I 5 Migliori Masterizzatori Esterni del 2019

Ultimo aggiornamento: 11.11.19

 

Masterizzatore Esterno – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

I masterizzatori esterni stanno conoscendo probabilmente il loro canto del cigno ma si possono ancora rilevare piuttosto utili. I modelli in vendita sul mercato si distinguono per tecnologia e funzioni, perciò leggete la nostra guida e scoprite subito i migliori modelli per noi. Tra questi non possiamo trascurare l’Asus BW-16D1H che, oltre ad avere un’ottima velocità di scrittura, ha anche un design che vi conquisterà senza ombra di dubbio. Un’alternativa più economica anche se solo per Mac è Apple MD564 USB Superdrive, leggero, maneggevole, ha il cavo USB integrato per evitare che venga perso.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior masterizzatore esterno?

 

Se ti serve un masterizzatore ma il tuo computer non ne è dotato, niente paura. Sul mercato sono presenti numerosi modelli con un ottimo rapporto tra la qualità offerta e il prezzo di vendita. Dai uno sguardo alla nostra classifica in fondo: troverai la recensione di quelli che sono per noi i migliori dispositivi per quest’anno. Prima, però, esaminiamo nella guida alcune caratteristiche che ti aiuteranno a farti un’idea più chiara del prodotto che stai per acquistare.

Tipologia e tecnologia

I computer più moderni tendono a eliminare il lettore dischi al proprio interno che pure potrebbe essere utile per installare programmi, guardare DVD o creare un supporto per il backup. I masterizzatori della migliore marca si differenziano dagli altri perché sono compatibili anche con i Blu-ray. Pertanto, se ne hai una collezione in casa che hai deciso di masterizzare o semplicemente di guardare quando hai tempo, è questo il tipo di lettore/masterizzatore che potrebbe fare al caso tuo. Gli altri, quelli che leggono/masterizzano solo CD e DVD, per quanto più economici, rischiano di rivelarsi un pessimo investimento.

Per quanto riguarda la tecnologia, i modelli più sofisticati sono dotati di un sistema in grado di supportare la conversione 2D-3D. In altre parole riescono a dare maggiore profondità alle immagini e l’impressione per l’utente sarà quella di godersi un film o uno spettacolo tridimensionale, quasi come se stesse a casa o al cinema indossando gli occhiali. Naturalmente il livello di realismo non arriva a tanto ma resta, comunque, superiore alle due dimensioni.

In fase di lettura/scrittura, non sono pochi i masterizzatori che generano un fastidioso rumore che potrebbe diventare inopportuno a tarda sera o in ambienti dove è richiesto silenzio come una biblioteca. Ecco perché i modelli più apprezzati dai consumatori sono quelli che, grazie alle più recenti tecnologie, riescono a leggere e a scrivere sul disco in maniera incredibilmente silenziosa, l’ideale per usarli sempre e ovunque.

 

Compatibilità e utilizzo

Non tutti i masterizzatori sono compatibili con qualsiasi sistema operativo, per cui confronta prezzi e prestazioni ma controlla se il modello che ti piace è adatto alla versione di Windows o al Mac che hai.

Normalmente questi dispositivi sono molto semplici da usare perché sono plug & play, per cui basta collegarli e sono immediatamente riconosciuti dal sistema operativo, non occorre scaricare programmi o installare dei driver, l’ideale per chi non è un esperto di tecnologia.

A volte può capitare di dover masterizzare un disco che non è in perfette condizioni e in questo caso potrebbe essere utile un dispositivo in grado di far proseguire la riproduzione anche in presenza di graffi, impronte, aree danneggiate e dati errati.

Molte volte, infine, gli utenti lamentano un’eccessiva lentezza nella masterizzazione e, in questo caso, potresti preferire i modelli con tecnologia USB 3.0 per un trasferimento dei dati decisamente più rapido.

Altre caratteristiche

Tra le altre caratteristiche che potrebbero avere un peso per scegliere il tuo masterizzatore c’è la capacità supportata, specialmente per chi vuole acquistare un modello compatibile con Blu-ray. In questo caso i dispositivi più capaci sono i cosiddetti BDXL con una capacità di archiviazione che consente di scrivere addirittura fino a 128 GB.

Il design potrebbe essere un altro elemento importante sia dal punto di vista estetico che funzionale, poiché un masterizzatore leggero e compatto è più facile e comodo da trasportare. Infine se vuoi proteggere in maniera particolare dei file, potresti apprezzare la funzione che ti permette di nasconderli oppure la possibilità di inserire una password o, meglio ancora, la presenza di entrambe.

 

I 5 Migliori Masterizzatori Esterni – Classifica 2019

 

Abbiamo passato in rassegna alcune delle principali caratteristiche per capire come scegliere un buon masterizzatore esterno. Adesso ci concentriamo sulla comparazione di quelli che sono per noi i migliori modelli del 2019: leggi le varie recensioni e in pochi minuti potresti individuare quello più adatto alle tue esigenze.

 

 

1. Asus BW-16D1H

 

Il BW-16D1H è un masterizzatore che saprà conquistare parecchi dei nostri lettori, non fosse altro per il suo design seducente e personale che da solo è sufficiente a invogliare all’acquisto. Certo, è parecchio ingombrante, ma potete sistemare il lettore in posizione verticale grazie alla base di cui è dotato: in questo modo guadagnerete un po’ di spazio. 

Tuttavia è noto che un libro non si giudica dalla copertina e anche se in questo caso parliamo di un “involucro” davvero bello, dobbiamo andare  a vedere cosa c’è dentro. Insomma, la cosa fondamentale sono le prestazioni. È veloce: in soli 8 minuti si esegue un backup dati di 25 GB. Ha una porta USB 3.0 per un rapido trasferimento dati anche dalla pendrive. 

In dote c’è un buon pacchetto software come quello per il backup professionale e Magic Cinema che supporta i Blu-ray in 3D. La qualità della plastica non è delle migliori, la superficie si riga facilmente e gli interruttori non sembrano essere così solidi. Fastidiosa, poi, l’impossibilità di alimentare il lettore mediante cavo USB, è indispensabile collegarlo a una presa della corrente elettrica.

 

Pro

Veloce: Del masterizzatore sicuramente ci è piaciuta la sua velocità di scrittura: basta poco per fare un backup dati da 25 GB, appena 8 minuti, giusto per fare un esempio.

Design: Come restare indifferenti al suo design? È bello e molto curato: impossibile non lasciarsi conquistare dalle sue linee.

 

Contro 

Materiali: A certe cifre ci si aspetta qualcosa di meglio dai materiali: gli interruttori sembrano fin troppo fragili e la superficie si riga facilmente.

Ingombrante: È bello ma ha anche dimensioni generose, visto che occupa più spazio del necessario ma quelli di Asus devono essersene accorti e per questo hanno previsto una base per sistemarlo verticalmente.

Acquista su Amazon.it (€141,88)

 

 

 

2. Apple SuperDrive USB Apple

 

Apple Superdrive è il masterizzatore esterno per Mac che consigliamo di prendere in considerazione. Compatto, elegante ed essenziale come tutti i dispositivi del colosso di Cupertino, è molto leggero e maneggevole e si trasporta con estrema comodità in modo da poter guardare DVD, installare programmi, creare dischi di backup ovunque ti trovi col tuo Mac.

Oltre a essere impeccabile esteticamente, è anche molto resistente e funzionale, indispensabile per chi ha un Mac senza lettore interno.

Tra i più venduti online, è molto semplice da usare perché viene riconosciuto immediatamente dal sistema operativo senza che sia necessario installare software; inoltre va collegato solo al proprio dispositivo compatibile e, quindi, non ha bisogno di un alimentatore separato. In più ha il cavo USB integrato, utilissimo perché evita che possa essere perso.

La nostra guida per scegliere il miglior masterizzatore esterno include anche i pro e contro di questo modello Apple. Controlla quali sono e scopri se può davvero fare al caso tuo e del tuo Mac.

 

Pro

Compatto: Si tratta di un modello dalle dimensioni ridotte che ingombrerà il minimo spazio sulla tua scrivania o nel tuo zaino.

Resistente: La sua solidità lo rende ideale per Mac senza lettori DVD interni perché potrà resistere a un utilizzo intensivo.

Plug and Play: Basta collegarlo al proprio Mac con il cavo USB integrato per installare il software e iniziare subito a utilizzarlo.

 

Contro

Compatibilità: Alcuni utenti consigliano di fare attenzione prima di acquistare il prodotto. Sembra infatti che sia compatibile solo con Imac che non hanno il lettore interno.

Acquista su Amazon.it (€80)

 

 

 

3. Asus SDRW-08D2S-U LITE Masterizzatore DVD-RW

 

Tra i migliori masterizzatori esterni non poteva mancare un Asus e il modello che consigliamo, in particolare, vanta un rapporto qualità/prezzo difficile da battere. Ha un costo conveniente che lo rende ideale a chi vuole spendere il meno possibile e le ottime prestazioni ne fanno uno dei dispositivi più venduti e apprezzati sul mercato.

Il design molto elegante è uno dei punti di forza di questo modello ma gli aspetti che hanno colpito più favorevolmente gli utenti sono la notevole silenziosità e l’assenza di surriscaldamento anche dopo un utilizzo prolungato. Va, inoltre, sottolineata la grande facilità d’uso che è perfetta per chi non è molto pratico di dispositivi elettronici. Per farlo funzionare non occorre installare o scaricare alcun programma, mentre la masterizzazione si esegue in tre semplici passaggi. È compatibile con i sistemi operativi Mac OS e Windows, dal vecchio XP fino al più recente Windows 10.

La presenza dei file nascosti e la possibilità di inserire la password aumentano notevolmente la sicurezza di questo Asus, l’ideale se i contenuti presenti non devono essere visualizzati da altri.

Se sei attratto dai prezzi bassi allora potresti aver trovato il modello giusto per te. Prima di procedere all’acquisto però ti consigliamo di continuare a leggere i pro e contro del prodotto per averne subito un quadro completo.

 

Pro

Prezzo: Più economico rispetto ad altri modelli in circolazione, ideale se cerchi un masterizzatore esterno e non vuoi spendere troppo.

Performance: Riesce a leggere dischi senza fare troppo rumore, inoltre evita di surriscaldarsi anche dopo un utilizzo intensivo.

Semplice: È plug & play, si installa semplicemente collegandolo al proprio PC o Mac. La masterizzazione avviene in tre passaggi, ideale se non hai molta dimestichezza con questo processo.

 

Contro

Materiale: Il prezzo conveniente deriva dai materiali poco resistenti con i quali è stato progettato.

Acquista su Amazon.it (€30,99)

 

 

 

4. Samsung SE-208GB/RSBDE DVD-RW Esterno Slim

 

Se sei un fan di Samsung ma non sai quale masterizzatore esterno comprare, dai un’occhiata a questo modello. Si tratta di un dispositivo molto sottile, elegante, sofisticato, con un design particolare dalle linee curve molto apprezzato dai consumatori.

È molto pratico da usare, autoalimentato, basta collegarlo al PC e masterizzare ovunque ti trovi, al bar, al parco, in aereo.

Per quanto riguarda le prestazioni, Samsung spicca per la tecnologia Buffer Under Run. Con i masterizzatori capita che la velocità di scrittura sia superiore a quella del trasferimento dei dati, un inconveniente spiacevole e che fa perdere tempo prezioso. Questo errore non si verifica col Samsung, per cui la scrittura può proseguire anche ad alta velocità.

Se hai un Mac, il masterizzatore fa al caso tuo perché è compatibile senza problemi.

Samsung è sempre una garanzia quando si tratta di tecnologia. Vediamo adesso quali sono i pro e contro di questo modello, riportati qui di seguito secondo i pareri degli utenti.

 

Pro

Design: Probabilmente uno dei masterizzatori esterni più sottili in circolazione, occuperà davvero il minimo spazio ovunque tu lo metta.

Buffer Under Run: Questa tecnologia ti permette di trasferire i dati su CD anche impostando la masterizzazione su velocità alte.

Compatibilità: Funziona sia su sistemi operativi Windows che su Mac.

 

Contro

Rumoroso: Non si tratta del modello più silenzioso disponibile sul mercato, sia durante la lettura che la masterizzazione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. PiAEK Tabiger forte Compatibilità USB 3.0 Lettore Dvd Esterno Masterizzatore

 

Stai cercando un masterizzatore esterno con USB 3.0? Eccolo. Il vantaggio rispetto ai modelli 2.0 è significativo. Si sa che questi dispositivi spesso sono lenti, ma non è il caso del Tabiger. Qui l’eventuale lentezza della masterizzazione dipenderà solo dal computer e dal programma utilizzato. Naturalmente è retrocompatibile con la tecnologia 2.0 e 1.1.

Le dimensioni sono molto ridotte e, pertanto, potrà essere trasportato tranquillamente nella borsa del portatile ed essere utilizzato ovunque. Il design è piacevole e la scocca in alluminio lo rende resistente ma, allo stesso tempo, leggero. È versatile perché supporta CD, DVD, DVD RW e perché è compatibile con Mac e Windows 10.

Tra gli svantaggi rilevati, il manuale d’istruzioni non molto chiaro e il cavo di collegamento che potrebbe rivelarsi troppo corto per qualcuno.

Passiamo adesso a una rassegna dei pro e contro che potrà aiutarti a farti un’idea più chiara sul prodotto e a decidere se può fare o meno al caso tuo.

 

Pro

Veloce: Il dispositivo è dotato di interfaccia USB 3.0 che garantisce una velocità superiore rispetto ai modelli 2.0. Si otterranno risultati ottimali con un buon programma di masterizzazione e un PC abbastanza potente.

Dimensioni: Si tratta di un modello molto compatto che potrai mettere nello zaino o nella borsa del portatile senza che prenda troppo spazio.

Resistente: L’alluminio contribuisce a farlo resistere a urti o cadute, ideale se hai intenzione di portarlo sempre con te quando giri con il portatile.

 

Contro

Cavo: Il cavo di collegamento è piuttosto troppo corto, questo potrebbe essere un po’ un problema se hai un PC fisso con il “case” a torre.

Manuale: Le istruzioni non sono proprio chiarissime, cosa che non viene incontro a chi è alle prime armi con questo tipo di dispositivo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare un masterizzatore esterno

 

Oggigiorno sono estremamente diffusi i sistemi di archiviazione esterna, come chiavette USB e hard disk, sempre più piccoli e performanti. Naturalmente, questa evoluzione, ha spesso influito negativamente sulla diffusione ulteriore dei masterizzatori, un tempo molto usati per archiviare file su supporti come CD e DVD.

Chi non si fida però della durata degli hard disk o delle pratiche chiavette USB, potrebbe preferire ancora l’utilizzo di questi prodotti per mettere al sicuro foto, video e documenti importanti.

 

 

Come conservare un CD o DVD

La durata media di CD e DVD, varia in base all’esecuzione della masterizzazione e a dove vengono riposti. Si consiglia solitamente di conservarli in luoghi non eccessivamente umidi o soggetti a sbalzi di temperatura estremi. Date le giuste premesse un CD può durare molto più dei moderni hard disk meccanici che spesso incorrono in problemi di lettura e scrittura.

Anche comparandoli con chiavette USB ne escono a testa alta. Queste ultime, infatti, a contatto con diversi computer potrebbero essere infettate da pericolosi virus che agiscono senza che l’utente se ne accorga.

 

Tipologie di masterizzatori

Sul mercato potrete trovare due tipologie di masterizzatori: quelli interni e quelli esterni. In questo articolo tratteremo solo i secondi, poiché molto più semplici da collegare al computer, sia desktop o laptop.

Il funzionamento è estremamente semplice, innanzitutto poggiate il masterizzatore su un ripiano stabile e che non sia soggetto a scossoni di alcun tipo. Questa precauzione serve a evitare che durante l’operazione di scrittura su CD o DVD si creino degli errori che rendano impossibile la lettura del supporto.

 

Cablaggio

Prendete ora il cavo di alimentazione, qualora sia fornito, e collegatelo alla presa di corrente. Non vi resta che usare il cavo USB per interfacciare il masterizzatore con il vostro computer.

Di norma, trattandosi di sistemi Plug&Play, non dovrete far altro che attendere l’installazione automatica dei driver. Tuttavia, qualora nel libretto di istruzioni sia indicato un procedimento diverso, vi invitiamo a seguirlo attentamente. Potrebbe essere infatti necessario accedere al sito del produttore per scaricare i driver aggiornati necessari al corretto funzionamento del dispositivo.

 

 

Software di masterizzazione

Una volta compiuto tale essenziale passaggio, dovrete procurarvi un software di masterizzazione o usare quello estremamente basico di Windows.

È possibile trovare programmi ad hoc gratuiti, performanti e affidabili, tuttavia, il nostro consiglio è quello di acquistarne uno dedicato, dotato magari di wizard (procedimento automatizzato) per guidarvi passo passo nelle vostre prime masterizzazioni.

 

CD e DVD

Non dimenticate inoltre di acquistare CD e DVD di qualità, per garantire che i vostri file siano al sicuro e non vadano incontro a un deterioramento precoce.

Per comodità, create una cartella sul desktop e inserite all’interno tutti i file che volete trasferire su CD o DVD, avendo cura di controllare di volta in volta le dimensioni della cartella per capire quando fermarvi. Per un CD sarebbe preferibile aggirarsi intorno ai 600 MB, mentre, per i DVD, circa 4 GB.

 

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

LG BP55 Slim Masterizzatore Blu-Ray Portatile USB2.0

 

Per chi sta cercando un masterizzatore esterno per Blu-ray, i nostri consigli d’acquisto convergono su questo modello realizzato da LG. I vantaggi per l’utente sono parecchi, a cominciare dal design che è esteticamente pregevole e anche estremamente funzionale perché è molto sottile e leggero e, quindi, comodissimo da portare.

Compatibile con Mac e Windows, da Vista (tutte le varie edizioni) fino a Windows 10, utilizza una speciale tecnologia che, riducendo enormemente il rumore durante la lettura del disco, rende il masterizzatore silenziosissimo.

Per quanto riguarda le prestazioni offerte, LG utilizza una superficie di registrazione brevettata che garantisce maggiore affidabilità rispetto a quella dei normali masterizzatori. Grazie alla conversione 2D-3D supportata, sarà possibile visualizzare contenuti con una maggiore profondità, quasi paragonabile a quella del 3D nativo.

Vanno sottolineati altri due vantaggi di questo prodotto: in primo luogo, la notevole capacità di archiviazione pari a 128 GB, equivalente a 128 DVD standard o a cinque Blu-ray e, in secondo luogo, la tecnologia Jamless Play che consente di continuare la lettura del disco anche in presenza di errori, graffi o impronte digitali. Per questi motivi possiamo considerare questo LG il miglior masterizzatore esterno del 2019.

Leggi i pro e contro per avere subito un’idea generale. Se non sai dove acquistare il nuovo masterizzatore LG al miglior prezzo clicca sul link suggerito!

 

Pro

Design: Si tratta di un modello davvero compatto, comodo da portare ovunque senza che occupi troppo spazio nella borsa o nello zaino.

Silenzioso: Riesce a ridurre drasticamente il rumore mentre legge il disco grazie a una particolare tecnologia integrata.

Jamless Play: Questa funzione permette al masterizzatore di continuare a leggere un disco anche in presenza di graffi o impronte.

Capacità: Può archiviare fino a 128 GB, ovvero 128 DVD o cinque Blu-ray.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...