Trucchi e suggerimenti per velocizzare Windows 10 all’avvio

Ultimo aggiornamento: 01.12.21

 

Il sistema operativo fa fatica ad avviarsi? Niente paura, ci sono diversi metodi per velocizzare il caricamento e cominciare a usare il PC.

 

Che si tratti di PC desktop o di tablet con tastiera, il sistema operativo è sempre importantissimo, in quanto ci permette di gestire tutti i programmi e le funzionalità base del dispositivo. Il più famoso e usato al mondo è Windows 10 di Microsoft che nonostante i diversi dubbi al suo rilascio, si è dimostrato un sistema operativo stabile e preciso. 

Il sistema operativo Windows 10 è ottimo per lo svago, grazie al supporto delle DirectX 12 per i videogiochi, in grado di sbloccare opzioni grafiche di ultima generazione come il Ray Tracing. Allo stesso modo, Windows 10 viene largamente usato dalle aziende, in quanto il pacchetto Office si rivela ancora più funzionale delle versioni precedenti, consentendo di salvare i file su cloud e di avvalersi di una serie di opzioni innovative per il lavoro in ufficio e per lo smart working. 

Il sistema operativo Windows 10 con pacchetto Office occupa su hard disk 55 gigabyte, una quantità di spazio ormai nella media, se pensiamo che alcuni programmi di grafica o videogame di ultima generazione superano addirittura i 100 GB. Questo però non vuol dire che Windows 10 sia proprio ‘leggero’ per il processore e per l’hard disk, infatti spesso capita di dover affrontare lunghi caricamenti all’avvio. Scopriamo come risolvere questo problema e velocizzare Windows 10.

Programmi all’avvio

Uno dei principali motivi di rallentamento nel caricamento del sistema operativo sono i programmi all’avvio di Windows 10. Questi programmi una volta installati vengono automaticamente impostati per essere lanciati all’avvio di Windows 10, cosa che ovviamente va a pesare sul lavoro del processore e del disco rigido, anche sui PC più potenti. Per scoprire quali sono, non dovrete fare altro che aprire la finestra di Gestione Attività e cliccando sulla scheda ‘Avvio’. 

Qui potrete vedere tutti i programmi che vengono avviati automaticamente e potrete selezionare quelli superflui, impedendo di avviarsi e di conseguenza alleviando il carico del PC e di Windows 10. Una volta avviata la selezione, potrete riavviare il PC e verificare se Windows 10 ci mette di meno a caricare. 

 

Desktop intasato

Quante icone avete sul desktop? Tutti tendiamo a riempire la schermata principale di scorciatoie, icone e cartelle, al punto da non riuscire più a vedere il bellissimo sfondo che abbiamo accuratamente selezionato tra mille immagini e fotografie. Ebbene si, il desktop può influire sul caricamento di Windows 10, specialmente nei PC datati o di fascia media. Ogni tanto fare un po’ di pulizia del desktop può aiutare il nostro povero PC a caricare più velocemente il sistema operativo, inoltre potrete finalmente tornare a vedere il vostro desktop per intero! 

 

Antivirus

Sul PC di lavoro è abbastanza importante avere un buon antivirus funzionante, specialmente se dovete gestire dei documenti sensibili. Ultimamente si tende a prediligere il salvataggio dei file su Cloud, ma può sempre capitare di dover tenere dei file in memoria per poter lavorare più agevolmente.

Gli Antivirus però sono tra quei programmi che più influiscono sull’avvio di Windows, quindi se usate il vostro PC prevalentemente per il gaming o per navigare, potete considerare di scaricare e installare un Antivirus leggero o addirittura avvalervi di quello integrato di Windows 10, ovvero Windows Defender che negli anni è diventato sempre più sicuro ed affidabile. Usando solo il Windows Defender senza altri antivirus potrete ottimizzare il PC, tenendolo comunque al sicuro da eventuali virus. 

 

Formattare

Questa parola solitamente risuona come una minaccia nelle orecchie degli utenti PC. Il formattone riparatore consiste nel eliminare qualsiasi file dal proprio Hard Disk, compreso il sistema operativo e tutti i file di sistema. Si tratta di una sorta di reboot completo che in teoria andrebbe fatto almeno una volta all’anno, ma che ovviamente nessuno si prende la briga di fare, almeno fin quando tutto funziona correttamente. 

Se però notate che Windows 10 è lentissimo, così come tutti gli altri programmi che avviate, allora probabilmente dovrete munirvi di un po’ di pazienza (e di coraggio) per formattare il vostro PC. Windows 10 ha diverse opzioni per facilitare la procedura, ricordatevi sempre di fare un backup delle cartelle e dei file usando una periferica di archiviazione esterna o magari sul Cloud. Dopo la formattazione il sistema operativo si avvierà più velocemente. Sul web potete trovare tantissime guide su come formattare Windows 10 per aumentare le prestazioni del PC. 

 

SSD 

Se i vari tentativi di velocizzare l’avvio del sistema operativo non vanno a buon fine, allora l’ultima spiaggia è provare a sostituire il vostro vecchio disco rigido con una memoria a stato solido (Solid State Drive). Questi nuovi dispositivi di archiviazione stanno praticamente sostituendo i dischi rigidi, in quanto si tratta di memorie senza parti meccaniche, in grado di arrivare a velocità elevatissime di lettura e scrittura. 

Cambiando il vostro hard disk con un SSD noterete subito la differenza, in quanto potrete velocizzare il PC non solo nel caricamento di Windows 10, ma anche con altri programmi come il browser per la navigazione, quelli del pacchetto Office e i videogiochi. Gli svantaggi stanno nel prezzo degli SSD, specialmente se comparato allo spazio libero disponibile, inoltre dovrete reinstallare Windows 10 quindi sarà necessario procurarsi il codice seriale.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI