senza dover controllarli necessariamente sull’applicazione.

 

Pro

MusicCast: L’ecosistema costruito da Yamaha, qualora abbiate prodotti compatibili, ha un funzionamento perfetto ed estremamente soddisfacente che vi permetterà di centralizzare e controllare tutto tramite una sola applicazione.

Materiali: La qualità costruttiva, secondo i consumatori, si nota subito e considerata la possibilità di fissare la soundbar al muro, Yamaha ha optato per materiali resistenti a urti e colpi accidentali.

AirSurround Xtreme: Questa tecnologia esclusiva del brand permette la creazione di un surround 7.1 con bassi e alti puliti e avvolgenti.

 

Contro

Collegamento: Non essendo dotata di cavo HDMI dovrete sfruttare necessariamente la funzione bluetooth o l’ingresso digitale ottico. Ciò rende impossibile il controllo del volume tramite telecomando del TV.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Soundbar Panasonic

 

6. Panasonic SC-HTB8EG-K Soundbar/Soundbase

 

A un costo molto più accessibile troviamo invece la soundbar Panasonic SC-HTB8EG-K, un prodotto più modesto per quanto riguarda la riproduzione di contenuti poiché è dotato di sistema surround a due canali con potenza da 80 watt nell’altoparlante frontale.

Per il collegamento con smartphone e PC potrete usufruire della connessione wireless basata su protocollo bluetooth o, qualora vogliate semplicemente usarla con il TV, tramite il cavo digital audio.

Grazie al design elegante e sottile con configurazione “a delta”, In accoppiata con TV tra 32 e 42 pollici offre un effetto seamless, come se si trattasse dunque di un solo dispositivo, evitando di creare un distacco che alcuni utenti potrebbero considerare antiestetico.

La soundbar in questione ha una resa soddisfacente, soprattutto se le casse integrate del vostro TV non sono particolarmente performanti. In tal caso otterrete dei miglioramenti netti. Tuttavia, i puristi del suono che sono alla ricerca di un audio potente e strutturato potrebbero non essere impressionati dal risultato.

 

Pro

Seamless: Il design a delta della soundbar permette di posizionarla davanti a TV dalla grandezza tra 32 e 42 pollici per avere un effetto di continuità tra i dispositivi.

Economica: Uno dei fattori che hanno convinto maggiormente gli acquirenti è il basso costo della soundbar Panasonic, un’ottima opzione per chi ha un budget limitato.

Montaggio: Qualora decidiate di ottimizzare gli spazi, potrete optare per il fissaggio della soundbar alla parete, eliminando così il rischio che possa cadere se urtata da animali e bambini.

 

Contro

Audio: L’audio è sì soddisfacente ma non c’è un vero e proprio salto qualitativo qualora abbiate già un TV con speaker di qualità. Si rivela dunque una scelta appropriata solo per chi ha un prodotto carente in tal senso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Soundbar Philips

 

7. Philips Audio B8405/10 con Subwoofer Bluetooth 240W Dolby Atmos

 

Tra i prodotti venduti online, la soundbar Philips è una di quelle dal prezzo più elevato, bisogna quindi subito chiarire che se state cercando un nuovo diffusore a prezzo contenuto potrebbe non fare al caso vostro. Il motivo per cui il prodotto B8405/10 ha un costo di fascia alta è presto detto, innanzitutto troviamo il supporto al Dolby Atmos, per creare un audio surround virtuale e tridimensionale che si diffonde tutto intorno a voi, anche se in realtà soundbar e subwoofer costituiscono un semplice sistema 2.1.

Inoltre, è compatibile con il DTS Play-Fi, per sincronizzare tutti gli altoparlanti della casa e riprodurre lo stesso contenuto. L’operazione è eseguibile semplicemente con l’applicazione per smartphone Philips Sound o DTS Play- Fi.

Il collegamento con i dispositivi avviene tramite HDMI ARC, cavo ottico, oppure con tecnologia Bluetooth. Nell’ultimo caso potrete accoppiarla al vostro smartphone, per inviare in streaming le vostre tracce musicali preferite in qualsiasi momento.

 

Pro

Estetica: Il design elegante in metallo e con pochi pulsanti touch rende il prodotto minimal e adeguato per ogni tipo di ambiente, inoltre il subwoofer è molto snello ed è possibile nasconderlo facilmente dietro il TV o il divano.

App: Tramite le applicazioni dedicate potrete controllare la vostra soundbar e modificare impostazioni o inviare il suono a tutti i diffusori di casa che si rivelano compatibili.

Dolby Atmos: Il surround virtuale è un buono modo per ottenere un effetto audio che vi circonda, come farebbe un sistema 5.1, pur avendo una semplice soundbar con un subwoofer.

 

Contro

Prezzo: Il costo, se paragonato alla qualità audio globale, è un po’ elevato. La soundbar e il subwoofer hanno una buona resa, tuttavia inferiore a quanto ci si aspetterebbe per la fascia in cui rientra.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Soundbar JBL

 

8. JBL JBLBAR31BLKEP Soundbar 3.1 Canali

 

A seguire troviamo un dispositivo dal costo decisamente elevato, rivolto quindi a utenti che stanno cercando un prodotto potente e che non sono limitati da fattori come budget e spazio. Insieme alla soundbar JBL troverete nella confezione anche un subwoofer wireless attivo da 10 pollici con driver da 250 mm, per disporre di un sistema a 3.1 canali. Gli altoparlanti hanno una potenza nominale in uscita di 450 watt, superiore a quanto visto finora, per diffondere musica in modo ottimale anche in ambienti particolarmente ampi.

Per quanto riguarda le connessioni potrete usufruire del protocollo bluetooth per lo streaming wireless oppure, se preferite i collegamenti cablati, grazie agli ingressi HDMI potrete agganciare fino a tre dispositivi 4K simultaneamente.

Se con altre soundbar si possono avere problemi di controllo dell’audio, JBL SoundShift permette di passare velocemente da una sorgente all’altra, siano esse TV, smartphone o tablet.

 

Pro

Collegamenti: Oltre alla classica connessione wireless per ascoltare musica direttamente da smartphone e tablet, avrete ben tre ingressi HDMI con supporto a TV 4K.

Equalizzazioni: Sono presenti alcuni preset a riguardo, pertanto, chi non ha una grande esperienza di configurazione audio potrà usufruirne senza eccessivi problemi.

Potenza: Con 450 watt in uscita migliorerete notevolmente l’ascolto di qualsiasi sorgente audio, anche quella proveniente dai TV più moderni e costosi.

 

Contro

Subwoofer: Soffrendo della mancanza di suoni midrange, alcuni utenti hanno trovato i bassi potenti ma poco sensibili. Un elemento che però potrebbero notare solo i più esperti in materia.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Soundbar economica

 

9. TaoTronics Soundbar TV Bluetooth 5.0 40W 

 

Se effettuiamo una comparazione con altre soundbar qui analizzate, notiamo subito un particolare interessante, ovvero il prezzo estremamente contenuto. Per gli utenti che hanno un budget limitato o non hanno esigenze audio particolari, la scelta non può che ricadere su un prodotto di fascia entry level come la soundbar TaoTronics, collegabile al proprio televisore, computer o anche console da gioco Playstation 4 tramite cablaggio o Bluetooth.

Le connessioni disponibili sono tramite RCA e cavo ottico, manca dunque la possibilità HDMI ARC, che generalmente troviamo su soundbar di fascia intermedia e medio/alta, ma è presente il bluetooth 5.0 per gestire da remoto il dispositivo senza l’uso di alcun cavo.

Non è una soundbar raccomandata per l’ascolto di musica, poiché l’incapacità di regolare i volumi di alti e bassi potrebbe rendere i suoni molto impastati e difficili da discernere. Se avete esigenze qualitative elevate, sarete costretti a puntare su qualcosa di più costoso.

 

Pro

Prezzi bassi: Se non volete spendere svariate centinaia di euro, allora il prodotto TaoTronics fa esattamente al caso vostro, a patto naturalmente che non ci si aspetti una qualità audio eccelsa.

Dotazione: Rispetto ad altre soundbar qui prese in considerazione, quella TaoTronics ha una dotazione completa per il collegamento, troverete quindi nella confezione anche un cavo ottico, un cavo audio, fisher per il fissaggio alla parete e il telecomando con batterie incluse.

 

Contro

Regolazioni: Non è possibile modificare in modo indipendente il volume degli alti e dei bassi, si tratta d’altronde di una soundbar entry level che gli audiofili difficilmente prenderanno in considerazione.

Bluetooth: Non è sempre preciso e talvolta si va incontro a disconnessioni casuali, un po’ frustranti quando si guarda un film o altri contenuti in streaming.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Altri prodotti

 

10. Sonos Playbar, TV-Soundbar e Sistema Audio Wireless

 

Se avete ancora le idee poco chiare su quale soundbar comprare, date un’occhiata ai nostri link, che vi suggeriscono anche dove acquistare per risparmiare. Molti utenti hanno preferito la soluzione proposta da Sonos, dotato di ben sei woofer e tre tweeter, per garantire un suono di alta qualità.

Si connette ai dispositivi tramite il Bluetooth, per cui potrete collegarvi anche uno smartphone o il tablet, per ascoltare la musica che desiderate tramite il Wi-Fi. Grazie al cavo in fibra ottica, incluso nella confezione, sarà possibile collegare il televisore, per godere di un audio valido anche quando guardate i Blu-ray.

Non tutti lo ritengono però il meglio da installare per i film, in quanto pare che, anche a volume alto, la qualità audio non sia delle migliori. Inoltre il costo è davvero molto alto, per cui dovrete essere pronti a spendere un bel po’.

 

Pro

Equipaggiato: Su questa soundbar trovate ben sei woofer e tre tweeter, due dei quali collocati ai lati in maniera da diffondere uniformemente il suono all’interno della stanza.

Bluetooth: Sarà facile collegarvi uno smartphone, grazie al sistema Bluetooth integrato, per ascoltare i brani preferiti archiviati sulla memoria del telefono o in streaming da Internet.

 

Contro

Qualità audio: Non per tutti la qualità sonora risulta valida, soprattutto per quanto concerne la visione dei film a volume un po’ più alto.

Costo: Si tratta di un prodotto dal prezzo davvero alto, che bisogna essere in grado di affrontare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere le migliori soundbar?

 

Acquistare la migliore soundbar in vendita sul mercato potrebbe non essere immediato, soprattutto per tutti gli utenti che non hanno mai avuto a che fare con questa tipologia di dispositivi e si stanno chiedendo quali siano le caratteristiche principali da prendere in considerazione.

Prima ancora di guardare il prezzo, chiedetevi cosa cercate in una soundbar. Se preferite la compatibilità o magari volete un dispositivo completo che abbia anche un subwoofer incluso nella confezione.

 

 

Brand e compatibilità

Per avere la matematica certezza che la vostra soundbar sia compatibile con il TV, la scelta migliore è quella di optare per un prodotto dello stesso brand. In questo modo potrete creare un ecosistema così come gli sviluppatori l’hanno pensato, riducendo al minimo i problemi di compatibilità. Tuttavia, spesso questa si rivela una scelta dispendiosa, potrebbe quindi non essere l’opzione migliore qualora abbiate un budget limitato.

Per verificare la compatibilità di soundbar di terze parti con il vostro TV, invece, dovrete investire un po’ di tempo nella lettura di una delle nostre recensioni o nell’analisi della scheda tecnica, al fine di evidenziare la dotazione del dispositivo, come per esempio cavi HDMI, ottici e, soprattutto, modulo Bluetooth.

 

Semplicità di utilizzo

Gli utenti che non hanno molta esperienza in merito potrebbero preferire delle soundbar semplici da installare e configurare, che necessitano semplicemente del collegamento al dispositivo prescelto per poter diffondere subito nell’ambiente un audio pulito e di qualità.

Sebbene un minimo di configurazione sia comunque richiesta da qualsiasi soundbar esistono prodotti Plug & Play che effettuano equalizzazioni automaticamente o con la semplice pressione di un tasto.

 

Subwoofer

Se siete abituati a guardare film e ascoltare musica con le casse integrate di un TV di fascia medio-bassa, probabilmente anche l’utilizzo di una semplice soundbar riuscirà a sbalordirvi, tuttavia è bene sapere che il suono può essere ulteriormente migliorato grazie all’uso di un subwoofer dedicato alla riproduzione dei bassi. Alcuni prodotti lo includono nella confezione per offrire all’acquirente un sistema audio completo, con una differenza di prezzo spesso irrisoria a meno che non si stia cercando un dispositivo particolarmente potente o efficiente.

Chi di solito acquista una soundbar, però, lo fa non solo per la semplicità di utilizzo ma anche per una questione di spazio poiché impossibilitato a installare un vero e proprio impianto Hi-Fi. Se vivete quindi in un piccolo appartamento, anche l’acquisto di un subwoofer potrebbe essere problematico poiché occupa sicuramente più spazio della soundbar la quale può invece essere fissata alla parete. Prima di optare per questi set, dunque, considerate anche lo spazio a disposizione.

 

Bluetooth

Si tratta della connessione wireless primaria usata dalla maggior parte delle soundbar, una vera e propria manna per tutti i consumatori che non amano riempire l’appartamento di cavi che si accumulano e si aggrovigliano facilmente dietro il TV. Se anche voi preferite tale tipologia di collegamento, verificatene sempre la presenza nella scheda tecnica del prodotto, valutando con attenzione anche la compatibilità con il vostro TV.

L’unico svantaggio di questa tecnologia è rappresentato dalla necessità di effettuare il pairing ogni volta che cambiate dispositivo. Per esempio, se avete agganciato la soundbar al televisore ma volete godervi un po’ di musica proveniente dal vostro smartphone, dovrete innanzitutto premere il pulsante “Source” per cambiare sorgente e poi effettuare il primo pairing. Nulla di particolarmente complicato ma si tratta comunque di una procedura che richiedere qualche minuto.

 

 

Cavi

Il collegamento cablato sarà più scomodo ma è senz’altro il più efficiente, non dovrete quindi temere disconnessioni casuali o difficoltà durante la procedura di pairing. Tutto ciò che dovrete fare è inserire il cavo nello slot corretto, sia quello dietro la soundbar, sia quello dietro il TV, e potrete iniziare a sfruttare immediatamente la soundbar.

Se avete ancora dubbi riguardo all’utilizzo e le funzionalità di tali dispositivi, vi invitiamo a leggere attentamente le nostre guide che trovate in basso.

 

 

 

Domande frequenti

 

Soundbar wireless, come funziona?

La soundbar utilizza diversi tipi di collegamento, sia cablati sia non. Se non amate avere un groviglio di cavi dietro il vostro TV o semplicemente volete sfruttare tutte le funzionalità della soundbar, collegandola per esempio a smartphone e tablet, potreste usufruire del protocollo wireless Bluetooth.

Una volta attivato sul dispositivo sorgente, non dovrete far altro che premere il pulsante apposito sulla soundbar per entrare in modalità rilevazione. Nel menu dello smartphone o tablet potrete dunque evidenziare e selezionarla per inviare automaticamente l’audio al dispositivo.

 

Come costruire una soundbar?

Costruire da sé una soundbar non è un’impresa semplice e richiede una conoscenza base di impianti audio nonché un luogo dove poter lavorare con legno, trapano, colla e cavi elettrici. Se questo procedimento non vi spaventa e preferite un dispositivo fai da te piuttosto che acquistarne uno a un costo competitivo preparatevi a investire una quantità di tempo e risorse non indifferente.

Innanzitutto acquistate almeno quattro altoparlanti e un amplificatore in base al wattaggio dei primi. Con apposite tavole di legno dovrete poi fissarli con delle viti e creare degli spazi in cui alloggiarli. Collegate quindi gli altoparlanti all’amplificatore e create una struttura in legno che chiuda i componenti, lasciando naturalmente lo spazio posteriore affinché possiate inserire il cavo di alimentazione e quello audio per collegare la soundbar al dispositivo prescelto.

 

Come posizionare soundbar e subwoofer?

Il posizionamento della soundbar e del subwoofer devono essere effettuati con cognizione di causa. Mentre la prima può essere semplicemente posizionata al di sotto del televisore, sia appoggiata su un mobile, sia fissata alla parete, il subwoofer necessita di maggiore attenzione affinché riesca a diffondere il suono all’interno dell’intera stanza.

Partite dunque da una posizione neutra, magari proprio di fronte al divano, attivate dunque l’impianto per ascoltare un po’ di musica, spostandolo a destra o a sinistra della posizione di partenza a seconda di come percepite l’ascolto.

 

Come collegare una soundbar Samsung a un TV Samsung?

Se vi state chiedendo come collegare soundbar a TV Samsung prodotte dopo il 2013 o che abbiano la funzione SoundConnect o SoundShare, la risposta è molto semplice, soprattutto se l’apparecchio è dello stesso brand. Con entrambi i dispositivi accesi, premete il pulsante “source” sul lato della soundbar o sul telecomando (quello con un quadrato e una freccia), finché il segnale luminoso non indichi la scritta “TV”. Aspettate che appaia un messaggio sulla parte alta dello schermo del televisore che indica la rilevazione della soundbar.

Selezionate “Sì” per abilitare la connessione e, qualora questa non avvenga automaticamente, tenete premuto il tasto “play” sul telecomando della soundbar per cinque secondi.

Ricordate che cambiare sorgente tramite il tasto “source” interrompe automaticamente la connessione tra la soundbar e il TV.

 

 

 

Come utilizzare una soundbar

 

Utilizzare una soundbar non è un’operazione estremamente complessa e necessita solo di alcuni collegamenti iniziali per poter godere di un audio sensibilmente migliore rispetto a quello ottenibile dalle casse integrate del vostro TV. Prima di passare all’installazione e al collegamento, però, vediamo insieme una soundbar come funziona.

Si tratta solitamente di prodotti dalla forma allungata che contengono il necessario per la riproduzione audio, ovvero gli altoparlanti e un amplificatore. Le soundbar possono essere collegate solitamente a svariati dispositivi, come per esempio TV, smartphone e tablet per migliorare l’esperienza di ascolto di musica e film. Il segnale audio può essere inviato da questi ultimi sia tramite cavi, sia tramite connessione wireless Bluetooth. Qualora troviate il suono poco soddisfacente, sappiate che potrete collegare anche un subwoofer, per ottenere bassi corposi.

 

 

Dove posizionare la soundbar

Chi si stesse chiedendo dove posizionare la propria nuova soundbar non deve disperare poiché è pensata per essere installata nei pressi del televisore. Tutto ciò che dovrete fare, quindi, è appoggiarla sullo stesso mobile del TV oppure, qualora questo fosse fissato alla parete, installarla sullo stesso muro, direttamente sotto o sopra il televisore, grazie al kit presente nella maggior parte dei prodotti.

 

Come collegare una soundbar al TV

Per quanto riguarda il collegamento al TV potrete solitamente usufruire di svariati metodi, sia con cavi HDMI o cavi ottici digitali, sia wireless tramite il modulo Bluetooth. La scelta in questo caso dipende molto dalle vostre esigenze. Chi non ama la presenza di ingombranti cavi o non riesce a nasconderli alla vista, potrebbe trovare molto più interessante il collegamento wireless, eseguibile però solo con TV che sono a loro volta abilitati a connessioni Bluetooth.

 

Come collegare la soundbar a un TV LG

In base al TV LG che possedete potrete collegare la vostra soundbar con diversi approcci. I più classici e semplici sono sicuramente tramite cavi, siano HDMI o ottici. Tutto ciò che dovrete fare in questo caso è utilizzare un capo del cavo per l’inserimento nella soundbar e l’altro per collegare il TV. Accendendo quindi i dispositivi l’audio dovrebbe essere indirizzato alla soundbar.

Leggermente più complesso è invece il metodo wireless poiché dovrete disporre di un TV abilitato alle connessioni Bluetooth. Accendendo entrambi i dispositivi, assicuratevi di attivare la modalità wireless sulla soundbar e, sul televisore, invece, abilitate la ricerca di dispositivi. In questo modo riuscirete a effettuare il pairing e usufruire dell’audio migliorato.

 

 

Come collegare la soundbar a un TV Sony

Anche in questo caso dovrete prendere in esame quali tipologie di porte supporta il vostro televisore. I TV Sony BRAVIA, per esempio, hanno porte HDMI con supporto ARC, acronimo che sta per Audio Return Channel. Potrete riconoscerle per la dicitura ARC stampata nei pressi dell’ingresso HDMI e il loro vantaggio è la possibilità di trasmettere anche il segnale audio proveniente dal TV alla soundbar senza dover usare altri cavi.

Non tutti i modelli del brand però hanno tale comodità e qualora vi trovaste con un TV Sony con una semplice porta HDMI dovrete collegare anche l’uscita audio digitale con il cavo ottico.

Qualora il vostro TV sia di vecchia generazione potreste puntare su un ultimo collegamento tramite porta “Analog” e un cavo jack da 3,5 mm.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

LG DSH5

 

LG mette a disposizione una soundbar che potrete scegliere con diversi wattaggi, incluso quello da 320, molto efficiente. Il colore argento ne consente una facile collocazione dappertutto ma potrete anche scegliere di applicarlo alla parete, grazie alle staffe in dotazione.

Il costo piace molto, soprattutto perché la qualità audio soddisfa sia per quanto concerne gli alti, sia i bassi, nonostante appunto non si debba spendere in maniera eccessiva per avere il prodotto.

Il telecomando può essere utilizzato oppure potrete collegare il tutto allo smartphone tramite Bluetooth, così da non dover usare diversi elementi. Presente anche la porta USB, per inserire memorie esterne o altri dispositivi.

Potrete connetterla al televisore tramite HDMI Arc oppure il cavo ottico, che però non è sempre stato trovato all’interno della scatola dagli utenti, che lo hanno perciò dovuto acquistare a parte.

 

Pro

Estetica: Il colore argentato che la riveste ne rende semplice la collocazione tanto in un ambiente elegante, quanto in uno sobrio e moderno.

Staffe: Grazie alla loro presenza, sarà possibile fissarla alla parete, in modo da risparmiare posto in casa.

Rapporto qualità/prezzo: Il costo risulta conveniente a chi cerca un articolo di buon valore ma non intende impegnare una cifra troppo alta.

Bluetooth: Potrete servirvi di questa funzione per collegare lo smartphone alla soundbar ed evitare di usare il telecomando.

 

Contro

Cavi: Quello ottico e l’HDMI Arc, che dovrebbero essere inclusi nella confezione, a volte mancano e devono essere acquistati a parte.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI