I 7 Migliori Proiettori del 2022

Ultimo aggiornamento: 28.06.22

 

Proiettore – Opinioni, Analisi e Guida all’Acquisto

 

Riuscire a capire dove acquistare e come scegliere un buon proiettore potrebbe rivelarsi un’impresa difficile, vista la quantità di modelli presenti sul mercato, spesso non proprio a prezzi bassi. Al fine di evitare tale evenienza abbiamo deciso di redigere la seguente guida dove troverete le offerte più interessanti e apprezzate, con la possibilità di effettuare una comparazione diretta tra i prodotti venduti online. Analizzando la nostra tabella potrete scegliere il proiettore più nuovo o quello più economico sul mercato in base alle vostre esigenze. Rispettivamente in prima e in seconda posizione XGIMI Horizon Pro, un modello che offre il supporto nativo per il 4K per chi non vuole scendere a compromessi in quanto a resa delle immagini e Hopvision Mini Proiettore che, come si intuisce dal nome, ha nelle dimensioni compatte il suo punto di forza principale

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 7 Migliori Proiettori – Classifica 2022

 

Se non sapete quale proiettore comprare, il modo migliore per informarsi al riguardo è analizzare attentamente la scheda tecnica dei prodotti che catturano maggiormente la vostra attenzione. Prendendo in considerazione fattori come il valore lumen e la risoluzione massima supportata potrete effettuare un acquisto consapevole senza sperperare il vostro denaro.

Non puntate quindi direttamente i proiettori più venduti poiché potrebbero non essere adatti alle vostre esigenze.

La seguente classifica dei migliori proiettori del 2022 è stata realizzata prendendo in considerazione i pareri degli utenti che hanno avuto modo di provarli. Pertanto, leggendo attentamente le nostre recensioni troverete informazioni vitali su ogni dispositivo.

 

Proiettore 4K

 

1. XGIMI Horizon Pro 4K Videoproiettore, Proiettore Nativo 4k 

 

Quello proposto da XGIMI può essere considerato il miglior proiettore della nostra lista ed è pensato per quanti non desiderano accettare alcun compromesso quando si parla di qualità di visione. Il modello Horizon vanta infatti il supporto nativo per il 4K, il che significa che non solo gestisce senza problemi questa risoluzione ma che è anche in grado di mostrarla sullo schermo. Schermo che può arrivare addirittura fino a 300 pollici di diagonale, con risoluzione appunto Ultra HD (3.840×2.160 pixel). 

Va da sé che tutte le caratteristiche tecniche di questo gioiello siano di alto livello, a cominciare dalla luminosità di 2.200 ANSI lumen che si accompagna all’Horizon Pro, una tecnologia che offre immagini impeccabili anche in ambienti molto illuminati e che viaggia a braccetto con il supporto HDR. A completare il quadro da segnalare la presenza di due altoparlanti 8W, full range da 45 mm firmati Harman Kardon. 

Possiamo parlare poi di una sorta di Smart proiettore vista la presenza dell’interfaccia Android TV per riprodurre direttamente dal dispositivo tutte le app disponibili, come Prime Video e Netflix. Ricca la connettività, con due porte HDMI, due USB, l’ingresso Ethernet e l’integrazione di Chromecast. Da segnalare che, per godere al meglio della qualità d’immagine, è consigliabile effettuare un’attenta calibrazione dei vari parametri così da ovviare alla presenza, nella configurazione standard, di una leggera predominante blu. Prezzo elevato, com’è lecito attendersi da prodotti di questo livello.

 

Pro 

Ultra HD: Il dispositivo è 4K nativo, il che significa che è in grado di proiettare uno schermo con questa risoluzione e con dimensioni fino a 300 pollici. 

Sonoro: Oltre alla ricca dotazione di porte e ingressi, l’Horizon vanta anche due altoparlanti da 8W con tutta la garanzia di un brand come Harman Kardon.

Funzioni smart: Vanta il sistema operativo Android Tv, dunque, una volta collegato alla rete, può essere utilizzato per guardare in streaming tutti i servizi più popolari, come Netflix e Prime Video. 

 

Contro

Esperti: Non è un proiettore per chi è alle prime armi (del resto il prezzo non è alla portata di tutti) e necessita di un buon occhio per effettuare la corretta calibrazione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Proiettore portatile

 

2. Hopvision Mini Proiettore 1080P Full HD,Video Portatile 6500 Lumen

 

Questo modello Hopvision si fa apprezzare per il discreto design, che si accompagna a una buona compattezza, il che lo rende anche facilmente trasportabile. Diciamo immediatamente che si tratta di un proiettore entry level ma che, per il prezzo davvero economico a cui viene venduto, si propone come un dispositivo interessante, naturalmente per chi non ha grandi esigenze e non vuole spendere molto. 

La qualità di visione è tutto sommato discreta, anche variando l’angolazione e la distanza e, in virtù di una luminosità di 6.500 Lumen, soddisfacente anche qualora l’ambiente non sia completamente buio. Le scritte su schermo appaiono piuttosto sfuocate, dunque non è pensabile utilizzarlo per l’ufficio o per la visione di film in lingua originale con sottotitoli. 

L’audio è terribile, sia per qualità sia per volume, perciò è praticamente obbligatorio l’accoppiamento del proiettore con una soundabar. Come spesso accade, non fatevi ingannare da nomi e sigle perché questo modello non ha un output in Full HD, che è la risoluzione supportata ma che viene riconvertita e trasmessa a 1.280×800 pixel (sostanzialmente HD Ready). Apprezzabile la ridotta rumorosità generata dalla ventola di raffreddamento. 

 

Pro 

Prezzo: Costa davvero poco e, nel complesso, garantisce un’esperienza di visione soddisfacente, tenendo ovviamente conto del fatto che stiamo parlando di un entry level. 

Silenzioso: Anche se acceso da diverse ore, mantiene una rumorosità (generata dalla ventola di raffreddamento) contenuta e che non infastidisce.

 

Contro

Definizione: Supporta il Full HD in entrata ma non in uscita, dove la risoluzione è HD Ready. La qualità dell’immagine è sufficiente ma le eventuali scritte risultano sfuocate. 

Audio: Il sonoro è pessimo, ai limiti dell’inascoltabile. Non è pensabile poter utilizzare l’Hopvision senza abbinarlo a una soundbar.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Mini Xiaomi

 

3. Xiaomi Proiettore Laser Mi 4K 150″ Full HD

 

La caratteristica principale di questo proiettore Xiaomi è la sua capacità di proiettare un’immagine di ampie dimensioni – da un minimo di 80 a un massimo di 150 pollici – pur se posizionato a una distanza molto ridotta (circa 30 centimetri) dal muro o dallo schermo. Questo si traduce in una grande semplicità nel trovargli posto in casa, visto che è sufficiente posizionarlo su un ripiano o un mobile. Inoltre, la regolazione motorizzata della messa a fuoco e la correzione trapezoidale a otto punti semplificano la configurazione del proiettore. 

Si tratta poi di un modello smart, con sistema operativo Android Tv, dunque integra tutte le applicazioni più utilizzate. Ci sono anche due altoparlanti da 15W che supportano l’audio Dolby Digital e DTS e che offrono una soddisfacente resa del sonoro. Dal punto di vista dell’immagine, da apprezzare la nuova tecnologia di visualizzazione laser ALPD 3.0 che, in abbinata con la luminosità di 1.600 ANSI Lumen e al contrasto di 3000:1, garantisce immagini chiare e nitide. Peccato che la risoluzione massima in uscita sia Full HD perché a questo prezzo sarebbe logico parlare di un proiettore laser 4K…

 

Pro 

Comodo: Il modello di Xiaomi si posiziona a ridosso di una parete o dello schermo, dunque non ingombra e non obbliga a rivoluzionare il salotto per avere un proiettore.

Schermo: Si può ottenere una diagonale fino a 150 pollici, con un’esperienza di visione molto soddisfacente sia in termini video sia audio.

Android TV: Collegato a internet consente di sfruttare direttamente dal proiettore tutte le app dei servizi di streaming video più diffusi. 

 

Contro 

Full HD: La risoluzione in uscita non è 4K e, al prezzo a cui questo Xiaomi è venduto, ci sembra una carenza non da poco. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Proiettore Epson

 

4. Epson EB-FH06 Videoproiettore Full HD

 

Fascia di prezzo media per questo proiettore Epson EB-FH06, con valore Lumen pari a 3.500, per immagini luminose e nitide fino a una grandezza massima di 332 pollici. Il prodotto è pensato per l’intrattenimento di qualità, con un supporto effettivo alla risoluzione Full HD, così da evitare perdita di definizione. Grazie alla tecnologia 3LCD, assicura colori brillanti e immagini nitide, con un rapporto di contrasto di 16.000:1 in modo da offrire anche neri belli profondi. 

Buone le possibilità di connessione, visto che ci sono due HDMI, altrettante USB, una VGA e la porta LAN mentre manca il Wi-Fi (che si può aggiungere acquistando un dongle a parte). Gli elementi che non hanno convinto molto i consumatori sono sia la qualità costruttiva, nonostante abbia un design piacevole, visto che la scocca si rivela in plastica non molto resistente, sia l’eccessiva rumorosità della ventola di raffreddamento.

Il proiettore Epson si rivela adatto a utenti che hanno esigenze diverse, comportandosi bene in diversi i frangenti, anche se era lecito attendersi qualcosina in più della resa delle immagini. Considerato il costo, dunque, potrebbe non essere la scelta adatta per chi vuole un prodotto economico.

 

Pro

Full HD: Il supporto, in questo caso, prevede anche un output a 1.080 pixel, per godersi al meglio i propri film, anche grazie alla tecnologia 3LCD che migliora la resa dei colori.

Lumen: Il valore è pari a 3.500, sufficientemente elevato anche per utilizzi business che richiedono presentazioni in uffici illuminati.

332 pollici: La grandezza massima dell’immagine proiettata è notevole, il che rende l’apparecchio ideale anche per salotti ampi.

 

Contro

Materiali: Sebbene sia un prodotto tecnologicamente avanzato, non convince del tutto dal punto di vista costruttivo, con plastiche poco resistenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Proiettore Wi-Fi

 

5. Yaber WiFi, 6000 Lumens Mini Videoproiettore Portatile 1080P Full HD

 

Quello proposto da Yaber è un proiettore economico con un valore lumen pari a 6.000 Lumen, per visualizzare correttamente i contenuti proiettati anche in una stanza leggermente illuminata. È possibile collegarlo a una notevole varietà di dispositivi tramite il cavo ma soprattutto via Wi-Fi (fate attenzione che non si collega alla rete bensì agli smartphone e ai tablet sia Android sia Apple iOS – tramite la funzione Wi-Fi Display – di cui il proiettore fa il mirroring dello schermo).

Bisogna prestare attenzione anche in questo caso alla risoluzione dal momento che, sebbene sia supportato l’input Full HD a 1.920×1.080 pixel, in realtà l’output rientra nella definizione HD Ready, con un valore pari a 1.280×720 pixel. Non è dunque il prodotto migliore per chi vuole una fedeltà massima nel riprodurre i contenuti multimediali che potete trovare su Blu Ray o su servizi di streaming come Netflix, anche perché l’audio è pessimo. 

Il vantaggio del proiettore proposto da Yaber è senza dubbio nel prezzo e nelle dimensioni compatte che ne agevolano la collocazione ma anche il trasporto. Per capire dove acquistare il dispositivo non dovrete far altro che cliccare sul link in basso.

 

Pro

Mirroring: Il proiettore è pensato per dialogare in modo rapido e semplice con smartphone e tablet (Android e iOS) così da fare il mirroring del loro display.

Prezzo: Costa poco e, nel complesso, si rivela un discreto proiettore, con una buona luminosità e una più che accettabile resa delle immagini.

 

Contro

Risoluzione: Si ferma ai 720p, dunque non aspettatevi una definizione adeguata per godere al meglio di film e serie TV.

Audio: La resa sonora è davvero modesta ed è necessario collegarlo a una soundbar per poterlo ascoltare in modo decoroso. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Proiettore Optoma

 

6. Optoma HZ40 videoproiettore 4000 ANSI Lumen DLP 1080p

 

Per chi fosse alla ricerca di un proiettore più performante e, per questo, è disposto a spendere qualcosina in più suggeriamo di tenere in considerazione la proposta di Optoma, uno dei marchi più apprezzati del settore. Con risoluzione nativa che raggiunge il Full HD e con un valore di 4.000 ANSI Lumen, assicura immagini nitide e ben contrastate (anche senza che l’ambiente sia completamente buio), in questo aiutato dalla compatibilità con l’HDR.

Il design è compatto, la qualità dei materiali soddisfacente e la resa dell’altoparlante integrato apprezzabile, sebbene sia meglio valutare comunque l’abbinamento con una soundbar. La presenza di due ingressi HDMI permette di collegare dispositivi come computer o console di gioco ma anche di trasformare l’Optoma HZ40 in un proiettore intelligente collegandovi Chromecast o la Amazon Fire TV. 

Il proiettore funziona in modo molto silenzioso e non necessita di alcuna attesa per raffreddarsi qualora venga spento e poi riacceso. Il prezzo è di quelli impegnativi ma d’altra parte la casa produttrice è una garanzia di qualità. 

 

Pro

Marchio: Optoma è una delle aziende più importanti del settore e questo HZ40 conferma tutta la qualità che si aspetta da un brand così rinomato.

Immagine: La qualità è molto soddisfacente, con la risoluzione Full HD e l’HDR ma anche grazie a una luminosità che agevola la visione anche non al buio. 

 

Contro

Funzioni smart: Si possono aggiungere collegando un dispositivo da acquistare a parte (come Chromecast) ma non sono integrate nel proiettore. E visto il prezzo… 

Prezzo: La qualità si paga ma, considerando la risoluzione Full HD e l’assenza di sistema operativo, il costo appare superiore alla media. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Proiettore BenQ

 

7. BenQ TK700STi Proiettore Gaming 4K HDR, 3000 lumen

 

Tra i pregi più apprezzati del TK700STi di BenQ troviamo la risoluzione nativa 4K, il che spiega anche perché l’azienda produttrice lo definisca un proiettore gaming, ovvero particolarmente adatto per il collegamento con una console di nuova generazione. Snocciolando un po’ di caratteristiche tecniche, va segnalato il supporto per l’HDR, la luminosità di 3.000 ANSI Lumen, la bassa latenza (16 ms) pur con la massima risoluzione a 60 Hz e le varie modalità ad hoc, che calibrano l’immagine in base alla tipologia di gioco e alla presenza di scene più o meno buie. 

Il sistema operativo è Android TV, il che consente di accedere al vasto catalogo di applicazioni e servizi presenti su Google Play. Non impeccabile la reattività del telecomando che spesso obbliga a un paio di tentativi prima di ottenere l’esecuzione del comando desiderato. Chi non ha problemi di budget e desidera provare l’esperienza di gioco su uno schermo da 100 pollici, dovrebbe prendere in considerazione l’acquisto di questo BenQ. 

 

Pro 

Videogame: Il proiettore è ottimizzato e studiato per rendere al meglio collegato a un computer o a una console da gioco. Il risultato e la soddisfazione sono garantiti!

Ultra HD: Il prodotto di BenQ supporta sia in input sia in output la risoluzione 4K, per godere di giochi e film al meglio.

Android: Il sistema operativo incrementa la versatilità d’uso visto che è possibile scaricare le app da Google Play.

 

Contro

Telecomando: Non sempre reattivo, il che obbliga talvolta a dover insistere un po’ per ottenere l’esecuzione del comando desiderato.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Telo per proiettore

 

Jago Schermo per Proiettore 203x203cm Formato 1:1, 4:3, 16:9

 

Se avete acquistato un proiettore ma non sapete dove vedere i contenuti o semplicemente la parete di casa non vi soddisfa, potrebbe essere venuto il momento di dotarsi di un telo proiettore come quello proposto da Jago. Il prodotto è disponibile in diverse grandezze, per adattarsi al meglio alla stanza in cui avete intenzione di installarlo, da un minimo di 152 x 152 fino a un massimo di 203 x 203 centimetri.

Il meccanismo che fa scorrere il telo nel suo alloggiamento è di ottima fattura, secondo i consumatori che l’hanno provato, rivelandosi resistente e adatto quindi anche a essere aperto e richiuso più volte durante la giornata.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere i migliori proiettori?

 

Scegliere il miglior proiettore in vendita sul mercato può essere un’operazione non propriamente semplice. I dispositivi, infatti, sono descritti in modo accurato con sigle che potrebbero essere sconosciute ai più.

Non abbiate timore, però, dal momento che vi spiegheremo per filo e per segno tutti i dettagli più importanti da prendere in considerazione, evitandovi così di sperperare il vostro denaro in prodotti che potrebbero non rivelarsi soddisfacenti o poco adatti alle vostre esigenze.

 

 

Che utilizzo ne farete?

Prima di scegliere il videoproiettore è bene chiedersi che utilizzo se ne farà, in base alla risposta potrete optare per dispositivi più o meno performanti.

Gli appassionati di cinema che vogliono portare in casa l’esperienza che si può provare in sala, difficilmente potranno accontentarsi di un proiettore a bassa risoluzione o che non permette di essere collegato a un impianto Hi-Fi esterno mentre invece gli utenti che ne hanno bisogno per delle proiezioni in ufficio potrebbero ritenere alcuni modelli troppo ingombranti o con un valore lumen troppo basso. È bene dunque stabilire prima l’uso, e poi analizzarne le caratteristiche tecniche.

 

Per gli amanti del cinema

Chi vuole un vero e proprio cinema in casa deve puntare soprattutto sulla risoluzione nativa. I videoproiettori in vendita sul mercato non sono spesso sinceri su questo dettaglio e cercano di confondere l’utenza con sigle poco veritiere. Il modo migliore per godersi un film tramite proiettore è quello di avere un dispositivo che supporti nativamente la risoluzione Full HD o, meglio ancora, quella Ultra HD.

Qualora troviate un proiettore a basso costo che promette questa caratteristica potreste dover indagare meglio. Esiste un’enorme differenza tra quella che viene definita “risoluzione massima” e la “risoluzione nativa”. La prima è relativa al segnale in entrata mentre la seconda del segnale in uscita. Oltre alla prima, dunque, è soprattutto la seconda che deve essere pari a Full HD o Ultra HD. Verificate dunque con attenzione questo dettaglio prima di procedere all’acquisto.

 

Valore Lumen

Questo valore indica la capacità del proiettore di visualizzare immagini e video in ambienti più o meno luminosi. Maggiore sarà e più luminosa sarà l’immagine. Per chi deve sfruttare questi dispositivi in luoghi dove è impossibile oscurare completamente la stanza, come per esempio in sale congressi o in riunioni di lavoro, la scelta migliore è quella di optare per un proiettore che abbia un elevato valore lumen o che si avvalga della classificazione ANSI, acronimo che sta per American National Standards Institute.

Due proiettori con uguale valore Lumen e ANSI Lumen non saranno uguali, il secondo, infatti, avrà una resa migliore e un costo più elevato.

 

Connettività

In base ai dispositivi che avete intenzione di collegare, dovrete poi valutare gli slot disponibili sul retro del proiettore. Il nostro consiglio è quello di optare sempre per videoproiettori che abbiano almeno uno slot HDMI, uno USB e un jack da 3,5 mm per il collegamento di impianti audio esterni.

Soprattutto per quanto riguarda l’audio, alcuni proiettori sono dotati di altoparlanti interni ma la loro resa è molto limitata dal fatto che spesso si tratta di prodotti rumorosi. La ventola, quindi, rischia di sovrastare l’audio, impedendo un ascolto corretto del contenuto multimediale proiettato.

 

 

Dimensioni e peso

Infine, qualora abbiate bisogno di un proiettore portatile, vi invitiamo a considerarne sempre le dimensioni e il peso.

Sul mercato sono disponibili una gran quantità di dispositivi semplici da portare sempre con sé, in grado di interfacciarsi con il proprio smartphone o con computer portatili. Questi hanno anche un prezzo ridotto, andando incontro alle esigenze dei consumatori che ne devono fare un uso lavorativo. Seguendo questi consigli fondamentali riuscirete a optare per il miglior proiettore per le vostre esigenze.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Come funziona un proiettore?

Il proiettore è un dispositivo dotato di lampada alogena che, emettendo un fascio di luce, riesce a mostrare su uno schermo video e immagini provenienti da una sorgente. Il meccanismo interno si avvale di tre specchi che dividono la luce nei tre colori primari, ovvero il blu, il verde e il rosso.

Questi attraversano una matrice a cristalli liquidi dove vengono poi ricomposti per ricreare l’immagine originale che, passando in delle lenti apposite, viene ingrandita su una superficie.

Nonostante il procedimento interno sia decisamente complesso, l’utilizzo del prodotto è molto semplice e tutto ciò che dovrete fare per usufruirne è collegare i cavi e accenderlo per proiettare tutto ciò che proviene da notebook, console da gioco, smartphone e tablet.

 

Quanto costa un proiettore?

Il costo del proiettore è legato alle sue capacità e alla tecnologia di cui è dotato. Se state cercando un dispositivo a basso costo, inferiore al centinaio di euro, dovrete accontentarvi di una qualità video che non raggiunge la risoluzione HD, solitamente 800 x 480 pixel.

Aumentando la spesa, arrivando anche a mille euro, potrete optare per proiettori in grado di raggiungere una risoluzione nativa Ultra HD, che, per chi non lo sapesse, è pari a 3.840 x 2.160 pixel, la tecnologia di cui sono dotati i TV di ultima generazione. A influire sul prezzo, inoltre, è anche il valore Lumen.

 

Cosa sono i Lumen di un proiettore?

Per chi si stesse chiedendo cosa sia un valore lumen, si tratta di un’unità di misura del flusso luminoso emesso dalla lampada interna del proiettore. Più è alto questo numero e più l’immagine sarà visibile in ambienti luminosi.

Viceversa, un dispositivo con valore Lumen basso necessiterà di buio completo per proiettare un’immagine ben visibile. La scelta in questo caso dipende molto dall’utilizzo che farete del proiettore. Se ne avete esigenza per presentazioni in uffici difficilmente oscurabili, allora potreste preferire un dispositivo con valore Lumen elevato. Se dovete usarlo principalmente in casa, però, potreste anche risparmiare qualcosa optando per un proiettore con un valore più basso.

 

Come pulire un proiettore?

Per ottenere sempre un’immagine perfetta, è molto importante prendersi cura dell’obiettivo del proiettore. Se notate polvere o sporcizia accumulatasi, è opportuno provvedere alla rimozione senza graffiare la lente. Un modo per rimuovere la polvere è quello di ricorrere a bombolette di aria compressa, spruzzando da una distanza di almeno 10 centimetri dovreste riuscire a soffiare via anche la polvere più ostinata.

Per quanto riguarda invece macchie, ditate o altri aloni più persistenti, potrebbe essere il caso di usare un panno in microfibra inumidito con un po’ di detergente per obiettivi fotografici. Evitate assolutamente l’uso di alcol e detergenti chimici non specifici perché potrebbero rovinare irreparabilmente l’obiettivo.

 

Come costruire un proiettore?

Per gli utenti più ingegnosi e dediti al fai da te, è possibile anche costruire un proiettore per il proprio smartphone. Naturalmente non ci si può aspettare una qualità di un prodotto regolarmente immesso sul mercato ma può essere un’idea simpatica da mettere in atto con i propri figli.

Avrete innanzitutto bisogno di una scatola di cartone, cartoncini neri e una lente, elemento fondamentale per l’ingrandimento dell’immagine. Ritagliate dunque un foro sulla parte corta della scatola di cartone grande quanto la lente che utilizzerete, servendovi magari di un compasso per tracciare la circonferenza in modo preciso.

Ora, rivestite l’interno della scatola con i cartoncini neri, creando quindi un rivestimento nero interno. Fissate la lente sul foro, utilizzando della colla o del nastro adesivo. Non resta che creare un supporto interno, usando sempre cartoncini neri, che possa tenere fermo lo smartphone.

L’ultimo passaggio è quello di posizionare il telefono nella scatola, avendo cura di tenerlo capovolto rispetto al video che volete visualizzare sulla parete, chiudere la scatola con un coperchio rimovibile, spegnere le luci e godersi il video direttamente sulla parete di casa.

 

 

 

Come usare un proiettore

 

Come collegare il PC al proiettore

L’utilizzo primario del proiettore è quello di visualizzare video e immagini provenienti da una sorgente esterna. Questa può essere un PC, un tablet, uno smartphone, una console da gioco o lettori DVD e Blu-Ray. Alcuni utenti preferiscono collegare il proprio computer per inviare non solo video ma il desktop stesso e usare quindi uno “schermo” più grande per navigare su internet, per esempio. Ma come si può collegare il proiettore al PC? Si tratta in realtà di una procedura molto semplice.

Assicuratevi innanzitutto di avere un cavo HDMI o VGA a disposizione. Il primo è in grado di trasmettere il segnale Full HD mentre il secondo ha una risoluzione nativa di 640 x 480. Vi consigliamo quindi di optare per il primo. Collegate un capo del cavo al proiettore e l’altro al PC, avviandoli entrambi.

Cliccando con il tasto destro del mouse sul desktop potrete accedere alle impostazioni video. In questa sezione dovrete selezionare la presenza di uno schermo aggiuntivo, avendo cura di non selezionarlo come “estensione” del primo. Il gioco è fatto, non resta che godervi i contenuti del vostro PC proiettati sul muro o su un apposito telo.

 

 

Come collegare il Mac al proiettore

Se invece di un PC con sistema operativo Windows possedete un Mac Apple, non disperate, la procedura è ugualmente molto semplice. Innanzitutto accendete il proiettore, collegatelo quindi al Mac utilizzando l’apposito cavo USB-C se supportato, altrimenti dovrete procurarvi un adattatore che permetta la connessione tramite cavo HDMI. Dopo aver interfacciato i dispositivi, aprite le Preferenze di Sistema sul Mac e poi “Monitor”, dove dovrete selezionare la disposizione preferita.

Se il proiettore è impostato sulla sorgente corretta, ovvero il giusto slot HDMI, dovreste poter vedere immediatamente tutto ciò che accade sul display del vostro Mac. Buona visione!

 

Come collegare il tablet al proiettore

Per collegare un tablet al proiettore, non dovrete eseguire procedimenti bizzarri o complessi, come sempre, tutto ciò di cui avete bisogno è un proiettore compatibile e il giusto cavo di collegamento a meno che non supporti la funzione wireless. Assicuratevi dunque che il vostro proiettore abbia un’uscita USB, solitamente il modo più rapido per collegare un tablet o smartphone, e, dopo averlo acceso, inserite il cavo.

 

 

Con il tablet in funzione, inserite l’altro capo del cavo USB nell’apposito slot e, immediatamente, dovreste vedere lo schermo del tablet proiettato sulla parete. Se ciò non dovesse accadere è perché probabilmente il dispositivo non è dotato di sistema operativo Android.

In questo caso è necessario capire come collegare l’iPad al proiettore, ovvero un tablet sviluppato da Apple dotato di sistema operativo iOS. Dopo aver eseguito il classico collegamento tramite cavo, dovrete accedere alla funzione “Hotspot personale” di iPad e attivare l’applicazione AirPlay, selezionando dalla lista il proiettore. Un paio di passaggi in più, dunque, rispetto ad altri tablet.

 

Cos’è un proiettore?

I proiettori, o videoproiettori, sono dispositivi che permettono di visualizzare video di qualsiasi tipo su una superficie bianca grazie alla luce, proprio come quelli che vengono utilizzati nelle sale cinematografiche oggigiorno. Naturalmente questi dispositivi sono disponibili, in versione meno potente e soprattutto meno costosa, anche per uso casalingo. Non è raro trovare utenti che preferiscono, piuttosto che acquistare un TV dallo schermo particolarmente grande, investire in un proiettore che è in grado di mostrare video su una semplice parete bianca o uno telo tenuto in tensione.

 

Vantaggi e svantaggi della tecnologia

Tra i vantaggi principali c’è sicuramente la sensazione di trovarsi al cinema. Per gli appassionati del grande schermo che si recano nelle sale con una certa frequenza, la sensazione di essere seduto a guardare un bel film su una superficie gigante è impagabile. Il videoproiettore casalingo, se si ha abbastanza spazio, può in un certo senso replicare quella sensazione rivelandosi una scelta di qualità. Un buon proiettore, inoltre, può gestire qualità elevate tra cui risoluzione Full HD e persino Ultra HD.

Non si tratta però di una tecnologia che non ha alcuno svantaggio, infatti, se amate la praticità di utilizzo fareste meglio a optare per un semplice TV, molto più immediato da utilizzare e già dotato di casse per la riproduzione audio. Come è facile immaginare, infatti, un videoproiettore non è dotato di alcun sistema di riproduzione audio e dovrete necessariamente collegare un impianto Hi-Fi munito di casse e subwoofer.

Altro elemento che potrebbe farvi desistere è la necessità di trovare una stanza grande e che possa essere opportunamente oscurata. In questo modo anche un videoproiettore con valore Lumen basso potrebbe restituirvi immagini nitide.

 

 

Videoproiettore o TV?

Alla luce delle informazioni che vi abbiamo fornito, non è semplice stabilire cosa sia meglio tra un videoproiettore e un televisore, perché tutto dipende dalle vostre esigenze.

Se amate vedere programmi TV e dopo una giornata lavorativa preferite fare un po’ di zapping, probabilmente il proiettore potrebbe rivelarsi solo una grana mentre per chi ama vedere film o documentari su uno schermo importante, godendosi particolari e dettagli fino anche a 100 pollici di grandezza, probabilmente dovrebbe optare per il proiettore nonostante necessiti di un setup certosino e una cura e attenzione maggiori.

 

Altri utilizzi del proiettore

Sebbene l’uso più comune che viene in mente quando si pensa alla videoproiezione sia quello del cinema, non è l’unico modo in cui la tecnologia viene sfruttata. I proiettori sono infatti estremamente diffusi nell’ambito didattico e anche in quello aziendale. Nel primo caso è possibile trovarli installati in aule universitarie, musei e in generale in qualsiasi luogo dove è necessario riprodurre determinati filmati e presentazioni a scopo educativo. Persino le aziende ne fanno uso per meeting, riunioni, presentazioni di progetti e così via.

Per andare incontro a questo tipo di mercato, oggigiorno sono disponibili dei mini videoproiettori, alcuni persino tascabili.

L’unico loro difetto è la necessità di una stanza completamente buia per poter essere utilizzati poiché la grandezza limitata non permette di installare una lampada con valore lumen elevato. Si tratta però di una tecnologia in continua evoluzione e non mancano gli smartphone che stanno cercando di implementare le funzioni di videoproiezione applicando però effetti tridimensionali: dei veri e propri ologrammi.

I più grandicelli ricorderanno per esempio la famosa partita a scacchi olografici in Star Wars, una tecnologia fantascientifica che potrebbe dunque divenire realtà secondo gli ultimi brevetti presentati dal gigante sudcoreano Samsung. In un prossimo futuro dovrebbero essere introdotti sul mercato i primi smartphone pieghevoli, già di per sé una grande innovazione nel mercato, che potrebbero implementare la tecnologia di proiezione olografica, mostrando immagini tridimensionali che galleggiano in aria.

Al momento si tratta semplicemente di un brevetto e non sappiamo se la tecnologia abbia una vera e propria applicazione, tuttavia potrebbe sicuramente essere d’ausilio per l’insegnamento, rendendo possibile il mostrare agli studenti degli oggetti che si trovano magari in un museo all’altro capo del mondo.

 

 

Proiettori per smartphone

Al momento, però, bisogna accontentarsi dei classici proiettori che possono essere collegati tramite cavo USB al proprio smartphone, per riprodurre qualsiasi tipo di contenuto su una superficie bianca. Se state pensando di acquistarne uno da portare sempre con voi in ufficio o magari anche per delle serate da passare con gli amici, potrete trovarne una vasta selezione sul mercato.

Per scegliere quello più adatto alle vostre esigenze dovrete valutarne come sempre la risoluzione e la luminosità, gli elementi fondamentali nella scelta di un proiettore.

Per quanto riguarda la risoluzione cercate di optare per dispositivi che abbiano alla voce “risoluzione nativa” una risoluzione che sia almeno HD, ovvero 1.280 x 720 pixel, ancora meglio se Full HD, 1.920 x 1.080 pixel. Tale dettaglio è importante per garantire un’immagine pulita e nitida, dandovi così la possibilità di vedere film, video e serie TV in qualità soddisfacente. Se invece dovete usarlo solo per proiettare dati statistici o fare presentazioni in ufficio, potrebbero bastare anche proiettori con una risoluzione inferiore.

Il valore lumen, invece, deve essere considerato in base alla stanza in cui utilizzerete il proiettore. Se sapete che non può essere completamente oscurata, allora vi converrà scegliere un dispositivo con valore lumen quanto più elevato possibile. Viceversa, se avete la certezza che la stanza può essere resa buia, potrete risparmiare qualcosa acquistando un modello con una lampada leggermente meno potente.

 

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

BenQ W1700

Il proiettore BenQ ha un valore lumen pari a 2.200, sufficiente alla visualizzazione di film in casa con luci spente. La qualità video è elevata, come ci si aspetterebbe da un dispositivo in grado di proiettare immagini in 4K. Tra i vantaggi vi è la presenza di casse audio laterali che, per chi non possiede un impianto audio dedicato, permettono di godersi un film senza dover investire altri capitali.

Se riuscite a oscurare completamente la stanza, potrete usufruire della modalità Eco, dove il proiettore emetterà meno luce ma contestualmente verrà ridotta anche la rumorosità. L’unica pecca riscontrata è la mancanza di un’uscita digitale ottica, bisogna dunque farsi bastare quella analogica da 3,5 mm.

 

OTHA D13

D13 di Otha si inserisce in una fascia di prezzo molto più bassa rispetto a quanto visto precedentemente dal momento che presenta solo il supporto al segnale 4K, pertanto, potrete sì inviare al dispositivo video alla risoluzione Ultra HD ma l’output sarà ridotto a 854 x 480 pixel, una qualità video ben inferiore anche al normale HD.

Se avete intenzione di visualizzare i video da lontano, e non siete particolarmente esperti di risoluzione, questo potrebbe non essere però un problema grave e potrete godere di un’immagine che oscilla tra 60 e 80 pollici senza rischiare alcuna sfocatura. Le dimensioni compatte lo rendono inoltre semplice da portare sempre con sé a casa di amici o parenti.

 

BenQ TK800

BenQ è sempre una garanzia e TK800 non delude con una risoluzione 4K Ultra HD da 8,3 milioni di pixel per video sempre chiari e nitidi. Non manca il supporto alla tecnologia High Dynamic Range per una palette di colori superiore persino a quella di alcuni TV di ultima generazione.

I 3.000 ANSI Lumen permettono di avere colori vivi anche in ambienti ben illuminati dal momento che il proiettore è pensato appositamente per la visione di eventi sportivi e calcistici, trasmessi quindi anche durante la giornata. Non è pensato per la visione di film, come gli utenti che l’hanno acquistato sottolineano, infatti, potrebbe essere troppo rumoroso.

 

TOUMEI V5

Il proiettore V5 di Toumei offre un valore lumen decisamente soddisfacente, 3.800, per vedere film, serie tv e persino videogiochi, anche in stanze che non siano completamente oscurate. Bisogna prestare attenzione alla risoluzione, però, poiché si tratta di un dispositivo che riesce a gestire un input a 4K, ovvero 3.840 x 2.160 pixel, ma l’output dato dalla risoluzione nativa è di soli 1.280 x 800 pixel. Un risultato comunque soddisfacente dal momento che si tratta di un mini proiettore.

Chi non ha l’esigenza di riprodurre contenuti multimediali a una risoluzione pari a quella di un TV ma vuole semplicemente una superficie più ampia di quanto offerto dagli schermi tradizionali, potrebbe restarne comunque molto soddisfatto.

 

Optoma UHD350X

Per avere un proiettore che riesca a gestire al meglio la risoluzione 4K, fungendo quindi da vero e proprio televisore di ultima generazione, deve necessariamente spendere cifre che raggiungono e spesso superano i mille euro. UHD350X di Optoma ha indubbiamente un costo elevato ma riesce là dove molti falliscono, con 2.200 ANSI Lumen potrete godere di immagini nitide anche in stanze non completamente buie e proiettare video fino a 3.840 x 2.160 pixel con HDR per gradazioni di colori vibranti e complesse.

Il peso di 5,2 kg non lo rende semplice da portare con sé, dovete quindi considerarlo unicamente come un prodotto per uso casalingo.

 

NZ-Projector JMGO

Per chi non ha paura di spendere un po’ più del normale per portarsi a casa un videoproiettore compatto dalle dimensioni contenute e dal peso di soli 1,4 kg, JMGO di NZ-Projector potrebbe essere una scelta interessante.

La risoluzione massima è di 1.920 x 1.080 pixel, quindi Full HD, tuttavia potrete tranquillamente dare in pasto al dispositivo video in 4K dal momento che riuscirà comunque a processarli senza problemi. A renderlo un acquisto soddisfacente, per alcuni consumatori, è la classe di efficienza energetica A++, una vera e propria rarità tra questi dispositivi, che vi garantirà utilizzi prolungati senza l’ansia da superconsumo energetico.

 

Sony VPL-HW65ES

Non poteva mancare un dispositivo Sony, istituzione nel campo tecnologico non solo per TV, console da gioco e impianti audio. Il proiettore in questione è dotato di 1.800 lumen, un valore leggermente inferiore rispetto ad altri prodotti nella stessa fascia di prezzo, tuttavia è dotato della capacità di messa a fuoco manuale, zoom manuale da 1,6x e una risoluzione massima pari a 1.920 x 1.080 pixel.

Riesce a gestire video in 4K tuttavia potrebbe non essere il prodotto più adatto alle vostre esigenze se desiderate anche che abbia lo stesso output. Il pregio principale, però, secondo i consumatori, è dato dalla silenziosità.

 

Viewsonic PX727-4K

PX727-4K è un dispositivo in grado di visualizzare video e immagini a 3.840 x 2.160 pixel, elemento cruciale per chi ha abbonamenti a servizi di streaming video come Netflix dove è possibile usufruire della massima qualità. Non è però esente da difetti, manca per esempio una porta ethernet per accesso diretto a internet e non ha funzionalità bluetooth.

Questo significa che per usufruire di una connessione dovrete collegarlo fisicamente a un computer che abbia accesso alla rete casalinga. Una soluzione leggermente scomoda per alcuni utenti. Tra i pregi, invece, troviamo degli altoparlanti interni che garantiscono anche la riproduzione audio sebbene non di altissimo livello.

 

Acer V6810

Il proiettore Acer V6810 ha un costo leggermente inferiore alla media per quanto concerne i dispositivi che hanno una risoluzione nativa pari a 4K, rivelandosi una buona scelta per chi ha un budget più basso. La luminosità di 2.200 ANSI lumen è notevole e garantisce un’ottima visione anche in stanze non completamente buie.

Se non possedete un impianto Hi-Fi o altoparlanti esterni da collegare al proiettore potrete usufruire di quelli interni che, sebbene non abbiano una qualità elevata, vi daranno comunque la possibilità di sentire le tracce audio di film, serie TV e dei vostri videogiochi preferiti.

 

Xgimi Z6 Polar

L’ultimo dispositivo della nostra lista è quello proposto da Xgimi, Z6 Polar. Anche in questo caso non si tratta di un proiettore 4K nativo ma semplicemente con supporto a tale tecnologia. L’output video è infatti di 1.920 x 1.080 pixel, rientrando nella fascia Full HD. Il pregio è dato sicuramente dal costo, particolarmente contenuto, e dalla capacità Wi-Fi per poterlo collegare alla connessione internet casalinga senza dover effettuare necessariamente degli agganci creativi e scomodi con computer e dispositivi terzi.

Il valore lumen soffre leggermente, parliamo infatti di 700 ANSI lumen. Per una corretta visione di contenuti multimediali dovrete quindi necessariamente oscurare la stanza in cui è installato il dispositivo.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Vuoi saperne di più? Scrivici!

2 COMMENTI

george

April 20, 2021 at 8:52 am

Buongiorno,
Mi interessa ad acquistare un videoproiettore professionale wifi bluetooth per meeting corsi scolastici cosa mi consigliate?
grazie

Risposta
Claudio M

April 22, 2021 at 8:05 pm

Salve George,

tenendo conto delle tue esigenze riteniamo che il proiettore più indicato possa essere il quarto della nostra lista, ovvero quello di Artlii (lo puoi trovare anche qui: https://www.amazon.it/dp/B0861B9N6P?tag=nafura-21&linkCode=ogi&th=1), visto che vanta connettività wireless sia Wi-Fi sia Bluetooth e che assicura una risoluzione nativa HD a 720p, il che permette di godere di immagini con una più che soddisfacente definizione, anche in virtù di una luminosità di 6000 lumen. Nella parte inferiore del proiettore è presente una vite su cui intervenire per regolare l’inclinazione così da gestire al meglio lo schermo. Insomma si tratta di una soluzione molto valida a un prezzo tutto sommato economico.

Saluti

Team N

Risposta