I 5 Migliori Home Theatre del 2022

Ultimo aggiornamento: 21.05.22

 

Home Theatre – Opinioni, Analisi e Guida all’Acquisto

 

Guardare film e serie TV come se foste al cinema è possibile grazie a un impianto home theatre, che migliori il suono. Considerate i modelli presenti in commercio, che possono avere un prezzo concorrenziale oppure costringervi a una spesa importante: qual è quello più adatto alle vostre esigenze? Le dimensioni sono determinanti per garantire il minimo ingombro all’interno di una stanza piccola. La nostra guida può fornirvi dei suggerimenti per aiutarvi a prendere la giusta decisione. Datele un’occhiata e, intanto, considerate anche quali sono i prodotti che ci hanno convinto maggiormente. Logitech Z607 ci ha convinti per il suo ottimo rapporto qualità-prezzo e per la possibilità di sfruttare il Bluetooth per la connessione con i dispositivi. In alternativa vi consigliamo lo Yamaha NSP41, un impianto progettato proprio per soddisfare gli amanti del cinema grazie al suo suono surround di alto livello.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 5 Migliori Home Theatre – Classifica 2022

 

Se siete alla ricerca degli home theatre migliori in vendita sul mercato, vi invitiamo a leggere la nostra guida che vi aiuterà a selezionare il prodotto più adatto alle vostre esigenze. Abbiamo analizzato le offerte più interessanti in seguito all’analisi dei commenti degli acquirenti, evidenziando in tal modo pro e contro di ogni dispositivo per creare una lista dalla quale poter scegliere autonomamente.

 

Home Theatre Wireless

 

1. Logitech Z607 Sistema di Altoparlanti Wireless Bluetooth 5.1

 

Uno degli impianti Home Theatre venduti online più apprezzati per rapporto qualità-prezzo, il Logitech è un buon modo per potenziare l’audio del televisore senza spendere troppo. Si presenta con cinque speaker e un subwoofer dotati di Bluetooth per una connessione rapida e senza fili con i vari dispositivi fino a 15 metri. 

Le casse e il subwoofer sono di dimensioni compatte, ideali se volete sistemare l’impianto in un salotto o una stanza di pochi metri quadri. Per quanto riguarda la qualità audio, il prodotto si comporta abbastanza bene, specialmente considerando il suo prezzo. Chiaramente non c’è da aspettarsi lo stesso livello di impianti Home Theatre ben più costosi, ma con i suoi 160 watt di potenza, il Logitech può dare comunque molte soddisfazioni con una buona equalizzazione tra medi e bassi, specialmente a volumi sostenuti. Non manca il telecomando per poter controllare le varie funzioni a distanza. 

 

Pro

Prezzo: Tra i più venduti per costo basso, il Logitech è una soluzione conveniente che vi permette di risparmiare e potenziare l’audio del vostro televisore. 

Pratico: Le dimensioni compatte delle casse e del subwoofer consentono di sistemare e configurare l’Home Theatre anche in un salotto o una stanza di pochi metri quadri.

Bluetooth: Permette di collegare diversi dispositivi per la riproduzione audio senza l’utilizzo di cavi. 

Telecomando: Comodo e pratico per controllare funzioni come volume e riproduzione a distanza.

 

Contro

Suono: Sebbene si attesti su buoni livelli per la sua fascia di prezzo, l’impianto risulta convincente solo a volumi medi o alti. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Home Theatre 5.1

 

2. Yamaha NSP41 – Set di Altoparlanti Homecinema 5.1

 

Nella comparazione tra i vari impianti Home Theatre 5.1, i prodotti Yamaha saltano subito all’occhio per la loro elevata qualità e spesso anche per i prezzi elevati. Nel caso del NSP41 ci troviamo davanti ad un prodotto non troppo costoso, capace di soddisfare con il suo suono di ottimo livello. 

Se da una parte pecca un po’ per quanto riguarda le funzioni, dall’altra presenta una qualità audio sbalorditiva, garantita dai diffusori e dalla tecnologia Advanced YST II. Questa tecnologia in particolare va a migliorare il bilanciamento tra le frequenze dell’impianto, per un controllo migliore delle frequenze da parte dei diffusori e del subwoofer.

Il design del modello si adatta a qualsiasi ambiente, sebbene le dimensioni delle casse non siano proprio ridotte, cosa che rende l’impianto poco adatto per una stanza di pochi metri quadri. Se non sapete dove acquistare il prodotto nuovo, cliccate sul link qui di seguito che vi porterà alla pagina del negozio online. 

 

Pro

Qualità-prezzo: L’Home Theatre 5.1 viene venduto a prezzi bassi, garantendo la qualità Yamaha per quanto riguarda componenti e qualità audio.

Suono: I diffusori NS-P41 e il subwoofer permettono di avvalersi di un suono tridimensionale di alto livello, con le frequenze bilanciate e controllate dalla tecnologia Advanced YST II. 

Versatili: L’impianto è perfetto sia per l’audio dei film sia per quello dei videogiochi, inoltre si comporta bene anche sulla musica. 

Design: Sobrio ed elegante, va bene per qualsiasi arredamento. 

 

Contro

Dimensioni: Non è proprio l’impianto più pratico sul mercato. Le misure delle casse e specialmente del subwoofer lo rendono molto ingombrante.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Home Theatre Bose

 

3. Bose Sistema Multimediale di Diffusori Companion 50

 

Un sistema multimediale firmato Bose e dotato di diffusori Companion 50 in grado di offrire un’esperienza di ascolto ad alte prestazioni. La qualità audio risulta di altissimo livello grazie all’ampio fronte sonoro che riproduce tutta l’intensità della musica, sia per le canzoni sia nei film o nei giochi che amate. La potenza del suono è sorprendente e si può paragonare a quella di un sistema in surround con un numero maggiore di diffusori. Bassi dettagliati e profondi combinati a un suono cristallino sono altre caratteristiche positive del prodotto.

Per collegare il sistema al PC, al televisore o alla vostra console basta utilizzare l’entrata jack in dotazione. L’utilizzo è semplice e intuitivo grazie all’unità di controllo all-in-one per regolare il volume e attivare o disattivare le altre funzioni.

Inoltre, per evitare sprechi di energia il lettore multimediale è dotato della modalità di risparmio che entra in funzione automaticamente dopo circa mezz’ora di inattività.

 

Pro

Design: Questo sistema multimediale spicca per la sua estetica moderna ed elegante che al suo interno nasconde funzioni tecnologiche per garantire una  piacevole esperienza di ascolto.

Tecnologia: Convince la presenza di un’unità di controllo all-in-one con comandi per alzare o abbassare il volume, funzione mute e tanto altro.

Qualità del suono: Un’altra caratteristica positiva del prodotto riguarda la qualità audio. Il sistema offre un’esperienza di ascolto per i veri amanti della musica, con bassi profondi e un suono cristallino che accontenta anche i più esigenti.

 

Contro

Prezzo: Non si tratta di un prodotto accessibile a chi ha un budget ristretto. Detto ciò sulla qualità del suono non c’è da discutere.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Home Theatre Sony

 

4. Sony HT-S40R – Sistema Home Cinema 5.1 Soundbar + Subwoofer + 2 Speaker

 

Se non sapete quale Home Theatre comprare e state cercando una soluzione pratica ed economica, allora potete dare un’occhiata a questo modello. L’Home Theatre Sony a 5.1 canali presenta una soundbar da sistemare sotto il televisore, due speaker separati e un subwoofer dal design compatto. 

Più economico rispetto ad altri modelli, ha riscosso numerosi pareri positivi grazie al suo suono ben bilanciato tra i vari canali e alle frequenze equilibrate. Il prodotto si rivela particolarmente adatto per attivare l’audio surround con film, serie TV e videogiochi, ma si può usare anche per ascoltare musica grazie alla connessione Bluetooth. Si fa apprezzare anche per la sua facilità d’uso, infatti potrete collegare e configurare le casse rapidamente. Il suo unico neo sta nella bassa potenza, che lo rende poco adatto per un ambiente di grandi dimensioni, specialmente se viene impostato a volumi alti. 

 

Pro

Economico: L’Home Theatre Sony si presenta con un prezzo molto conveniente, specialmente se confrontato con quello di altri modelli simili sul mercato.

Suono: Ben bilanciato grazie ai due speaker separati e al subwoofer che forniscono un bilanciamento adeguato tra le varie frequenze. 

Pratico: Potrete sistemare la soundbar sotto il televisore, inoltre le casse e il subwoofer sono abbastanza compatti. La configurazione dell’impianto è molto semplice, quindi potrete effettuarla anche se siete alle prime armi. 

 

Contro

Poco potente: Non riesce a sostenere volumi molto alti senza che si verifichino fastidiose distorsioni, specialmente per i bassi. Si rivela quindi poco adatto per ambienti molto ampi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Home Theatre Gaming

 

5. Trust Tytan Gaming GXT 658 Sistema Set di Altoparlanti Surround 5.1

 

I giochi moderni ormai sono in grado di far impallidire anche le migliori produzioni cinematografiche di Hollywood, sia per spettacolo visivo, sia per gli effetti e la colonna sonora. Ma come scegliere un buon Home Theatre gaming? In effetti non tutti i prodotti si adattano a questa esigenza, per questo vi proponiamo il modello Trust. 

Si presenta con cinque speaker e un subwoofer con un design accattivante, inoltre le dimensioni compatte vi permettono di sistemarlo in una stanza di pochi metri quadri. Per un impianto della sua fascia di prezzo si comporta molto bene a livello audio, chiaramente però non potete aspettarvi le stesse prestazioni di modelli più costosi. Il suono e le frequenze sono ben ripartite tra i canali, inoltre i bassi vengono gestiti dal subwoofer. 

Su volumi medi e bassi fa il suo lavoro, quindi è adatto ad ambienti di pochi metri quadri. Sul lato compatibilità non possiamo dirci soddisfatti, in quanto oltre al PC l’impianto Trust funziona solo con console datate, vechchie di due generazioni: Playstation 3 e Xbox 360. 

 

Pro

Qualità-prezzo: Un buon impianto Home Theatre da gaming venduto ad un prezzo interessante, ideale per immergervi totalmente nei vostri giochi su PC. 

Compatto: Le dimensioni compatte delle casse e del subwoofer vi permettono di sistemare l’impianto in una stanza di pochi metri quadri senza occupare troppo spazio.

Pratico: Si configura e si installa facilmente, inoltre dispone di un sistema di gestione intelligente dell’energia per consumi ridotti. 

 

Contro

Compatibilità: Sul lato console si rivela un filo obsoleto, in quanto non si può usare con Playstation 4, Playstation 5, Xbox One ed Xbox Scarlett. 

Suono: Di buon livello, ma solo sui volumi bassi mentre alzando il livello si nota qualche problema. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Accessori

 

Amplificatore home theatre

 

Denon AVR-S650H – Ricevitore AV a 5.2 canali 

 

L’amplificatore Home Theatre di Denon si presenta con un prezzo abbastanza alto, quindi consigliato solo se avete un buon budget. Il costo è ripagato dalla qualità dei componenti di alto livello che permettono all’amplificatore di gestire il suono dei diversi canali di un Home Theatre con ottimi risultati. I codec Dolby Atmos e DTS:X garantiscono un audio surround superlativo, ideale per la visione di film, serie TV e per giocare ai vostri videogiochi preferiti. 

Il modello presenta sette livelli finali, quindi sarà possibile collegare due altoparlanti aggiuntivi, per una potenza totale di 180 watt per canale. La compatibilità elevata vi consente di usare il sintoamplificatore anche con sorgenti 4K Ultra HD e HDR, ideale quindi per televisori moderni. Buone anche le funzioni, tra le quali troviamo anche diversi preset per l’audio di videogame, film e musica.

 

Pro

Qualità elevata: Il Denon assicura un suono di alto livello con diversi impianti Home Theatre 5.1, mettendo a disposizione codec Dolby Atmos e DTS:X per un surround fedele a quello del cinema. 

Versatile: I vari preset permettono di impostare automaticamente la migliore configurazione per film, musica e videogiochi. Potrete anche sfruttare i due ingressi aggiuntivi per collegare altre due casse. 

Compatibile: Si può usare anche con sorgenti 4K e HDR, ideale quindi per console di gioco di ultima generazione, lettori Blu-ray e televisori moderni. 

 

Contro

Costoso: Il prezzo elevato del prodotto non gioca a suo favore, specialmente se state cercando un amplificatore economico per il vostro Home Theatre.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere i migliori home theatre?

 

Scegliere il miglior home theatre richiede uno studio attento e preciso, non solo delle caratteristiche dei singoli dispositivi ma anche dello spazio che potrete dedicare al sistema. Prima di avventurarvi dunque tra prezzi, offerte e dettagli di vario tipo, chiedetevi quante casse potrete installare in casa vostra.

 

 

Canali e casse

Solitamente, gli impianti home theatre basilari hanno una configurazione 5.1, che indica precisamente una capacità di collegamento di 5 diffusori e 1 subwoofer. Dunque, qualora aveste intenzione di optare per questo schema, assicuratevi di avere lo spazio necessario in salotto o nella camera prescelta per l’installazione.

Non potrete infatti posizionare i diffusori a caso o nel modo a voi più comodo ma, per avere un suono ottimale, bisogna tener conto della disposizione della stanza e cercare di disporre tre altoparlanti in una zona frontale rispetto allo spettatore e altri due alle spalle, garantendo così una tridimensionalità del suono che vi permetterà di godere di musica e film come se foste al cinema o a un concerto.

Per gli utenti che hanno poco spazio, è possibile optare anche per impianti più compatti, con configurazione 2.1, in questo caso, però, il subwoofer è essenziale e non può essere omesso se desiderate un suono avvolgente.

 

Potenza

Oltre al numero di casse e la loro qualità, dovrete valutare la potenza massima di ogni canale del vostro amplificatore. Il valore da tenere d’occhio per capire questo dettaglio sono i “watt”. Maggiore sarà il numero e più potente sarà il suono. Attenzione però poiché troverete due diciture: watt e watt RMS.

Il secondo valore è solitamente più basso ma indica la reale potenza del dispositivo poiché sono i watt erogati senza alcuna distorsione. Se non riuscite a evidenziare il valore RMS dalla scheda tecnica del prodotto che vi interessa, e non vi sono commenti da parte di altri acquirenti, ricordate di dimezzare i watt indicati per avere un valore realistico.

 

Tecnologia Home Cinema

Grazie ai moderni TV compatti, è possibile installare in casa un dispositivo che abbia uno schermo ben più grande rispetto a quelli utilizzati in passato. Con una qualità delle immagini in continua evoluzione e miglioramento il comparto audio non può essere lasciato indietro. Chi non si accontenta di una semplice soundbar, quindi, potrebbe desiderare un amplificatore che sia dotato delle migliori tecnologie per l’ascolto dei propri film preferiti.

Le tecnologie che dovrete considerare in questo caso, assicurandovi che siano presenti le diciture nella scheda tecnica, sono legate al Dolby come Vision, Cinema, Master e il più recente Atmos, in grado di supportare fino a 128 oggetti sonori, ognuno con uno spazio tridimensionale ben definito per un coinvolgimento totale dello spettatore.

 

Wireless

L’installazione di un home theatre preoccupa spesso i consumatori che non vogliono modificare radicalmente l’appartamento in cui vivono. Talvolta, per il corretto collegamento dei cavi, è necessario infatti creare uno schema ben preciso e lavorare in modo da garantire che tutti i singoli dispositivi riescano a raggiungere l’amplificatore senza intralciare chi abita in casa.

Per evitare questo passaggio difficoltoso e decisamente noioso potrete optare per un impianto home theatre completamente wireless. Grazie alla tecnologia Bluetooth e la possibilità di agganciarsi al Wi-Fi casalingo, molti dispositivi odierni non vi richiederanno alcuna connessione cablata, semplificandovi la vita e l’installazione.

Il prezzo potrebbe essere leggermente più alto rispetto a diffusori e amplificatori che sfruttano ancora le connessioni via cavo ma se non avete alcun problema di budget potrebbe essere la scelta migliore.

 

 

Assistenti vocali

Dagli smartphone a tablet e TV, fino ad arrivare alla casa, tutto nella nostra società sta divenendo “smart” e non potevano essere esclusi, naturalmente, i dispositivi di riproduzione audio.

Se in casa avete uno dei nuovi prodotti Amazon che sfruttano l’assistente vocale Alexa, potreste desiderare un sintoamplificatore che riesca a interagire con essi per la riproduzione delle vostre tracce musicali preferite. Nella lista dei prodotti che abbiamo analizzato vi sono delle offerte che potrebbe rivelarsi interessanti e adatte alle vostre esigenze, non dimenticate dunque di leggere con attenzione le nostre recensioni per poter scegliere il miglior impianto home theatre del 2022.

 

 

 

Domande frequenti

 

Home theatre senza fili, come funziona?

L’impianto home theatre non deve necessariamente essere cablato per poter essere potente e funzionale. Sono infatti disponibili sul mercato numerosi prodotti senza fili che oltre a garantire una semplice installazione si rivelano anche molto immediati da usare.

Il loro funzionamento è infatti legato all’uso del bluetooth o della connessione wi-fi casalinga, che permette loro di interagire con altoparlanti, subwoofer e dispositivi smart per la corretta riproduzione dei contenuti audio. Se non sapete come disporre un home theatre 5.1 vi invitiamo a leggere la sezione precedente per avere maggiori informazioni a riguardo.

 

Come collegare un home theatre alla TV Samsung?

Se avete un TV Samsung e non sapete come collegare il vostro impianto home theatre, è importante sapere che tutto ciò di cui avrete bisogno è un cavo HDMI, la scelta ideale per garantire un audio di qualità. Assicuratevi prima di avere l’impianto pronto, con tutte le casse ed eventuali subwoofer collegati all’amplificatore. Ciò che dovrete fare è usare il cavo HDMI, collegandolo da un capo al TV e l’altro all’impianto home theatre. Ora selezionate la funzione AUX per godervi i programmi TV al meglio.

 

Come collegare un home theatre alla TV LG?

Con TV LG, il collegamento a un impianto home theatre è disponibile tramite due opzioni: se il televisore e il dispositivo audio supportano l’ARC (Audio Return Channel) dovrete inserire un cavo HDMI ad alta velocità nella prima porta HDMI del TV e l’altro capo nella porta HDMI ARC sul dispositivo audio; se invece non vi è il supporto all’ARC, dovrete optare per un cavo audio ottico in grado di trasmettere il suono dal televisore all’impianto tramite impulsi luminosi (è importante in questo caso non piegare il cavo o potrebbe non funzionare correttamente).

In caso sfruttiate la porta Optical Digital Out potreste dover sollevare una piccola copertura a molla o rimuovere un tappino di plastica.

 

Come collegare un home theatre alla TV Sony Bravia?

Gli utenti che dispongono di un TV Sony Bravia non devono disperare poiché anche per loro è possibile collegare un impianto home theatre in modo semplice e veloce per godere di un audio ottimale durante la visione di programmi TV e contenuti multimediali. In questo caso avrete a disposizione tre opzioni: collegamento tramite porta HDMI contrassegnata dalla sigla ARC, acronimo che sta per Audio Return Channel, uscita digitale ottica e uscita analogica.

Il nostro consiglio è, se possibile, optare per la porta HDMI poiché si tratta del collegamento più efficiente. Per chi non avesse però un home theatre compatibile è possibile sfruttare la porta digitale ottica, facendo attenzione a non piegare il cavo poiché la trasmissione avviene tramite impulsi luminosi.

 

Come collegare un home theatre alla TV Philips?

Per collegare un dispositivo esterno al proprio TV del brand Philips bisogna innanzitutto verificare i collegamenti dei cavi disponibili. Per ottenere la migliore qualità video e audio è consigliato avvalersi del cavo HDMI. Qualora non fosse possibile usufruire di tale slot potrete decidere di optare per la porta digitale ottica, solitamente dalla forma squadrata e coperta da un piccolo cappuccio in plastica.

Dopo aver inserito i cavi sia nel TV sia nel dispositivo esterno potrete accenderli entrambi e sul TV selezionare la sorgente corretta (HDMI o digital optic). Con questi pochi passaggi avrete collegato il vostro home theatre al TV.

 

 

 

Come usare un home theatre

 

Come si collega l’home theatre alla TV

Per iniziare a usare il vostro home theatre per la visione di film, serie o l’ascolto di musica direttamente dal televisore dovrete necessariamente collegarlo al TV. Questo collegamento non è difficile e può essere effettuato in svariati modi ma due sono quelli principali che analizzeremo: HDMI e porta ottica digitale.

 

 

La connessione HDMI è la più semplice e veloce, tutto ciò che dovrete fare è collegare l’amplificatore al TV usando l’apposito cavo, avendo cura di scegliere porte HDMI ARC (Audio Return Channel) quando disponibile. Per l’altra soluzione bisogna prestare un po’ di attenzione durante l’installazione del cavo. La porta digitale ottica, infatti, per inviare il segnale audio all’amplificatore utilizza impulsi luminosi. È molto importante quindi non aggrovigliare o piegare il cavo per permettere al segnale di viaggiare senza intoppi.

 

Come montare un home theatre

Montare e capire come posizionare un home theatre soddisfacente in salotto o nella propria stanza per la visione dei contenuti multimediali al meglio potrebbe sembrare un’impresa complessa, che solo un vero e proprio tecnico del suono potrebbe realizzare. In realtà non è così e con un po’ di buon senso e qualche prova di ascolto si possono raggiungere configurazioni molto soddisfacenti.

Ciò che bisogna tenere a mente durante l’installazione di amplificatori e subwoofer è la posizione dell’ascoltatore/spettatore. Partendo da questo punto dovrete posizionare tre casse di fronte e due alle spalle, cercando di installare il subwoofer in una zona centrale piuttosto che in un angolo. Iniziando da questo setup potrete poi spostare i singoli elementi durante l’ascolto di un brano per perfezionare il posizionamento.

 

Come costruire un impianto home theatre

Se vi state chiedendo invece come realizzare un impianto home theatre e non sapete quali siano i componenti principali da scegliere, vi invitiamo a continuare nella lettura per scoprirli.

Il primo dispositivo è sicuramente il TV, se amate godervi film e sport dovrete puntare su un televisore in grado di restituire immagini a una risoluzione elevata, non può dunque mancare anche un lettore Blu-Ray, qualora siate collezionisti che hanno tutti i propri titoli preferiti su disco.

 

 

Coperto l’aspetto video si può passare a quello audio dove la scelta è più ampia per i singoli componenti, potrete infatti decidere di optare per un sistema Hi-Fi completamente wireless, per evitare di avere l’ingombro dei cavi, o cablato per risparmiare qualcosa. In base ai canali gestiti dall’amplificatore che sceglierete, dovrete poi selezionare il numero di casse e subwoofer da posizionare nella stanza (per esempio un amplificatore con 5.1 canali potrà gestire cinque casse e un subwoofer mentre a un 7.1 potrete collegare ben sette casse per gli alti e un subwoofer).

L’alternativa economica è rappresentata dalla soundbar, molto semplice da posizionare e installare anche per chi ha poco spazio, tuttavia il risultato, qualitativamente parlando, non è paragonabile a quello di un vero e proprio impianto.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Bose Acoustimass 6 V

 

Concludiamo i nostri consigli su come scegliere un buon home theatre con quello di Bose, composto da cinque casse, in grado di migliorare il suono, già di tipo 5.1. Le dimensioni non sono troppo importanti, per cui il prodotto non creerà un ingombro eccessivo nella stanza.

Bella l’estetica di un modello disponibile nei colori nero e bianco, le cui impostazioni possono essere facilmente regolate. Valida la qualità audio, soprattutto dei bassi, che sono solitamente un punto debole in parecchi sistemi del genere.

Qualche utente non ha trovato le staffe per montare i diffusori, per cui ha dovuto acquistarle a parte, e questo è un punto debole importante visto il costo molto alto dell’impianto.

 

Pro

Completo: Il prodotto è completo di cinque diffusori, che sono in grado di rendere l’audio molto piacevole, anche per quanto concerne i bassi, ben udibili.

Dimensioni: Il fatto che gli elementi abbiano una forma slim, permette di collocarli anche in poco spazio, visto che non ingombrano.

Estetica: Non guasta una certa bellezza dell’impianto, che può essere facilmente integrato in qualsiasi arredamento.

 

Contro 

Staffe: Non tutti le hanno reperite all’interno della scatola, per cui c’è chi ha dovuto acquistarle a parte e questa spesa si aggiunge alla cifra già consistente da spendere per il prodotto.

 

 

Samsung HW-K450

 

Per molti utenti il miglior home theatre del 2022 è senza dubbio alcuno quello di Samsung, sia per le sue funzioni, sia per la possibilità di scegliere la potenza di uscita tra 220, 300 e 500 watt a un prezzo molto concorrenziale.

I vantaggi principali sono l’assenza di cavi, che permette di collegare il sistema ancora più facilmente al televisore, e la gestione tramite Bluetooth, che garantisce di accendere e spegnere il prodotto comodamente anche dal cellulare.

Buona la qualità audio, che però non brilla per prestazioni superiori che, probabilmente, non è lecito attendersi da un apparecchio in questa fascia di prezzo.

 

Pro

Disponibilità: Potrete scegliere uno tra i modelli presenti in commercio, tra quelli con potenza in uscita da 220, 300 e 500 watt, per contenere ancora di più le spese.

Wireless: L’assenza di cavi da collegare, permette non solo di avere un angolo più pulito in casa, ma anche di installare il sistema in poco tempo.

Bluetooth: Grazie a questa funzione sarà possibile controllare tutte le funzioni tramite il cellulare, senza che ci sia la necessità di utilizzare un telecomando.

 

Contro

Qualità audio: Si tratta di un fattore considerato sufficiente ma non eccezionale da chi si aspettava di più da questa soundbar.

 

 

Samsung HT-J4500 Sistema Home Audio

 

Quello di Samsung appare un home theatre completo e potente, che ha conquistato i pareri positivi di parecchi utenti. Potrete infatti controllarne le funzioni tramite il cellulare, visto che può contare sul Bluetooth per rendere più facile e rapido impostarlo.

La potenza in uscita è di 500 watt, per cui potrete contare su uno standard maggiore del 2.1. Visto questo aspetto, il prezzo la fa apparire una delle offerte più appetibili del web, anche perché supporta più decodifiche audio, come il Dolby Digital, il Dolby Digital Plus e persino il DTS-HD Master Audio.

Non tutti sono però soddisfatti dalla lunghezza dei cavi inclusi e neppure dalla qualità degli effetti sonori, che non raggiungono le vette più alte.

 

Pro

Bluetooth: Potrete controllare funzioni e impostazioni di questo sistema audio comodamente anche tramite il cellulare, visto che supporta il Bluetooth.

Decodifiche audio: Quelle supportate sono varie, dal classico Dolby Digital, al Dolby Digital Plus e fino a quelle più recenti, come il DTS-HD Master Audio.

 

Contro

Cavi: La lunghezza di queste componenti non soddisfa molto gli utenti che hanno intenzione di installare il prodotto un po’ più lontano dal proprio televisore.

Qualità audio: Non è delle migliori, per cui ci si deve orientare su un altro prodotto se ci si aspetta una qualità più alta.

 

Portare l’audio del cinema a casa propria è un sogno che può diventare realtà, grazie a dispositivi sempre più performanti

 

Difficile resistere alla tentazione di portare l’esperienza del Dolby Surround nella propria casa, specialmente per gli amanti del cinema. Per accontentare questa richiesta di mercato sempre più in voga tra i consumatori con l’arrivo dei nuovi televisori 4K, diverse marche si sono lanciate nella produzione di sistemi Home Theater. D’altronde, sebbene gli schermi Ultra HD arrivino ad una qualità d’immagine straordinaria, lo stesso non si può dire dell’audio delle casse integrate.

Un audio di bassa qualità inficia la visione di un film altamente spettacolare o il ‘gameplay’ di un videogioco moderno, per questo sono molte le soluzioni proposte sul mercato per dotare il proprio salotto di un buon set di casse.

Prima di acquistare un Home Theater però è bene valutare le proprie esigenze, al fine di fare un buon investimento e non sprecare i propri risparmi. Altro fattore molto importante è lo spazio a disposizione, dato che le casse andranno collocate in diversi punti della stanza per poter creare il cosiddetto effetto surround. Questo punto vale specialmente per gli impianti Home Theater 5.1.

 

Casse

Come si può intuire dal nome, i modelli 5.1 consistono di cinque casse e un subwoofer. Le casse si dovranno collegare all’amplificatore per la decodifica dei segnali Dolby DIgital o DTS della sorgente. Questa può essere sia un lettore DVD, Blu-Ray, il vostro televisore o addirittura una console di gioco. Si dovranno quindi effettuare un po’ di collegamenti e magari insonorizzare la stanza nel caso si viva in un condominio. D’altronde non potete aspettarvi di sfruttare il massimo del surround a volumi troppo bassi, ma neanche incorrere nelle giustificate ire del vicinato.

Se vi state chiedendo a cosa serve il subwoofer, dovete sapere che questo dispositivo si occupa dell’amplificazione delle basse frequenze rendendole più rotonde e precise. Posizionate gli speaker nella stanza, contando che due dovranno essere posti dietro lo spettatore e tre davanti, poi fate qualche tentativo per controllare che tutto funzioni a dovere e che la resa audio sia soddisfacente.

 

Potenza

Abbiamo parlato di volume e magari vi state chiedendo quanta potenza deve avere un buon impianto Home Theater per una qualità audio ottimale. Qui occorre fare una distinzione tra watt RMS e PMPO.

I primi indicano la potenza massima che il sistema può raggiungere senza distorsioni, riproducendo un audio pulito. Superata questo wattaggio si inizierà a perdere nitidezza, quindi è sempre bene non superare il volume massimo. I watt PMPO sono il limite ancora più elevato, ovvero quello che se superato rischia di danneggiare irreparabilmente l’impianto.

La potenza è quindi attribuibile a questi due valori. Cercate di scegliere un Home Theater potente, ma senza esagerare soprattutto se non avete modo di insonorizzare l’ambiente.

 

Cavi

Spendiamo qualche parola sulla qualità dei cavi che più saranno di buona fattura e più il segnale verrà trasmesso alla sorgente con risultati ottimali. Un buon cavo può aumentare la velocità della trasmissione e la qualità complessiva, limitando la perdita di dati audio. Contate che spesso i cavi in dotazione delle ditte produttrici non sono proprio il massimo, quindi è sempre bene sostituirli.

 

Yamaha YHT-1840

Yamaha è una ditta che nel campo delle tecnologie audio non ha bisogno di presentazioni, soprattutto per la sua abilità nel produrre dispositivi con un buon rapporto qualità-prezzo. Il suo nuovo sistema Home Theater 5.1 si presenta con un subwoofer di altissima qualità che consente di riprodurre bassi fedeli, rotondi e senza alcuna distorsione.

A differenza di molti altri prodotti sul mercato, sarà possibile controllare con precisione il volume dei bassi, per adattarli a diverse situazioni o esigenze. Oltre al subwoofer ci saranno cinque diffusori e un sintoamplificatore che dispone di ben 100 watt per canale.

 

Sony BDV – E2100

Come non includere in questa guida un prodotto del brand Sony? Viene venduto ad un prezzo molto interessante e si presenta con la qualità garantita dalla famosa ditta nipponica. Se possedete un televisore Sony o una console di gioco PS4\PS4 Pro allora questo impianto è proprio quello che fa per voi.

Dispone di connettività Blu-Ray, connessione WI-Fi e diverse funzioni per Blu-Ray 3D. Non manca la porta USB che consente di vedere e ascoltare contenuti multimediali su chiavette, hard disk esterni e altri dispositivi. I consumatori si sono detti soddisfatti anche dei materiali resistenti e della potenza erogata che arriva fino a 1.000 watt.

 

Logitech Z906

Logitech è una marca di riferimento per quanto riguarda periferiche per PC e per il gaming. Questo impianto Home Theater infatti è stato studiato proprio per amplificare al meglio l’audio dei vostri videogiochi preferiti. Il prodotto consiste di cinque altoparlanti con potenza di 500 watt e un subwoofer da 165 watt e si distingue per le sue dimensioni compatte che consentono di collocarlo facilmente nella stanza senza ingombrare troppo spazio.

Non aspettatevi la qualità espressa da un Home Theater di fascia medio-alta, ma d’altronde a questo prezzo non si può chiedere di più. Consigliato soprattutto a utenti PC che cercano un prodotto da sistemare in una piccola stanza.

 

Samsung HT-J5550W

Disponete di molto spazio in casa e non sapete proprio come fare ad occuparlo? Bene, allora date un’occhiata a questo sistema Home Theater 5.1 di Samsung, dotato di speaker a torre di elevata qualità che non mancheranno di farsi notare nel vostro salotto.

La fascia di prezzo è molto alta, ma d’altronde lo stesso si può dire della qualità di suono espressa dai 1.000 watt di potenza complessivi del prodotto. Se ci tenete anche all’estetica non verrete delusi dal design elegante, inoltre nel caso possediate un televisore Samsung questo Home Theater si integrerà alla perfezione.

 

LG LHD427

Qualche anno fa i sistemi Home Theater erano considerati un lusso che pochi potevano permettersi, ma con l’avanzare della tecnologia i prezzi sono calati drasticamente. Basta vedere questo kit di LG venduto a basso costo. Si presenta con cinque speaker ed un subwoofer per coprire tutte le frequenze.

Colpisce la dimensione ridotta delle casse che consente di posizionarle nella stanza senza ingombrare troppo spazio. Considerato il prezzo, non ci si possono aspettare miracoli, ma come prodotto entry-level si fa rispettare.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI