I 12 Migliori Vaporizzatori del 2023

Ultimo aggiornamento: 02.02.23

 

Vaporizzatore – Opinioni, Analisi e Guida all’Acquisto

 

Per avere un aiuto in più per smettere di fumare o per assaporare alcune erbe, il vaporizzatore si rivela uno strumento utile. Due modelli consigliati sono:

ATMAN STARLIGHT, molto veloce nel riscaldarsi e dalla batteria al litio che ha una durata davvero soddisfacente. ATMAN Pretty Plus, portatile, simile a quello di una sigaretta elettronica, che avverte cambiando colore quando è il momento giusto per usarlo. 

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 12 Migliori Vaporizzatori – Classifica 2023

 

Qui potete fare una comparazione tra i prodotti che abbiamo considerato tra i più validi del web. Confrontate i nostri pareri per capire quale vaporizzatore comprare tra quelli venduti online.

 

Vaporizzatore erba

 

1. ATMAN STARLIGHT Portatile Hash Vaporizzatore Erba 2800mAh

 

Secondo le opinioni della maggioranza degli utenti, uno dei migliori vaporizzatori del 2023 è quello di Atman.

Se è così apprezzato è per la semplicità con la quale lo si può utilizzare: basta aprire il bocchino con chiusura magnetica, inserire erba secca o cera, azionarlo e dare vita al vapore.

Potrete scegliere una delle quattro temperature a disposizione: 320, 380, 410 o 500°F (i valori sono espressi in gradi Fahrenheit), a seconda della quantità di vapore che intendete creare.

La velocità di riscaldamento è molto gradita agli utenti che non amano aspettare troppo: in soli 15 secondi sarà pronto per farvi aspirare il vapore.

La batteria ricaricabile al litio ha una durata soddisfacente, per cui non sarete costretti ad andare in giro con il caricabatterie.

Se non tralasciamo anche un design ragguardevole, possiamo considerare il prezzo di vendita molto conveniente per un vaporizzatore di erba dalle buona qualità.

C’è però chi mette in guardia dall’usarlo troppo a lungo, in quanto tende a surriscaldarsi con facilità.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. CRATER 420 Vaporizzatore a Convezione Portatile, 3 in 1, 2200mAh

 

Tra i vaporizzatori di erba più validi in commercio vogliamo inserire anche quello di Crater, che si rivela molto versatile in quanto può essere usato anche con il tabacco, l’olio o la cera.

Potrete contare su quattro diverse temperature, 170, 180, 190 e 210 gradi, per farlo riscaldare in breve tempo: molti sostengono che non superi i 35 secondi.

Il prezzo di vendita è abbastanza alto ma è dovuto alla scelta di materiali molto resistenti, che non si romperanno con un semplice urto.

Per questa ragione deve essere scelto da chi ha intenzione di farne un uso continuativo e non occasionale, in quanto, in questo caso, la spesa sarebbe davvero da considerarsi eccessiva.

Non manca di un buon impatto estetico, che colpisce anche chi sta cercando un’idea regalo originale. La batteria è ricaricabile ma non ha una durata molto estesa se la si utilizza alle massime temperature.

Il vero problema sembra essere però la pulizia, che risulta un po’ troppo lunga e faticosa se si intende mantenerlo in buone condizioni.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Vaporizzatore portatile

 

3. ATMAN Pretty Plus Portatile Vaporizzatore Erba, Niente Nicotina

 

Se siete alla ricerca di un prodotto a prezzi bassi, il miglior vaporizzatore per voi può essere quello di Atman, che assomiglia molto a una sigaretta elettronica.

Per questa ragione sarà molto facile tenerlo con sé anche fuori casa, con il vantaggio di non dover consumare nicotina ma solo tabacco o erbe, in modo da preservare la propria salute.

Può contare su un vaso in ceramica che permette di fumare assaporando il gusto puro del contenuto e ha una capacità di 1,8 ml. Si riscalda in soli 30 secondi e avverte di aver raggiunto la giusta temperatura cambiando colore.

La batteria si ricarica tramite cavo USB e ha un’autonomia pari a circa 6 ore: grazie alla presenza di una spia luminosa, saprete se ci sono problemi, come un corto circuito, quando si accenderà.

Il vantaggio di un vaporizzatore portatile come questo deve però fare i conti con una qualità non eccelsa, per cui adatta ai principianti che sono alla prima esperienza.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Crater 420 Mini Vaporizzatore Portatile a Convezione 1600mAh

 

Convince per le sue qualità il Crater 420 versione Mini, una vaporizzatore portatile che vanta una grande versatilità, visto che può essere usato con tabacco, olio o cera.

Piccolo e discreto, è ideale da tenere sempre con sé, per provare il piacere del fumo ovunque si voglia.

Nonostante le dimensioni, è dotato di un display, sul quale è possibile leggere la temperatura e il livello della batteria. Tramite lo slot micro USB potrete facilmente ricaricarla utilizzando anche il caricabatterie del cellulare.

Secondo alcuni utenti, la durata è pari a circa cinque fumate, non per tutti sufficiente. Buono invece il sistema di protezione, che disattiva il funzionamento dopo circa 3 minuti di inattività, per evitare surriscaldamenti.

Piace tanto il prezzo in rapporto alle sue qualità e anche alla possibilità di fumare erba, oltre alle sostanze per le quali è preposto. Se non sapete dove acquistare questo modello, cliccate sul link in basso per trovarlo a un costo ragionevole.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Vaporizzatore tabacco

 

5. PAX 2 Vaporizzatore Portatili per Erbe Secche Charcoal

 

Ha una bella struttura in acciaio inox questo vaporizzatore di Pax2, disponibile in diversi colori che si prestano anche a farlo diventare un regalo azzeccato.

Dedicato all’uso con erbe secche, come il tabacco, la menta o tipologie balsamiche, include un tritaerba che vi aiuta a rendere più compatto il prodotto da vaporizzare.

Nonostante sia piccolo e leggero è molto resistente, per cui può essere sempre portato con sé senza che rischi di rompersi.

Un punto di forza che lo contraddistingue è la batteria, che dura per cinque o sei usi e può essere ricaricata facilmente tramite un cavo USB. Si rivela inoltre molto veloce nell’essere pronta, visto che bastano solo 3 ore di carica.

Questo vaporizzatore per tabacco ha un costo abbastanza elevato, nonostante arrivi completo di tutto il necessario per usarlo, compreso un doppio bocchino.

Inoltre è da preferire da parte di chi ha già esperienza con oggetti del genere, in quanto richiede una certa attenzione nell’uso, che risulta abbastanza macchinoso secondo il parere di qualche acquirente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. CFX Vape Vaporizzatore Boundless

 

Se analizziamo le sue caratteristiche, quello di CFX Vape risulta uno dei migliori vaporizzatori tra quelli presenti sul web.

Prima di tutto perché si riscalda molto velocemente, in un tempo pari a 20 secondi, consentendo di gustare tutto il vapore prima possibile.

Per essere così efficiente si serve di temperature che variano dai 40 ai 220 gradi, regolabili a piacimento.

Grazie allo schermo OLED posto a lato potrete controllare quali avete impostato, oltre a verificare il timer della sessione e l’autonomia della batteria.

Quest’ultima è agli ioni di litio e soddisfa per la sua durata tutti coloro che non vogliono stare sempre con il caricabatterie in mano.

Il fornello in ceramica è abbastanza capiente da ospitare fino a 0,75 grammi di erba essiccata o concentrati, per i quali dovrete utilizzare la capsula inclusa nella confezione.

Il prezzo è abbastanza alto ma in linea con la qualità generale di un prodotto che però risulta, per alcuni, un vaporizzatore per tabacco un po’ troppo pesante e ingombrante da portare in giro.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Vaporizzatore Storm

 

7. Storm Pen Vaporizzatore Portatile senza Nicotina o Tabac

 

Forse il più economico tra i vaporizzatori Storm, questo modello portatile è dotato di un boccaglio in vetro e di una camera di riscaldamento in ceramica, che è indicata per erbe, oli o resine.

Il corpo è invece sottile e in acciaio inox e riproduce le fattezze di una vera e propria sigaretta elettronica.

Dotato di un unico pulsante, ha una temperatura regolabile tra i 180 e i 220 gradi, che permettono al materiale di essere vaporizzato in circa un minuto.

La batteria è agli ioni di litio e può essere ricaricata tramite cavo USB mini, ma non ha una durata che soddisfa tutti gli utenti, in quanto non supera i 45 minuti.

Nella confezione troverete tutto il necessario per caricarlo e pulirlo, incluse delle pinzette e uno spazzolino.

Tuttavia, come viene fatto notare anche dalla ditta, il corpo del vaporizzatore tende a surriscaldarsi, per cui potreste aver bisogno di una custodia per non scottarvi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Vaporizzatore marijuana

 

8. Firefly 2 Vaporizzatore Portatile

 

Chi ama le soluzioni più moderne e nuove ma non sa ancora come scegliere un buon vaporizzatore, può prendere in considerazione la proposta di Firefly che offre il vantaggio della portabilità con il suo prodotto molto compatto.

Dedicato a erbe secche e concentrati, il Firefly2 assomiglia molto a una pen drive, che si attiva con il semplice tocco delle dita e consente di regolare la temperatura fino a raggiungere ben 400 gradi Fahrenheit.

La luce LED presente su un lato diventa verde quando il prodotto è pronto, un tempo in realtà molto breve, in modo da poter fumare il contenuto in soli 3 secondi.

La batteria si ricarica in soli 45 minuti tramite cavo USB, incluso nella confezione, come anche tutto ciò che è necessario a pulire il dispositivo.

Disponibile in diversi colori alla moda, ha una linea elegante e sofisticata che lo rende un regalo perfetto anche per chi cerca un vaporizzatore per la marijuana.

Il costo decisamente molto alto, però, non ce lo fa considerare una delle offerte più indicate per i risparmiatori.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Vaporizzatore Cannabis

 

9. PAX 3 Vaporizzatore Portatile Erbe Secche e Estratti-Kit Completo

 

Un altro fiore all’occhiello della collezione di Paxvapor è senza dubbio il modello Pax 3.

È indicato sia per materiale vegetale secco, sia per estratti liquidi, per i quali troverete tutti gli adattatori necessari all’interno della confezione.

Questo prodotto può quindi essere usato come vaporizzatore per la cannabis, ovvero quella per uso medico.

Vanta una batteria che si ricarica in poco tempo e che è dotata di un sistema di ottimizzazione che la mette in uso, accendendo il dispositivo, quando si porta il prodotto alle labbra, mentre la fa spegnere quando lo si ripone.

Le temperature da scegliere sono diverse e la massima è di ben 420°F: grazie alla tecnologia al suo interno, il vaporizzatore vibra quando si raggiunge quella desiderata e le luci LED assumono colori differenti a seconda del settaggio impostato.

Avrete a disposizione anche un’app per controllare le funzioni tramite lo smartphone.

Il costo è però davvero molto alto, per cui non è tra i prodotti più venduti, e qualche utente ha notato che tende a surriscaldarsi se tenuto per molto tempo acceso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Vaporizzatore Hashish

 

10. Davinci Vaporizzatore IQ

 

Versatile e pratico da utilizzare, sono queste le caratteristiche maggiormente apprezzate dagli utenti che hanno scelto il vaporizzatore IQ di Davinci.

Solo a guardarlo salta subito all’occhio il suo design discreto e compatto che lo rende perfetto per gli utilizzi outdoor, il tutto accentuato da un peso estremamente ridotto che ne favorisce la portabilità.

Rientra tra i migliori vaporizzatori portatili anche per la buona qualità costruttiva, poiché realizzato con materiali solidi e resistenti capaci di garantire una maggiore durata nel tempo:

una caratteristica che di certo rende più sopportabile la spesa sostenuta per acquistarlo.

La camera di vaporizzazione ha una capacità massima di circa 0,3 grammi;

mentre il tempo di riscaldamento è di 50 secondi, non tantissimi ma comunque superiori rispetto alla media dei modelli appartenenti a questa fascia di prezzo.

La temperatura può essere impostata attraverso i tasti di controllo, posti sulla parte laterale del vaporizzatore.

Oppure utilizzando l’apposita app facilmente scaricabile sul proprio smartphone, in modo da ottenere effetti diversi e personalizzare il funzionamento del dispositivo in base alle esigenze.

Questo lo rende compatibile con una grande varietà di sostanze, a cominciare dal comune tabacco fino alle erbe, gli oli essenziali e tanto altro ancora, premesso ovviamente l’utilizzo della modalità di riscaldamento adeguata.

Giudizi positivi anche in merito alla durata della batteria, che si assesta sulle due ore circa, anche se molto dipende dalla temperatura di servizio, mentre il fatto che sia estraibile consente di sostituirla facilmente qualora fosse necessario.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Vaporizzatore Mighty

 

11. Storz & Bickel MIGHTY Vaporizzatore

 

Non possiamo escludere dalla nostra rassegna questo vaporizzatore Mighty, che permette di impostare la sua temperatura dai 40 ai 210 gradi Celsius, in modo da utilizzare non solo le erbe secche, ma anche le cere e gli oli essenziali.

Il sistema di riscaldamento è a convezione ad aria calda da 36 watt, brevettato, e garantisce al prodotto una grande efficienza.

La superficie è dotata di fori che prevengono il surriscaldamento, ma sarà possibile verificare la temperatura grazie al display integrato, che indica anche il grado di carica della batteria.

La compattezza del prodotto ne rende possibile il trasporto ovunque, semplicemente inserendolo in tasca. A parità di vantaggi, il costo è decisamente molto alto e non alla portata di tutti:

dovrete affrontare questa spesa se siete soliti vaporizzare di frequente e desiderate una buona qualità di vapore.

Molti mettono in guardia dallo scegliere il modello originale, visto che ci sono molti falsi in rete.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Vaporizzatore sigaretta elettronica

 

12. Aspire Nautilus Mini BVC Atomizzatore Kit Completi Non Nicotina

 

Il vaporizzatore sigaretta elettronica di Aspire è il ben noto modello Nautilus Mini, che ha il vantaggio di avere un costo contenuto in rapporto a prestazioni davvero ragguardevoli.

Il serbatoio del quale è dotato ha una capacità di 2 ml, per cui potrete inserire fino a questa quantità di liquido.

Piace la densità del vapore creato e il fatto che lo si possa assaporare in tutta la sua pienezza. Non è invece apprezzata la resistenza di materiali come il pyrex del tank, che è particolarmente fragile e può rompersi con una sola caduta.

All’interno della confezione troverete due resistenze e anche un manuale di istruzioni, che può essere utile a chi è alle prime armi.

Se avete paura di non ricevere un articolo originale, in questo caso farà fede il codice di verifica fornito dall’azienda, con il quale sarete sicuri di non avere acquistato un oggetto falso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere i migliori vaporizzatori?

 

Se volete provare a smettere di fumare in un modo diverso, un vaporizzatore può aiutarvi a eliminare la nicotina, sostituendola con erbe o oli.

Abbiamo creato una guida per aiutarvi a trovare quello più adatto a voi: date un’occhiata i nostri suggerimenti, che possono indirizzare la scelta verso il prodotto dal prezzo più conveniente tra quelli presenti sul mercato.

Erba o tabacco?

Quando ci si avvicina al mondo dei vaporizzatori è necessario capire prima di tutto che cosa si ha intenzione di fumare: erbe, cere, oli o tabacco?

In base alle proprie preferenze sarà infatti possibile individuare il modello giusto, che permetta di assaporare tutto l’aroma di ciò che volete vaporizzare.

Se state cercando di smettere di fumare, optare per un prodotto che non contenga nicotina e che consenta di sgretolare il materiale al suo interno.

Senza essere costretti a usare le ricariche liquide che hanno un sapore troppo chimico secondo gran parte degli utenti.

Chi predilige invece le erbe aromatiche potrà optare per un modello con materiali che aiutino a non perdere l’aroma originario, in modo da gustare la sostanza nella maniera più naturale possibile.

C’è da considerare anche che il costo potrebbe essere più alto, per cui vi invitiamo a confrontare i prezzi per determinare quale sia quello più conveniente.

 

Le dimensioni

Un altro fattore che determina sia la spesa da affrontare, sia il luogo in cui sia preferibile fumare, è costituito dalle dimensioni del vaporizzatore.

Se avete intenzione di portare con voi il vostro nuovo acquisto, optate per un modello più piccolo, che sarà facilmente messo in tasca o in borsa, in quanto non occuperà uno spazio eccessivo.

Di contro, però, questa tipologia è ricaricabile, per cui dovrete assicurarvi che la batteria, solitamente al litio, abbia una durata pari al tempo in cui sarete fuori dalla vostra abitazione, per non dover portare con voi anche il caricabatterie.

Inoltre, se avete intenzione di farlo usare anche ad altri, dovrete considerare che si tratta di modelli che necessitano un bel po’ di tempo per raffreddarsi, per cui non potrete condividerli se non con due o tre persone al massimo.

Per un uso fisso e prettamente casalingo, potrete invece optare per un modello da tavolo, più ingombrante ma che assicura anche un vapore più denso e quindi un sapore molto intenso.

Sarà possibile usarlo anche in gruppo, visto che rimane attaccato alla rete elettrica mentre è in uso.

 

Metodo di riscaldamento

Il modo in cui il vaporizzatore emette l’aroma è riscaldando la sostanza che avete inserito nel suo serbatoio. I metodi di riscaldamento disponibili sono due: a conduzione o a convezione.

La prima è la soluzione più economica, in quanto le erbe si riscaldano stando direttamente sulla resistenza: in questo modo però si rischia di bruciarle e il vapore prodotto non sempre ha una qualità eccelsa.

Nei modelli a convezione, invece, le erbe sono collocate in una camera tra la resistenza e l’ingresso dell’aria, che, riscaldata, arriva a contatto con le sostanze e produce quindi un vapore più equilibrato e ricco di principi attivi.

Inoltre qui non è necessario rimescolare le erbe, cosa invece da fare nel metodo a conduzione, se si vuole sfruttare del tutto gli ingredienti.

Un altro aspetto da tenere in considerazione è il tempo di riscaldamento, che è superiore nella convezione e inferiore nella conduzione.

Anche il costo è differente: diciamo che, se volete un vapore più denso dovrete spendere di più e avere la pazienza di aspettare che il dispositivo raggiunga la giusta temperatura.

In ogni caso, il tempo di attesa varia tra i 20 secondi e il minuto, per cui, sotto questo punto di vista, la migliore marca non la si determina per una questione di velocità.

 

La manutenzione e i materiali

Se volete che il vostro vaporizzatore duri abbastanza a lungo, dovrete assicurarvi di avere a disposizione tutto il necessario per pulirlo dopo ogni uso.

Nella nostra classifica in basso potrete verificare la presenza di modelli che includono nella confezione elementi come lo spazzolino o la pinzetta, per aiutarvi a tenere in ordine il vostro acquisto.

Sarà infatti necessario eliminare tutti i residui di erba, per evitare che stagnino o che vadano a intasare i condotti.

Allo stesso modo, è opportuno verificare che i materiali che lo compongono siano duraturi, come il bocchino o la camera di combustione, in modo che non si rompano con una sola caduta.

Gli optional

Non trascurate la possibilità di scegliere un modello con display, che vi aiuti a tenere sotto controllo la durata della batteria o la temperatura impostata.

Leggendo le recensioni degli altri utenti, potrete capire se vale la pena spendere qualcosa in più per una comodità del genere.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

2 COMMENTI

Giuseppe

November 6, 2020 at 4:49 pm

Buonasera, ho letto con piacere il vostro articolo ma avrei bisogno di avere ancora un chiarimento, è possibile avere una mail alla quale fare riferimento?
Grazie mille

Giuseppe

Risposta
Claudio M

November 8, 2020 at 12:01 pm

Salve Giuseppe,

contact.it@seroxy.eu

Saluti

Team N

Risposta