Come utilizzare un kit per Arduino

Ultimo aggiornamento: 27.02.24

 

Se avete deciso di comprare un kit Arduino, ma vi siete resi conto che una volta a casa non sapete cosa fare, non fatevi prendere dal panico.

In questa breve spiegazione vedremo come iniziare con le schede per microcontrollori Arduino. Tratteremo l’installazione del software, oltre a collegare e configurare l’IDE.

 

Scaricare e installare l’IDE

Si può scaricare l’IDE dal sito Web ufficiale.

Poiché Arduino utilizza un convertitore da USB a seriale (che gli consente di comunicare con il computer host), la scheda è compatibile con la maggior parte dei computer che dispongono di una porta USB. 

Ovviamente, per prima cosa si avrà bisogno dell’IDE. Fortunatamente, i progettisti di Arduino hanno rilasciato più versioni dell’IDE per diversi sistemi operativi, inclusi Windows, Mac e Linux.

In questo tutorial useremo Windows 10, quindi assicurarsi di scaricare la versione corretta dell’IDE in base al vostro sistema operativo.

Una volta effettuato il download, installate l’IDE e assicuratevi di abilitare la maggior parte (se non tutte) le opzioni, compresi i driver.

 

Ottenere il numero di porta COM di Arduino

A questo punto si deve collegare la scheda Arduino Uno al computer tramite una connessione USB B. Grazie al meraviglioso mondo USB, non è necessario alimentare Arduino, poiché la porta fornisce l’energia necessaria.

Quando Arduino è collegato, il sistema operativo dovrebbe riconoscere la scheda come una porta COM generica (ad esempio, CH340G, che è un convertitore seriale-USB da RS-232). 

Una volta riconosciuto si deve scoprire quale numero di porta è stato assegnato. Il modo più semplice per farlo è digitare “Gestione dispositivi” in Ricerca di Windows e selezionare Gestione dispositivi quando viene visualizzato.

Nella finestra Gestione dispositivi, cercare in “Porte (COM e LPT)”. Probabilmente Arduino sarà l’unico dispositivo nell’elenco. Attenzione, Arduino non sarà sempre riconosciuto automaticamente.

Se non è riconosciuto, disinstallare il driver, rimuovere Arduino, reinserirlo, trovare il dispositivo non riconosciuto, fare clic con il tasto destro su “Aggiorna driver”, quindi fare clic su “Cerca automaticamente”.

Windows può essere un vero problema a volte con le porte COM, in quanto può magicamente cambiare il loro numero tra le connessioni.

In altre parole, un giorno, Arduino potrebbe trovarsi sulla porta 7, altri giorni l’OS di Microsoft potrebbe spostarlo su un numero diverso.

Quindi, se non riesce a trovare il proprio Arduino sulla porta che si usa abitualmente, bisogna andare in Gestione dispositivi e controllare su quale porta si trova effettivamente e, se necessario, aggiornare il driver. 

Successivamente, è necessario indicare all’IDE su quale porta COM si trova Arduino. Per fare ciò, scegliere Strumenti> Porta> COM7.

Ovviamente, se il proprio Arduino si trova su una porta diversa, selezionare quella indicata.

 

Configurare l’IDE

Ora che è stata determinata la porta COM su cui si trova Arduino, è tempo di caricare l’IDE di Arduino e configurarlo per utilizzare lo stesso dispositivo e la stessa porta.

Iniziare caricando l’IDE. Una volta caricato, andare su Strumenti> Scheda> Arduino Uno. Ovviamente se si utilizza una scheda diversa (ovvero, non Arduino Uno), è necessario selezionare quella corretta.


Caricamento di un esempio di base

Per semplicità, verrà caricato un progetto di esempio fornito con l’IDE di Arduino. Questo esempio farà lampeggiare continuamente il LED di bordo per un secondo.

Per caricare questo esempio, fare clic su File> Esempi> 01.Basics> Lampeggia. Con l’esempio caricato, è tempo di verificare e caricare il codice.

La fase di verifica controlla la presenza di errori nel codice, quindi compila il codice pronto per il caricamento su Arduino. 

La fase di upload prende effettivamente i dati binari, che sono stati creati dal codice, e li carica su Arduino tramite la porta seriale. 

Se la fase di compilazione ha avuto esito positivo, si dovrebbe visualizzare un messaggio di avvenuta compilazione nella finestra di output nella parte inferiore dell’IDE.

Con il codice compilato, è ora necessario caricarlo su Arduino Uno, facendo clic sulla freccia accanto al segno di spunta.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI