Spotify: Ecco Come Funzionano Le Versioni Free, Duo, Family e Premium

Ultimo aggiornamento: 29.11.22

 

Spotify è il leader indiscusso nel settore dello streaming musicale, che offre due opzioni: la versione gratuita e l’abbonamento Premium. Ma come funziona esattamente la piattaforma? E quali sono le differenze tra i due piani? A queste e molte altre domande risponderemo nel corso di questa guida.

 

Avete mai sentito parlare di Spotify? Che domanda… certo che sì, visto che si tratta della piattaforma di musica on demand più utilizzata degli ultimi tempi e attraverso il quale è possibile accedere a centinaia di brani musicali da smartphone, tablet e computer, senza essere costretti ad acquistare album o canzoni singolarmente.

Il tutto in modo assolutamente legale, a meno che non si decida di scaricare Spotify Premium craccato, cosa che sconsigliamo nella maniera più categorica perché assolutamente contrario alla legge.

Se, invece, vi state chiedendo come funziona Spotify in versione gratuita e quanto costano gli abbonamenti mensili o annuali offerti dal servizio, qui di seguito trovate tutte le risposte alle vostre domande.

 

Cos’è Spotify

Come già anticipato, Spotify è un servizio di streaming che permette di ascoltare via web la propria musica preferita su diversi dispositivi e ovunque ci si trovi. Basta avere un tablet, uno smartphone o qualsiasi altro device connesso alla rete Internet e scaricare l’app Spotify gratuita (o, in alternativa, utilizzare la versione Spotify web) per accedere alle varie sezioni della piattaforma o alle playlist salvate nella propria libreria (brani, album, musica del momento e chi più ne ha più ne metta!).

Una delle caratteristiche più interessanti è che si può utilizzare il servizio base gratuitamente anche se – come sicuramente saprete – sono disponibili degli abbonamenti che permettono di accedere a funzionalità più avanzate, senza doversi sorbire fastidiosi spot pubblicitari tra un ascolto e l’altro.

Una volta scaricata l’app, creato l’account ed effettuato l’accesso, potrete quindi iniziare ad ascoltare la vostra musica preferita inserendo il titolo della canzone o il nome del gruppo/artista nel campo “cerca”.

Inoltre, sulla Home Page troverete i brani che avete ascoltato di recente e quelli suggeriti da Spotify in base ai vostri gusti, oltre a poter creare diverse playlist personali da ascoltare quando e dove preferite.

Dispositivi compatibili

Prima di spiegarvi come funzionano e quanto costano i vari piani Spotify, ci sembra doveroso parlare dei dispositivi compatibili con il servizio. Oltre che per computer Windows e Mac, Spotify è disponibile anche per smartphone e tablet Android e Apple, ma si può utilizzare anche su altri device, come smartwatch, Chromecast e console per videogiochi.

Inoltre, ci sono alcuni dispositivi audio (come lo speaker Sonos Play One) e numerose smart Tv di ultima generazione che includono di serie il supporto alla piattaforma, in caso contrario sarà comunque possibile collegare Spotify alla tv scaricando l’app apposita dopo aver connesso l’apparecchio a Internet, oppure associando un tablet, un computer o uno smartphone su cui è presente l’applicazione di Spotify.

È poi possibile associare il proprio account Spotify Premium ai dispositivi Smart Home Alexa e Google Assistant. A ogni modo, trovate l’elenco completo dei device compatibili sul sito ufficiale di Spotify.

Tra le funzionalità di base troviamo anche la modalità Spotify Connect, che offre la possibilità di riprodurre la musica su diversi dispositivi utilizzando la stessa applicazione dopo aver effettuato l’accesso a Spotify con il proprio account.

Inoltre, se non volete scaricare programmi o app, si può riprodurre la musica di Spotify anche direttamente dal browser web utilizzando il lettore multimediale della piattaforma stessa (proprio come accade con YouTube).

 

Spotify gratis

Veniamo ora alla domanda clou: cosa offre il servizio Spotify gratuito? In realtà faremmo prima a dire cosa NON offre Spotify Free perché con la versione base, oltre ad ascoltare i vari brani presenti sul catalogo della piattaforma con tutta una serie di snervanti interruzioni pubblicitarie, non possiamo fare altro.

Inoltre, sugli smartphone l’ascolto della musica è limitato alla sola modalità shuffle, quindi una volta scelta una canzone o un’artista, l’app creerà automaticamente una playlist attinente e la riprodurrà in maniera casuale.

Altra limitazione riguarda la qualità dello streaming, che si ferma a 160 kbps (contro i 320 della versione Premium), senza contare che non sarà possibile ascoltare la musica offline né su dispositivi come gli Amazon Echo.

Abbonamento Spotify: come funziona e prezzi

Come dicevamo, per sfruttare appieno tutte le funzioni di Spotify (e liberarsi delle pubblicità) è necessario attivare un abbonamento mensile o annuale.

È possibile scegliere tra quattro differenti piani a seconda delle esigenze e del numero di persone che intendono utilizzare il servizio. Vediamoli nel dettaglio.

 

1. Spotify Premium

Il costo di Spotify Premium è di 9,99 euro al mese (o 119,88 euro l’anno) e, una volta sottoscritto l’abbonamento, si potranno ascoltare tutti i brani disponibili sul catalogo della piattaforma da qualsiasi dispositivo, fisso o mobile, e senza alcuna interruzione pubblicitaria.

Sarà anche possibile scaricare la musica in modalità offline (fino a un massimo tremila brani su tre dispositivi diversi), abilitare lo streaming di “alta qualità” (320kbps) e riprodurre le playlist attraverso laptop, tv, altoparlanti e altri dispositivi audio utilizzando l’app dal tablet o dal cellulare come fosse un telecomando.

 

2. Spotify Duo

Il piano Duo è un abbonamento che, con una spesa mensile di 12,99 euro, permette di creare due account Spotify Premium e utilizzare funzioni aggiuntive come Duo Mix, una speciale playlist che combina i gusti musicali di entrambi i membri del piano, aggiornandosi automaticamente ogni volta che i due utenti ascoltano dei nuovi brani.

 

3. Spotify Family

Questo abbonamento ha un costo mensile che parte da 15,99 euro ed è dedicato alle famiglie composte da un massimo di sei membri che risiedono allo stesso indirizzo. Ogni componente potrà utilizzare il proprio account Spotify, quindi senza condividere la password, e conservare la propria musica e le proprie playlist salvate. Tra le funzioni disponibili c’è anche il Parental Control che permette di impostare dei filtri per limitare l’accesso a “contenuti espliciti” ad alcuni membri della famiglia.

4. Spotify Premium Studenti

Tra gli abbonamenti Spotify agevolati troviamo anche quello riservato agli studenti iscritti all’università. Chi ne fa richiesta può creare un account al prezzo di 4,99 euro al mese per un anno, con la possibilità di poter effettuare fino a tre rinnovi come studente.

Al loro termine, l’abbonamento viene convertito in Spotify Premium Individual con un costo mensile di 9,99 euro. Le funzionalità offerte da questo piano sono le stesse della versione Premium, quindi si potrà ascoltare la musica senza le pubblicità, scaricare le canzoni offline e riprodurle on demand.

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI