Come bloccare i siti su Android e iOS

Ultimo aggiornamento: 07.05.21

 

Il blocco di siti internet, siano essi per adulti o potenzialmente pericolosi, è vitale qualora vogliate regalare uno smartphone ai vostri figli in età pre adolescenziale. Vediamo dunque come applicare le giuste impostazioni su Android e iOS.

 

Come bloccare siti internet sul cellulare?

Internet non è un luogo particolarmente sicuro o adatto ai più piccoli, non sarebbe giusto però precludere loro l’accesso completamente, sottraendogli la possibilità di informarsi su siti come Wikipedia solo perché esistono delle pagine vietate ai minori o con contenuti di discutibile qualità. 

Come fare dunque per far sì che i propri figli abbiano un’esperienza positiva con il web? Se il vostro intento è quello di regalare loro uno smartphone, allora sappiate che è possibile bloccare siti su Android e anche iOS, in questo modo avrete la certezza che navigheranno in “acque sicure”, senza bisogno della vostra costante supervisione ogni volta che utilizzano il telefono.

 

Bloccare siti Chrome Android

Utilizzando il browser Chrome Android, avrete a disposizione degli strumenti che potranno aiutarvi a eliminare dai risultati di ricerca tutte le parole sensibili. Tutto ciò che dovrete fare è accedere alle Impostazioni del browser, cliccando sulle tre lineette orizzontali che trovate nella home page di Google e poi selezionando l’icona dell’ingranaggio per accedere alle impostazioni. 

La prima voce sarà “Filtri SafeSearch”, con due opzioni di utilizzo: mostra o nascondi risultati espliciti, naturalmente in questo caso dovrete aggiungere la spunta alla seconda voce. Ora potrete invece intervenire sulla privacy, sempre dal menù delle impostazioni selezionate Privacy e spuntate la selezione Navigazione sicura.

Per i giovani internauti questa serie di settaggi sarà difficile da scovare, tuttavia basta una rapida ricerca su internet per scoprire come disattivare i blocchi. Bisogna essere ben consci del rischio che anche i più piccoli possano facilmente eliminare le vostre restrizioni che, come abbiamo visto, non sono bloccate dietro l’inserimento di password specifiche. Dopo aver visto come bloccare siti indesiderati su Chrome, quindi, vogliamo anche consigliarvi l’uso di qualche app specifica che possa garantire una percentuale di successo maggiore nel bloccare un sito.

 

Come bloccare un sito con Norton Family Parental Control

Sottolineiamo subito che Norton Family Parental Control è un’app gratuita, che potete scaricare da Google Play Store senza dover spendere un solo centesimo. Il suo scopo è proprio quello di dare un controllo sui dispositivi dei propri figli, bloccando direttamente siti internet specifici. Dopo aver scaricato e installato l’app, dovrete creare un account Norton Family, che vi darà accesso anche a 30 giorni di prova del servizio Premium, di cui però non avrete necessariamente bisogno e potrete valutare solo in seguito se effettuare una sottoscrizione o meno.

Nella pagina di creazione dell’account dovrete inserire alcune informazioni tra cui una e-mail e una password, al termine dell’inserimento dei vostri dati personali, potrete accedere alla schermata “Aggiungi bambino”, dove potrete indicare il nome, l’anno di nascita, il sesso. Ora passiamo invece all’attivazione vera e propria del controllo genitoriale, toccando la voce Apri impostazione, troverete la dicitura Norton Family spostata su Off, impostate la levetta in modo che sia su On e premete il pulsante Ok.

In questo modo è tutto pronto per iniziare a creare una lista di restrizioni di siti web, che potete effettuare direttamente sul sito internet Norton Family, dove dovrete effettuare l’accesso con l’account precedentemente creato da applicazione. Vedrete così la lista dei figli con i relativi dispositivi, cliccate su quello a cui volete applicare restrizioni e poi selezionate Impostazioni regole domestiche, spostando la protezione su Alto. Sotto la voce Siti Web ristretti troverete l’indicazione Immettere URL sito Web, dove dovrete scrivere i siti uno alla volta selezionando poi “Aggiungi”.

Hosts Go

Ulteriore applicazione gratuita che intervenire sui file di sistema di Android per bloccare alcuni siti. Dopo averla scaricata da Google Play Store potrete avviarla e consentire l’accesso ogni volta che vi viene richiesto. A questo punto, nel menu principale, dovrete spostare la levetta Hosts change switch e cliccare su “+”. Nel campo dove trovate scritto IP Address dovete inserire i numeri 127.0.0.1, mentre nel secondo spazio, dove c’è scritto Domain, inserite l’indirizzo del sito web che volete bloccare e infine cliccate sul pulsante in basso “Add Domain”. Ripetete dunque l’operazione per tutti i siti da bloccare. Infine, per far partire la limitazione, dovete toccare il pulsante Start.

 

Come eliminare siti indesiderati da iPhone

Bloccare un sito su Android è semplice, ma lo sarà altrettanto su dispositivi iOS? Se avete optato per un iPhone piuttosto che uno smartphone Huawei o Samsung, la procedura non richiederà l’utilizzo di alcuna app di terze parti, è tutto eseguibile direttamente dal sistema operativo.

Se utilizzate una versione di iOS superiore alla 12, il primo passo, come sempre, è quello di accedere alle Impostazioni cliccando sull’icona dell’ingranaggio dalla schermata principale, successivamente toccate Tempo di utilizzo e poi su Utilizza codice, che vi consentirà di aggiungere un PIN per evitare che terzi possano modificare le vostre impostazioni.

Ora dovrete accedere a Contenuti e privacy, utilizzando naturalmente il PIN appena creato, potrete quindi attivare la voce spostando la levetta. In Restrizione dei contenuti è possibile toccare la voce Limita i siti web per adulti, in modo da bloccarli automaticamente, allo stesso tempo si possono aggiungere anche siti web specifici che non volete i vostri figli visitino, magari bloccando temporaneamente l’accesso a social network o altre distrazioni mentre stanno studiando.

In caso la versione i iOS sia più datata, l’operazione potrebbe essere diversa e bisognerà recarsi in Impostazioni, poi Generali, Restrizioni e infine su Abilita restrizioni. Nella pagina successiva, dove leggete “Siti web”, dovrete limitare ancora una volta i contenuti per adulti e anche in questo caso aggiungere eventuali siti aggiuntivi.

Speriamo che le nostre informazioni su come bloccare un sito su Android e iOS vi abbiano facilitato l’operazione, permettendovi di dormire sonni tranquilli senza il timore che i vostri figli accedano a siti potenzialmente pericolosi o non adatti alla loro età.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments