La migliore telecamera per auto

 

Telecamere per auto – Opinioni, analisi e guida all’acquisto 2019

 

Le telecamere per auto sono prodotti utili che fungono da ausilio durante le manovre di parcheggio e permettono di avere prove video di eventuali incidenti. Se non sapete come scegliere una buona telecamera per auto vi invitiamo a leggere con attenzione il nostro articolo dove troverete offerte interessanti e prezzi bassi per salvaguardare il vostro portafoglio. Dando uno sguardo alla tabella comparativa più in basso noterete che in prima e seconda posizione vi sono rispettivamente Rearmaster gen-ycam, economica e in grado di semplificare le manovre di parcheggio trattandosi di una retrocamera e Peba D60, una dash cam di semplice installazione per riprendere tutto ciò che avviene di fronte a sé mentre si è in marcia.

 

Opinioni sulle migliori telecamere per auto

 

Se non sapete quale telecamera per auto comprare data la gran quantità di prodotti venduti online, potete fare affidamento sulle nostre accurate recensioni dotate anche di tabella riassuntiva con pro e contro, per scegliere un dispositivo che sia nuovo ed efficiente.

Nella prossima sezione troverete la classifica delle migliori telecamere per auto del 2019 dove abbiamo inserito i dispositivi più venduti e apprezzati. Proprio grazie ai pareri espressi dagli utenti in merito ai singoli prodotti, abbiamo infatti potuto effettuare una comparazione non solo per quanto riguarda i prezzi ma soprattutto per caratteristiche tecniche ed efficienza, con lo scopo di aiutarvi a prendere una decisione consapevole e informata.

 

Prodotti raccomandati

 

Rearmaster gen-ycam

 

La telecamera proposta da Rearmaster può anche essere definita una “retrocamera” poiché va installata nella parte posteriore dell’automobile per aiutare nelle manovre di parcheggio, incubo dei neopatentati e talvolta anche di chi la patente l’ha già presa da più di qualche anno.

Il dispositivo è il più economico della nostra lista poiché è privo di monitor interno, da acquistare quindi necessariamente a parte per poter ricevere le immagini inviate dalla telecamera. La risoluzione è di 648 x 488 pixel, non particolarmente elevata ma comunque più che adatta alla corretta visualizzazione di ostacoli da evitare.

Per quanto riguarda l’installazione potrete decidere di posizionarla sia in concomitanza della targa sia più in basso, per nasconderla al meglio ed evitare atti di vandalismo.

Il prodotto si rivela efficace e ben costruito, ottimo per tutti gli utenti che vogliono spendere quanto meno possibile per dotare di una retrocamera la propria vettura, facilitando così le manovre in retromarcia e riducendo il rischio di danni alla carrozzeria.

 

Pro

Parcheggio: Gli utenti che hanno difficoltà a effettuare le manovre con la retromarcia potranno godere di un occhio in più che vi fornirà un’ottima visuale della parte posteriore.

Costo: Il prezzo è contenuto, anche perché manca un monitor che va acquistato separatamente. Si rivela comunque un ottimo acquisto per chi vuole risparmiare.

Video: L’output è pari a 648 x 488 pixel, non elevatissimo ma abbastanza definito da mostrare qualsiasi tipo di ostacoli.

 

Contro

Installazione: Dovendo intervenire sulla carrozzeria è necessario rivolgersi al proprio elettrauto di fiducia.

 

 

 

 

Peba D60

 

In seconda posizione troviamo D60 di Peba, una telecamera frontale chiamata spesso anche “dash cam”. Lo scopo di questo prodotto è quello di riprendere tutto ciò che avviene mentre si è in marcia per avere prove video di eventuali incidenti o semplicemente per registrare paesaggi se si sta effettuando un viaggio on the road.

La risoluzione è elevata per un prodotto del genere, parliamo infatti di 1.296 pixel, leggermente superiore al valore Full HD, ovvero 1.080p. Tale dettaglio è di fondamentale importanza poiché permette di distinguere chiaramente conducenti e numeri di targa.

Il sistema G-sensor salva e blocca i file in caso di emergenza, impedendo così alla telecamera di sovrascrivere i file qualora non vengano rilevati urti o incidenti.

I consumatori che vogliono un prodotto che abbia un’ottima qualità video e che non richieda una modifica estrema della vettura per l’installazione, potrebbero trovare D60 adatto alle proprie esigenze.

 

Pro

Definizione: La risoluzione è pari a 1.296 pixel, leggermente superiore al Full HD, per riconoscere immediatamente volti e targhe.

G-sensor: Si tratta di una tecnologia applicata alle dash cam che blocca e salva i file nel momento in cui avviene una frenata troppo brusca o l’auto viene urtata.

Attivazione: La telecamera si accende quando la macchina viene messa in moto e si spegne in concomitanza con essa.

 

Contro

SD: Manca una scheda di memoria nella confezione per poter utilizzare subito il dispositivo, costringendo così a un acquisto separato.

 

 

 

 

Toguard CE680

 

A seguire troviamo un’altra dash cam, proposta in questo caso da Toguard. CE680 è una mini telecamera dalle dimensioni compatte e poco ingombrante che può essere collocata nei pressi dello specchietto retrovisore grazie a una ventosa. La risoluzione dei video è pari a 1.080 pixel, ovvero Full HD, per una corretta visualizzazione delle targhe dei veicoli che si trovano di fronte.

Come la maggior parte delle dash cam è dotata di registrazione continua automatica, con la sovrascrizione dei file più vecchi, e G-sensor per bloccare i file che riprendono un eventuale urto o una frenata eccessivamente brusca.

Nella confezione sono inclusi il kit di montaggio, il caricabatterie per automobile e il relativo cavo USB. Dovrete quindi provvedere all’acquisto di una scheda micro SD da inserire all’interno per poter salvare le registrazioni.

La dash cam di Toguard ha il pregio di avere un costo contenuto, bisogna però considerare la piccola spesa aggiuntiva necessaria per il corretto funzionamento del dispositivo: la scheda microSD.

 

Pro

G-sensor: Tecnologia che evita la sovrascrizione dei file necessari per il riconoscimento di una targa in seguito a una brusca frenata o un incidente.

Dimensioni: Trattandosi di una dash cam molto compatta è estremamente semplice da installare nell’abitacolo senza dare troppo nell’occhio.

Full HD: Ottima risoluzione, pari a 1.080 pixel, per riuscire a distinguere qualsiasi dettaglio venga ripreso dalla dash cam.

 

Contro

Batteria: La durata non è particolarmente elevata, pertanto, se dovete affrontare un lungo viaggio, meglio collegare la telecamera all’accendisigari della vettura.

 

 

 

 

Aukey DR03-BLACK-AD

 

Anche il noto brand Aukey ha sviluppato un prodotto con schermo da 2,7 pollici in grado di registrare video alla risoluzione Full HD. La differenza rispetto ad altri dispositivi qui analizzati è la presenza di una doppia telecamera, una che funge da dash cam, da posizionare nell’abitacolo , e una retrocamera, per facilitare le operazioni di parcheggio e retromarcia.

Come ci si aspetterebbe sono dotate di G-sensor per prevenire la cancellazione automatica programmata dal sistema in caso vi siano delle frenate brusche o incidenti stradali. In caso contrario la modalità loop offrirà una registrazione continua, sovrascrivendo i filmati più vecchi.

Non può essere definita propriamente la migliore telecamera per auto in vendita sul mercato unicamente per il prezzo, decisamente elevato e rivelandosi quindi adatta solo a chi non ha alcun problema di budget.

Chi ha esigenza di controllare sia la parte anteriore sia quella posteriore della vettura, può optare per il prodotto Aukey, efficiente e dotato anche di accessori venduti separatamente per migliorare le prestazioni.

 

Pro

Antenna: Qualora ne abbiate l’esigenza, è possibile acquistare separatamente l’antenna Aukey GM-32 GPS, per dotare il video di localizzazione.

Doppia cam: Nella confezione sono incluse due telecamere, una che funge da retrocamera e una da dash cam, per avere sempre sotto controllo sia la parte posteriore sia quella anteriore.

G-sensor: Grazie a questo sistema non dovrete preoccuparvi della funzione loop che sovrascrive i filmati più vecchi.

 

Contro

Costo: Trattandosi di un set di due telecamere, il prezzo non è dei più bassi. Da prendere in considerazione solo se avete bisogno di entrambe.

 

 

 

 

Blueskysea B1W

 

La telecamera di Blueskysea è una dash cam, da installare quindi in vettura, dotata di una struttura girevole a 360°, per registrare non solo ciò che avviene per strada ma anche momenti divertenti durante viaggi con amici e familiari.

Si tratta a tutti gli effetti di un prodotto social grazie al modulo Wi-Fi incorporato che, tramite l’interazione con HaloCam, scaricabile gratuitamente sia da App Store sia da Google Play, permette di condividere foto e video sulle applicazioni più famose come Facebook, Twitter e Youtube.

Dal punto di vista tecnico, invece, la risoluzione è più che soddisfacente, il classico Full HD, con un obiettivo grandangolare da 150°. Non mancano il loop di registrazione e il sistema G-sensor, imprescindibili su questa tipologia di prodotti.

Qualora foste interessati alla capacità della telecamera di Blueskysea di ruotare a 360° e al suo aspetto social, decisamente originale, potete scoprire dove acquistare il prodotto semplicemente cliccando sul link sottostante.

 

Pro

Wi-Fi: La telecamera è dotata di modulo wireless per collegarsi al vostro smartphone e pubblicare foto e video sui social media.

Grandangolo: L’obiettivo ha una visuale a 150°, unita alla possibilità di ruotarla a 360° per riprendere non solo l’esterno della vettura ma anche chi è dentro l’abitacolo.

Loop: Per non dover cancellare manualmente i file su scheda di memoria, la telecamera sovrascrive automaticamente i file più vecchi.

 

Contro

Istruzioni: Secondo alcuni acquirenti il manuale di istruzioni fornito con la telecamera è poco chiaro e bisogna procedere un po’ per tentativi.

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...